Feeds:
Articoli
Commenti

Paolo Manzelli

Egocreanet Ngo Firenze – egocreanet2016@gmail.com

cell+39/335/676

Aggiornamento : 20.10.2020

Dalla meccanica classica alla meccanica quantistica

Nasce la Quantistica con gli studi del:

1) Corpo NERO .

Max Plank  (1900)  – Non esiste un corpo capace di assorbire tutta l’energia come un “Continuum” ; l’assorbimento ha un andamento per “quantità  discrete” dette <QUANTI> proporzionali alla frequenza delle onde di energia.

E= n x hF   , dove  “n”  = serie di numeri Interi ( F= frequenza)

Spettro Elettromagnetico della Luce

(1905) – Effetto Foto-Elettrico (Einstein- Hertz ) -L’emissione di luce UV (Ultra-Violetta)produce “quanti di luce” (fotoni ) che spostano gli elettroni da un metallo illuminato. (Frequenze maggiori della luce UV anche di alta intensità non determinano l’Effetto Foto Elettrico) .                                                     

La meccanica-quantistica venne interpretata da

2)  EQUAZIONE DI SCHRÖDINGER 1927

Suddivide arbitrariamente il mondo Microscopico dal Mondo Macroscopico.

L’ Equazione  di SCHRÖDINGER, dice che la conoscenza Quantistica rivela il suo Limite  quando l’Onda (psy) tende a divenire simile ad una retta,  allora il risultato torna ad essere quello della  meccanica Classica, indicata con l’Hamiltoniano  <H> che è  l’Equazione di Newton (F= ma) descritta in modo generalizzato.

Questa equazione è nota come “Principio di Indeterminazione” perché accetta che non sia possibile misurare contemporaneamente la Posizione e la Velocità di un corpo quantico, ma solo la loro probabilità relativa.  Ciò a causa della:

3)  “SIMULTANEITA’”

della natura dei Quanti, sia come onde non localizzabili, che come particelle a carattere locale.

4) La Simultaneità di coesistenza tra Onda e Particella

<ONDA-PARTICELLA > dimostrazione di Thomas Young(1801) della simultaneità della doppia natura corpuscolare e di onda delle particelle quantiche (fotoni, elettroni, molecole).

 L’esperimento  dimostra che : L’energia si scambia per “quanti”, un mondo e dove le onde possono divenire particelle e viceversa le particelle onde

IL Paradosso di Zenone .

5) Il Principio di indeterminazione  

contiene  il paradosso della Freccia di Zenone di Elea (circa 500 a.c.) infatti : Non è possibile misurare contemporaneamente velocità e posizione della Freccia in quanto la Posizione essendo una condizione di staticità  non possiede  la natura del moto, che include la variazione lineare del  tempo “Cronos” .  Il Moto pertanto non può essere correlato ad una successione di Posizioni, altresì  esso diviene illusorio perchè viene rappresentato da  una successione infinita di stati di posizione (momenti opportuni e qualitativi –Kairos) che al contrario del moto sono fermi e quindi incommensurabili con la nozione dello scorrere del tempo.

→ → Per superare questo permanente paradosso della logica della MECCANICA – Quantistica  si scelse di eliminare il problema ammettendo che all’atto della misura locale si determinasse il :

6) il CRASH dell’ ONDA

Per effettuare la misura della posizione “locale” dei Quanti si deve ammettere che all’atto della misura avvenga il “collasso“  dell’onda associata così che il Dualismo tra onda e particella( e cioè tra posizione della particella e moto dell’onda guida) viene ridotto alla misura della probabilità di localizzare la posizione unicamente relativa  alla Particella, così come viene insegnato nella teoria dell’Orbitale Molecolare in chimica.

In tal modo rimane il dubbio che l’uomo scegliendo il tempo nel quale operare la misura abbia l’effettiva possibilità di scegliere arbitrariamente quale  soluzione  dare al problema della natura dell’indeterminazione.

7) L’ Enigma della Meccanica-Quantistica; il GATTO DI SCHROEDINGER (1915 )

Esperimento mentale:

Il Gatto isolato nella gabbia è “Vivo o Morto” secondo la Probabilità della Meccanica Quantistica?  In risposta a un tale interrogativo …..

8) “Che cos’è la vita? “

Erwin Schrödinger, scrisse nel 1944 un saggio sul tema:

 “Che cosa è la vita?” nel quale ammetteva che la “vita” non poteva appartenere a sistemi isolati trattati dalla Meccanica classica e/o  quantistica. La vita è trattabile in termini delle interazioni tra Mente e Materia e quindi viene a dipendere dall’evoluzione dell’Informazione consapevole acquisita.Vedi: “Cosa è il pensiero?”

Il pensiero come attività della mente creativa è indefinibile in termini di attività del cervello ; infatti il dualismo mente-cervello riconduce ad entità ritenute incommensurabili come quelle della relazione tra materia e spirito.

Rf: https://dabpensiero.wordpress.com/2011/09/10/cose-il-pensierodi-paolo-manzelli/

8 ) ENTANGLEMENT 

In seguito a tali riflessioni il Fisico Francese Alain Aspect (1981) realizza un esperimento che dimostra che la sovrapposizione di Onde e Particelle crea Campi estesi di “energia ed informazione”  che vanno oltre al “principio di località della misura” proprio in quanto trasmettono informazione a distanza.

ENTANGLEMENT  significa INTRIGO tra Onda e Particella

e conduce al:

Superamento del principio del “tertium non datur

come base della logica formale della ”Falsificazione”

L’ Entanglement  inteso come sovrapposizione onde e particelle, quindi genera il “Campo Quantico” , un sistema di integrazione il quale si estende quanto più è compenetrata la sovrapposizione . L’Entanglement quantistico è il fenomeno che consente un’immediata azione a distanza fra particelle lontane pertanto il Campo Quantico risultante, in tal modo diviene  capace di comunicazione simultanea a distanza  come è stato dimostrato sperimentalmente da Alain Aspect e successivamente da molti altri ricercatori nel mondo.

9) -DNA – ANTENNA piezoelettrica (rice -trasmittente)

Idea sviluppata da Egocreanet (2006)  in seguito agli

degli studi di Fritz Albert Popp (1960)  ed altri sull’ Entanglement

tra Energia ed Informazione.

Rf: https://sites.google.com/site/etnoepsico/materiale-audio-video-e-scritti/altri-articoli/dna-genetica-e-biologia/dna-come-un-antenna-biologica

IL DNA  assume la forma di un Nastro di Moebius così che la doppia elica può assumere una doppia polarità tale che permette la co-organizzazione di un sistema di antenna rice-trasmittente.

La Doppia Elica del DNA possiede una asimmetria strutturale ; quando il DNA viene aperto ed il RNA copia la sequenza genetica , il DNA si polarizza in doppia polarità e si comporta come un semi-cristallo piezoelettrico; così che  ogni deformazione meccanica di livello nano-metrico, da un lato conduce la doppia elica a emettere un campo elettrico, mentre dall’altro  ogni variazione della tensione elettromagnetica provoca il movimento del DNA che si svolge / riavvolge lungo la direzione indotta dal campo. Pertanto il DNA agisce come una antenna rice-trasmittente che da un lato produce movimento meccanico ed assorbe eccitoni nel  mentre dall’altra parte  emette campi elettrici in forma di biofotoni .

DNA-ANTENNA : https://q1healthbiotechnology.it/il-dna/

Biofotoni della Luce e Bio Fononi del Suono:

Rf: https://www.gsjournal.net/Science-Journals/Communications-Mind%20and%20Consciousness/Download/7217

10)  Legami a Ponte di Idrogeno del DNA

 .

All’ interno del DNA ci sono 4.0  tipi di “Legami a idrogeno” nel DNA più i 4.0 inversi dal lato opposto  della doppia elica che quando vengono rotti dalla costruzione del RNA e poi ri-costruiti emettono quanti di Luce e Suoni, (Biofotoni e Bio-fononi) . Questi ultimi permettono anche una comunicazione sonora del DNA similmente alle combinazioni della serie  “ do re mi fa sol la si do”, il cui ciclo viene chiuso quando la Timina si trasforma in Uracile per l’aggiunta di un -CH3 .

11) Biofotoni della Luce e Biofononi del Suono Quantico

permettono la comunicazione del DNA nuleare e mitocontiale nel sistema biologico.

Le onde quantiche, che sono trasformate dall’Entanglement, codificano e trasmettono energia ed informazione con varie modalità probabili che interconnettono l’informazione epigenetica a quella genetica per tramite le interazioni con alimentazione, acqua, luce, suono, e campi elettromagnetici.

La codificazione quantica di tali interazioni può essere concepita come un calcolo statistico attuato dal DNA in termini di BITS (0//1) relativi alla codificazioni delle  variazioni di Potenziale Elettrico e Magnetico o di Spin. Questa tipologia di studi di codificazione energia ed informazione è il tema più avanzato delle moderne ricerche sulle relazioni Bioquantiche della vita  tra Energia come Materia (EM ), Energia Vibrazionale (EV) ed Energia di Informazione  (EI) .

Rf. Energia di Informazione : http://www.caosmanagement.it/n62/art62_04.html

12) IL CONNETTOMA 

la rete che connette la informazione neurale tra mente e corpo

Connettoma. La nuova geografia della mente - Le Scienze

Il Connettoma è una rete  ad alta variabilità dato che correla, attivando e disattivando le connessioni tra tutte le sinapsi che si formano tra i miliardi di neuroni del nostro cervello, per un numero esponenziale di connessioni con molteplici ricettori del corpo. Pertanto il Connettoma cambia costantemente nel tempo per rispondere alle esigenze di interscambio di informazione neuronale di un sistema vivente.

Due canali di guida del connettoma neuronale 1) Ionico 2) Ottico.

Sappiamo che le sinapsi cerebrali sono di due tipologie, chimiche ed elettriche con le quali viene processata sia l’informazione che l’energia diffusa tra mente e corpo per tramite il connettoma . Pertanto l’ informazione neuronale si sviluppa nella relazione tra mente e corpo tramite due metodi di trasmissione:

1) quello di segnali Ionici a variazione ad impulsi (detta : saltellante del potenziale – AP) che viaggia all’ interno degli assoni e delle loto aggregazioni nervose .Questa trasmissione ionica si comporta come un comando unidirezionale, di tipo “Top- Down”, mentre  

2) contemporaneamente  la produzione di Biofotoni di frequenze Ottiche prodotta dalle sinapsi elettriche, si ritiene utilizzi come canale di diffusione veloce ed interattiva la iper-struttura nanometrica della Melina, nella quale i nodi di Ranvier, che separano le cellule di Schwann di circa un micron si comportano come ripetitori quantici dei segnali ottici.

Rf: http://www.caosmanagement.it/805-fast-optic-neural-transmission

13)  BIOQUANTICA

E’ la scienza dell’ Innovazione Cognitiva sviluppata  da Egocreanet  fin dal 2004 , dove il principio “dell’ Entanglement ” viene applicato per realizzare una  ristrutturazione dinamica del paradigma del sapere che esplicita le relazioni tra Informazione ed Energia .

Rf: http://www.caosmanagement.it/n62/art62_04.html

Dal 2016 il Cluster Egocreanet divulga per mezzo della Strategia di OPEN INNOVATION ON LINE la moderna “ Bioquantica delle scienze della Vita” , agendo da promotore del cambiamento della Coscienza scientifica, cultural e sociale. 

Rf:  Web : http//www.egocrea.net

NOTE AGGIUNTIVE:

in risposta a domande . Paolo Manzelli egocreanet2016@gmail.com

14) Integrazione Coerente tra INFORMAZIONE GENETICA ed EPIGENETICA.

Epigenetica significa andare oltre il Determinismo Genetico per comprendere come i sistemi viventi si evolvano rendendo coerente l’ informazione tra ambiente e genetica delle varie specie nel quadro della bio-diversità della vita sul nostro pianeta.

https://dabpensiero.wordpress.com/2018/10/11/bioquantica-epigenetica-e-genetica-dellacqua-luce-e-suono/

15) ENTANGLEMENT  DI INSIEMI

=

FORMAZIONE di BIOCAMPI DI ENERGIA ED INFORMAZIONE

https://dabpensiero.wordpress.com/2018/04/05/teoria-del-biocampo-quantico/

L’ARCHITETTURA della ENERGIA , va compresa per non cadere nel riduzionismo che separa arbitrariamente ” Micro” da “Macro-cosmo” senza suggerirne la graduale separabilità delle interpretazioni energetiche tra : “Macro” e “Micro –Informazione“.

CAMPI MORFOGENETICI E MEMORIA NON LOCALE

A)–>L’ approccio riduzionista “classico” interpreta un’informazione-energetica come sequenza lineare di “causa ed effetto” .

B) –>L’ interpretazione della “Meccanica-Quantistica“, introduce la probabilità come spiegazione dell’informazione energetica “misurabile localmente” descrivendo un “Quantum- Local-Realism“, basato sull’ipotesi del “Crash dell’Onda“, il cui limite è funzionale alle descrizioni quantum-energetiche tra “10-4 a “10-9” (cioè fino alla dimensione delle Nanotecnologie).  (E= n.hF) → successivamente si definisce come Quantum -Bio-Field, l’azione “non locale ” di sistemi complessi dell’Energia e Informazione (Ei) che determina l’estensione dei Campi Quantici di “Energia Sottile” , la quale diventa indipendente dal rumore termico e quindi mantiene la coerenza estesa dell’ENTANGLEMENT (intrigo ) tra energia ed informazione come: “NO -LOCAL QUANTUM FIELD” . Tale è il campo Quantico è quello denominato fin dall’antichità campo di azione delle “Energie Sottili“, in quanto esse sono capaci di agire sulla <auto-organizzazione coerente> dei processi “Vitali”, che oggi sono oggetto di studi innovativi della “Biologia Quantica” , come il “Bio-Campo Morfogenetico” proposto da Rupert Sheldrake o dell’azione della “Mente Quantica” sulla formazione Cerebrale del Pensiero .

CAMPI MORFOGENETICI E MEMORIA NON LOCALE

D) Studio del “Quantum Vacuum” con i vari livelli del sistema biologico -vitale .

Il Livello ulteriormente più profondo dell’Energia del Campi è quello del ” Vuoto-Quantico” (ovvero Energia del Punto Zero) la cui interpretazione vista in termini di trasferimento di Bio-segnali è ancora da interpretare in termini di “Biosensibilità Umana” nel percepirne le interazioni del “Quantum Vacuum” con i vari livelli del sistema energetico totale .

16) ENERGIA -MATERIA OSCURA

Il 90% dell’Energia -Materia dell’Universo è detta oscura in quanto  è priva di interazioni evidenti ma la teoria dei Quanti ammette la probabilità di interazioni “spontanee-instabili” che determinano alcuni effetti sperimentabili . L’esistenza di una energia non nulla associata al vuoto è alla base dell’effetto Casimir tra lastre di metallo, previsto nel 1947 e confermato sperimentalmente. Altri effetti derivanti dall’energia di punto zero permettono la reinterpretazione quantica della “Forza di van der Waals. Questa  agisce come attrazione a distanza tra atomi e molecole, lo spostamento di Lamb-Retherford, nello spettro di radiazione di corpo nero di Planck, e molti altri effetti delle cavità nanometriche e del buchi neri, che sono  ancora in via di indagine scientifica quantica.

(I°PARTE ) PAOLO MANZELLI , WWW.EGOCREA.NET

Nella cultura dell’antica Grecia la percezione visiva era considerata un miracolo dell’anima e già allora si contrapponevano due spiegazioni sul trasporto della luce a distanza che permette la visione del mondo.

La Prima degli atomisti (Democrito di Abdera ) che ritennero che la visione fosse trasmessa in forma virtuale (EIDOLA’) che spogliandosi come una veste, trasferisse immediatamente l’informazione dell’aggregazione atomica negli occhi rendendo la vista sensibile all’ambiente.

Tale concezione trovo’ in disaccordo Epicuro di Samo e in seguito Pitagora e Aristotele, i quali ritennero che la trasmissione della luce si trasferisse come una “freccia animata” che veniva emessa dagli occhi la quale, avendo una velocità finita, faceva decadere la percezione visiva all’orizzonte proprio come avviene nel percorso curvo di una freccia. Di conseguenza fu attribuita a Talete di Mileto ed ai Pitagorici la concezione che la Terra potesse essere “piatta” anche se all’orizzonte essa prendeva la forma illusoria di una sfera.

Questa dualità iniziale tra Luce e trasmissione percettiva della luce, rimase in tutto il medioevo così che la fisica si disinteressò della percezione del colore, come sensazione, che diventò propria solo dell’indagine filosofica.

Isaac Newton (1650) riporto alla Fisica l’unificazione tra percezione visiva e colore, in seguito allo studio della diffrazione della luce di un “Prisma” che al passaggio della luce produce un arcobaleno di Colori . Newton considerò la luce composta di numerose particelle corpuscolari che si muovono linearmente con diverse velocità e come raggi si separano in uno spettro di colori. A riguardo della percezione visiva Newton si limitò a ritenere che la pupilla si comportasse come il foro di una camera oscura che proietta le ombre degli oggetti illuminati sulla retina invertendone e minimizzandone l’immagine.

Il Dualismo interpretativo sulla trasmissione della luce rimase comunque, in quanto nel 1678 lo scienziato olandese Christian Huygens, mise in evidenza come la luce si comportasse non linearmente come un raggio, ma similmente alle onde del mare o del suono le quali riescono a oltrepassare uno scoglio nel loro moto ondulatorio. Pertanto Huygens interpretò fenomeni luminosi come fenomeni ondulatori in aperto contrasto con la teoria corpuscolare del moto rettilineo uniforme della luce interpretata da Newton.

In vero per sostenere la propagazione ondulatoria della luce, diveniva necessario ammettere l’esistenza di un supporto di trasmissione come è l’aria per il suono. Di conseguenza molti scienziati dell’epoca ri-pensarono all’ “Etere Cosmico “,considerato fin dall’antichità una forma estremamente rarefatta di energia/materia esistente per sostenere l’Universo che ancora una volta poteva essere ritenuta il mezzo di sostegno in cui si propaga la natura ondulatoria della luce.

Nel 1801 l’ Esperimento di Thomas Young della “Doppia Fenditura”, mise fine al dualismo della trasmissione tra onda e particella dimostrando inequivocabilmente che la natura del comportamento della luce era sia quello dell’onda che quello della particella in quanto i due modi di trasmissione potevano trasformarsi l’uno nell’altro.

Ref:  ( https://www.chimica-online.it/fisica/immagini/esperimento-di-young.jpg )

Infine nel 1988 fu realizzato l’esperimento degli scienziati statunitensi , Michelson e Morley , al fine di valutare l’ ipostesi dell’esistenza dell’Etere-Luminifero, con il quale si dimostrò l’indipendenza della velocità della luce rispetto all’orientamendo della rotazione della terra, così che il risultato dell’invarianza della velocità della luce, fu misurato come costante “C = da “celerites”) ” delle velocità delle luce nel vuoto, e quindi costituì la prova sperimentale contro ogni rinascita dell’Etere Luminifero nella scienza.

NB

la II°PARTE Relativa allle concezioni che correlano la Luce alla Percezione Visiva – verra trattata nella relazione dal titolo : “Dalla Quantistica alla Bioquantica” nella relazione di :PAOLO MANZELLI , all’ incontro del 31.10.2020 in Firenze .

Vedi anche in : http://www.caosmanagement.it/741-dalla-quantistica-alla-bioquantica

“Figlia del cuore”

di RITA CHARBONNIER

Figlia del cuore” è un romanzo basato su una storia vera, creato da Rita Charbonnier, scrittrice, sceneggiatrice e attrice italiana.

Ogni sua opera viene particolarmente apprezzata per i suoi contenuti che ci fanno riflettere ed emozionare e per il suo modo accattivante di trasmetterli. Ho trovato quest’ultimo romanzo molto diverso dai suoi precedenti ma ugualmente stupendo. Come sempre ciò che scrive arriva al cuore del lettore che in questo caso viene portato a calarsi in situazioni particolari come le adozioni. Ci parla infatti di una ragazzina nera, Ayodele, e di suo fratello Obani, rimasti senza la madre e gradualmente abbandonati dal padre che vengono dati in affido a due amiche, Sara e Linda, entrambe single.

Ayodele, a differenza di Obani che troverà da subito un’intesa con Linda, non riesce a comprendere i comportamenti di questa nuova madre che è molto lontana dal suo stile di vita. Sara cerca di cambiarla, di aiutarla a risolvere diverse problematiche che le provocano anche carenze cognitive.

L’interesse per questa particolare ragazzina, che lei considera come una vera figlia, la porterà alla guarigione e ad esprimere la sua intelligenza.

L’autrice ci fa comprendere come sia difficile, ma possibile, instaurare una convivenza con una madre non biologica e come il vero amore, la consapevolezza di voler aiutare possa ottenere risultati che sembrano impossibili.

I Due canali di guida del Connettoma

Paolo Manzelliwww.egocrea.net

Gli assoni di Mielina prodotti dalle Cellule di Schwann sono noti per isolare il Flusso Ionico di impulsi neuronali proprio della comunicazione “interna” degli assoni che si organizzano nel Connettoma Mente-Corpo.

La Mielina è una struttura di avvolgimento di 25 microstrati sottili (di 17-25 nm) separati in sezioni inter-nodali dalle cellule di Ranvier che vengono utilizzati per la conduzione di un ulteriore sistema di connessione veloce per salti, che è prodotto della informazione di segnali biofotonici.  Ref: Mielina Https://en.wikipedia.org/wiki/Myelin

Questo secondo sistema di comunicazione ottica-quantica è stato tradizionalmente disconosciuto, come funzione di guida intermittente di segnali biofotonici della luce, i quali comunicano rapidamente a grande distanza.

Questa carenza della scienza neurologica tradizionale  ha limitato la connessione degli impulsi neuronali al solo “flusso ionico” che scorre all’ interno dell’assone, …. ciò in quanto non è stata presa in attenta considerazione la comunicazione della biologia-quantica delle cellule degli organismi viventi.

Nel 1923  i Biofotoni furono scoperti dallo scienziato russo  Alexander G.Gurvich,  (nel 1923) che iniziò la nuova biofisica quantica poi proseguita dagli studi del biologo Austriaco  Fritz Albert Popp (nel 1960) e da molti altri scienziati, così che  oggi è scientificamente provato che tutte le cellule viventi (batteri, piante, animali, umani) emettono deboli Biofotoni, come elementi quantici di comunicazione cellulare del campo elettromagnetico dello spettro ottico.

In particolare le cellule Neuronali emettono un ampio flusso di Biofotoni coerenti che utilizzano la nano-struttura dell’avvolgimento della mielina per creare un sistema-canale in modo da rendere possibile la guida di un efficiente e veloce trasmissione di segnali Biofotonici, che viene indirizzata attraverso il Connettoma a interagire coerentemente con tutto il sistema di interazione Mente-Corpo, degli organi viventi per correlarne velocemente le differenti funzionalità.

Ref-Gif: https://commons.wikimedia.org/wiki/File:Saltatory_Conduction.gif  –

Ref:Connettoma – https://www.edscuola.eu/wordpress/?p=135452

Nodes of Ranvier as a sequence of re-transmission by nano-antenne .

Ref: https://www.nature.com/articles/s41598-017-18866-x …

Recenti studi hanno messo in evidenza una duplice possibilità di conduzione dei segnali neuronali:

A) la prima consiste nella tradizionale conduzione dei segnali neuronali all’interno degli assoni che fluisce entro il cavo interno del flusso ionico, a potenziale di diffusione pulsante (AP) ;

B) la seconda  è contemporaneamente  sostenuta da un fenomeno di propagazione della radiazione elettromagnetica ottica dello spettro visibile ed del vicino infrarosso, che si trasmette come flusso di Biofotoni neuronali emessi dalle sinapsi bioelettriche .

Questa seconda trasmissione ottica del flusso di “biofotoni quantici ” utilizza come guida ottica il complesso multistrato di “mielina ” che riveste assoni creando un involucro lipidico che ha la doppia funzione:  A) di isolare come uno schermo elettrico  il flusso ionico interno, … ma B) .. che allo stesso tempo diviene un canale di guida e flusso esterno di Biofotoni  che attraversa la struttura nanometrica a strati della mielina. Il rivestimento mielinico multistrato è quello fornito dalle cellule gliali dette di Schwann le quali sono interrotte, a distanze regolari, dai Nodi di Ranvier (RN). Questi NR creano delle lacune distanziate ad intervalli ripetitivi, i quali  non sono mielinizzati, … così che mentre A) il flusso ionico nell’ interno dell’assone, subisce variazioni del potenziale ed assume un andamento pulsante (AP) della trasmissione neuronale della corrente ionica (questo flusso ionico interno all’assone è noto come “conduzione saltatoria”)   ….. B)   contemporaneamente, la successione regolare degli RN è stata recentemente interpretata come un sistema di “nano-antenne” per la codifica simultanea “esterna” all’assone, dei segnali neuronali attivati per mezzo della radiazione Bioquantica di frequenze elettromagnetiche dello spettro ottico le quali fluiscono velocemente a lunga distanza,  tramite le antenne dei ripetitori nanomettrici forniti dai Nodi di Ranvier.

NB  – la trattazione bioquantica del sistema di guida della comunicazione di segnali di comunicazione quantica verra’ programmata e discussa durante il corso di formazione Egocreanet su: Quantum Light Therapy il 30.31.ottobre a Firenze con  tutti gli interessati a partecipare al corso di Formazione ed innovazione. Per Partecipare si richiede di inviare una e.mail a <egocreanet2016@gmail.com< specificando le motivazioni e la collaborazione come descrizione del  loro interesse.

Ref: https://dabpensiero.wordpress.com/2020/09/18/corso-di-formazione-foto-biomodulazione-quantica-della-luce-laser-led-terapia-non-farmacologica/

EGO-CreaNET  – R&D no profit association  –  tel:  +39 055 4574662-

Business Incubator of Florence University

Paolo Manzelli  ; www.egocrea.net

Il Connettoma e la mappatura dinamica ed interattiva delle connessioni cerebrali che articolano le relazioni corpo-mente attraverso i sistemi simpatico, parasimpatico ed enterico i quali connettono cervello e cordone spinale con tutto il corpo.

Il Connettoma Umano corrisponde alle radici di interazione del cervello che rendono sensibili l’uomo e la donna maturandone la relazione tra intelletto ed esperienza.

I semi che rinnovano la crescita del Connettoma Neuronale sono le idee e pertanto deprivando la mente della creazione ed apprendimento di nuove idee, il connettoma degrada nella qualità della comunicazione dell’intelletto tra mente e corpo determinando problemi psico-fisici del benessere e della salute che possono divenire irreversibili fino a condurre alla morte.

La Biologia Quantica interpreta la comunicazione del Connettoma per tramite il flusso interattivo di Biofotoni della luce e Biofononi del suono, associabili alle frequenze del campo elettromagnetico visibile e alla articolazione delle vibrazioni molecolari .

Molti organismi, batteri, funghi, piante, animali e uomo producono luce quantica (fotoni) per comunicare .

Ref:  https://www.biorxiv.org/content/10.1101/558353v1.full.pdf

Negli gli anni ’20 del secolo scorso, alcuni biologi russi scoprirono che oltre le piante anche il cervello degli animali produce debole emissione di fotoni, questo fenomeno fu in seguito ampiamente studiato dal bio-fisico Austriaco Fritz Albert Popp (1960 e seguenti) che mise in evidenza che l’elaborazione ed emissione della comunicazione quantica della luce (Biofotoni) era attribuibile al 90 % al DNA .

I Biofotoni prodotti in grande misura dai neuroni del cervello i quali, nel loro DNA eleborano (tramite l’entanglement quantico con l’informazione genetica ) le frequenze (eccitoni) emessi dalla ossigenazione metabolica molecolare.

E’ pertanto dimostrato che i cervelli dei mammiferi producono Biofotoni con lunghezza d’onda compresa tra 200 e 1.300 nanometri, nell’area elettromagnetica che va dall’ultravioletto al vicino infrarosso.

Ref: https://dabpensiero.wordpress.com/2017/10/15/morfogenesi-e-quantum-dna-laser-antenna/

Pertanto sappiamo che le cellule del Cervello Umano producono naturalmente Biofotoni, ed quindi è importante capire come il “Connettoma Cerebrale” agisca come canale di propagazione Mente-Corpo per trasmettere interattivamente informazioni neuronali.

Recentemente la scienziata Parisa Zarkeshian presso l’Università di Calgary in Canada ha ristudiato le caratteristiche ottiche degli assoni le lunghe connessioni filiformi delle cellule nervose che si radicano in tutto il corpo ed ha concluso che la trasmissione di Biofotoni tramite il Connettoma come guida d’onda reversibile e’ del tutto fattibile .

Ref:  arxiv.org/abs/1708.08887 : Esistono canali di comunicazione ottica nel cervello?

La quida d’onda Biofotonica si forma nel confinamento all’interno della densa guida delle stratificazione mielinica interrotta da intervalli  regolari dei Nodi di Ranvier,  che rendono  possibile realizzare una sequenza di microtuboli entro i quali si effettua il salto quantico della popolazione di biofotoni assumendo una forma di comunicazione quantica che aumenta la velocità di trasmissione ottica rispetto a quella dell’interazione elettromagnetica -neuronale la quale normalmente viaggia all’interno dell’ assone.

Ref: https://app.dimensions.ai/…/publication/pub.1100176559  ;

Ref: https://biomedicalcue.it/cervello-fibre-ottiche-ricerca-italiana/10698/

NB: Questi criteri innovativi sulla comunicazione Biofotonica del Connettoma Neuronale verranno approfonditi al corso di Formazione Egocreanet Ref: www.egocrea.net , che si terrà a Firenze il 30/31 Ottobre 2020 , per partecipare al quale si richiede una preiscrizione inviando un Email a : egocreanet2016@gmail.com …

EGO-CreaNET             

R&D no profit association  – tel:  +39 055 4574662 Business Incubator of Florence University

  www.egocrea.net  –  fax: +39 055 5254639 via Madonna del Piano 6

 PI: 02211440488 – egocreanet2016@gmail.com -50019 Sesto Fiorentino (Florence), Italy

Le conoscenze di Biologia Quantica sono la base dell’innovazione non farmacologica dell’azione curativa della medicina del futuro.
Il corso di formazione sulla Laser Led Terapia Quantica tratta della Biomodulazione Quantica della Luce a scopo terapeutico, con un percorso articolato in 8 moduli di 2 ore ciascuno, in due giornate.
I primi 2 moduli introdurranno i temi fondamentali delle relazioni tra Luce,
Informazione ed Energia della Bio-Quantica e della Laser-Terapia.
I moduli approfondiranno i diversi trattamenti terapeutici della Bio-modulazione Quantica e prenderanno in attenta considerazione la scelta delle fonti di luce LASER e LED, nonchè i parametri ottimali e le modalità di applicazione della luce (durata,intensità, potenza e forma) sia nella medicina tradizionale che in Agopuntura e nella Medicina energetica.

DOCENTI
Paolo Manzelli http://www.egocrea.net
Leonardo Longo http://www.longolaser.it
A CHI È RIVOLTO
I contenuti sono orientati all’aggiornamento delle professioni che si occupano di infiammazione, dolore e riabilitazione fisica e mentale.
Il corso è indirizzato a giovani medici, biologi, fisiologi, osteopati, dentisti e altri laureati e tecnici, interessati al tema delle terapie della Foto-Bio modulazione Quantica.
COSTO
La quota di partecipazione è stabilita in 200,00 Euro.
CONDIZIONI
La realizzazione del corso è subordinata ad un numero minimo di 7 iscrizioni.
La conferma della realizzazione del corso è comunicata entro 5 giorni lavorativi precedenti allo svolgimento dello stesso. Ad avvenuta conferma NON sono accettate disdette, rimane quindi l’obbligo di pagamento della quota di iscrizione.
PREISCRZIONE
Inviare una email con nome, cognome, telefono, IBAN, dichiarazione di preiscrizione al corso all’indirizzo egocreanet2016@gmail.com

PROGRAMMA
Venerdì 30 ottobre 2020 09:00-11:00 Introduzione alla biostimolazione rigenerativa Laser//Led, Leonardo Longo
11:00-13:00 Dalla Quantistica alla Bioquantica della luce,energia ed informazione, Paolo Manzelli
14:00-16:00 Biofotonica del DNA-Antenna piezoelettrica, Paolo Manzelli
16:00-18:00 Biostimolazione e rigenerazione cellulare, Leonardo Longo
Sabato 31 ottobre 2020 09:00-11:00 Biofotonica della trasmissione circolare sinaptica (Orto-Para ed enterica), Paolo Manzelli
11:00-13:00 Trattamenti di Foto-biomodulazione in relazione ai caratteri
morfologici dei tessuti, Leonardo Longo
14:00-16:00 Parametri (frequenze, intensità, durata) nelle applicazioni di terapia Laser/Led, Leonardo Longo
16:00-18:00 Biofotonica ed attivazione Redox del circuito Mitocondriale, Paolo Manzelli
SEDE
Istituto Salesiano, Via del Ghirlandaio 40 – 50121 Firenze

NOTE
Il corso sarà tenuto in conformità con i requisiti di sicurezza Covid-19.
Il numero massimo di partecipanti è limitato ad un massimo di 20 iscrizioni.

Epigenetica Virale

di Paolo Manzelli

ScreenHunter_112 Feb. 28 14.21

L’Epigenetica è lo studio di come il cambiamento dell’ambiente vada oltre i limiti dell’informazione  genetica modulandone l’espressione. Così la diversa informazione ambientale non altera la sequenza dell’informazione della genetica umana, che è unica,  ma agisce nella differenziazione cellulare modificando l’espressione della forma, la quale determina le varie  differenze etniche e culturali dell’umanità.

L’attività dei Virus fa parte integrante dell’informazione Epigenetica proveniente dall’ambiente esterno che interagisce con l’informazione genetica. Di conseguenza l’Epigenetica Virale diviene importante per l’evoluzione umana, infatti almeno il 10%  del codice genetico dell’Uomo viene incluso nella sequenza dei  caratteri genetici e probabilmente ci aiuta al riconoscimento dell’informazione epigenetica dei nuovi virus che si evolvono nell’ambiente.

Il ruolo del  Sars -Cov-2 nell’Epigenetica Virale  contemporanea.

L’azione epigenetica virale modifica i flussi di energia e comunicazione cellulare dell’ informazione. La modulazione dell’espressione della genetica umana trova nella /” virus epigenetics del Sars-Cov-2″ una nuova modalità di comprensione della funzionalità dei virus nell’evoluzione della vita.

In particolare il virus Sars-Cov-2  inizia ad  esprimere la sua  funzione epigenetica  inserendosi nell’attività di comunicazione cellulare ed  alternandola  al fine di prelevare energia metabolica per tramite l’inserimento degli spikes nel tessuto cellulare al fine di liberarsi della Capside.

In seguito l’RNA VIRALE deve trovare le condizioni ottimali, durante il  processo di maturazione del RNA-Umano, per poterlo sostituire ed effettuare la trascrizione  del proprio  RNA e quindi produrre le proteine virali che causano l’infezione da Covid 19.

La maturazione del RNA-Umano  è associata al processo di differenziazione cellulare dalle cellule staminali a quelle specializzate-funzionali dei vari organi vitali. Infatti la traduzione del RNA-Virale con RNA-Umano  trova un momento critico durante la transizione della differenziazione cellulare in quanto in tale processo il RNA-Virale viene difficilmente riconosciuto.

Infine l’avvenuta sostituzione del RNA-Umano attiva la risposta immunitaria per combattere l’infezione virale allo scopo di disattivare completamente l’azione di alterazione epigenetica del Covid. Purtroppo può accadere che una eccessiva e sproporzionata potenza della risposta immunitaria (nota come “Tempesta delle Citochine”) non porti come risultato alla guarigione ma al contrario alla morte.

Dalla precedente sintesi dello studio di “Biologia Quantica” di Egocreanet  si intuisce l’importanza della comprensione EPIGENESI VIRALE, in quanto conoscendo la dinamica del processo biologico dell’infezione  da virus  diviene possibile favorire una strategia di innovazione adeguata per  modificare l’azione dei cofattori epigenetici ambientali per ridurre la virulenza epigenetica del Virus.   

Bibliografia on line
1.)

By Sergio Stagnaro

download (1)

Nel suo ultimo saggio, Epistemologia della Semeiotica Biofisica Quantistica. Entanglement, non-località e caos deterministico nei sistemi biologici degli esseri umani,

http://www.sisbq.org/uploads/5/6/8/7/5687930/caosentanglementqbs_review.pdf e

https://www.researchgate.net/publication/343220015_Epistemology_of_Quantum_Biophysical_Semeiotics_Entanglement_non-locality_and_deterministic_chaos_in_human_biological_systems_English_version_-forthcoming, il Presidente della SISBQ, dottor Simone Caramel scrive:

“Misure del caos deterministico sono ad esempio l’entropia (tasso di incertezza o informazione), la dimensione frattale, gli LCE (Esponenti Caratteristici di Lyapunov), le mappe simboliche, l’analisi del network, eccetera”.

Ritengo necessarie le letture ermeneutiche di questo lavoro di profonda cultura e di eccellente conoscenza della Teoria Semeiotico-Biofisico-Quantistica (SBQ), che diventerà l’ennesimo classico della Letteratura sulla  teoria SBQ.

Di seguito illustro in modo facilmente metabolizzabile gli Esponenti Caratteristici di Lyapunov (LCE), analizzandoli a partire dalla loro genesi nelle dinamiche metaboliche e micro-vascolo-parietali, Implicate and Explicate Order, secondo D. Bohm.

La Weltanschauung della Medicina, totalmente cambiata dopo la nascita della SBQ, si è rivelata assai più rispettosa della verità scientifica di quella ortodossa, classica, accademica.

Diceva Winston  Churcill “Non sempre cambiare equivale a migliorare, ma per migliorare bisogna cambiare.

La presente Medicina, nata a Framingham nel 1944 su sponsorizzazione del National Heart, Lung, Blood Insitutte, https://www.nhlbi.nih.gov/science/framingham-heart-study-fhs , fondata sul Laboratorio e sul Dipartimento delle Immagini, Serva dell’Economia, continua a considerare in modo erroneo il corpo umano materia, ignorando volutamente la gettonata, ma riduttiva, correlazione einsteiniana tra Materia ed Energia.

Dopo la nascita della Fisica Quantistica, sappiamo che il nostro corpo è composto da una parte di Materia-Energia e da un miliardo di parti di Energia-Informazione. La Semeiotica Biofisica Quantistica (SBQ) ha dimostrato clinicamente l’esistenza di questa Energia-Informazione, mediante numerosi esperimenti di facile riproduzione da parte di chi sa ancora usare il fonendoscopio (1-6).

Ricordo, a corroborazione dell’affermazione secondo cui il corpo umano è costituito da un miliardo di parti da Energia-Informazione, due esempi paradigmatici, L’Esperimento di Marina http://www.sisbq.org/campidinformazionebiologici.html , e la Manuel’s Story (7), Logo dell’Epigenetica.

La Microangiologia Clinica (8, 9) corrobora quanto sopra scritto. Infatti, è necessario un fisiologico rifornimento di Energia-Vibratoria (ATP) per conservare il normale caos deterministico delle dinamiche di infiniti cuori periferici, secondo Claudio Allegra.

In altre parole, la geometrizzazione delle fluttuazioni parietali delle piccole arterie ed arteriole di Hammersen rappresentano figure frattaliche la cui dimensionalità è elevata nel sano (NN = 3,81) grazie, appunto, al fisiologico rifornimento di ATP, alla cui produzione provvedono notoriamente ben strutturati mitocondri, in entanglement tra loro (29), che utilizzano l’oscillante apporto protonico, fornito da due deidrogenasi mitocondriali, dipendenti dai Ca++, penetrati nel mitocondrio attraverso due canali non particolarmente attivi (MCU e MCU-1) stimolati però a funzionare dalla Calcium-Spike, attuata dall’incontro del calcio proveniente dall’esterno attraverso canali tubulari diidropiridinici, voltaggio-dipendenti, e da quello, molto più abbondante,  rilasciato dal Reticolo-Endoplasmatico, precedentemente legato a due proteine, reticolina e reticolo-sequestrina, attravero il canale SERCA disattivato per la mancata fosforilazione del suo co-fattore, il fosfolambano.

A questo proposito è bene ricordare che i Reticoli Endoplasmatici, come i mitocondri, in condizioni fisiologiche sono tra loro entangled. (30)

Grazie, quindi, all’elevato livello energetico endocellulare fluttuante, assicurato da efficienti mitocondri, è possibile creare l’entanglement sia all’interno sia all’esterno del corpo umano, fondamento della Diagnostica Psicocinetica (10, 11).

Le rapide oscillazioni del livello endocellulare di ATP, conseguenza degli oscillanti eventi metabolici sopra descritti, condizionano sia il caos deterministico sia l’intensità delle fluttuazioni delle piccole arterie ed arteriole, secondo Hammersen, illuminando i meccanismi fisiopatologici alla base dei LCE . (Fig.1)

 

ScreenHunter 31

Fig.1

Fluttuazioni Microvasali nel Sano

La Medicina Accademica, che considera tuttora erroneamente il corpo umano composto soltanto da Energia-Materia, è incapace di riconoscere le iniziali e congenite alterazioni delle funzioni dei sistemi biologici, evidenziate da misure come l’entropia (tasso di incertezza o informazione), la dimensione frattale, e appunto i LCE, osservate con un fonendoscopio in individui con tipiche Costituzioni SBQ e dipendenti Reali Rischi Congeniti, il cui Implicate Order è di natura essenzialmente energetico, funzionale (12-15).

Come ormai noto, i Reali Rischi Congeniti di CVD, T2DM, Osteoporosi, Cancro, Cerebropatie degenerative, Connettiviti, etc., sono diagnosticati dalla nascita con un fonendoscopio ed eliminati con Terapia Quantistica Mitocondriale Ristrutturante, adeguatamente personalizzata (16-26).

Fino a quando la presente Medicina, gigante dai piedi d’argilla (27), per evidenti motivi economici tenterà di conservare la sua attuale desolante struttura, e, consapevole della verità scientifica delle mie critiche a lei mosse a partire dal 2002, persisterà nel rifiuto di confrontarsi con la Semeiotica Biofisica Quantistica, la presente Strage degli Innocenti, i milioni di morti all’anno a causa di CVD, complicazioni diabetiche, cerebropatie degenerative, cancro, continueranno ad aumentare.

Bibliografia.

  1. Sergio Stagnaro (2011) First Water Memory-Information Demonstration through Quantum Biophysical Semeiotics – 2011
  2. Sergio Stagnaro (2011)  Water Memory-Information containing Muscle Extremely High Energy Frequency: Is the Therapeutic Problem of Chronic Fatigue Syndrome solved?– 2011
  3. Sergio Stagnaro (2011) Water Memory-Information based Therapy: quick Recovery from Arthrosis-Dependent Backache – 2011
  4. Sergio Stagnaro (2011) Glycocalix Quantum-Biophysical-Semeiotic Evaluation plays a Central Role in Demonstration of Water Memory-Information – 2011
  5. Sergio Stagnaro (2011) The Principle, rather than the Theory, of Water Memory-Information – 2011
  6. Sergio Stagnaro (2011) Quantum Biophysical Semeiotics evidences of Water-Memory-Information by means of Music Energizing Action: Caramel’s experiment – 2011
  7. Simone Caramel. Manuel’s Story, http://www.sisbq.org/qbs-magazine.html
  8. Sergio Stagnaro. Introduzione alla Microangiologia Clinica 10 dicembre 2011. sisbq.org, http://www.sisbq.org/uploads/5/6/8/7/5687930/mc_intro.pdf
  9. Sergio Stagnaro – Marina Neri Stagnaro. Microangiologia Clinica. A cura di Simone Caramel. e-book, http://www.sisbq.org,
  10. http://www.sisbq.org/uploads/5/6/8/7/5687930/microangiologiaclinicasbq2016.pdf
  11. Sergio Stagnaro. Psychokinetic Diagnostics, Quantum Biophysical Semeiotics Evolution. http://sciphu.com/. , 12 March 2010, http://sciphu.com/2010/03/psychokinetic-diagnostics-quantum.html and  http://wwwshiphusemeioticscom-stagnaro.blogspot.com/2010/03/psychokinetic-diagnostics-quantum.html
  12. Sergio Stagnaro.Semeiotica Biofisica Quantistica. Diagnostica Psicocinetica. E-book in rete nel sito  sisbq.org; http://www.sisbq.org/uploads/5/6/8/7/5687930/dp_libro.pdf
  13. Stagnaro-Neri M., Stagnaro S. Introduzione alla Semeiotica Biofisica. Il Terreno Oncologico. Travel Factory, Roma, 2004. http://www.travelfactory.it/semeiotica_biofisica.htm
  14. Stagnaro S., Stagnaro-Neri M., Le Costituzioni Semeiotico-Biofisiche.Strumento clinico fondamentale per la prevenzione primaria e la definizione della Single Patient Based Medicine. Travel Factory, Roma, 2004. http://www.travelfactory.it/htm
  15. Stagnaro S., Stagnaro-Neri M., Single Patient Based Medicine.La Medicina Basata sul Singolo Paziente: Nuove Indicazioni della Melatonina. Travel Factory, Roma, 2005. http://www.travelfactory.it/htm
  16. Sergio Stagnaro and Simone Caramel (2012). The Role of Mediterranean Diet, CoQ10 and Conjugated-Melatonin in Osteoporosis Primary Prevention and Therapy” “Current Nutrition & Food Science” Vol. 8, No.1, 2012.
  17. Sergio Stagnaro (2012). Valutazione Semeiotico-Biofisico-Quantisticadell’Attività Funzionale dei Sistemi Biologici. Il Ruolo dei Dispositivi Endoarteriolari di Blocco, fisiologici e neoformati-patologici tipo I, sottotipo a) e b). http://www.sisbq.org/libri-e-articoli.htmle-book, http://www.sisbq.org/uploads/5/6/8/7/5687930/valutazione_attivit__biolog_2012.pdf
  18. Stagnaro Sergio.Reale Rischio Semeiotico Biofisico. I Dispositivi Endoarteriolari di Blocco neoformati, patologici, tipo I, sottotipo a) oncologico, e b) aspecifico. Travel Factory, www.travelfactory.it, Roma, 2009.
  19. Caramel S., Marchionni M., Stagnaro S. Morinda citrifolia Plays a Central Role in the Primary Prevention of Mitochondrial-dependent Degenerative Disorders. Asian Pac J Cancer Prev. 2015;16(4):1675. http://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/25743850 [MEDLINE]
  20. Sergio Stagnaro and Simone Caramel (2013). The Role of Modified Mediterranean Diet and Quantum Therapy in Oncological Primary Prevention.  Bentham PG., Current Nutrition & Food Science ISSN (Print): 1573-4013;  ISSN (Online): 2212-3881. VOLUME: 9,  ISSUE: 1; DOI: 2174/1573401311309010011;  http://www.benthamscience.com/contents-JCode-CNF-Vol-00000009-Iss-00000001.htm
  21. Sergio Stagnaro and Simone Caramel. BRCA-1 and BRCA-2 mutation bedside detection and breast cancer clinical primary prevention.  Genet. | doi: 10.3389/fgene.2013.00039.  http://www.frontiersin.org/Cancer_Genetics/10.3389/fgene.2013.00039/full [MEDLINE]
  22. Sergio Stagnaro and Simone Caramel (2013). The Inherited Real Risk of Coronary Artery Disease, Nature PG., EJCN, European Journal Clinical Nutrition, Nature PG., 67, 683 (June 2013) | doi:10.1038/ejcn.2013.37, http://www.nature.com/ejcn/journal/v67/n6/full/ejcn201337a.html [MEDLINE]
  23. Sergio Stagnaro and Simone Caramel. The Key Role of Vasa Vasorum Inherited Remodeling in QBS Microcirculatory Theory of Atherosclerosis. Frontiers in Epigenomics and Epigenetics. http://www.frontiersin.org/Epigenomics_and_Epigenetics/10.3389/fgene.2013.00055/full [MEDLINE]
  24. Sergio Stagnaro and Simone Caramel.Inherited Real Risk of Type 2 Diabetes Mellitus: bedside diagnosis, pathophysiology and primary prevention. Frontiers in Endocrinology (Lausanne). 2013; 4: 17. http://www.frontiersin.org/Review/ReviewForum.aspx[Medline].
  25. Marco Marchionni, Simone Caramel, Sergio Stagnaro. The Role of ‘Modified Mediterranean Diet’ and Quantum Therapy In Alzheimer’s Disease  Primary Prevention. Letter to the Editor, The Journal of Nutrition, Health & Aging, Volume 18, Number 1, 2014, Springer Ed. http://link.springer.com/article/10.1007/s12603-013-0435-7 [Medline]
  26. Stagnaro-Neri M, Stagnaro S. Co Q10 in the prevention and treatment of primary osteoporosis. Preliminary data. Clin Ter.;146(3):215-9 [MEDLINE]
  27. Sergio Stagnaro and Simone Caramel (2012). Quantum Therapy: A New Way in Osteoporosis Primary Prevention and Treatment. Journal of Pharmacy and Nutrition Sciences, (27 June 2012) | doi:10.1038/ejcn.2012.76, http://www.nature.com/doifinder/10.1038/ejcn.2012.76. PMID:22739250  [MEDLINE]
  28. Sergio Stagnaro.  La Medicina Occidentale: un Gigante dai Piedi d’Argilla. 4 Gennaio. 2010, http://www.fcenews.it,  http://www.fceonline.it/images/docs/gigante.pdf
  29. Sergio Stagnaro (2020).  Fisiopatologia e Ruolo diagnostico dell’Entanglement Mitocondriale nel Sano, nel Soggetto con Reali Rischi Congeniti, dipendenti dalle relative Costituzioni semeiotico-biofisico-quantistiche, e nel malato. http://www.sisbq.org/uploads/5/6/8/7/5687930/entanglementmitocondriale.pdf  e  https://dabpensiero.wordpress.com/2020/07/07/fisiopatologia-e-ruolo-diagnostico-dell-entanglement-mitocondriale-nel-sano-nel-soggetto-con-reali-rischi-congeniti-dipendenti-dalle-relative-costituzioni-semeiotico-biofisico-quantistiche/
  30. Sergio Stagnaro (2020).  Fisiopatologia e Ruolo diagnostico dell’Entanglement del Reticolo Endoplasmatico nel Soggetto Sano, con Reali Rischi Congeniti, dipendenti dalle relative Costituzioni semeiotico-biofisico-quantistiche, e nel malato. in pdf

http://www.sisbq.org/uploads/5/6/8/7/5687930/entanglementre.pdf; https://dabpensiero.wordpress.com/2020/07/16/fisiopatologia-e-ruolo-diagnostico-dellentanglement-del-reticolo-endoplasmatico-nel-soggetto-sano-con-reali-rischi-congeniti-dipendenti-dalle-relative-costituzioni-semeiotico-biofisico-quan/

 

 

 

By Sergio Stagnaro

download

In un datato commento, accettato e messo in rete nel sito di Science, scrissi:

https://science.sciencemag.org/content/re-2004-i-have-described-calt-cerebrum-associated-lymphatic-tissue

RE: In 2004 I have described the CALT, Cerebrum Associated Lymphatic Tissue

At the begin of 2000 I have observed clinically antibody synthesis also in the brain and have termed this unknown phenomenon as CALT, namely, Crebrum Associated Lymphatic Tissue (Stagnaro-Neri M., Stagnaro S. Introduzione alla Semeiotica Biofisica. Il Terreno Oncologico. Travel Factory, Roma, 2004). As a matter of facts, in every inflammatory or rheumatic disorder, in cancer, even in the course of Flu, the lightweight digital pressure applied upon every projection area of the brain, after a Latency time less than physiological 8 seconds, brings about the Gastric Aspecific Reflex: in the stomac both fundus and body dilate, as it happens in relation to BALT, MALT a.s.o., under the identical condition. Such a parameter value is correlated with the seriousness of underlying disorder. Electronic Publication Date: Tuesday, August 23, 2016 – 23:44.

Nel presente lavoro è descritto per la prima volta il Tessuto Linfatico Associato al Fegato, LALT, da me recentemente scoperto, che svolge un ruolo centrale nella preparazione del vaccino anti-coronavirus, annunciato in numerosi commenti messi in rete da siti autorevoli: https://www.nejm.org/doi/full/10.1056/NEJMc2007575?query=featured_coronavirus&fbclid=IwAR175yqL1buybwKHKrCFj2QtoPk–rWVp7509mpLiFb5bPooLsOHSAo6jao&page=3#article_comments

https://www.acpjournals.org/doi/10.7326/M20-1239

https://journals.plos.org/plosmedicine/article/comment?id=10.1371/annotation/607f405d-5ad1-48e0-8240-ab09c528e0fc

https://science.sciencemag.org/content/368/6494/924/tab-e-letters

https://www.medscape.com/viewarticle/934114.

Ho congetturato che, come esistono i tessuti linfatici associati alla mucosa intestinale, cervello, bronchi, etc., dovesse esistere anche un tessuto linfatico associato al fegato, in considerazione delle caratteristiche modificazioni funzionali epatiche, in particolare micro-circolatorie (4-6), da me osservate in tutti i processi morbosi che attivano il sistema immunitario, compreso il morbo celiaco (1).

Interessante che nella fase acuta di una infezione si osservano fluttuazioni intense delle piccole arterie e arteriole epatiche nella terminologia di Hammersen – durata della diastole 10-12 sec.(lontano dal pasto, NN = 7 sec.) – che scendono a 8-9 sec. ad avvenuta guarigione.

Appare chiara la correlazione di queste differenti dinamiche micro circolatorie con la sintesi di Ig-M e rispettivamente di Ig.G .

Inoltre, recentemente ho congetturato che anche nel fegato dovessero esistere delle circoscritte aree in alcuni segmenti ma non in tutti, in  cui il tessuto linfatico è ben rappresentato, per produrre anticorpi al bisogno. (Fig.1)

ScreenHunter 28

Nel sistema Couinaud,  o francese, i  due lobi epatici sono ulteriormente suddivisi in otto sub-segmenti. Per localizzare il possibile tessuto linfatico associato al fegato ho utilizzato il test della secrezione del picco acuto di melatonina (7-9).

La secrezione acuta di melatonina provoca incremento significativo dell’attività dei tessuti linfatici associati ai vari sistemi biologici, causando Attivazione Microcircolatoria Assosciata di tipo I (6).

Con questo metodo di ricerca ho osservato la presenza di tessuto linfatico esclusivamente nei segmenti epatici 4 (regione superiore ed inferiore), 5, e 8. Negli altri segmenti la stimolazione melatoninica non provocava il raddoppiamento della diastole del cuore periferico, sec. Claudio Allegra (6).

Ho definito queste strutture anticorpopoietiche col termine di Tessuto Linfatico Associato al Fegato, acronimo inglese LALT, Liver Associated Lynphoid Tissue.

Il vaccino quantistico contro il coronavirus (10, 11) trova una spiegazione della sua ragion d’essere, specialmente nell’esistenza del LALT, descritto per la prima volta in questo articolo.

Bibliografia.

http://www.sisbq.org/uploads/5/6/8/7/5687930/microangiologiaclinicasbq2016.pdf

 

 

 

By Sergio Stagnaro

download

Il Reticolo Endoplasmatico, liscio e rugoso per la presenta dei ribosomi, ampiamente presente nelle cellule eucariote occupandone la parte più voluminosa, svolge essenziali funzioni gluco-metaboliche e di sintesi lipo- proteica.

Nel presente lavoro illustro l’entanglement del RE, analogo a quello mitocondriale, descritto in un precedente articolo (1). Iniziai a dedicarmi alla ricerca clinica sui mitocondri a partire dagli anni ’70 (2-5), scoprendone la singolare, congenita alterazione, una citopatia mitocondriale nota oggi come ICAEM, alla base delle Costituzioni e dei dipendenti Reali rischi Congeniti, che hanno reso finalmente possibile  la Prevenzione Pre-Primaria e Primaria su vasta scala in individui razionalmente selezionati (6-21).

Usando il metodo di indagine psicocinetico (22, 23) ho dimostrato che i mitocondri sono entangled sia all’interno di una stessa cellula sia con quelli di tutte le altre, e questa particolare situazione rende possibile la simultanea azione di questi importanti organelli, essenziali per la vita (1).

Analogamente ho congetturato che sia il RE sia il Nucleo siano entangled come i mitocondri per poter svolgere le loro attività funzionali nel modo migliore, considerando lo stretto dialogo notoriamente esistente tra le tre componenti della cellula eucariota.

Impiegando il metodo di studio psicocinetico (22, 23), nel sano, la stimolazione intensa di un singolo RE a livello di cellula Beta-pancreatica simultaneamente provoca la secrezione acuta insulinica (24). Di conseguenza la glicemia transitoriamente si abbassa come dimostra il test di Bilancini-Lucchi (25), attivando simultanemente la secrezione epatica di glucosio, evidenziata clinicamente dalla locale Attivazione Microcircolatoria di tipo I, secondo la Teoria dell’Angiobiopatia (26, 27).

Al contrario, per esempio, nel diabetico e nel soggetto colpito da epatopatia di qualsiasi natura, a partire dal primo stadio di Reale Rischio Congenito, le reazioni biologiche, descritte sopra, avvengono con Tempo di Latenza, sono meno intense e si instaurano più lentamente. I valori parametrici sono in relazione alla gravità della sottostante patologia.

Nella Medicina del Futuro, questi affascinanti eventi, dipendenti dall’entanglement  degli orgaluli endocellulari, saranno impiegati con successo non soltanto nella ricerca ma anche nella diagnostica clinica.

Entanglement“ ENTANGLEMENT? HO CHIUSO GLI OCCHI ALLA VERITA’! ”  
Daniela Biganzoli(Dab)

Bibliografia

1.Sergio Stagnaro (2020). Fisiopatologia e Ruolo diagnostico dell’Entanglement Mitocondriale nel Sano nel Soggetto con Reali Rischi Congeniti, dipendenti dalle relative Costituzioni semeiotico-biofisico-quantistiche, e nel malato. http://www.sisbq.org/uploads/5/6/8/7/5687930/entanglementmitocondriale.pdf  e  https://dabpensiero.wordpress.com/2020/07/07/fisiopatologia-e-ruolo-diagnostico-dell-entanglement-mitocondriale-nel-sano-nel-soggetto-con-reali-rischi-congeniti-dipendenti-dalle-relative-costituzioni-semeiotico-biofisico-quantistiche/

2.Stagnaro S., Istangiopatia Congenita Acidosica Enzimo-Metabolica condizione necessaria non sufficiente della oncogenesi. XI Congr. Naz. Soc. It. di Microangiologia e Microcircolaz. Abstracts, pg 38, 28 Settembre-1 Ottobre, 1983, Bellagio.

3.Stagnaro S., Istangiopatia Congenita Acidosica Enzimo-Metabolica. X Congr. Naz. Soc. It. di Microangiologia e Microcircolazione. Atti, 61. 6-7 Novembre, 1981,Siena.

4.Stagnaro S., Istangiopatia Congenita Acidosica Enzimo-Metabolica. Gazz Med. It. – Asch. Sci, Med. 144, 423, 1985.

5.Stagnaro S., Auscultatory Percussion of Rheumatic Diseases. X European Congress of Rheumatology. Moscow. 26 June-July, Proceedings, pg 175, 19835

6.Stagnaro S., Auscultatory Percussion Therapeutic Monitoring and Cerebral Dominance in Rheumatology. 2nd World Congress of Inflammation, Antirheumatics, analgesics, immunomodulators. Abstracts, A. Book 1, pg. 116, March 19-22, 1986, Montecarlo

7.Stagnaro-Neri M., Stagnaro S. Introduzione alla Semeiotica Biofisica. Il Terreno Oncologico. Travel Factory, Roma, 2004. http://www.travelfactory.it/semeiotica_biofisica.htm

8.Stagnaro S., Stagnaro-Neri M., Le Costituzioni Semeiotico-Biofisiche.Strumento clinico fondamentale per la prevenzione primaria e la definizione della Single Patient Based Medicine. Travel Factory, Roma, 2004. http://www.travelfactory.it/htm

9.Stagnaro S., Stagnaro-Neri M., Single Patient Based Medicine.La Medicina Basata sul Singolo Paziente: Nuove Indicazioni della Melatonina. Travel Factory, Roma, 2005. http://www.travelfactory.it/htm

10.Stagnaro Sergio.Reale Rischio Semeiotico Biofisico. I Dispositivi Endoarteriolari di Blocco neoformati, patologici, tipo I, sottotipo a) oncologico, e b) aspecifico. Travel Factory, travelfactory.it, Roma, 2009.

11.Sergio Stagnaro (2012). Valutazione Semeiotico-Biofisico-Quantisticadell’Attività Funzionale dei Sistemi Biologici. Il Ruolo dei Dispositivi Endoarteriolari di Blocco, fisiologici e neoformati-patologici tipo I, sottotipo a) e b). http://www.sisbq.org/libri-e-articoli.htmle-book, http://www.sisbq.org/uploads/5/6/8/7/5687930/valutazione_attivit__biolog_2012.pdf

12.Stagnaro Sergio.  CAD Inherited Real Risk, Based on Newborn-Pathological, Type I, Subtype B, Aspecific, Coronary Endoarteriolar Blocking Devices. Diagnostic Role of Myocardial Oxygenation and Biophysical-Semeiotic Preconditioning. International Atherosclerosis Society. org, 29 April, 2009  http://www.athero.org/commentaries/comm907.asp

13.Stagnaro Sergio.Role of Coronary Endoarterial Blocking Devices in Myocardial Preconditioning – c007i. Lecture, V Virtual International Congress of Argentine Cardiology. http://www.fac.org.ar/qcvc/llave/c007i/stagnaros.php .

14.Sergio Stagnaro and Simone Caramel.The Inherited Real Risk of Coronary Artery Disease, Nature PG., EJCN, European Journal Clinical Nutrition, Nature PG., http://www.nature.com/ejcn/journal/v67/n6/full/ejcn201337a.html [MEDLINE] .

15.Simone Caramel and Sergio Stagnaro (2012). Vascular calcification and Inherited Real Risk of lithiasis. In Encocrin.  3: doi: 10.3389/fendo.2012.00119 http://www.frontiersin.org/Bone_Research/10.3389/fendo.2012.00119/full [MEDLINE ]

16.Sergio Stagnaro and Simone Caramel (2013). Inherited Real Risk of Type 2 Diabetes Mellitus: bedside diagnosis, pathophysiology and primary prevention. Frontiers in Endocrinology., 26 February 2013 | https://doi.org/10.3389/fendo.2013.00017 [MEDLINE]

17.Sergio Stagnaro and Simone Caramel. BRCA-1 and BRCA-2 mutation bedside detection and breast cancer clinical primary prevention.  Genet. | doi: 10.3389/fgene.2013.00039.  http://www.frontiersin.org/Cancer_Genetics/10.3389/fgene.2013.00039/full [MEDLINE]

18.Sergio Stagnaro and Simone Caramel. The Key Role of Vasa Vasorum Inherited Remodeling in QBS Microcirculatory Theory of Atherosclerosis. Frontiers in Epigenomics and Epigenetics. http://www.frontiersin.org/Epigenomics_and_Epigenetics/10.3389/fgene.2013.00055/full [MEDLINE]

19.Marco Marchionni, Simone Caramel, Sergio Stagnaro. The Role of ‘Modified Mediterranean Diet’ and Quantum Therapy In Alzheimer’s Disease  Primary Prevention. Letter to the Editor, The Journal of Nutrition, Health & Aging, Volume 18, Number 1, 2014, Springer Ed. http://link.springer.com/article/10.1007/s12603-013-0435-7 [MEDLINE]

20.Sergio Stagnaro.  PSYCHOKINETIC DIAGNOSTICS, QUANTUM-BIOPHYSICAL-SEMEIOTICS EVOLUTION. Journal of Quantum Biophysical Semeiotic  Society. http://www.sisbq.org/uploads/5/6/8/7/5687930/psychokineticdiagnostics_qbsevolution.pdf 

21.Sergio Stagnaro. Meditazioni Porrettane 2018. La Manovra di Burgarella* corrobora la Diagnostica Psicocinetica. https://sergiostagnaro.wordpress.com/2018/08/20/meditazioni-porrettane-2018-la-manovra-di-burgarella-corrobora-la-diagnostica-psicocinetica/

22.Stagnaro Sergio. Diagnostica Psicocinetica, Evoluzione della  Semeiotica Biofisica Quantistica. 30 maggio 2009, URLs:  http://www.altrogiornale.org/news.php?extend.4823 ;  http://www.semeioticabiofisica.it/semeioticabiofisica/Biografia.htm ; http://xoomer.virgilio.it/piazzetta/professione/professione.htm; http://fai.informazione.it/search.aspx?whclau=quantistica+; http://ilfattorec.forumfree.net/?t=40120464&view=getlastpost#lastpost

23.Stagnaro Sergio. La Diagnostica Psicocinetica migliora l’Esame Obiettivo. 15, giugno 2009. ; http://www.altrogiornale.org/news.php?extend.4889; http://www.nonapritequelportale.com/?q=la-psicocinesi-esiste-funziona; http://unlocketor.altervista.org/forum/viewtopic.php?t=1192&start=0&postdays=0&postorder=asc&highlight=&sid=af35aa98b69d6f08d116f65d34b55827; http://www.spaziomente.com/articoli/La_semeiotica_biofisica_quantistica_corrobora_la_psicocinesi.pd

24.Stagnaro-Neri M., Stagnaro S., Semeiotica Biofisica: valutazione clinica del picco precoce della secrezione insulinica di base e dopo stimolazione tiroidea, surrenalica, con glucagone endogeno e dopo attivazione del sistema renina-angiotesina circolante e tessutale – Acta Med. Medit. 13, 99, 1997.

25.Stagnaro-Neri M., Stagnaro S., Il Segno di Bilancini-Lucchi nella diagnosi clinica del diabete mellito. The Pract. Ed. It. 176, 30, 1993.

26.Sergio Stagnaro. Angiobiopatia: Krogh Aveva Ragione. http://www.mednat.org/krogh.pdf e http://docplayer.it/69069496-Angiobiopatia-krogh-aveva-ragione-sergio-stagnaro.html

27.Sergio Stagnaro. Teoria Patogenetica unificata. Ed. Travelfactory. http://www.turinvest.it/libro_teoria_patogenetica.htm

 

di PAOLO MANZELLI  WWW.EGOCREA.NET

2paulus

Galileo Galilei  (1633) disse che l’uomo deve esercitate la propria coscienza razionale per non essere fuorviato dall’illusione di ciò che vede, altresì continuerà a credere che sia il sole a girare attorno alla terra evitando di capire quanto sia assurdo che la piccola terra sia  posta al centro di tutto il Creato.
Sempre allo scopo di evitare l’illusione sulla percezione della distanza Galileo mise in evidenza che la distanza tra la terra e la luna, pur essendo logicamente costante, faceva apparire più grande la luna alla sua apparizione dietro una collina mentre sembra  allontanarsi in alto  nel cielo perchè la dimensione lunare al mezzogiorno appare normalmente più piccola.
Malgrado l’insegnamento di Galileo di non fidarsi della nostra percezione della realtà macroscopica che risulta efficace solo a distanza ravvicinata, ancora nel 2020, in epoca della Pandemia Covid-19 , è stato  ritenuto utile considerare il contagio del virus Corona, che è di dimensione nanometrica, come se fosse generato unicamente dal contatto di “goccioline macroscopiche visibili “, le quali  per gravità cadono a terra dopo il distanziamento di circa un metro. Per inciso tale separazione tra le persone,  di un metro, è veramente riduttiva.Ricordiamo infatti che il Botanico Robert Brown, (1827) studiò l’impollinazione aerobica del polline di dimensioni micrometriche e si stupì di come la fluttuazione del polline sembrava impedire  di depositarlo a terra ( Moto Browniano) così che  misuro come il polline maschile di felci e piante  feconda l’organo femminile a distanze maggiori di un chilometro.
Questa è la ragione per cui le goccioline evaporando rilasciano il virus in ambienti  assai ampi che debbono essere periodicamente sanificati.
Di conseguenza il virus Corona fluttua nell’aria  e può differenziarsi per via di  mutazioni locali ed infine il Covid.19 non si trasmette unicamente per contagio diretto tra le persone.
Inoltre l’impostazione riduttiva del “distanziamento sociale“, relativa all’opinabile distanza di un metro, decisa a protezione del contagio del virus , di fatto ha escluso ogni considerazione scientifica moderna sulle proprietà di comunicazione a distanza, effettuate dalla trasmissione di quanti di energia, che vengono diffuse  e che sono  in relazione all’effettiva  dimensione nanometrica  del Covid-19 .
Pertanto una più moderna concezione del contagio virale  implica una  profonda revisione “quantistica” della interazione tra la genetica umana  ed l’epigenetica indotta dalla interazione virale.
Purtroppo in proposito dell’innovazione cognitiva della “Biologia Quantica”, proposta dal cluster Egogreanet, della quale avremmo trattato al  convegno programmato per il 27 marzo 2020, non ne abbiamo  potuto parlare, proprio a causa dell’imposizione del Look-Down .( vedi locandina in: https://www.edscuola.eu/wordpress/?p=124888  )
Così che  ora, durante la  graduale riapertura della mobilità, ci ritroviamo in una situazione ancora più accentuata di arretratezza concettuale della scienza, macroscopicamente imposta dalla visione obsoleta sulla percezione della vita, del benessere e della  salute   che è stata imposta dagli esperti virologi, infettivologi e epidemiologi,…ecc, … e infine i politici , i quali  non sembra che  conoscano  nulla o quasi del campo della ricerca  della moderna “Biologia Quantica”  applicabile alla comunicazione del virus Covid -19 con il  DNA Umano.
La Bioquantica infatti,  permette l’emergenza di una nuova visione moderna relativa alla azione epigenetica del virus.
Ad esempio, nel quadro logico della scienza  “Bioquantica” ipotizziamo  che lo “Spike proteico” ( chiodo, spina) che caratterizza il Covid-19 abbia la funzione di “sensore quantico” che permette di esplorare l’attività di comunicazione della rete cellulare con cui interagisce puntualmente il virus Corona determinando una variazione istantanea di energia della rete cellulare di comunicazione quantica così che  contemporaneamente lo “Spike”  attiva la risposta immunitaria e  inoltre permette al virus di estrarre l’energia di attivazione necessaria per la fusione della “Capside ” per liberare l’RNA virale.
LOGO BQ 2 Dab
Di questa ipotesi discuteremo al seminario di studi che come Egocreanet abbiamo intenzione di realizzare prossimamente, in date e luogo da concordare, con coloro che vorranno parteciparvi attivamente per rilanciare le tematiche che hanno caratterizzato la promozione delle scienze Bioquantiche della vita nei recenti quattro anni che sono:
1) Dalla Quantistica alla  Bioquantica
2) Entanglement e Biocampi
3) DNA- Antenna rice-trasmittente
4) La percezione cerebrale Bioquantica
5) Modulazione Laser ed effetti foto-bioacustici.
6) il Quarto Stato dell’Acqua
7) La quantizzazione dell’energia sottile
8) La  condivisione di informazione  tra genetica ed epigenetica
QUARTO STATO (2)
“QUARTO STATO DELL’ACQUA”- Daniela Biganzoli(Dab)
100 x100 – 2019
Una sintesi dei suddetti temi che hanno caratterizzato l’attività di promozione  dell’innovazione scientifica e culturale dei recenti  anni, faranno parte integrante del “Nuovo Corso di Formazione”, coorganizzato dal Cluster Egocreanet, a partire dal prossimo Settembre 2020, che  sarà aperto ad ulteriori contributi proposti dai relatori che oggi  invitiamo a collaborare, inviandomi una e.mail di adesione  all’iniziativa, specificando il tema del proprio eventuale contributo  all’indirizzo: <egocreanet2016@gmail.com>
Firenze 06/07/2020 .

By Sergio Stagnaro

download

Negli anni ’70 iniziai a dedicare la mia ricerca clinica, che persiste tuttora, al modo di essere e di funzionare dei mitocondri, convinto del ruolo biologico centrale di questi organuli intracellulari, dalle molteplici funzioni, variabili di numero da 250 a 2.500 in relazione all’intensità delle locali attività funzionali.

Alla fine degli anni ’70 ho scoperto una singolare patologia mitocondriale, denominata Istangiopatia Congenita Acidosica Enzimo-Metabolica, ICAEM, trasmessa per via materna, fondamento delle patologie degenerative più frequenti e gravi, e base delle numerose costituzioni  (1-8).

Successivamente ho scoperto i Reali Rischi Congeniti, dipendenti dalle relative costituzioni (9, 10), base della Prevenzione Pre-Primaria e Primaria di CVD, T2DM, Cancer, Alzheimer Disease, Osteoporosi, etc. (11- 18).

Era naturale congetturare che i mitocondri fossero tra loro entangled per svolgere nel modo ottimale le loro molteplici funzioni essenziali in Biologia, così come era facile prevedere che una simile collaborazione si presentasse in modo differente nel sano, in chi sta lentamente sviluppando una patologia e nel malato.

Per dimostrare con un fonendoscopio quanto sopra è necessaria la conoscenza della Diagnostica Psicocinetica (19- 22), che permette di stimolare mediante pressione digitale virtuale i mitocondri, usando la forza del pensiero. Su questa manovra è fondata la Genomica Clinica Mitocondriale, alla quale sto dedicando le mie ultime ricerche.

Centri neuronali del Sistema Biologico PNEI

sergio

Fig.1

Nel sano, la stimolazione dei mitocondri nel centro neuronale del SST-RH (Fig.1) provoca simultaneamente l’attivazione delle dinamiche microcircolatorie, per esempio, nel rene, nel fegato, nel miocardio, dove si osserva Attivazione Microcircolatoria Associata, Tipo I: la Durata della diastole del cuore periferico secondo Claudio Allegra, passa a riposo da 6 sec. a 10 sec. (Fig 2)

ScreenHunter 24

ScreenHunter 26Fig. 2

Nel soggetto con Reali Rischi Congeniti e nel paziente colpito da patologie degenerative in atto, l’Attivazione Microcircolatoria Associata, Tipo I, non è simultanea ma preceduta da un TL. Il TL e l’intensità dell’attivazione  microcircolatoria sono correlate con la gravità della sottostante patologia.

E’ interessante il fatto che la dimensionalità del caos deterministico e le forme delle dinamiche micro-e macro-scopiche dipendono dal livello di energia presente nei mitocondri (ATP). Quando la malattia è ormai avanzata e quindi irreversibile, alle fluttuazioni caotico deterministiche si sostituiscono oscillazioni tutte uguali e prevedibili, sia a livello di Implicate Order sia a livello di Explicate Order.

Da quanto precede appare ovvio il ruolo diagnostico della valutazione dell’entaglement mitocondriale.

Se esso è normale, simultaneo, di rapida attuazione il soggetto è sano.

Al contrario, la compromissione di questa collaborazione dei mitocondri è espressione della presenza di una condizione patologica.

Bibliografia.

  1. Stagnaro S., Istangiopatia Congenita Acidosica Enzimo-Metabolica condizione necessaria non sufficiente della oncogenesi. XI Congr. Naz. Soc. It. di Microangiologia e Microcircolaz. Abstracts, pg 38, 28 Settembre-1 Ottobre, 1983, Bellagio.
  2. Stagnaro S., Istangiopatia Congenita Acidosica Enzimo-Metabolica. X Congr. Naz. Soc. It. di Microangiologia e Microcircolazione. Atti, 61. 6-7 Novembre, 1981,Siena.
  3. Stagnaro S., Istangiopatia Congenita Acidosica Enzimo-Metabolica. Gazz Med. It. – Asch. Sci, Med. 144, 423, 1985.
  4. Stagnaro S., Auscultatory Percussion of Rheumatic Diseases. X European Congress of Rheumatology. Moscow. 26 June-July, Proceedings, pg 175, 19835 
  5. Stagnaro S., Auscultatory Percussion Therapeutic Monitoring and Cerebral Dominance in Rheumatology. 2nd World Congress of Inflammation, Antirheumatics, analgesics, immunomodulators. Abstracts, A. Book 1, pg. 116, March 19-22, 1986, Montecarlo
  6. Stagnaro-Neri M., Stagnaro S. Introduzione alla Semeiotica Biofisica. Il Terreno Oncologico. Travel Factory, Roma, 2004. http://www.travelfactory.it/semeiotica_biofisica.htm
  7. Stagnaro S., Stagnaro-Neri M., Le Costituzioni Semeiotico-Biofisiche.Strumento clinico fondamentale per la prevenzione primaria e la definizione della Single Patient Based Medicine. Travel Factory, Roma, 2004. http://www.travelfactory.it/htm 
  8. Stagnaro S., Stagnaro-Neri M., Single Patient Based Medicine.La Medicina Basata sul Singolo Paziente: Nuove Indicazioni della Melatonina. Travel Factory, Roma, 2005. http://www.travelfactory.it/htm 
  9. Stagnaro Sergio.Reale Rischio Semeiotico Biofisico. I Dispositivi Endoarteriolari di Blocco neoformati, patologici, tipo I, sottotipo a) oncologico, e b) aspecifico. Travel Factory, www.travelfactory.it, Roma, 2009.
  10. Sergio Stagnaro (2012). Valutazione Semeiotico-Biofisico-Quantisticadell’Attività Funzionale dei Sistemi Biologici. Il Ruolo dei Dispositivi Endoarteriolari di Blocco, fisiologici e neoformati-patologici tipo I, sottotipo a) e b). http://www.sisbq.org/libri-e-articoli.htmle-book, http://www.sisbq.org/uploads/5/6/8/7/5687930/valutazione_attivit__biolog_2012.pdf 
  11. Stagnaro Sergio.  CAD Inherited Real Risk, Based on Newborn-Pathological, Type I, Subtype B, Aspecific, Coronary Endoarteriolar Blocking Devices. Diagnostic Role of Myocardial Oxygenation and Biophysical-Semeiotic Preconditioning. International Atherosclerosis Society. athero.org, 29 April, 2009  http://www.athero.org/commentaries/comm907.asp
  12. Stagnaro Sergio.Role of Coronary Endoarterial Blocking Devices in Myocardial Preconditioning – c007i. Lecture, V Virtual International Congress of Argentine Cardiology. http://www.fac.org.ar/qcvc/llave/c007i/stagnaros.php .
  13. Sergio Stagnaro and Simone Caramel.The Inherited Real Risk of Coronary Artery Disease, Nature PG., EJCN, European Journal Clinical Nutrition, Nature PG., http://www.nature.com/ejcn/journal/v67/n6/full/ejcn201337a.html [MEDLINE] .
  14. Simone Caramel and Sergio Stagnaro (2012). Vascular calcification and Inherited Real Risk of lithiasis. In Encocrin.  3:119. doi: 10.3389/fendo.2012.00119 http://www.frontiersin.org/Bone_Research/10.3389/fendo.2012.00119/full [MEDLINE ]
  15. Sergio Stagnaro and Simone Caramel (2013). Inherited Real Risk of Type 2 Diabetes Mellitus: bedside diagnosis, pathophysiology and primary prevention. Frontiers in Endocrinology. Endocrinol., 26 February 2013 | https://doi.org/10.3389/fendo.2013.00017 [MEDLINE]
  16. Sergio Stagnaro and Simone Caramel. BRCA-1 and BRCA-2 mutation bedside detection and breast cancer clinical primary prevention.  Genet. | doi: 10.3389/fgene.2013.00039.  http://www.frontiersin.org/Cancer_Genetics/10.3389/fgene.2013.00039/full [MEDLINE]
  17. Sergio Stagnaro and Simone Caramel. The Key Role of Vasa Vasorum Inherited Remodeling in QBS Microcirculatory Theory of Atherosclerosis. Frontiers in Epigenomics and Epigenetics. http://www.frontiersin.org/Epigenomics_and_Epigenetics/10.3389/fgene.2013.00055/full [MEDLINE]
  18. Marco Marchionni, Simone Caramel, Sergio Stagnaro. The Role of ‘Modified Mediterranean Diet’ and Quantum Therapy In Alzheimer’s Disease  Primary Prevention. Letter to the Editor, The Journal of Nutrition, Health & Aging, Volume 18, Number 1, 2014, Springer Ed. http://link.springer.com/article/10.1007/s12603-013-0435-7 [MEDLINE]
  19. Sergio Stagnaro.  PSYCHOKINETIC DIAGNOSTICS, QUANTUM-BIOPHYSICAL-SEMEIOTICS EVOLUTION. Journal of Quantum Biophysical Semeiotic  Society. http://www.sisbq.org/uploads/5/6/8/7/5687930/psychokineticdiagnostics_qbsevolution.pdf 
  20. Sergio Stagnaro. Meditazioni Porrettane 2018. La Manovra di Burgarella* corrobora la Diagnostica Psicocinetica. https://sergiostagnaro.wordpress.com/2018/08/20/meditazioni-porrettane-2018-la-manovra-di-burgarella-corrobora-la-diagnostica-psicocinetica/
  21. Stagnaro Sergio.   Diagnostica Psicocinetica, Evoluzione della  Semeiotica Biofisica Quantistica. 30 maggio 2009, URLs:  http://www.altrogiornale.org/news.php?extend.4823 ;  http://www.semeioticabiofisica.it/semeioticabiofisica/Biografia.htm ; http://xoomer.virgilio.it/piazzetta/professione/professione.htm; http://fai.informazione.it/search.aspx?whclau=quantistica+; http://ilfattorec.forumfree.net/?t=40120464&view=getlastpost#lastpost
  22. Stagnaro Sergio. La Diagnostica Psicocinetica migliora l’Esame Obiettivo. 15, giugno 2009. ; http://www.altrogiornale.org/news.php?extend.4889; http://www.nonapritequelportale.com/?q=la-psicocinesi-esiste-funziona; http://unlocketor.altervista.org/forum/viewtopic.php?t=1192&start=0&postdays=0&postorder=asc&highlight=&sid=af35aa98b69d6f08d116f65d34b55827; http://www.spaziomente.com/articoli/La_semeiotica_biofisica_quantistica_corrobora_la_psicocinesi.pdf

di Paolo Manzelli

Einstein 1915. L’azione a distanza NON è considerata scienza dalla Fisica che, nel Modello Standard, prevede che l’informazione sia sempre trasportata ed attuata per contatto (del tipo chiave/serratura)  tra una fonte di emissione ed un ricettore. Infatti non hanno basi scientifiche  tradizionali la telepatia, l’empatia, l’omeopatia ecc..Questa idiosincrasia di intolleranza scientifica per l’azione a distanza, ha prodotto un reiterato impegno della tradizione scientifica, che è stato teso ad eliminare la FORZA NUCLEARE DEBOLE COME AZIONE A DISTANZA . (FND)

Nel 1979 Abdus Salam ed altri  scienziati della Scuola internazionale di Fisica di Trieste  presero il premio Nobel della Fisica sulla //Interazione Elettrodebole // che unifica il modello della FNForte con la Forza elettromagnetica alle alte energie, così da sostituire la FND dal novero della quattro forze fondamentali.

Molte evidenze della chimica non si adeguavano a tale impostazione del Modello Standard della Fisica.Ad es. due atomi di idrogeno pur essendo neutri,  prima di formare il legame molecolare (H2), si attraggono a distanza. Tale azione a distanza  sarebbe facilmente attribuibile alla FND, ma invece si preferì cambiargli il nome e trattare l’attrazione a distanza come una generica forza attrattiva debole  e a volte espulsiva, denominata //Forza di van der Waals // che agisce a distanza per attuare la formazione di molecole di atomi uguali come O2,N2,Cl2, ecc.Questa reiterata volontà della Fisica nell’eliminare l’azione a distanza dalla struttura di pensiero dominante della scienza fisica, condusse Einstein  a pronunciare la frase che dice che l’attività a distanza è un’azione spettrale che non appartiene  alla scienza.Einstein si espresse così anche se  prima teoricamente, poi sperimentalmente, si dimostrò che  l’ENTANGLEMENT QUANTICO  PRODUCEVA UNA TRANSFORMAZIONE  DELLA COMUNICAZIONE DI INFORMAZIONE  A DISTANZA  creando Campi quantici estesi di integrazione tra  energia ed informazione. Recentemente ci siamo accorti che i Virologi non sembrano essere a conoscenza di questa assurda idiosincrasia della scienza tradizionale per tutto ciò che implica trasferimento di energia ed informazione non solo per contatto ma anche a notevole distanza.  Riflettiamoci !!!!!!!!

EntanglementENTANGLEMENT? HO CHIUSO GLI OCCHI ALLA VERITA’! ” 
Daniela Biganzoli(Dab)
Acrilico su tela – 90×90 – 2013
NB. Infatti  quando con il covid 19 si tenta di definire la distanza di contagio ( un metro circa) ci si affida alla portata meccanica delle goccioline di trasporto per attuare il  contatto dell’ente di trasporto visibile.
Il fatto che il corona virus, sia di dimensione invisibile,  di 80/100 nm   e che pertanto il virus possa comunicare per tramite una trasmissione a distanza non più effettuata per semplice contatto  dell’informazione genetica, certamente tale ipotesi viene considerata una probabilità non inclusa nei criteri della scienza dominante la quale permane  limitata  al metodo tradizionale del contatto ravvicinato, che è l’unico considerato sensato dal paradigma scientifico dei virologi e degli scienziati rimasti chiusi mentalmente nel quadro del Modello Standard della Fisica.
 Paolo Manzelli www.egocrea.net.

 

di Paolo Manzelli

Delle quattro forze fondamentali in natura la FND è complementare alla Forza Nucleare Forte (FNF) che è una forza attrattiva che agisce a distanza.La FNF agisce nel compattare  (entro la distanza di 10/-13) il nucleo composto di protoni con carica (+) e neutroni con carica (0) evitando pertanto la repulsione tra i protoni del nucleo.                  I neutroni aumentano quindi la stabilità del nucleo e, se vengono espulsi dal nucleo radioattivo,  decadono trasformandosi in Protone + elettrone + neutrino.
Dalla loro scoperta, Enrico Fermi (1935) ridusse la Funzione attrattiva a distanza della FND  relegandola alla spiegazione della  trasformazione  del /decadimento -beta / del Neutrone in Protone, di conseguenza dimenticando la funzione attrazione a distanza  della FND che agisce nel mantenere la coerenza di struttura degli atomi del sistema Periodico di Mendeleev e che inoltre va ad agire a distanza più ampia anche nella formazione di aggregati intramolecolari e nella formazione dei ponti ad idrogeno.
Purtroppo il /Modello Standard della Fisica/ descrive solo tre delle quattro forze fondamentali…………………così che la FND viene sostanzialmente negletta come forza che si esprime come attrazione nucleare debole ad ampia distanza. Il problema della difficoltà di misura  della FND nasce dal fatto che i nuclei atomici contengono stabilmente neutroni i quali avendo carica neutra non sono trattabili da campi elettromagnetici così da per poter fare misurazioni dirette della FND e pertanto si preferisce non prenderla in attenta considerazione al fine di non  porre in discussione il Modello Standard su cui è costruita la fisica  che include la FNF, già abbastanza complicata, ma troppo importante per manipolare l’atomo e realizzare la Bomba Nucleare ad Idrogeno.
Paolo Manzelli www.egocrea.net
vedi : Forza nucleare debole  in :

Trittico ok

Daniela Biganzoli (Dab)

Trittico – Acrilico su tela-70 x 150 – 2020

 

L’opera vuole rappresentare i sistemi complessi che sono sistemi nei quali le singole parti che li compongono sono semplici ma interagendo  tra di loro danno luogo a un comportamento molto più complesso, non lineare. Sono dotati di organizzazione propria e capacità di adattamento, interagendo con l’ambiente circostante; sono sistemi aperti. I fenomeni naturali in genere sono molto più complessi di quello che possono sembrare. Alcuni esempi di sistemi complessi sono gli stormi di uccelli, le farfalle e gli sciami d’api che ho cercato di rappresentare nella mia opera e che riguardano la biologia.

I sistemi complessi però possono riguardare anche l’economia. Entrambe le discipline  si procurano risorse dal mondo esterno, lo influenzano e ne sono influenzati. Inoltre presentano entrambe una struttura gerarchica interna:tessuti, organi, organismi per la biologia; industrie,banche, mercati finanziari per l’economia.

L’emergere di comportamenti collettivi nel mondo animale, ad esempio un gruppo di uccelli in volo, mostra interessanti analogie con l’evoluzione delle proprietà a livello aggregato dei sistemi economici, ad esempio, le fluttuazioni del reddito o il crash di un mercato finanziario.

Lo studio dei sistemi complessi permette di capire la semplicità nascosta dentro la complessità apparente. Galileo studiava il pendolo considerandolo come un sistema isolato; lo scienziato di oggi deve invece considerare che viviamo in un universo dinamico, dove tutto è connesso e regolato da leggi non lineari.