Feeds:
Articoli
Commenti

By Sergio Stagnaro

download

In un precedente articolo (1) ho affermato che negli ultimi due decenni, pubblicati su autorevoli peer-reviews  e consegnati alla Letteratura, innumerevoli articoli, scritti in modo perfetto, i cui dati sono stati rielaborati statisticamente in modo raffinato, dotati di un impressionante numero di riferimenti bibliografici, firmati da Autori illustri, “dimostrano” il rapporto tra infiammazione cronica di lieve grado e insorgenza di CVD, T2DM, Osteoporosi e Cancro, senza saperne spiegare il motivo (2-4).

Infatti, questi articoli sono fondamentalmente non aggiornati e pertanto fuorvianti ed incapaci di riconoscere la vera causa di queste epidemie in continuo aumento.

Fino a quando gli Autori e soprattutto le cosiddette Autorità sanitarie competenti per l’insegnamento della Medicina, non accetteranno e divulgheranno  i progressi della semeiotica fisica degli ultimi sessant’anni, in particolare  la Microangiologia Clinica e la Diagnostica Psicocinetica,  non usciremo dal presente, ingannevole, Medio Evo della Medicina e le attuali epidemie di CVD, T2DM, Osteoporosi e Cancro continueranno ad aumentare, nonostante le “progressive e meravigliose sorti” della Medicina serva dell’economia (5-11).

Krogh aveva ragione (12): la sicura conoscenza della Microangiologia permetterà al Medico di diagnosticare non solo le patologie macro- e micro-vascolari, ma tutte le malattie, incluse quelle più frequenti e mortali, sopra ricordate.

In numerosi lavori, alcuni dei quali volutamente didattici, sul Reale Rischio Congenito, Dipendente dalle relative Costituzioni Semeiotico-Biofisico-Quantistiche (SBQ), caratterizzato dal Rimodellamento Microcircolatorio locale, ho illustrato il mio punto di vista sulla natura della precoce insorgenza dell’infiammazione cronica lieve (ICL), già presente alla nascita, diagnosticata con un semplice fonendoscopio, eliminata con non costosa Terapia Quantistica, e il suo reale ruolo nella patogenesi di CVD, T2DM, Osteoporosi e Cancro (9, 11, 12).

Esiste una forte corroborazione della mia interpretazione della patogenesi dell’ICL secondaria al Rimodellamento Microcircolatorio tipico del RRC, causa di ipertensione nel versante venulare dell’unità microvascolotessutale. Riflettiamo sulla seguente evidenza sperimentale.

Nel sano, il riflesso gastrico aspecifico infiammatorio, Segno di Spattini,  provocato con pressione ungueale moderata-media (500-700 dyne/cm2) applicata sopra i trigger points di una mano, è presente dopo un Tempo di Latenza di 10 sec. Il riflesso di circa 1 cm. è seguito, dopo una durata media di 3 sec. da Contrazione Gastrica tonica lieve.

Tuttavia, se con un manicotto si esercita sopra il braccio una pressione poco inferiore alla pressione arteriosa minima (= occlusione di vene e linfatici) per la durata di circa 30 secondi, compare il riflesso gastrico aspecifico infiammatorio dopo un Tempo di Latenza inferiore a 10 sec. (Fig. 1).

ScreenHunter_272 Apr. 22 13.47

Riflesso Gastrco Aspecifico: nello stomaco, fondo e corpo sono dilatati, mentre il giunto antro-pilorico è contratto.

Tutti i valori parametrici del Segno di Spattini sono correlati con la gravità della locale infiammazione Jatrogenetica (= acidosi istangica).

Questa evidenza sperimentale corrobora quanto da me affermato sull’origine dell’ICL. ( interessante il fatto che la pressione ungueale medio-moderata, applicata sopra la cute sana provoca il Segno di Spattini dopo un Tempo di Latenza di 10 sec.

Al contrario, se si provoca sperimentalmente  una infiammazione in loco,  il segno compare dopo un tempo di latenza inferiore a 10 sec., correlato inversamente con la gravità dell’infiammazione causata jatrogeneticamente.

A questo punto è facile comprendere che se l’infiammazione cronica di lieve intensità è secondaria all’aumento pressorio nel versante efferente del microcircolo, causato dal rimodellamento microcircolatorio tipico dei reali rischi congeniti (1), allora si apre una originale e assai promettente via alla diagnostica clinica.

Come gli altri segni semeiotico-biofisico-quantistici, anche il Segno di Spattini può essere provocato mediante stimolazione moderata-media, sopra riferita, o con pressione intensa (1000 dyne/cm2), sia direttamente sia secondo quanto insegna la Diagnostica Psicocinetica, molto utile  ed affidabile , quando è applicata nella pratica quotidicana.

Nel secondo caso, trattandosi di un riflesso di simultaneità, l’informazione è a 2 bit: presente/assente, Si/No.

Al contrario, il Segno di Spattini, valutato con pressione medio-moderata, è ricco di informazione  (Fig. 2).

ScreenHunter_273 Apr. 22 13.47

Fig.2

Come mostra la figura la ricchezza di informazioni ottenute sono in relazione con la intensità della stimolazione dei relativi trigger-points.

In altre parole, l’informazione è scarsa nel riflesso da simultaneità, quando la stimolazione è intensa (1.000 dyne/cm.2),  anche se importante per orientare il successivo processo  diagnostico, come dimostra il caso seguente.

Se un bambino è colpito da Reale Rischio Congenito, per esempio,  di Leucemia Mieloide, la pressione ungueale intensa, esercitata sopra un qualsiasi punto della linea mediale del corpo sternale o sopra la cresta iliaca,  provoca simultaneamente il Riflesso Gastrico Aspecifico infiammatorio Segno di Spattini, assente invece nel sano, e la cui intensità è  correlata con quella della malattia midollare, al momento sconosciuta.

A questo punto, il Medico preciserà il tipo di Reale Rischio Congenito – diagnosi differenziale -mediante numerosi segni specifici semeiotico-biofisico-quantistici (SBQ), che informano sulla gravità della patologia midollare sottostante.

E’ opportuno ricordare che i dati così raccolti al letto del malato sono ugualmente forniti dai numerosi segni sbq. simultanei e non. Tuttavia, per questa forte coerenza interna della teoria SBQ, che non è sinonimo di verità scientifica ma ne rappresenta la necessaria conditio sine qua non, affermo che la Semeiotica Biofisica Quantistica rappresenta una svolta epocale nella Storia della Medicina.

Nel sano, l’intensa stimolazione ungueale della cute soprastante il giugulo, come avviene nel Segno di Stagnaro”classico” (14-16), provoca simultaneamente il riflesso dell’infiammazione in presenza di qualsiasi patologia, magari iniziale (RRC), dell’apparato digerente, per esempio, nella Calcolosi della Colecisti o Cancro del Pancreas: in entrambi i casi, la Contrazione Gastrica tonica segue, rapida ed intenza  il pertinente riflesso.

Evidenze cliniche sottolineano l’mportanza Diagnostica del Segno di Spattini.

A) E’ ben nota la difficoltà incontrata bedside dal Medico nel riconoscere con un fonendoscopio se un sistema biologico è sano. Pensiamo al fegato, colpito inizialmente da virus epatogeni. Il Segno di Spattini è presente sempre in condizioni patologiche, mostrando valori parametrici, Tempo di Latenza, Intensità del Riflesso Gastrico Aspecifico, tempo di latenza e intensità della Contrazione Gastrica Tonica finale,  correlati con la gravità della sottostante patologia.

B)partire dalla nascita, i Reali Rischi Congeniti, dipendenti dalle relative Costituzioni, causano la Low Grade Chronic Inflammation, che aumenta di intensità quando il rischo si attiva ed evolve lentamente verso il cancro, permettendo un affidabile monitoraggio terapeutico (1, 17-18).  Il Segno di Spattini consente al Medico di osservare quantitativamente questi essenziali eventi biologici dell’oncogenesi, mai valutati prima con la semeiotica fisica tradizionale, accademica.

C)   E’ comune esperienza di Pazienti e di Medici, il terrorismo psicologico provocato dalla presenza di un nodulo nella tiroide, polmone, pancreas, fegato, prostata, ovaio, reni, magari associato a micro-calcificazioni, evidenziato inaspettatamente durante l’indagine  con la Semeiotica Strumentale.  E’ necessario sottolineare ancora una volta il fatto che le microcalcificazioni sono espressione della Costituzione Litiasica e non della natura maligna della lesione, alla quale possono associarsi  (19, 20). Il Segno di Spattini consente al Medico in 15 secondi di fare la diagnosi differenziale, corroborata da altre manovre e segni della SBQ (21-26).

D)   Il Segno di Spattini è positivo nei sistemi biologici della riproduzione maschile e femminile, a partire dallo stadio iniziale, esclusivamente in caso di infertilità causata da agenti ambientali inquinanti,  come dimostra la raffinata Manovra di Montano (27, 28).

E)  In una sicura esperienza clinica, il Segno di Spattini ha dimostrato di essere oltremodo affidabile nella diagnosi dei Cinque Stadi del Diabete Mellito, a partire dalla nascita, cioè dal Reale Rischio Congenito di T2DM,  corroborando altri numerosi segni e sottolineando, ancora una volta, la coerenza interna ed esterna delle teorie della SBQ (29-33).

F) Il Segno di Spattini è estremamente affidabile nella diagnosi e nella quantificazione del Terreno Oncologico, anche nei casi falsi negativi (circa il 10%); tempo di esecuzione 15 sec.                                                                                                    Nel sano, il Tempo di Latenza del riflesso è 10 sec., la sua durata di 5 sec. o più, l’intensità di 1 cm.; segue una lieve Contrazione Gastrica Tonica (CGT).

Al contrario, nel Terreno Oncologico i valori parametrici del Segno di Spattini si modificano in modo quantitativo, fornendo ricche informazioni:

 1) Nel soggetto colpito da Terreno Oncologico, con o senza Reale Rischio Congenito (RRC) di cancro disattivato, il Tempo di Latenza scende a 9 sec. (NN = 10 sec.); la durata è ca. 4 sec., netta la CGt

2) Nell’individuo positivo al Terreno Oncologico con RRC di cancro in fase di attivazione, il Tmpo di Latenza del scende a 8-6 sec, la durata < 3 sec, – 4 sec.<, e la CGT è significativa.

3) Nel paziente con cancro in atto, anche se iniziale, il Tempo di Latenza si riduce a 3 sec. o meno, l’intensità del riflesso è di 4 cm.. o più, e la CGT è intensa. Corrobora la presenza del cancro la Manovra di Terziani (34).

Per concludere, Il Segno di Spattini svolge un ruolo centrale nella Semeiotica Biofisica Quantistica.

 * Dedicato all’amico dottor Massimo Spattini per il suo grande amore per la Medicina.

La NascitaLa Nascita“- Daniela Biganzoli(Dab)

Bibliografia.

1)   Stagnaro Sergio (2015). L’Infiammazione cronica che precede ed accompagna CVD, T2DM, Osteoporosi e Cancro corrobora l’Esistenza dei relativi Reali Rischi Congeniti semeiotico-biofisico-quantistici. https://sergiostagnaro.wordpress.com/2015/11/28/linfiammazione-cronica-che-precede-ed-accompagna-cvd-t2dm-osteoporosi-e-cancro-corrobora-lesistenza-dei-relativi-reali-rischi-congeniti-semeiotico-biofisico-quantistici/

2)   Alex Dregan1, Judith Charlton, Phil Chowienczyk, Martin C. Gulliford. Chronic Inflammatory Disorders and Risk of Type 2 Diabetes Mellitus, Coronary Heart Disease, and Stroke: A Population-Based Cohort Study CIRCULATION, AHA.114.009990 Published online before print June 26, 2014. MEDLINE

3)   Cruz NG, Sousa LP, Sousa MO, Pietrani NT, Fernandes AP, Gomes KB. The linkage between inflammation and Type 2 diabetes mellitus. Diabetes Res Clin Pract. 2013 Feb;99(2):85-92. doi: 10.1016/j.diabres.2012.09.003. Epub 2012 Dec 14. [Medline]

4)   Joachim Spranger, Anja Kroke, Matthias Möhlig, et al. Inflammatory Cytokines and the Risk to Develop Type 2 Diabetes. Results of the Prospective Population-Based European Prospective Investigation into Cancer and Nutrition (EPIC)-Potsdam Study. Diabetes. March 2003 vol. 52 no. 3 812-817.

5)   Stagnaro Sergio. Reale Rischio Semeiotico Biofisico. I Dispositivi Endoarteriolari di Blocco neoformati, patologici, tipo I, sottotipo a) oncologico, e b) aspecifico. Ediz. Travel Factory, http://www.travelfactory.it, Roma, 2009.

6)   Sergio Stagnaro.  Originale Diagnostica Clinica basata sull’infiammazione cronica secondaria al Rimodellamento Microcircolatorio, tipico dei Reali Rischi Congeniti.   http://www.sisbq.org/uploads/5/6/8/7/5687930/diagnosticaclinica_2015.pdf

7)   Sergio Stagnaro. Il Segno di Scotto nella Rapida Diagnosi Clinica di Appendicite Acuta. https://dabpensiero.wordpress.com/2018/06/13/il-segno-di-scotto-nella-rapida-diagnosi-clinica-di-appendicite-acuta/ http://www.sisbq.org/uploads/5/6/8/7/5687930/segnodiscotto.pdf

8)   Sergio Stagnaro. Segno di Montanari-Gatti “variante” basato sull’Infiammazione Cronica di Grado Lieve maggio 2, 2018.  https://dabpensiero.wordpress.com/2018/05/02/segno-di-montanari-gatti-variante-basato-sullinfiammazione-cronica-di-grado-lieve/

9)   Sergio Stagnaro.  Valutazione Semeiotico-Biofisico-Quantistica dell’Attività della Resistina con un Fonendoscopio. Ruolo Fondamentale della Costituzione Diabetica nella Relazione Resistina, Infiammazione del Tessuto Adiposo Bianco, Diabete Mellito e Obesità. http://www.sisbq.org,   http://www.sisbq.org/uploads/5/6/8/7/5687930/valutazionesbqresistina.pdf

10)               Sergio Stagnaro (2012). Valutazione Semeiotico-Biofisico-Quantisticadell’Attività Funzionale dei Sistemi Biologici. Il Ruolo dei Dispositivi Endoarteriolari di Blocco, fisiologici e neoformati-patologici tipo I, sottotipo a) e b). http://www.sisbq.org/libri-e-articoli.html, e-book, http://www.sisbq.org/uploads/5/6/8/7/5687930/valutazione_attivit__biolog_2012.pdf.

11)               Stagnaro-Neri M., Stagnaro S. Introduzione alla Semeiotica Biofisica. Il Terreno Oncologico. Travel Factory, Roma, 2004. http://www.travelfactory.it/semeiotica_biofisica.htm
7) Stagnaro S., West PJ., Hu FB., Manson JE., Willett WC. Diet and Risk of Type 2 Diabetes. N Engl J Med. 2002 Jan 24;346(4):297-298. [Medline]

12)               Stagnaro S. Reale Rischio Congenito di Infarto miocardio- Fondamentali Aspetti Teorici. http://www.sisbq.org/uploads/5/6/8/7/5687930/rrcima2014_sstagnaro.pdf

13)               Sergio Stagnaro. Angiobiopatia: Krogh Aveva Ragione ! http://www.fcenews.it, 21 gennaio, 2010. http://www.fceonline.it/images/docs/krogh.pdf e alla URL http://www.mednat.org/krogh.pdf

14)               Sergio Stagnaro. Stagnaro’s *Sign in detecting every gastrointestinal Disorder, even initial or symptomless. http://www.sisbq.org/uploads/5/6/8/7/5687930/stagnarosign.pdf

15)               Sergio Stagnaro. La “facile” Diagnosi Clinica di Appendicite: Segno di Stagnaro, di Berti-Riboli e di Bella. https://sergiostagnaro.wordpress.com/2012/01/24/la-facile-diagnosi-clinica-di-appendicite-segno-di-stagnaro-di-berti-riboli-e-di-bella/

16)               Sergio Stagnaro. I nodi elettro-magnetici cutanei SBQ: IL Segno di Stagnaro variante.  http://www.sisbq.org/uploads/5/6/8/7/5687930/nodiemcutaneisbq.pdf

17)               Sergio Stagnaro.  Ruolo del Muscolo – Scheletrico nella Diagnosi Clinica. Il Riflesso della Low Grade Chronic Inflammation e la Manovra di Bardi.  http://www.sisbq.org/uploads/5/6/8/7/5687930/muscoloscheletricobardi2016.pdf

18)               Sergio Stagnaro (2016).  Low Grade Chronic Inflammation: da Virchow alla Semeiotica Biofisica Quantistica. https://sergiostagnaro.wordpress.com/2016/06/28/low-grade-chronic-inflammation-da-virchow-alla-semeiotica-biofisica-quantistica/

19)               Stagnaro Sergio. Diagnosi Clinica Semeiotica-Biofisica-Quantistica delle Calcificazioni Arteriose. La Costituzione Litiasica. http://www.fceonline.it/, 2 marzo 2009. http://www.fceonline.it/index.php?option=com_content&task=view&id=3047&Itemid=45

20)               Simone Caramel and Sergio Stagnaro. Vascular calcification and Inherited Real Risk of lithiasis. Front. In Encocrin.  3:119. doi: 10.3389/fendo.2012.00119 http://www.frontiersin.org/Bone_Research/10.3389/fendo.2012.00119/full [Medline]

21)               Sergio Stagnaro (2018). Manovra di Moncada*: Diagnosi Differenziale tra Lesione Benigna e Maligna in 15 secondi. in pdf http://www.sisbq.org/uploads/5/6/8/7/5687930/manovradimoncada.pdf

22)               Sergio Stagnaro (2018). Manovra di Moncada. Ruolo Fisiopatologico Centrale dell’Acidosi Istangica. https://sergiostagnaro.wordpress.com/2018/11/05/manovra-di-moncada-ruolo-fisiopatologico-centrale-dellacidosi-istangica/ ; http://www.sisbq.org/uploads/5/6/8/7/5687930/moncada_fisiopatologia.pdf;  https://dabpensiero.wordpress.com/2018/11/05/manovra-di-moncada-ruolo-fisiopatologico-centrale-dellacidosi-istangica/

23)               Sergio Stagnaro (2018).  Nodo Polmonare Radiograficamente accertato: benigno o maligno? http://www.sisbq.org, http://www.sisbq.org/uploads/5/6/8/7/5687930/nodopolmonare_2016.pdf

24)               Sergio Stagnaro. Nodo Tiroideo di Natura Sospetta. Diagnosi Clinica rapida ed affidabile con la Semeiotica Biofisica Quantistica. http://www.sisbq.org/uploads/5/6/8/7/5687930/nodotiroideo.pdf

25)               Sergio Stagnaro (2018).   Diagnosi Clinica, Rapida e Affidabile di Leucemia, a iniziare dal suo Reale Rischio Congenito,  e di Patologia Linfoghiandolare Circoscritta, Benigna o Maligna.

http://www.sisbq.org/uploads/5/6/8/7/5687930/leucemia.pdf

26)               Sergio Stagnaro (2018). Manovra di Cris. https://dabpensiero.wordpress.com/2018/10/18/manovra-di-cris/http://www.sisbq.org/uploads/5/6/8/7/5687930/manovradicris.pdf

27)               Sergio Stagnaro. La Manovra di Montano. Ruolo Centrale della Valutazione della Up-Regulation Insulino-Recettoriale del Muscolo Scheletrico nella Diagnosi dei Cinque Stadi Diabetici. La Voce di SS. https://sergiostagnaro.wordpress.com/2018/02/09/la-manovra-di-montano-ruolo-centrale-della-valutazione-della-up-regulation-insulino-recettoriale-del-muscolo-scheletrico-nella-diagnosi-dei-cinque-stadi-diabetici/

28)               Sergio Stagnaro. Manovra di Montano nella Diagnosi Clinica di Patologia da Inquinamento Ambientale. http://www.sisbq.org/uploads/5/6/8/7/5687930/manovradimontano.pdf

29)               Sergio Stagnaro. Ruolo del Tessuto Adiposo Bianco nella Patogenesi del Diabete Mellito Tipo 2. Marzo 16, 2018.  https://dabpensiero.wordpress.com/2018/03/16/ruolo-del-tessuto-adiposo-bianco-nella-patogenesi-del-diabete-mellito-tipo-2/

30)               Sergio Stagnaro.    Il segno di Giuseppe nella diagnosi del diabete mellito tipo 1 e 2 a partire dalla nascita – in pdf http://www.sisbq.org/uploads/5/6/8/7/5687930/segnodigiuseppe.pdf

31)               Sergio Stagnaro.     Siniscalchi’s Sign. Bedside Recognizing, in one Second, Diabetic Constitution, its Inherited Real Risk, and Type 2 Diabetes Mellitus. 24 December, 2010, http://www.sci-vox.com,   http://www.sci-vox.com/stories/story/2010-12-25siniscalchi%27signi.bedside++diagnosing+type+2+dm.html;  http://www.sciphu.com; http://wwwshiphusemeioticscom-stagnaro.blogspot.com/  Italian version: http://www.sisbq.org/uploads/5/6/8/7/5687930/segnodisiniscalchi.pdf

32)               Stagnaro S., West PJ., Hu FB., Manson JE., Willett WC. Diet and Risk of Type 2 Diabetes. N Engl J Med. 2002 Jan 24;346(4):297-298. [MEDLINE]

33)               Sergio Stagnaro and Simone Caramel.    Inherited Real Risk of Type 2 Diabetes Mellitus: bedside diagnosis, pathophysiology and primary prevention. Front Endocrinol (Lausanne). 2013; 4: 17. Published online 2013 Feb 26. doi:  [10.3389/fendo.2013.00017]http://www.frontiersin.org/Review/ReviewForum.aspx [Medline]

 

 

 

 

Annunci

EGOCREANET CLUSTER – 29 Giugno 2019  c/ o TERME di CASCIANA . (PISA)

La nascita dell'Uomo NuovoLa nascita dell'”UOMO NUOVO-Daniela Biganzoli(Dab)

LA PAROLA contiene l’energia del suono e la luce dell’intelletto che entrando in risonanza empatica genera significati creativi. ( dalla Genesi Giovanni 1.1-Dio creò il mondo per tramite il suono e l’ illuminazione della parola). L’arte contemporanea nell’orma della creativita’ tracciata da Leonardo rientra a pieno titolo nelle scienze biologiche e neurologiche della mente in quanto viene inclusa nella metodologia della biologia quantica la quale non spiega l’ignoto con l’ osservazione del visibile, ma con il ricorso alla interpretazione probabilistica delle strutture nascoste dell’invisibile che si evolvono con l’evoluzione di quel metodo conoscitivo che  si fonda  la immaginazione e la fantasia come nel sogno  http://www.treccani.it/enciclopedia/percezione-visiva-e-arte_%28XXI-Secolo%29/

 

Il Cluster Egocreanet l’ 11-04-2019,  c/o l’Incubatore UNIFI di Sesto F.no ha realizzato un incontro su  ARTE E SCIENZA CONTEMPORANEA dell’ ANNO 2019 dedicato a LEONARDO DA VINCI. nel quale è stato trattato il Tema sull’IMMAGINARIO E FANTASIA nel quadro evolutivo della antropologia culturale contemporanea. 

La riunione si è conclusa dicendo :<<NON IL VISIBILE MA l’INTELLELLEGGIBILE>> e’ il fondamento che veicola il Futuro del Cambiamento mentale creativo/consapevole .

Infatti nell’evoluzione globale contemporanea, lo sviluppo evolutivo delle sensazioni e percezioni, trova la sua genesi nell’acuirsi delle funzioni dell’immaginario scientifico e contemporaneamente nella fantasia artistica le quali esercitano una stimolazione attrattiva sull’ insieme della rete delle potenzialita’ intenzionali sia biologiche che neurologiche dell’uomo e della donna. Pertanto l’ immaginario e la fantasia contemporanee favoriscono una novella indagine della realta’ futura” su tutto cio’ che “non è materialmente visibile” sia all’interno che all’esterno del mondo percettivo e sensoriale tradizionalmente concepito. “Il cambiamento culturale contemporaneo è pertanto la manifestazione antropologica della capacità evolutiva creatrice della mente umana”.

Tale sviluppo antropologico della mente permette di dar valore sociale al processo di radicale ri–definizione dei significati tradizionali delle sensazioni e percezioni acquisite diversa dalla  concettualita’ dell’ ormai obsoleto “ paradigma riduzionista meccanico” . Nuovi simboli quali la <<Quarta Forma Dell’Acqua>> emergono come potenti informazioni innovative della auto-purificazione dall’illusione materiale relativa a tutto ciò che appare come immediato aspetto della realtà sensoriale e percettiva.

Infatti gli sviluppi della “Realtà Virtuale” nonchè dalle applicazioni tecnologiche dell’“Intelligenza Artificiale” determinano un radicale superamento della falsa concezione di oggettività della percezione, proprio in quanto la finalità storica dello sviluppo non è piu quella di descrivere fatti osservativi in modo rigidamente oggettivo meccanicistico che quindi si presenta come “neutrale” rispetto alle problematiche della vita sociale che caratterizzano gli sviluppi antropolgici globali di tutta l’umanita’. Molte nuove domande nascono dalla necessità che la natura dell’uomo non possa identificarsi in una prospettiva nella quale essa rischia di venire identificato ad una macchina dotata da simulati tratti umani che comunque rimangono privi di coscienza .

Facendo seguito a tale rinnovamento della problematica e delle perplessita’ dello sviluppo antropologico dell’ Uomo contemporaneo, EGOCREANET – Cluster (www.egocrea.net)  ha iniziato a proporre e divulgare la nuova concezione derivata dalla biologia quantistica della vita la quale permette di dare forma integrata alla scienza ed alla cultura dotata di una nuova concezione del futuro dello sviluppo biologico e relazionale della società umana.

Al Seminario Egoceranet-Cluster, sul tema “Quarto° STATO DELL’ACQUA”  tratterà della correlazione tra l’Acqua e la Vita per individuare nuove prospettive di Futuri Scenari  della Salute” “

 

  • Si invita a partecipare alla   Manifestazione/Progetto che si realizzerà  Sabato 29 Giugno 2019 , c/o Terme di Casciana. (PISA) in collaborazione con il PREMIO ECCELLENZA ITALIANA . https://www.premioeccellenzaitaliana.it/. quale Evento di valorizzazione scientifica e culturale ed artistica  inclusa  nell’ anno della Commemorazione del’ 500* anniversario del Genio di Leonardo da Vinci.

  • Paolo Manzelli 335/6760004 egocreanet2016@gmail.com .

By Sergio Stagnaro

download

Ho dedicato oltre venti anni alla ricerca della diagnosi clinica tempestiva della malattia di Alzheimer (AD), scoprendo il Reale Rischio Congenito (RRC) dell’AD (1-5). Riconosciuto a partire dalla nascita con un fonendoscopio, questo RRC, come tutti gli altri,  è eliminato con la Terapia Quantistica Mitocondriale Ristrutturante (6).

Di seguito, in modo didattico, descrivo un affidabile segno che, usando il fondoscopio,  permette di fare la tempestiva diagnosi di AD, ad iniziare dal suo RRC, in modo semplice e rapido, sulla base dei dati offerti dalla Microangiologia Clinica (7-9).

Nell’Ippocampo la sintesi neuronale e quindi l’attività microcircolatoria  è nettamente differente nel sano e nel paziente colpito da AD (10).

The Second Brain

        “THE SECOND BRAIN” –  Daniela Biganzoli (Dab)

Fatto di estremo interesse diagnostico, evidenziato in precedenti mie ricerche cliniche, la risposta dei recettori cerebrali insulinici all’insulina è caratteristicamente assente nell’AD (1-5). Pertanto, la microcircolazione, alterata di base nel paziente colpito da AD, anche nel suo stadio iniziale di RRC, non si modifica affatto durante e subito dopo l’esecuzione del test del Test di Secrezione Del Picco Acuto insulinemico (11).

Il segno descritto di seguito per la prima volta è basato su quanto sopra riferito.

Nel sano, a riposo, la microcircolazione ippocampale è quella ormai nota: la Diastole del cuore periferico, secondo Allegra (12), dura 6 sec. come la diastole nella vasomotion relativa.

Durante e subito dopo il Test di Secrezione Del Picco Acuto insulinemico la durata della diastole, sia nella vasomotility sia nella vasomotion  ippocampale raddoppia, salendo a 12 sec.

Al contrario, nell’AD, a partire dalla nascita, cioè dal suo Reale Rischio Congenito, di base la Microcircolazione ippocampale è di tipo II, dissociata: la diastole del cuore periferico è 7 sec., finalizzata a mantenere nei valori normali la durata della diastole dei nutritional capillaries (6 sec.).

Caratteristicamente, il Test di Secrezione Del Picco Acuto insulinemico non modifica affatto i valori parametrici della vasomotility e della vasomotion  ippocampale.

Non esiste altra cerebropatia degenerativa in cui i recettori insulinemici non rispondono affatto alla presenza del loro ligando, mostrando l’aresponsività recettoriale, tipica dell’AD.

Il Medico che conosce la Semeiotica Biofisica Quantistica ma non ancora la Microangiologia Clinica può ottenere le stesse informazioni attraverso i valori parametrici del riflesso Ippocampo-Gastrico aspecifico, realizzato evidentemente mediante la Diagnostica Psicocinetica (13-18).

 

Bibliografia.

1) Stagnaro Sergio. Alzheimer’s Disease Byophysical Semeiotics supports the pathophysiology of Koudinov’s theory.11 January 2002. Clin. Med. & Health Research http://clinmed.netprints.org/cgi/eletters/2001100005v1#9

2) Simone Caramel and Sergio Stagnaro. Clinical QBS Diagnosis and Primary Prevention of Brain Disorder ‘Inherited Real Risk’ and Alzheimer Disease. Journal of Quantum Biophysical Semeiotics. 5 August, 2011. http://www.sisbq.org/uploads/5/6/8/7/5687930/alzheimer_primaryprevention.pdf

3) Marco Marchionni, Simone Caramel, Sergio Stagnaro. Inherited Real Risk of Alzheimer’s Disease: bedside diagnosis and primary prevention.Frontiers in Neuroscience, in http://www.frontiersin.org/Aging_Neuroscience/10.3389/fnagi.2013.00013/full

4) Marco Marchionni, Simone Caramel, Sergio Stagnaro. The Role of ‘Modified Mediterranean Diet’ and Quantum Therapy In Alzheimer’s Disease  Primary Prevention. Letter to the Editor, The Journal of Nutrition, Health & Aging, Volume 18, Number 1, 2014, Springer Ed. http://link.springer.com/article/10.1007/s12603-013-0435-7  [MEDLINE]

5) Sergio Stagnaro. Il Segno di Scopinaro: un pizzicotto cutaneo permette in 3 secondi di fare la Diagnosi Differenziale tra Malattia di Alzheimer e Demenza Senile.

http://www.sisbq.org/uploads/5/6/8/7/5687930/segnodiscopinaro.pdf

6) Caramel S., Marchionni M., Stagnaro S. Morinda citrifolia Plays a Central Role in the Primary Prevention of Mitochondrial-dependent Degenerative Disorders. Asian Pac J Cancer Prev. 2015;16(4):1675. http://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/25743850 [MEDLINE]

7) Sergio Stagnaro – Marina Neri Stagnaro. Microangiologia Clinica. A cura di Simone Caramel. e-book, http://www.sisbq.org,

http://www.sisbq.org/uploads/5/6/8/7/5687930/microangiologiaclinicasbq2016.pdf

8) Sergio Stagnaro (2019). Compendio di Microangiologia Clinica, Connettomologia Neuronale e Non-Neuronale, Reali Rischi Congentiti, base della Prevenzione Pre-Primaria e Primaria, secondo la Semeiotica Biofisica Quantistica. http://www.sisbq.org/uploads/5/6/8/7/5687930/compendio_mc.pdf

9) Sergio Stagnaro.  Introduzione alla Microangiologia Clinica 10 dicembre 2011. www.sisbq.org, http://www.sisbq.org/uploads/5/6/8/7/5687930/mc_intro.pdf

10) Elena P. Moreno-Jiménez, Miguel Flor-García, Julia Terreros-Roncal, Alberto Rábano,Fabio Cafini, Noemí Pallas-Bazarra, Jesús Ávila & María Llorens-Martín. Adult hippocampal neurogenesis is abundant in neurologically healthy subjects and drops sharply in patients with Alzheimer’s disease. Letter | Published: 25 March 2019. Nature Medicinehttps://www.nature.com/articles/s41591-019-0375-9

11) Sergio Stagnaro.      Manovra di Ferrero-Marigo e Vasomotilita’ a Riposo e Dopo Il Test Di Secrezione Del Picco Acuto Insulinemico nella Valutazione Clinica della Insulino Resistenza 23 novembre 2010. http://qbsemeiotics.weebly.com/uploads/5/6/8/7/5687930/manovradiferrero.pdf

12) Sergio Stagnaro and Simone Caramel (2012). Allegra’s* Syndrome plays a central Role in bedside clinical Diagnostics. www.sisbq.org, Journal of Quantum Biophysical Semeiotics, http://www.sisbq.org/uploads/5/6/8/7/5687930/allegrassyndrome.pdf

13) Stagnaro Sergio.      Diagnostica Psicocinetica, Evoluzione della  Semeiotica Biofisica Quantistica. 30 maggio 2009, URLs:  http://www.semeioticabiofisica.it/semeioticabiofisica/Biografia.htm

14) Sergio Stagnaro.  Dall’Esperimento di Lory alla Diagnostica Psicocinetica. Ruolo fondamentale della Realtà Non Locale in Biologia. http://www.fcenews.it, gennaio 2010. http://www.fceonline.it/images/docs/lory.pdf

15) Sergio Stagnaro (2012).  Valutazione Semeiotico-Biofisico-Quantisticadell’Attività Funzionale dei Sistemi Biologici. Il Ruolo dei Dispositivi Endoarteriolari di Blocco, fisiologici e neoformati-patologici tipo I, sottotipo a) e b). http://www.sisbq.org/libri-e-articoli.htmle-book,

16) Stagnaro Sergio.   La Diagnostica Psicocinetica migliora l’Esame Obiettivo. http://www.fcenews.it, 15, giugno 2009. http://www.spaziomente.com/articoli/La_semeiotica_biofisica_quantistica_corrobora_la_psicocinesi.pdf

17) Sergio Stagnaro.  Psycokinetic Diagnostics, Original Bedside Diagnostic Method. http://www.sci-vox.com, 1 August, 2010. http://www.sci-vox.com/stories/story/2010-08-01psycokinetic+diagnostics%2C+original+bedside+diagnostic+method..html

18) Caramel S., Stagnaro S.  Quantum Biophysics Semeiotics and Psychokinetic Diagnostics. 7 luglio 2010,   http://ilfattorec.altervista.org/DP.pdf

 

Paolo Manzelli – Riflessioni sul Seminario  EGOCREANET-Cluster 2019 .

https://youtu.be/-XNC4Ykovs8

ScreenHunter_240 Nov. 27 11.40

→ Il riduzionismo del paradigma meccanico della scienza ci ha condizionati a pensare ed ad osservare il mondo materiale esterno con modalità utili per dare sviluppo a macchine e tecnologie della comunicazione digitale contemporanea. La Domanda “Cosa è la Vita e come si evolve nella dimensione interiore biologica e relazionale dell’ uomo e della donna?“, non  ha avuto la stessa attenzione scientifica, così che grave è divenuto il rischio che le masse  di persone che vivono nell’era  dell’industria 4.0, si trovino culturalmente dissociati dal processo di avanzata de-materializzazione della economia, là dove digitalizzazìone verra’ strutturata in forma “5G” delle comunicazioni unificate tra uomini, macchine robots. Pertanto è possibile prevedere che le  persone impreparate a riflettere sulla importanza di questo imminente cambiamento tecnologico, rimangano condizionate dalla prassi dell’innovazione tecnologica fino a regredire nelle potenzialità evolutive dello sviluppo dell’intelligenza e creatività naturali dell’ uomo e della donna.

Il paradigma meccanico-materialista che è stato storicamente acquisito come dimensione scientifica e culturale paradigmatica durante tutta l’epoca industriale (1600 -1900)  in tutta evidenza  oggi è in profonda crisi di identità, proprio  in quanto ad iniziare dalla concezione quantistica il fondamento concettuale del  dualismo ipotizzato da Newton e Kant,  basato sulla separazione tra “soggetto ed oggetto della osservazione”, ha progressivamente perso il suo carattere assiomatico assumendo un carattere di indeterminazione ( 1927- Heisemberg) .

https://studylibit.com/doc/3742713/paolo-manzelli—scienza-e-arte

Egocreanet , ONG in Firenze,  si è proposta di favorire un’inversione della  tendenza a mantenere inalterato il “Paradigma Meccanico” in quanto ormai è da considerarsi un riferimento cognitivo deviante lo sviluppo creativo contemporaneo della mente, in quanto essendo obsoleto, rischia di condurre l’ Umanità verso un massivo  de-potenziamento  della qualità consapevole dell’intelletto ancora costretto ad apprendere passivamente i fondamenti riduzionisti dalla struttura logica della scienza meccanica classica che oggigiorno viene inclusa in macchine ad automi privi di coscienza.

Al seminario di studi e ricerca su “Anticipazione di un Futuro Migliore “ Firenze 30.03.2019, abbiamo in prima istanza posto  in evidenza come oggi  il mito della oggettività della percezione sia ormai sconfitto proprio in funzione dalla immersione nella “Realtà Virtuale” e degli sviluppi dell’ “Intelligenza Artificiale” .

Un androide è un robot dall’aspetto esteriore umano che maschera una struttura meccanica contenente un computer in una scatola di metallo dotata di una ampia possibilita di elaborazione digitale di dati di informazione che lo rendano in grado di interagire con l’uomo, quasi come fosse un suo simile.

Questa similitudine determina certamente una prospettiva futura nella quale il rapporto dell’uomo con la realtà’ sociale dello sviluppo tende profondamente a cambiare, sia nella dimensione del lavoro che dell’organizzazione economica e manageriale dell’impresa. Questa nuova dimensione a cui tende la nuova rivoluzione industriale 4.0, dobbiamo considerarla una opportunità , perché il cambiamento di ottica dello sviluppo tende contemporaneamente a favorire  nuove opportunità di ristrutturazione evolutiva della cultura e della scienza più aperte e congeniali a favorire benefits sociali ed economici derivanti dalla promozione delle potenzialità innovative dell immaginazione umana e della creatività artistica.

Pertanto il Cluster Egocreanet ha assunto ll compito di attuare e diffondere una elevazione di coscienza dei giovani allo scopo di trasformare la condizione di incertezza derivante dall’ interazione contemporanea tra reale e virtuale per la quale non esiste più la netta distinzione derivante dal  “dualimo tra il vero,  il falso” che è stata indotta arbitrariamente  dalla supposta netta separazione tra soggetto  ed oggetto della percezione .

http://www.corrierenazionale.net/2019/03/09/l-isola-che-non-c-e/

In particolare i giovani mediante l’intensiva utilizzazione dei media-interattivi oggi si rendono conto della impossibilità duale di distinguere nettamente “tra il vero e il falso” nella risoluzione di problemi complessi che si presentano nella loro vita . Di conseguenza si assiste ad una accelerazione della riconversione della rappresentazione della realtà percepita che a prima vista appare caotica ma che di fatto ha l’intrinseca possibilita’ di superare definitivamente l’obsoleta concezione del paradigma materialistico/meccanico con cui si separa la visione ideale ed immaginaria come qualità’ trascendente dalla realtà operativa dal classico sviluppo quantitativo della produzione materiale dell’ impresa meccanica tradizionale.

Pertanto si innesca nella mente dei più giovani una nuova dimensione della capacità innovativa  orientata a disegnare una nuova visione del loro futuro nella quale la creatività rendera’ possibile realizzare un radicale cambiamento culturale proprio in quanto quelle concezioni che nel quadro del paradigma meccanico si opponevano come “reale ed irreale” oggi ritrovano una soluzione innovativa  proprio in funzione del superamento di tale dicotomia.

Iean Baudrillard “Non c’è più né finzione realtà, l’iperrealtà le abolisce entrambe.”

Intervista:  http://www.mediamente.rai.it/home/bibliote/intervis/b/baudrillard.htm

Il primo seminario Egocreanet Cluster 2019, incluso nelle iniziative della Commemorazione del 500°anno dalla morte di Leonardo da Vinci, ha visto questa occasione storica come motivazione essenziale di rinascita della creatività contemporanea in una dimensione altamente consapevole e cosciente .

Di conseguenza ci siamo interrogati su come trasformare questo primo seme in una progettazione di fattibilità operativa riguardante la formazione trans-disciplinare nell’intenzione di favorire nuove opportunità professionali e trends di sviluppo indirizzate al  “Futuro del Turismo”  viste in stretta relazione alle necessità di  trasformazione socio economica ed ecologica messe in evidenza dagli interventi degli importanti  leaders che hanno trattato, durante il Programma del Seminario, i temi riguardanti i fondamenti strategici del cambiamento.

Un primo approccio sul “futuro professionale del turismo” lo abbiamo messo in evidenza ed abbozzato come impegno di orientamento innovativo della formazione dei giovani  in una preliminare riunione con Paolo Pestelli della Direzione di “Plus-Planet-Com” , concessionaria della sede dove abbiamo  organizzato il Seminario su “Anticipazione di un Futuro Migliore”.

(http://www.theplusplanet.com/informazioni-societarie/

La sfida essenziale del Progetto di formazione sul tema :“NEW DESIGN of TOURISM-FUTURE“ è quella di correlare l’ asset strategico della “formazione futura del turismo” nel quadro di una rinnovata dimensione culturale emergente del cambiamento eco-economico contemporaneo .

Future Tourism: Political, Social and Economic Challenges (Advances in Tourism)

https://www.amazon.com/dp/0415509025/ref=rdr_ext_tmb

La formazione e aggiornamento dei profili professionali verra’ associata alla rivoluzione di prospettiva della ricerca e sviluppo e del trasferimento della innovazione delle conoscenze che è quella propria nell’era della “Industria 4.0” Questa risoluzione  ci appare di grande rilevanza proprio al fine di favorire la tendenza che caratterizza la “Vision di Cambiamento” recentemente sollecitata dal movimento dei giovani denominato <Fridays for Future>, proprio in seguito al crescente impatto del turismo mondiale sugli aspetti locali della crescita culturale contemporanea .

Infine sulla base di questo primo approccio degli obiettivi del Progetto sul Futuro del Turismo, realizzeremo il partenariato necessario per correlare i contenuti trans-disciplinari dell’innovazione formativa alla prospettiva condivisa dello sviluppo futuro della industria culturale contemporanea al fine di rimodulare ed avviare nuove eventualità di avanzamento ed aggiornamento professionale  del Turismo.

Il Progetto “New Design for Tourism Future “ finalizzato alla crescita del capitale sociale ed umano, potrà essere inserito nel quadro dei programmi di riconversione, ristrutturazione aziendale e re-industrializzazione della Regione ad es Burt: 2019-2020 ovvero nell’ ambito della programmazione dell’innovazione della Ricerca ed Innovazione Educativa Nazionale e/o Europea .

http://www.regione.toscana.it/cittadini/formazione-professionale/formazione-4.0

http://www.regione.toscana.it/-/avviso-per-la-formazione-continua-per-l-industria-4-0

 —————————————————————————————————————————————-

Quanti ritengano di essere interessati a collaborare per realizzare  il Progetto Egocreanet-Cluster  “New Design for Tourism-Future “ potranno contattare per e mail  :

Paolo Manzelli egocreanet2016@gmail.com  , e Marcello Traversi traversimarcello@gmail.com

Firenze 06/04/2019 Firenze .

NB >> Iscrizione, collaborazione volontaria allo sviluppo progettuale 2019 di Egocreanet-Cluster: http://www.egocrea.net/2019/01/15/adesione-al-cluster-egocreanet

PS>>. Donazioni a Egocreanet -: :

https://www.retedeldono.it/it/progetti/egocreanet/il-iv-stato-dell-acqua

Paolo Manzelli  <egocreanet2016@gmail.com>

ScreenHunter_112 Feb. 28 14.21

Note a Margine del Seminario di Studi su ANTICIPAZIONE DI UN FUTURO MIGLIORE

Crowdfunding :

https://www.retedeldono.it/it/progetti/egocreanet/il-iv-stato-dell-acqua

Paolo Manzelli , www.egocrea.net , egocreanet2016@gmail.com  (335/6760004)

Viviamo in una epoca nella quale emerge con evidenza il bisogno di espandere le nostre conoscenze, ma ciò si scontra con la incapacità di prendere atto dei nostri pregiudizi cognitivi determinati dalle concezioni riduzioniste meccaniche acquisite durante tutta l’epoca industriale. Infatti per convincerci della corretezza delle nostre idee normalmente ci affidiamo alla visione oggettiva delle cose che percepiamo dicendoci “lo ho visto con i miei occhi” e così alimentiamo le nostre limitate concezioni interpretative con cui normalmente comprendiamo la supposta oggettivita della realtà.

Il non essere quindi diviene semplicemente ciò a cui è  arbitrariamente negata la esistenza. Così crediamo che il non essere sia qualcosa di diverso dall’essere così che non riteniamo che la vita non sia una continua trasformazione in divenire tra morte e vita come lo è la nostra percezione che e’ in divenire tra realtà e sogno.

Per la soluzione di questo dilemma molti amici si rivolgono a cercare in una profonda meditazione cercando di stimolare una modificazione soggettiva di idee pensieri e credenze  che infine risulta ingannevole perchè l’intenzione  di estendere l’ orizzonte cognitivo rende essenziale un salto quantico della razionalità che può essere solo un prodotto dell’innovazione scientifica e culturale iniziato con la Biologia Quantistica (Bioquantica) .

Per raggiungere un nuovo orizzonte del sapere dobbiamo soprattutto convincerci che i pregiudizi cognitivi e associate  motivazioni appartengono ad un unico paradosso che rende inevitabile pensare in modo tradizionale riduzionista e confermarlo  nel modo in cui crediamo di vedere il mondo che ci circonda come oggettivo.

Pertanto dobbiamo ammettere che non è possibile un’azione di cambiamento progressiva e graduale poichè dobbiamo realizzare una completa inversione delle conoscenze acquisite a partire dalle sue vecchie radici cognitive.

Dobbiamo iniziare dall’idea che non vediamo le cose come sono ma come le immaginiamo proprio in quanto, come ci insegna la moderna biologia quantistica , non ci è possibile vedere oggettivamente neppure la luce. Infatti riteniamo di aprire gli occhi e vedere la luce, che invero ci possiamo anche sognare di notte. Sappiamo infatti che  nella fovea avviene una reazione fotochimica, che similmente alla fotosintesi, stimola l’azione neuronale a produrre “ interiormente” la luce  che è quella che effettivamente percepiamo

https://dabpensiero.wordpress.com/2019/03/08/l-isola-che-non-ce/

Questa prima ed importante riflessione ci dice che quando  pensiamo di vedere le cose in modo oggettivo perseguiamo soltanto una obsoleta razionalita’ che diventa in gran misura  dal momento che oggi  realizziamo metodi e strumenti di “realta’ virtuale” guidati da forme di “intelligenza artificiale” che sono solo simili ma profondamente diversi dalla nostre modalità di consapevolezza e molto lontani dalle nostre potenzialità di coscienza.  

Infatti ciò che vediamo dipende in gran misura da ciò che conosciamo, dalle nostre emozioni che attivano la nostra attenzione ed anche da ciò che ci aspettiamo e desideriamo di vedere .

Infatti per quanto siamo convinti di vedere ciò che si muove intorno a noi in modo continuo con frequenza max di 5 Sec, battiamo le ciglia e chiudiamo rapidamente gli occhi. La discontinuità della percezione è fisiologicamente necessaria per dar tempo al controllo mnemonico della costruzione della percezione visiva che viene attuata  dall’area di Wenicke che verifica il rapporto tra segni e significati comunicativi (razionali e motivazionali ) della visione.

Pertanto la nostra percezione visiva è tutt’altro dall’essere oggettiva ma è neppure soggettiva ma il rapporto duale viene modulato per  trovare soluzioni immaginarie creativamente più avanzate che sono relative all’evoluzione,  agli stati di conoscenza e di intenzione motivata e  che l’ uomo creativo è in grado di anticipare.

Al fine di creare nuovi orizzonti di consapevolezza condivisa riteniamo utile invitarvi a partecipare al Seminario di Studi Egocreanet –Cluster del 30.03.2019 a Firenze che abbiamo organizzato in celebrazione del 500 Anniversario della Morte di Leonardo da Vinci.

Vedi programma e modalità di iscrizione in www.egocrea.net

Programma  https://dabpensiero.wordpress.com/2019/03/19/seminario-di-studi-e-ricerca-anticipazione-di-un-futuro-migliore/

La nascita dell’ “Uomo Nuovo“: https://dabpensiero.wordpress.com/2019/03/23/la-nascita-delluomo-nuovo-dab/

 

La nascita dell'Uomo NuovoLa nascita dell'”UOMO NUOVO”    –  Daniela Biganzoli(Dab) – 80×80 – Tecnica mista su Tela

Quest’opera verrà presentata al Convegno”ANTICIPAZIONE DI UN FUTURO MIGLIOREche si terrà  il 30 marzo 2019 dalle ore 9:00÷18:00 – sala primo piano Infopoint, Piazza Stazione 5, a Firenze con il Patrocinio del Comune e della Provincia di Firenze.

La nascita dell’Uomo Nuovo” è principalmente dedicata ai giovani che spero possano essere i protagonisti di un futuro migliore, che deve abbracciare una nuova etica per un mondo sostenibile, grazie anche all’arte, alla scienza e alla spiritualità.

Prendendo spunto dall’ “Uomo vitruviano” di Leonardo da Vinci, scelto in particolare perchè quest’anno vengono  festeggiati i 500 anni dalla sua morte, immagino la nascita, rappresentata dal simbolo della spirale, di un uomo nuovo che guarda verso il futuro. L’Uomo Vitruviano viene inscritto da Leonardo in un quadrato che rappresenta la Terra e in un cerchio che rappresenta la perfezione Divina. Per la mia opera utilizzo solo il cerchio che è simbolo dell’anima, dell’infinito, dell’universo. Cerchio e Spirale vengono valorizzati grazie al colore Oro che descrive anche purezza.

All’interno del cerchio è presente dell’Acqua, spesso associata all’idea di fecondità e creatività, sorgente della vita.

Le farfalle sono segno di mutamento, metamorfosi e rinascita. Queste riportano al cosiddetto “Effetto farfalla, fenomeno che è alla base della Teoria del Caos, secondo la quale minuscole variazioni nelle condizioni iniziali di un sistema provocherebbero enormi variazioni a lungo termine nel comportamento di suddetto sistema. Possiamo applicare questo effetto alla nostra vita, percependo che ogni nostra singola azione determina il futuro. Ogni cambiamento, anche piccolo, può generare un effetto a cascata. Da tutto ciò si può evincere un concetto basilare: siamo tutti collegati, un filo invisibile ci unisce. Quindi, ogni  giovane in particolare, non deve sottovalutare l’importante contributo che può fornire per arrivare ad un futuro più consapevole, dove regna la volontà di trovare soluzioni utili al bene comune, evitando conflitti e dibattiti sterili.

Infatti come sostiene Ervin Laszlo, candidato due volte al premio Nobel per la pace,“Quando l’individuo non riesce più a contemplare la visione d’insieme e fa prevalere l’idea della separazione tra sé e l’universo in cui vive non possono che prodursi effetti negativi. Nessuno può dimenticare di essere parte di un “tutto””.( https://wisesociety.it/incontri/ervin-laszlo-anche-letica-puo-creare-profitto/)

VIDEO RELAZIONE DAB al CONVEGNO:    https://youtu.be/FdITRAkohr4

VIDEO CONVEGNO FIRENZE:   https://www.youtube.com/watch?v=-XNC4YkoVS8

im26_ego-creanet                                                                                ScreenHunter_240 Nov. 27 11.40

Una nuova conoscenza della vita per l’innovazione e lo sviluppo sociale

30 marzo 2019   ore 9:00÷18:00 – sala primo piano Infopoint, Piazza Stazione 5 , Firenze

L’Associazione Egocreanet/Cluster (NGO no profit) organizza il seminario per delineare un progetto di sviluppo di nuovi modelli di conoscenza scientifico-culturale nel 500° anniversario di Leonardo da Vinci. Leonardo ci ha educati a essere creativi, per superare il pensiero comune e realizzare idee innovative dello sviluppo sociale e produttivo.

Il seminario intende valorizzare e promuovere la trans-disciplinarietà della formazione superando i limiti attuali della divisione in singole tematiche, attraverso una collaborazione e cooperazione che consenta i giovani di acquisire un futuro migliore e attivare nuovi lavori nell’era dell’impresa 4.0. L’obiettivo è una nuova consapevole interpretazione strategica della vita biologica e relazionale capace di riconvertire gli stili di vivere in modo socialmente sostenibile.

In tale ottica, Egocreanet propone un Progetto innovativo di Formazione e Ricerca finalizzato ad evidenziare “il futuro sviluppo delle relazioni condivise tra natura biologica e natura sociale della vita”. Il progetto avrà lo scopo di unire Scienza e Umanesimo nel quadro di un Novello Rinascimento capace di favorire il superamento dell’obsoleta visione meccanica riduzionista verso la creazione di modelli di stile di vita e di sviluppo a più elevato senso di consapevolezza quale quello che trova fondamento nelle moderne scienze della vita.

PROGRAMMA

8:45       Registrazione partecipanti

9:00       Saluti autorità:

 

              Eugenio Giani , Presidente Consiglio Regionale della Toscana

              Cristina Giachi, Vicesindaca Comune di Firenze

           Gianfranco Cavallo, Comandante Scuola Marescialli Carabinieri FI

9:30       Lezione magistrale: Il cambio di paradigma, Erwin Laszlo, Filosofo scrittore e pianista ungherese, Candidato Nobel per la pace, nel 2001 ha ricevuto il GOI Award e nel 2005 il Mandir of Peace-Prize

10:00     introduzione:

              L’Isola che non c’è, Paolo Manzelli, Presidente Egocreanet

              Vedere l’impossibile per immaginare il possibile, Adelio Schieroni, Presidente Associaz. Scientifica FataTeam

Relazioni, modera Emy Narbone, Membro Egocreanet- Cluster

10:30     Direzione felicità futura, Alessandro Lo Presti, Laurea in Scienze Politiche, scrittore, politico, Firenze

              Bernard Dika, Studente di Economia , Alfiere della Repubblica Italiana

11:00     La Rivoluzione Epigenetica dal punto di Vista Biofisico. Giorgio Terziani : Visiting Prof. Saint George School Brescia .

11.30   La transdisciplinarietà: reti di saperi e persone, Paolo Orefice, Professore Emerito di Pedagogia Generale e Sociale; Cattedra Unesco Università di Firenze, Transdisciplinary Chair Human Development and Culture of Peace

12:00     Condividere per imparare e condividere – Strategie per immaginare un ambiente di autoapprendimento online efficace per lo sviluppo del pensiero creativo, Mario Rotta, Storico dell’arte, archivista e museologo, informatico-umanista, progettista di multimedia, learning Smart Skills Center

12:30     Dal miglioramento genetico arboreo forestale alla produzione di bioplastica,  Fabio Massimo Sprio, Partner e direttore generale Tronchetto Research – Centro di Ricerca Agroforestale e Nuove Tecnologie, Milano

13:00     Testimonianze su Creatività e Innovazione, Massimo Maria Lucidi, Giornalista, Emotional Designer, docente incaricato all’Università di Bari in Comunicazione Social

13.30 – 15.00 Pausa Pranzo

Ristorante “La Padellaccia”, via S. Antonino 19 –  prezzo concordato euro 20             

Pomeriggio, modera Marcello Traversi, Vice-Presidente Egocreanet

15:00     Per una educazione all’invisibile: Arte e “Medicina dei Significati”, nella (Ri)edificazione del “Ponte”verso il Futuro. Loredana Filippi, Laurea in Lettere e Filosofia, Counselor Psicoenergetico, Milano; e Daniela Biganzoli, Laurea in Statistica, Artista di “Arte e Scienza” e Blogger, Milano, Presentazione di un opera su “Leonardo da Vinci”.

15:30     Tra luce ed ombra: il Counseling Espressivo-Creativo per l’ Ecologia dell’Essere e del Sapere. Liliana Minutoli, Sociologa e pianista formatore, Presidente Giardino della Idee, Palermo.

16:00     Future studies in Italia: lavoro e creatività, Carla Broccardo, Avvocato, Consiglio Direttivo Associazione dei Futuristi Italiani, Bolzano.

16:30     Positiva-mente: l’Intenzione come atteggiamento di autoguarigione,

Flavio Burgarella, Medico cardiologo, Bergamo.

17:00     Orientare le nuove generazioni alla relazione con la mente ecologica, Stefano Narduzzi, Medico psicologo, Roma.

17:30     Rendere visibili pensiero e apprendimento: una nuova idea nella gallery di avanguardie educative, Silvia Panzavolta, Psicologa-psicoterapeuta, Ricercatrice di innovazione educativa di Indire, Firenze.

18:00     Da un’economia di mercato ad un’economia sociale?, Alfonso Stella, Economista, Preside Fondazione Volterra Ricerche Auxilium Vitae.

18:30     Chiusura e prospettive di progettazione e formazione future per giovani talenti

La partecipazione al seminario è gratuita per gli iscritti ad Egocreanet-Cluster e aperta a tutti, in particolare ai giovani.Si consiglia di prenotare in anticipo la propria partecipazione

Comitato Organizzatore: Paolo Manzelli,  Marcello Traversi, Massimo Maria Lucidi,  Vincenzo De Felice

ScreenHunter_271 Mar. 20 16.01

Per info e pre-iscrizioni obbligatorie  inviare email a:

egocreanet2016@gmail.com indicando vs nominativo, mail, telefono

ScreenHunter_178 May. 06 15.31

Iscrizione, collaborazione e sostegno volontario allo sviluppo progettuale 2019 di Egocreanet – Cluster http://www.egocrea.net/2019/01/15/adesione-al-cluster-egocreanet

 

ScreenHunter_269 Mar. 19 20.49