Feeds:
Articoli
Commenti

di Paolo Manzelli

presidente Egocreanet, NGO / Incubatore Università di Firenze

im26_ego-creanet

L’ Accademia della Fiorentina (1) si propone di promuovere un piano di comunicazione in collaborazione con Egocreanet, ( NGO esperta in Economia della Conoscenza) ed eventuali altri partners, sul corretto stile di vita, visto in rapporto all’innovazione sociale e culturale che pone al centro la sostenibilità ambientale del sistema produttivo che indica nell’“economia circolare” la capacità di  rigenerazione dell’impatto ambientale della produzione alimentare, ottenibile tramite la riduzione degli sprechi, riutilizzazione e ottimizzazione delle risorse naturali ed il riciclaggio delle risorse naturali nonchè la riduzione dei consumi energetici. L’ “economia circolare”, oltre ad essere la strategia di innovazione contemporanea, rappresenta  una  cultura tradizionale della civiltà contadina di origine rinascimentale, per cui si ricorda il detto “ del maiale non si spreca mai nulla” .

Oggi la produzione agricola di carni, perseguendo tale tradizione, è notevolmente impegnata nell’avanzamento dell’“economia circolare” allo scopo di dare un netto contributo ad “innescare percorsi di conoscenza più impegnativi “ (2), che sono alla base della capacità di competitività di un sistema produttivo moderno, dove cultura e tradizione sono l’ essenziale fattore di sviluppo e di crescita locale sostenibile. In particolare la produzione di carne e di latte in Italia da bovini di razza, utilizza metodi di pascolo e di alimentazione altamente sicuri e tracciabili, capaci di realizzare alimenti di origine animale di alta qualità nutrizionale da integrare in diete utili  a mangiare il “giusto variato e sano” della più antica tradizione contadina.

Purtroppo si assiste ad  una campagna denigratoria sul consumo di carne, che sembra non voler ascoltare ragioni sulle caratteristiche di genuinità e sicurezza della produzione di carne in Italia. Alcune di queste numerose mode dietetiche sono guidate da importazioni nutrizionali preconcette ed ingiustificate e di difesa senza limiti degli animali, ormai sono in aumento tra i consumatori, rischiando di mettere in crisi, ma anche di generare criticità positive, nell’importante settore agroalimentare della produzione di carni, che fa parte della tradizione culinaria Italiana per quale la ristorazione italiana è famosa in tutto il mondo. (3)

Egocreanet  (NGO c/o Incubatore Università ed Impresa)  pertanto si propone, in collaborazione con l’ Accademia della Fiorentina, di armonizzare la relazione tra nutrizione e benessere ed invecchiamento attivo, aggregando un gruppo di competenze finalizzato a superare le incongruenze e sbilanciamenti, dei numerosi modelli nutritivi della dietetica contemporanea, dove spesso si dimentica che la nutrizione deve armonizzare le capacità metaboliche di costruzione di una vita sana e longeva, a volte prendendo spunto da singoli elementi di nutraceutica, per utilizzarli allo scopo di lotta commerciale e favorire questo o quello specifico settore agro-alimentare della economia globale.

Come abbiamo condiviso più volte con l’ Accademia della Fiorentina e altri partners, la nutrizione è un fenomeno assai complesso che non può essere trattato escludendo, come ad es. fanno “vegetariani e vegani”, singole specie alimentari ovvero eliminando singole classi di componenti molecolari. Infatti il sistema digerente trasforma le macromolecole provenienti dal cibo in “monomeri” (i mattoni della vita) proprio per permettere di sintetizzare tramite l’ espressione dei DNAs le proprie individuali molecole di ricostruzione della vita, che evidentemente sono ben diverse dalle macromolecole acquisite dagli alimenti nel piatto. La conversione da macromolecole a monomeri funzionali, viene eseguita dai batteri intestinali e poi dal fegato per permettere al sangue di far circolare i monomeri capaci di ricombinarsi  e quindi ai DNA.s di ricostruire giornalmente la nostra vita. Pertanto la qualità del risultato nutrizionale viene a dipendere dall’armonizzazione, differenziazione ed ottimizzazione dei processi metabolici e dalla qualità’ ed organizzazione differenziata e dietetica del cibo ingerito.

Questa piena comprensione del metabolismo alimentare è la ragione  principale proposta da Egocreanet, per riflettere sull’effettiva importanza di comprendere come una corretta alimentazione serva per ottenere un articolato rapporto cosciente tra nutrizione e benessere,  tale che possa  contribuire  a superare quello stato di insicurezza alimentare che tende a generare conflitti economici e sociali. Una campagna di comunicazione  sul tema : “Nutrizione e Benessere nella Economia Circolare” sarà quindi essenziale per riequilibrare la situazione attuale dove la gente ha sempre maggior difficoltà di sapere cosa mettere nel piatto, essendo bombardata da ricette di cucina in TV prodotte da chef stellati, condizionata da diete miracolose, ed indottrinata con false notizie e da informazioni e mode alimentari fuorvianti e spesso pericolose per la salute.

Chi volesse partecipare a questa prospettiva di potenziamento della comunicazione e sviluppo, da condividere, per la salvaguardia del settore di lavoro e innovazione della produzione distribuzione e consumo della carne  è pregato di farci sapere della vs disponibilità e competenza e sostegno, per collaborare al successo di questa coerente ed importante strategia di attiva campagna promozionale della moderna e completa cultura sulla salute alimentare.

–> Paolo Manzelli 16 -02-2017 ( cell:335/6760004)

Bibliografia

(1) Accademia della Fiorentina: http://www.toscana-notizie.it/documents/735693/0/Accademia+della+fiorentina+-+doc-+convegno++23-09-2015.pdf/c070b658-afbf-4504-a17c-1f7594297883 ;

(2) Articolo di : Vasco Tacconi in Supp Unioneinforma n°11,2016 .pp.4/7.

(3) P. Manzelli “La nuova Nutriceutica “: http://venezian.altervista.org/Scienzarte/56_La_nuova_nutriceutica.pdf ;

 

di Paolo Manzelli egocreanet2016@gmail.com

 

download

Egocreanet da vari anni ha proposto di valorizzare il rapporto tra nutrizione e benessere come complessa attività metabolica di elevata importanza sociale ed economica che purtroppo è stata soggetta a semplificazioni concettuali che alterano la comprensione del potenziale essenziale dalla alimentazione nel realizzare una vita sana ed un invecchiamento attivo. (1)

ScreenHunter_69 Nov. 12 11.21Nel focalizzare l’ attenzione al necessario cambiamento di conoscenze, Egocreanet, a partire da alcuni anni fa, ha contribuito a sviluppare una campagna di disseminazione di conoscenze innovative sulla nutrizione, finalizzate a superare il semplice e fuorviante “calcolo in calorie” degli alimenti normalmente utilizzato dai nutrizionisti per sintetizzare le diete proposte . (2)

In tale contesto promuovemmo l’ attenzione all’importanza delle relazioni tra “cervello e cervello enterico” nel controllo delle attività dell’ assorbimento, digestione ed infine del metabolismo alimentare.(3)

L’ azione culturale e scientifica di Egocreanet infatti è stata focalizzata sulle complesse attività cerebrali attuate nel controllo dell’ alimentazione. Pertanto  abbiamo messo in evidenza l’ azione delle “papille gustative” le quali non sono solo localizzate sulla lingua; questi recettori sono presenti anche nel tratto gastrointestinale e in quello respiratorio e nel cuore per segnalare al cervello centrale  il regolare apporto di sostanze nutritive e di ossigeno  ed anche  per stimolare la digestione e la motilità del sistema gastrointestinale, mentre nei polmoni e nel cuore, i ricettori del gusto, vengono coinvolti nel controllo del flusso di ossigeno e nella difesa da sostanze potenzialmente tossiche nel sangue o inalate dai polmoni.

Egocreanet ha inoltre realizzato recentemente contributi  di riflessione sul tema della comprensione e diffusione, relazioni tra alimentazione e salute, visti in relazione alla produzione e valorizzazione di sostanze “nutraceutiche”, mettendo in evidenza i più recenti studi di “nutrigenomica”  (5), i quali  hanno evidenziato che alcune componenti del cibo hanno effetti sull’espressione dei “Dna nucleare” ed anche su come il ruolo degli “antiossidanti” permetta una migliore attività della respirazione cellulare attuata dai “mitocondri”, combattendo l’ eccesso di radicali liberi ed infine su come gli acidi grassi insaturi, contenuti ad es. nell’olio di oliva ovvero quelli omega 3 (EPA e DHA) contenuti in buone quantità nel pesce,  siano utili a migliorare le funzionalità anaboliche del colesterolo, che è un componente fondamentale delle membrane biologiche, nonché il precursore di tutti gli ormoni steroidei, e dei sali biliari e della vitamina D, il cui disequilibrio tra le forme LDL (Costruttiva) e HDL (Distruttiva) determinano disfunzioni cardio-vascolari. (6)

Certamente ancora oggi osserviamo che permane la tendenza a semplificare la complessità del rapporto tra “Nutrizione e Benessere”, infatti  le nuove conoscenze, pur mettendo in evidenza la necessità di evitare un consumismo alimentare ( specie di grassi insaturi e zuccheri) che degenera in obesità e malessere, tali avanzamenti cognitivi purtroppo si associano con l’emergere di una tendenza, di una moda alimentare “vegetariana” (che include uova e latticini) o radicalmente di stile “vegano” ( che professa niente cibo di origine animale). Tali modalità alimentari tendono ad essere squilibrate in relazione alle necessità di una attività metabolica completa ( anabolica e catabolica ) di un organismo  “onnivoro” come quello umano.

Il mangiar sano, o meglio, il convincersi di mangiare sano – è  divenuta una moda, che determina un comportamento psichico orientato ad attribuire la colpa del malessere nutrizionale, a qualche elemento alimentare specifico, così da eliminarlo secondo il principio “Libera nos a malo”.

Di conseguenza i “vegani” giustificano l’utilità di eliminare del tutto le proteine animali, oppure altri ritengono necessario escludere l’olio di palma, ovvero prevenire la celiachia eliminando il glutine, ed in altri casi  bandire il lievito, il glutammato di sodio ecc.. con l’ idea fissa che valga di piu’ il rifuggire da un male potenziale anziche’ approfondire e perseguire un logica nutrizionale piu’ complessa e cosciente tale che possa efficacemente condurre al mantenimento della salute ed al benessere psicofisico. (7)

Il metabolismo alimentare è l’insieme dei processi anabolici (costruttivi) e catabolici (degradativi) svolti all’interno di un organismo. In particolare sono proprio le attivitaà anaboliche capaci di incrementare i processi rigenerativi dalla costruzione fisiologica dell’ organismo umano, quelli che preoccupano Egocreanet che pertanto si propone di rinnovare l’impegno teso a sviluppare una coerente attività di comprensione e diffusione delle complesse correlazioni relazioni “circolari “ tra nutrizione e benessere..

Pertanto  nostra attuale intenzione  di elaborare un programma innovativo durante l’ anno  2017 sul tema “ NUTRICEUTICA CONTEMPORANEA “  finalizzato nel mettere in  evidenza la ciclicità del sistema nutrizionale della vita  per favorire il  benessere individuale e sociale della nostra epoca.

A tale scopo cerchiamo di aggregare un consistente “partenariato di collaborazioni”, sia di competenze che di affiliazione e sostegno al progetto che vorremmo definire di comune accordo con coloro che come Egoceanet, sentano la reale necessità di rielaborare un sistema di conoscenze transdisciplinari più adeguato alle esigenze di vita e di benessere contemporanee.

Chi vorrà  aderire per sviluppare tale progetto sul tema : “NUTRICEUTICA – CONTEMPORANEA” potra’ contattare il presidente di EGOCREANET all’ indirizzo email <egocreanet2016@gmail.com>

(Nota : → Distinzione tra NUTRICEUTICA e NUTRACEUTICA:
https://www.facebook.com/groups/EGOCREANET/

Spesso le due parole molto simili, differendo solo per una lettera (I) o (A) sono usate senza alcuna distinzione tra di loto. Ciò causa alcuni fraintendimenti di significato che conviene correggere.

Per NUTR(I)CEUTICA , si intende ciò che in una dieta alimentare favorisce il benessere e una corretta crescita ed invecchiamento umano basato su una assunzione equilibrata del cibo.
Pertanto dicendo “NUTRICEUTICA” si associano sia le capacità nutrizionali che terapeutiche del cibo.

Per NUTR(A)CEUTICA ( parola composta da : Alimentazione-Farmaceutica) si intende far prevalere le proprietà terapeutiche e funzionali alla prevenzione della salute di alcune componenti degli alimenti prevalentemente vegetali.
Questi composti funzionali come ad es, vitamine, antiossidanti, ed elementi immunostimolanti e protettivi ) possono essere estratti dagli alimenti e venduti come integratori alimentari o farmaceutici.

Ora bisogna fare attenzione che anche un eccesso di antiossidanti rallentando il processo di ossidazione dei mitocondri, vanno a neutralizzare la iper-produzione di radicali liberi del processo di respirazione cellulare, ma anche rallentano la normale rigenerazione cellulare regolata dalla apoptosi, mettendo a rischio la salute dell’intero organismo. (8)

BIBLIO ON LINE

(1)- Egocreanet competenze : http://www.nutrheff.cnr.it/?page_id=137

(2)- Progetto Ametista :  http://www.edscuola.it/archivio/lre/ametista.htm

(3) –Cervello e cervello enterico :  https://dabpensiero.wordpress.com/2013/11/03/cervello-nutrizione-e-benessere-la-nuova-visione-paolo-manzelli/;http://www.caosmanagement.it/menu-84/84-cervello-nutrizione-e-benessere  ; http://www.spazifood.it/wp/2015/06/23/lintestino-parla-con-il-nostro-cervello-la-pancia-influenza-la-testa/#comment-5204; http://www.siamotuttigiornalisti.it/it/content/il-cervello-come-organo-del-controllo-della-nutrizione;

(4)- I ricettori del gusto : http://www.pugliaexpo.org/non-solo-scienza-anche-gusto/2015/4/13/i-recettori-del-gusto-cosa-ci-fanno-nellintestino-e-nelle-vie-respiratorie

(5) – Nutrigenomica : http://www.scienzaeconoscenza.it/blog/nuova_biologia/alimentazione-genetica ; http://gsjournal.net/old/science/manzelli68.pdf

(6) –Nutrascienza : https://dabpensiero.wordpress.com/2013/03/21/workshop-nutra-scienza-28marzo2013-paolo-manzelli/; http://www.caosmanagement.it/menu-80/29-progettazione-nutra-scienza-perhorizon-2020

7)- Ciclicità della vita  : https://dabpensiero.wordpress.com/2017/02/03/la-bio-economia-circolare-e-i-cicli-di-vita/

8)- Antiossidanti : http://www.lescienze.it/news/2007/02/28/news/contrordine_gli_antiossidanti_fanno_male-583319/;https://www.academia.edu/23488101/NUTRACEUTICA_o_NUTRICEUTICA_una_nuova_scienza_1 ; http://www.innovamarche.it/innova_pubblicazioni/nutraceutica_2.pdf

 

 

 

 

 

 

by Sergio Stagnaro  

images

“Fare facilmente ciò che gli altri trovano difficile è talento; fare ciò che è impossibile al talento è genio”.   HENRI FREDERIC AMIEL

         

In un precedente articolo ho dato la notizia della scoperta di una sostanza ad azione ormonale, secondo la valutazione semeiotico-biofisico-quantistica, prodotta nella coda del pancreas, la cui azione è neurotropa ed epatotropa. Ho denominato questo ormone Taileverina (1).

In fatti, l’intensa (1.000 dyne/cm2) e istantanea stimolazione dei trigger points della coda pancreatica provoca simultaneamente intensa attivazione della microcircolazione negli organi bersaglio, fegato, aree corticali del SNC e – dimostrato successivamente – nelle isole pancreatiche di Langherans (2). Dopo 8 sec. cessa l’intensa attivazione, che dopo circa 12 sec., si presenta più duratura ma neno intensa

Per comprendere in modo completo il testo seguente, il lettore deve possedere almeno la conoscenza concettuale, in realtà semplice, della diagnosi  clinica semeiotico-biofisico-quantistica di T2DM.

La valutazione affidabile della produzione di Taileverina,   si attua anche con  la conoscenza del solo Riflesso Gastrico Aspecifico (4-9, 2).

Nella diagnosi clinica del T2DM a partire dalla nascita, la Taileverina rappresenta uno strumento prezioso che arricchisce ulteriormente l’efficacia diagnostica degli altri 23 segni e manovre della Semeiotica Biofisica Quantistica  (2, 5, 8, 10-21). Il numero notevole di segni e manovre è utile per sottolineare, ancora una volta, la coerenza interna ed esterna della teoria semeiotico-biofisico-quantistica, i cui dati raramente possono essere falsificati, o corroborati, dal Laboratorio e dal Dipartimento delle Immagini.

A seguito della epatosteatosi presente, sebbene lieve, già nel I Stadio del T2DM, cioè alla nascita del diabetico, la secrezione di Taileverina, sostanza epatotrofa, è significativamente aumentata. Pertanto la sua diagnosi indirizza verso la possibile diagnosi di dismetabolismo glicidico (1, 2).

Ne deriva che nel T2DM, a partire dalla nascita, cioè dal I Stadio diabetico,  l’attività sia parenchimale sia microcircolatoria (microcirculatory flow-motion) nella coda del pancreas, secondo la Teoria dell’Angiobiopatia (8), è di base attivata, con conseguente stimolazione dei centri neuronali del PNEI. Pertanto, la successiva intensa stimolazione dei trigger points della coda pancreatica aumenta la secrezione di Melatonina, GH-RH, TSH-RH, e stimola il bulbo. Si comprende così la diagnosi di DM basata sulla stimolazione intensa (1.000 dyne/cm2) della produzione di Taileverina.

Nel sano, la stimolazione intensa dei trigger points della coda pancreatica causa simultaneo ed intenso (3 cm. circa) abbassamento del margine inferiore del pancreas a livello del corpo pancreatico per la durata di 20 sec. esatti. Più facile per il Medico poco esperto in SBQ è la valutazione dei valori parametrici del Riflesso Gastrico Aspecifico, che sono in relazione diretta con quelli del riflesso pancreatico.

Al contrario, nel T2DM a partire dal I Stadio l’abbassamento del margine pancreatico a livello del corpo non è simultaneo, ma preceduto da un Tempo di Latenza variabile da 1 a 4 sec., di intensità inferiore a 3 cm. e per una Durata minore di quella fisiologica, oscillante da 17 a 10 sec., in relazione alla gravità del diabete mellito.

Ricordo che l’intensa stimolazione dei trigger points della testa del pancreas non provoca l’identico abbassamento, causato dalla stimolazione della coda pancreatica, sopra descritta, a dimostrazione che la Taileverina è prodotta esclusivamente nella coda pancreatica.

Bibliografia.

1)Sergio Stagnaro (2017). Diabete ed epatopatia: nuovi approcci in diagnosi clinica secondo la Semeiotica Biofisica Quantistica. Taileverina. Scienza&Conoscenza http://www.scienzaeconoscenza.it/blog/medicina-non_convenzionale/diabete-ed-epatopatia-nuovi-approcci-in-diagnosi-clinica

2)Sergio Stagnaro (2017).  La Taileverina, prodotta nella Coda del Pancreas, svolge un ruolo importante nella diagnosi clinica dei Cinque Stadi diabetici. https://sergiostagnaro.wordpress.com/2017/02/02/la-taileverina-prodotta-nella-coda-del-pancreas-svolge-un-ruolo-importante-nella-diagnosi-clinica-dei-cinque-stadi-diabetici/

3) Stagnaro Sergio e Paolo Manzelli. Semeiotica Biofisica Endocrinologica: Meccanica Quantistica e Meccanismi d’Azione Ormonali. Dicembre 2007, www.fce.ithttp://www.fcenews.it/index.php?option=com_content&task=view&id=816&Itemid=45,
4) Stagnaro Sergio. Reale Rischio Semeiotico Biofisico. I Dispositivi Endoarteriolari di Blocco neoformati, patologici, tipo I, sottotipo a) oncologico, e b) aspecifico. Ediz. Travel Factory, http://www.travelfactory.it, Roma, 2009.
5) Stagnaro-Neri M., Stagnaro S. Introduzione alla Semeiotica Biofisica. Il Terreno Oncologico. Travel Factory, Roma, 2004. http://www.travelfactory.it/semeiotica_biofisica.htm
6) Stagnaro Sergio. Teoria Patogenetica Unificata, 2006, Ed. Travel Factory, Roma.
7) Stagnaro Sergio. Semeiotica Biofisica Quantistica: La Teoria dell’Angiobiopatia. http://www.fcenews.it, http://www.fcenews.it/index.php?option=com_content&task=view&id=1451&Itemid=47
8) Stagnaro Sergio. Quantum Biophysical Semeiotics: The Theory of Angiobiopathy. http://sciphu.com/, 11 May, 2009. and http://wwwshiphusemeioticscom-stagnaro.blogspot.com/
9) Sergio Stagnaro. Angiobiopatia: Krogh Aveva Ragione ! http://www.fcenews.it, 21 gennaio, 2010. http://www.fceonline.it/images/docs/krogh.pdf e alla URL http://www.mednat.org/krogh.pdf
10) Sergio Stagnaro and Simone Caramel (2013). Inherited Real Risk of Type 2 Diabetes Mellitus: bedside diagnosis, pathophysiology and primary prevention. Frontiers in Endocrinology. Front Endocrinol (Lausanne). 2013; 4: 17. Published online 2013 Feb 26. doi: 10.3389/fendo.2013.00017 [MEDLINE]
11) Simone Caramel, Marco Marchionni and Sergio Stagnaro. The Glycocalyx Bedside Evaluation Plays A Central Role in Diagnosing Type 2 Diabetes Mellitus and in its Primary Prevention. Treatment Strategies – Diagnosing Diabetes, Cambridge Research Centre, Volume 6 Issue 1, Pg 41-43. http://viewer.zmags.com/publication/0aafcae9#/0aafcae9/1
12) Sergio Stagnaro. LA VALUTAZIONE SEMEIOTICO-BIOFISICA-QUANTISTICA DELL’INTERSTIZIO. L’AMILOIDE INSULARE NELLA DIAGNOSI DEL DIABETE MELLITO TIPO I. http://www.sisbq.org, http://www.sisbq.org/uploads/5/6/8/7/5687930/amiloidesbq.pdf
13) Sergio Stagnaro. Il Segno di Adezati-Giordano: I Cinque Stadi del Diabete Mellito tipo 2 riconosciuti in Dieci Secondi. http://www.sisbq.org/uploads/5/6/8/7/5687930/segnodiadezatigiordano.pdf
14) Sergio Stagnaro. Riflesso Muscolo Scheletrico-Gastrico Aspecifico: Strumento Clinico affidabile nella Diagnosi di Diabete Mellito tipo 2 e Osteoporosi. http://www.sisbq.org, Libri e Articoli, http://www.sisbq.org/uploads/5/6/8/7/5687930/riflessomuscoloscheletrico.pdf
15) Sergio Stagnaro. Valutazione Semeiotico-Biofisico-Quantistica dell’Attività della Resistina con un Fonendoscopio. Ruolo Fondamentale della Costituzione Diabetica nella Relazione Resistina, Infiammazione del Tessuto Adiposo Bianco, Diabete Mellito e Obesità. http://www.sisbq.org, http://www.sisbq.org/uploads/5/6/8/7/5687930/valutazionesbqresistina.pdf
16) Sergio Stagnaro. Stagnaro’s *Sign in detecting every gastrointestinal Disorder, even initial or symptomless. http://www.sisbq.org/uploads/5/6/8/7/5687930/stagnarosign.pdf

17) Sergio Stagnaro. Costituzioni e Reali Rischi Congeniti Semeiotico-Biofisico-Quantistici. Lectio Magistralis Convegno EURODREAM. Hotel Michelangelo, Milano, 14 Dicembre 2015. https://www.youtube.com/watch?v=ACaONa3GLqk&feature=youtu.be
18) Sergio Stagnaro. Siniscalchi’s Sign. Bedside Recognizing, in one Second, Diabetic Constitution, its Inherited Real Risk, and Type 2 Diabetes Mellitus. 24 December, 2010, http://www.sci-vox.com, http://www.sci-vox.com/stories/story/2010-12-25siniscalchi%27signi.bedside++diagnosing+type+2+dm.html; http://www.sciphu.com;

http://wwwshiphusemeioticscom-stagnaro.blogspot.com/ Italian version: http://www.sisbq.org/uploads/5/6/8/7/5687930/segnodisiniscalchi.pdf

19) Sergio Stagnaro. Manovra di Ferrero-Marigo e Vasomotilita’ a Riposo e Dopo Il Test Di Secrezione Del Picco Acuto Insulinemico nella Valutazione Clinica della Insulino Resistenza 23 novembre 2010. http://qbsemeiotics.weebly.com/uploads/5/6/8/7/5687930/manovradiferrero.pdf

20) Simone Caramel . Percussione Ascoltata dello Stomaco, secondo Sergio Stagnaro. Riflesso Diagnostica Percusso Ascoltatoria: il riflesso cardio-gastrico aspecifico. Manuale tecnico-pratico. http://www.sisbq.org/uploads/5/6/8/7/5687930/cardiogarap_manuale_it.pdf

21) Sergio Stagnaro (2014). Valutazione semeiotico-biofisica clinica della funzione della cellula beta-pancreatica mediante il picco acuto di secrezione del GH-RH http://www.sisbq.org/uploads/5/6/8/7/5687930/valutazioneghrh.pdf

22) Sergio Stagnaro. Manuale di Microangiologia Clinica. E-book, http://www.sisbq.org

 

di Paolo Manzelli

Director of LRE/EGO-CreaNet – University of Florence

L'illusione del Tempo
La Bio-Economia tratta della produzione di risorse biologiche rinnovabili e della conversione di queste in alimenti, bio-prodotti e bio-energia.
Questi e quelle dovremo imparare dall’osservazione attenta dei principi di economia circolare intrinseci al sistema biologico della nostra stessa vita.
Il ciclo vita/morte avviene giornalmente: la morte finale è solo il limite del ciclo di vita probabilisticamente programmato per ciascun  essere vivente.
In un essere umano adulto ogni giorno muoiono e vengono sostituite dai 50 ai 100 miliardi di cellule. Entro un anno la massa delle cellule ricambiate è all’incirca uguale alla massa del corpo stesso. In ogni specie vivente,  ogni tipologia cellulare ha un proprio programma di  vita: ad esempio,  le cellule della pelle vivono in media 20 giorni, quelle dell’intestino 7 giorni, i globuli rossi hanno la capacità di sopravvivenza di 4 mesi (120 giorni), quelli bianchi, 2 giorni mentre  le cellule  del fegato (epatociti) hanno una rapida capacità di rigenerazione e i neuroni che sono le cellule cerebrali si mantengono in vita per una maggior durata. Ogni giorno si ha quindi una circolarità  “vita/morte cellulare” perpetua fino al limite finale del ciclo di vita dell’ organismo .
La morte delle cellule può avvenire per un danno casuale al tessuto cellulare, in tal caso si parla di “NECROSI” La necrosi (in greco Νεκρός, cioè morto) .
Ma normalmente la morte e la sostituzione delle cellule di un sistema vivente viene programmata.  In tal caso il programma di sostituzione non patologico è indicato come “APOPTOSI” dal greco, apo= oltre e ptosis= cadere, similmente a ciò che avviene nel programma di  caduta delle foglie dagli alberi o dei petali dai fiori , dove il ciclo vita/morte cellulare e’ parte integrante e necessaria del ciclo cellulare di tutti gli organismi viventi.
Il programma temporale della apoptosi avviene secondo schemi di progettazione e controllo prestabiliti . La comprensione di come si espliciti il programma di rigenerazione cellulare non è ancora noto, ma certamente viene regolato a livello genetico da azioni di reciprocità rigenerativa tra i Telomeri del  DNA nucleare delle cellule  e del  DNA Mitocontriale degli organelli che presiedono al metabolismo cellulare. I Telomeri infatti sono piccole porzioni di Dna che si trovano alla fine di ogni cromosoma e che segnano e comunicano  il numero di aperture/chiusure dei rispettivi DNAn/DNAm.
Per le cellule del sangue, che sono prive di DNA, alla esecuzione del  programma di apoptosi  sono incaricate le cellule Natural Killer,  quali sono linfociti che controllano lo stato di salute delle cellule nei diversi tessuti. Nel caso in cui la cellula incontrata da una Natural Killer presenti uno stato anomalo (es. l’infezione di un virus o la trasformazione in cellula tumorale) il linfocita rilascia una serie di fattori-segnale  inducendo l’apoptosi nella cellula sottoposta a controllo.
La futura Bio-economia  dovrà certamente prendere come modello “Non Lineare” la circolarità dei sistema di rigenerazione della vita, che inizia ancor prima della nostra stessa nascita,  così da impostate un nuovo sistema di produzione e di sviluppo eco-economico e sociale che ha come obiettivo la sostenibilità stessa della vita sul nostro pianeta. Vedi : https://dabpensiero.wordpress.com/category/piante/

download

XXIX Corso di aggiornamento

Milano, Palazzo delle Stelline

20-22 marzo 2017

Direttore del corso: Isabella Moroni
UO Neuropsichiatria Infantile – Istituto Neurologico C. Besta, Milano

Il Corso è organizzato dalla Fondazione Mariani in collaborazione con la Fondazione IRCCS Istituto Neurologico C. Besta di Milano

Con il patrocinio di SINPIA, SIN, Associazione Italiana Sistema Nervoso Periferico

effetto-farfalla
“Effetto Farfalla”-Daniela Biganzoli (Dab)

Le Neuropatie genetiche e infiammatorie dell’infanzia costituiscono un ampio gruppo di malattie rare, a decorso frequentemente progressivo e determinanti rilevante disabilità. Nell’insieme rappresentano una percentuale cospicua delle malattie neuromuscolari infantili, per le quali negli anni recenti si sono sviluppati notevoli progressi in termini di definizione e innovazione sia diagnostica che terapeutica. Per le forme ereditarie le principali criticità sono costituite dalla frequente mancanza di definizione del difetto genetico specifico, che preclude la possibilità di fornire una appropriata consulenza di coppia sul rischio di ricorrenza e di prospettare la diagnosi prenatale, e dall’assenza di trattamenti specifici efficaci nell’arrestare la progressione della patologia.

Nelle forme infiammatorie le difficoltà di inquadramento precoce, la possibilità di forme atipiche e la mancanza di linee guida di trattamento specifiche per l’infanzia possono determinare un ritardo di diagnosi e cure. L’adeguata caratterizzazione clinica è il punto di partenza per un corretto inquadramento diagnostico in particolare nelle numerose forme genetiche, che spesso presentano marcata variabilità di presentazione. La complessità del quadro clinico e la necessità di avviare in modo mirato le indagini diagnostiche richiedono competenze specifiche.

Le più recenti e sofisticate tecniche di Next Generation Sequencing, oltre a consentire una diagnosi più rapida delle condizioni genetiche, come nella Malattia di Charcot-Marie-Tooth, contribuiscono a ridefinire la nosologia di queste patologie. Inoltre la potenziale disponibilità di trial farmacologici richiede la conoscenza di dati di storia naturale della malattia, e la disponibilità di misure di outcome specifiche per l’età pediatrica in grado di quantificare la risposta ai trattamenti. Questo gruppo di malattie richiede un approccio multidisciplinare che implica l’integrazione di diverse competenze specialistiche (neurologiche, genetiche, fisiatriche, ortopediche, pediatriche) attraverso una rete che consenta una presa in carico globale dei pazienti e delle famiglie.

Il corso si propone di fornire una panoramica il più possibile esaustiva sulle patologie del nervo periferico, sia dal punto di vista clinico che diagnostico e di trattamento. È indirizzato principalmente a neurologi, neuropsichiatri infantili, neurofisiologi e fisiatri.

INFO, PROGRAMMA E ISCRIZIONI:

http://www.fondazione-mariani.org/it/presentazione-marzo-2017.html

 

di Paolo Antonio Manzelli
screenhunter_225-jan-30-15-14
Il cervello  costruisce  le forme  di ciò che vediamo, come probabilità di dare forma ai contenuti oggettivi del mondo esterno, così il cervello costruisce le sensazioni come odori che annusiamo e i sapori che gustiamo. Infine il cervello  dell’uomo per dare significato cognitivo a immagini, colori, suoni odori e gusti, deve sviluppare una più elevata conoscenza creativa  che vada al di la’ di ciò che è stato precedentemente acquisito.
Dobbiamo oggi  divenire coscienti che viviamo in un mondo percepito che prende forma dai segnali elettrici, biochimici e luminosi che realizzano nel nostro cervello tutto ciò che vediamo, percepiamo e sentiamo in quanto tali percezioni cerebrali non sono altro che una simulazione formale e probabilistica di ciò che esiste effettivamente nel mondo esterno.
La luce, come la percepiamo, quella sensazione che simultaneamente ci appare come illuminare il mondo esterno, non è  quella causata  dai fotoni di luce che incidono sulla retina dei nostri occhi.
I fotoni esterni agiscono come un interruttore che stimola il cervello a produrre interiormente la luce che  di fatto è quella che vediamo.
Quando sogniamo di notte al buio della stanza e con gli occhi ben chiusi, il cervello può ancora  costruire un mondo virtuale illuminato. Ciò avviene quando i bulbi oculari ruotano rapidamente (Sogno REM). La rotazione espelle, come una centrifuga, alcuni fotoni rimasti intrappolati (entangled) nella retina, i quali  generano il segnale di produzione cerebrale della sensazione di illuminazione, ciò nel  mentre dalla memoria vengono estratte e composte le forme (archetipi) che danno origine al sogno.
Oggi con l’ immersione nella realtà virtuale, ottenuta mediante occhiali e guanti che fungono da sensori, diventa possibile innescare, come in sogno,  il sistema cerebrale di produzione delle forme percepite e delle sensazioni associate,  in completa assenza ed inesistenza di ciò che crediamo di percepire  come realtà esterna.
Egocreanet ha da tempo la convinzione che sia ormai venuto il momento di riflettere coscientemente sui limiti delle conoscenze acquisite che ci inducono a ritenere come oggettivo il mondo che percepiamo come esterno, anzichè conoscerlo come una simulazione prodotta dal nostro cervello.
Per tale scopo proponiamo a pensatori, artisti, e ricercatori di isciversi alla proposta indirizzata a partecipare al START-PRIZE 2017.
Paolo Antonio Manzelli  <egocreanet2016@gmail.com>
 Vedi in :
com/groups/1005064282900620/?fref=ts
Vedi in Inglese in :

AQUACULTURE INNOVATION

screenhunter_216-dec-14-15-46

14 December 2016

Incubatore Universitario Fiorentino, via Madonna del Piano 6 – 50019 Sesto Fiorentino (FI), Italy

Programme         

  09:00 ÷ 11:00   workshop

     11:00 ÷ 14:00   Skype consensus meeting with foreign sites

       Time table of Skype conference:

11:00 ÷ 12:00   WP1, WP2, WP4, WP6

     12:00 ÷ 13:00   WP3/1, WP3/2

       13:00 ÷ 15:00   WP5

   skype address:   marcello.traversi

Aquaculture has a great growing of consumer expectations focused to give effective solutions for world people future nutrition. An aquaculture development can free the market from super-intensive overfishing in the sea. In spite of this challenge many members of the public and policy management are not really understand how to improve sustainable seafood sources of the aquaculture innovation, as a conscious consumer-driven development and safe and sustainable foods.

VISION. The increasing diffusion of aquaculture production in the world indirectly acts as a deterrent to the capture of fishing in the sea, promoting a greater safety of the environment and helping to maintain biodiversity. The wild-fish cannot however meet the growing needs of seafoods, because intensive fishing can cause an unsustainable reduction of the fish in the sea.

The meeting organized by Egocreanet will advance the understanding on innovative sustainable solutions for improving the safety and dietary properties of seafood. The aim is to develop the project proposal “EAT-BLUE: EAT Aquafish & Think BLUEconomy” to be submitted on the Horizon 2020 call BG-08-2017 “Innovative sustainable solutions for improving the safety and dietary properties of seafood” with deadline 4 February 2017. The meeting will discuss the following topics and objectives, which are the basis for the definition of strategy and models for the development of fish production in aquaculture, ensuring environmental, social and economic sustainability and benefits:

  • eco-sustainable development of production processes,
  • diffusion of technological practices to differentiate productions, increasing the number of farmed species,
  • ability to realize innovative compositions of feed, integrating f microalgae for herbivorous fish and proteins from insects and worms for carnivorous fish, in order to decrease the use of traditional fish’s flour and oil,
  • health and veterinary hygienic aspects of fish welfare, as they affect the quality of the fish and consequently the well-being and human health,
  • understanding of consumers on importance of producing fish and shellfish in aquaculture, freshwater or seawater, in order to mitigate the unsustainable exploitation of fish in the sea.

The proposal ” EAT Aquafish & Think BLUEconomy ” will develop an aquaculture innovation, through demonstration for the enhancement of viable and profitable commercial aquaculture production in the Europe aiming at:

  • foster a further extension and support knowledge innovation for aquaculture industry/sme’s development;
  • analyze and compile and test the nutritional composition of potential new feed ingredients (microalgae and insects proteins, healt-probiotics ..etc) for fish meal and fry-feed;
  • improve development of new eco-friendly technologies for fresh-water acquaculture and marine-culture;
  • enhance pilot design and experiments for diversify the aquaculture products;
  • improve consumer perception and awareness of new fish new species in the market;
  • protect the marine environment & maritime heritage and prevent & combat pollution;
  • protect, secure and enhance the marine and coastal environment;
  • improve accessibility and connectivity;
  • improve safety & security at sea and promote blue growth & job creation. Promote entrepreneurship and innovation;
  • create a socially inclusive and sustainable model of regional development.

For more info to participate to the Egocreanet meeting write to: <EGOCREANET2016@gmail.com>.

NOTES for partners:

At the consensus meeting we look to share and approval the key innovation action of the EAT-BLUE, project  (*) and to select the more active partners into a EU- CONSORTIUM.

(*)-  Key conceps of the AI – EAT BLUE  Project :

The EU’s Blue Growth Strategy identifies aquaculture — the farming of fish, as a sector which could boost economic growth across Europe and bring social benefits through new jobs. In contrast with other regions of the world, aquaculture production is stagnating in the EU, while imports are rising. At the same time, there is a growing gap between the amount of seafood consumed in the EU, and the amount caught from wild fisheries. The overall methodology of the relevant activities of “EAT-BLUE” project are focused to give a contribute to close this gap in the important role to advance in food security as well as its economic growth and favouring the development of environmentally responsible EU- aquaculture. So that the overall methodology impacts vary with the production of the following distinguishing innovation activities:

  • building a pilot product of special microalgae to develop algal oil for higher quality of  fish – feed;
  • grow up a prototype of functional probiotics for fish health that will be tested on most popular seafood species, such as salmon, sea bass and sea bream, and
  • to make aquaculture more sustainable by means increase productivity and profitability, through  innovation and first market replication of some fish-species ( as pulp vulgaris, greather amberjack or other finfishes ) for improving farming methods and management techniques, tacking into account Regional  locations and local environmental conditions.

I hope in your interactive cooperation: Paolo Manzelli (EGOCREANET) (335/6760004)  12/12/2016 Florence.

Partners & stakeholders (RO – Res.Org.; PB. Public. Body; SMS Enterprise)

  1. Teregroup srl, teregroup.net, Italy (SMS).
  2. EGO-Creanet c/o Business Incubator Florence University, edscuola.it/lre.html, Italy (NGO)
  3. INVE, section of Rosignano Solvay inveaquaculture.com, (Italy-Belgium) Large Enterp.
  4. DOMMRS -Marine Res. Station Ltd; http://www.dommrc.com/staff-profiles.html, Ireland (RO)
  5. Istituto Español de Oceanografía IEO-CANARIAS (Tenerife) ieo.es, Spain (PB)
  6. Universidad de La Laguna , ull.es, Spain (PB)
  7. Fundacion CSIC, csic.es, Spain (PB) (*)
  8. BLUEBIO ALLIANCE (Ass. Nacional and BIOISI ciencias.ulisboa.pt, Portugal (No-profit)
  9. Centre of Marine Sciences, ualg.pt, Portugal (No-Profit)
  10. Instituto Português do Mar e da Atmosfera (IPMA), ipma.pt, Portugal (PB)
  11. WFBR –biobased products,vcard.wur.nl, The Neetherland (RO)
  12. Hellenic Centre for Marine Research, hcmr.gr/en, Greece (RO)
  13. NOFIMA: no/en, Norway (PB)
  14. Ge.I. soc coop.: www.agei.it, Italy ( SMS )
  15. AgroitticaToscana Soc.Agr.srl  , AGROITTICATOSCANA.IT, Italy (SMS) (*)
  16. Marine & Env. Res.(MER) Lab Ltd, http://www.merresearch.com/, CyprusGreece (SMS)
  17. Trophi GmbH ,  Trophi.org, Germany (SMS-consultant)
  18. University of Akureyri (UNAK), unak.is , Iceland (PB)
  19. University of Belgrade . Fac. Agriculture . agrif.bg.ac.rs , Serbia (RO)
  20. HZ University of Applied Sciences, hz.nl, The Netherlands (PB)
  21. Norwegian University of Life Sciences (NMBU), https://www.nmbu.no/; Norvege (PB)
  22. Alghitaly alghitaly.com ,  Italy (SMS)

See Program : http://www.eurosportello.eu/sites/default/files/20161214_EATBLUE_programme.pdf

Consensus Meeting short proposal .
We get three hours for the Consnsus meeting on line , from 11.00  to 14 .00

A) First hour : General approach of EAT BLUE project e.g  WP1,WP2,WP4,WP6

B) Second hour – Action for Innovation based on Microalgae.(Road Map)

wp3.1.1. Production of marine microalgae at low cost to get Olio Algale with higer content of Omega 3 (PUFA)  (one year)

wp3.1.2. Use of Olio Algale instead of fish oil to ned composition of fish Feed anf fre. feed . ( second year )

wp3.1.3  tests of new composition of fish- and fry- feed  to popular aquaculture fishes and new mariculture ( amberjack and octopus) ( third year)

wp3.2.1 – Updating prerequisires of functional probiotics as addittives for fish feed  (one year)

wp3.2.2 – Test of ptobiotics and prbiotics for dietary upplemens for popular fishes  and new aquaculure fish production ( second year)

wp3.2.3 – demostration how probiotics-based products to improve gut health of tested fishes  ( third year )

C) Third hour : wp 5

wp5.1.1 – Overcoming bottleneks to the production of greather amebrjak and octopus (one year)

wp5.1.2 – Breeding and fattening methods of greather amebrjak and octopus (second  year)

wp5.1.3 –  promotion of new mariculture marketing and market (third year)

13/12/2016

 

screenhunter_223-dec-14-17-08

screenhunter_224-dec-14-17-08