Feeds:
Articoli
Commenti

By Sergio Stagnaro    

index

“Fare facilmente ciò che gli altri trovano difficile è talento; fare ciò che è impossibile al talento è genio”.      HENRI FREDERIC AMIEL  

                       

In un  affascinante articolo dal titolo “IL CERVELLO QUANTICO e la COMUNICAZIONE di BIOFOTONI”, marzo 12, 2017, dabpensiero, il Prof. Paolo Manzelli scrive:

“Le limitate logiche del paradigma meccanico della scienza hanno permesso di accettare l’arbitraria separazione Cartesiana tra “Pensiero (Res Cogitans) e Materia (Res Extensa )”,   dualismo che ancora oggi appartiene ad una modalità di ragionare antiquata. (4)  Infatti nel cervello, oltre a segnali elettrici e chimici, si propagano nei neuroni del cervello, i “biofotoni“, i quali guidano attraverso le tubuline (microtuboli-proteici) le attività metaboliche dei mitocontri di ogni neurone. In particolare l’interazione di” bio-fotoni – mitocondriali” con microtubuli, genera situazioni di “entanglement quantistico”, con il quale si trasformano i bio-fotoni in campi di energia d’informazione capaci di sincronizzare a distanza, (mediante una azione Non Locale), le attività cerebrali più complesse come il pensiero”.

In modo eccellente dal punto di vista ermeneutico, è  illustrata la stretta relazione esistente tra i biofotoni e la funzione mitocondriale. In altre parole, biofotoni ed attività mitocondriale sono i poli di una stessa equazione, non si modifica l’uno senza influenzare l’altro.

In un successivo articolo,  “IL CERVELLO QUANTICO e la COMUNICAZIONE di BIOFOTONI. MITOCONDRI E BIOFOTONI PER UNA NUTRIZIONE DEL BENESSERE”. marzo 19, 2017 di dabpensiero, il Prof. Paolo Manzelli ritorna su questo rapporto tra biofotoni e mitocondri: “Il flusso di bio-fotoni viene utilizzato dai mitocondri per regolare ed organizzare la produzione di ATP inserendosi attivamente nelle  varie vie metaboliche con le quali è in simbiosi.   I bio-fotoni prodotti sono  “quanti  di luce”, portatori di informazioni; essi sono stati studiati recentemente dal biofisico Prof. Fritz Albert Popp, in quanto regolano un circuito di comunicazione che organizza  la crescita e la rigenerazione delle cellule mediante il  controllo delle sequenze dei  processi biochimici e genetici”.

Nel 1922, il biologo russo Alexander Gurwitsch teorizzò la presenza di bio-fotoni, prodotti in gran misura dal mitocondri e concluse che dovevano appartenere alla banda di lunghezza d’onda dei raggi ultravioletti.

 Ecco il mio commento all’articolo:

https://dabpensiero.wordpress.com/2017/03/20/la-neonatologia-del-futuro-fondata-sulla-prevenzione-pre-primaria-e-primaria/

sergiostagnaro

<< La seguente evidenza clinica è particolarmente efficace per corroborare, o no, sia le teorie sull’importanza biologica dei biofotoni, teorizzate per primo da Alexander Gurwitsch, come scrive l’amico Paolo Manzelli, sia la previsione, avanzata da Fritz Albert Popp, che la funzione di tutto il nostro metabolismo dipende dai bio-fotoni. In un soggetto normale, che si trova all’interno di una abitazione, si valuta di base l’energia libera endocellulare in un qualsivoglia sistema biologico. Questa valutazione quantitativa è oggi possibile utilizzando anche metodi clinici, che richiedono cioè il semplice uso di un comune fonendoscopio. Subito dopo, si procede ad una seconda valutazione dell’energia libera endocellulare dell’identico sistema biologico dello stesso esaminando. Nella seconda indagine, l’energia libera endocellulare deve aumentare significativamente (del doppio, del triplo in rapporto all’attuale situazione luminosa dell’ambiente) se la funzione di tutto il nostro metabolismo, e quindi dei nostri mitocondri, sede importante del metabolismo glico-lipidico-proteico, della produzione di ATP, della sintesi dei Cluster Fe/S e quindi del controllo della lunghezza dei telomeri attraverso RTEL-1 (1), è una affermazione scientificamente vera.
1) Oliver Stehling and Roland Lill. The Role of Mitochondria in Cellular Iron–Sulfur Protein Biogenesis: Mechanisms, Connected Processes, and Diseases. Cold Spring Harb Perspect Biol. 2013 Aug; 5(8): a011312.
doi: 10.1101/cshperspect.a011312 MEDLINE>>.

Corrobora quanto sopra riferito la seguente evidenza sperimentale, facilmente riproducibile usando un comune fonendoscopio,  da me suggerita  al figlio di F.A. Popp, Alexander:

” In my opinion, the correct, physiological emission  of  Biophotons from healthy biological tissue parallels its mitochondrial function, bedside evaluated quantitatively with a common stethoscope, according to Quantum Biophysical Semeiotics.   You are able to demonstrate easily what I have just written, corroborating it with the followin experimental evidence:  firstly,  you assess the biophotons emission of a healthy  biological system of an individual.
Soon thereafter, this individul performs Apnea Test, lasting 7-10 seconds, aiming to bring about mitochondrial impairement, reducing ATP production significantly.
I predict that the biophoton emission occurs clearly pathological in the second evaluation”.

L’esperimento di Marina, illustrato nell’articolo Sergio Stagnaro, Simone Caramel.   Biological Information Fields: Quantum Biophysical Semeiotics clinical and experimental evidences, Journal of Quantum Biophysical Semeitics.  http://www.sisbq.org/uploads/5/6/8/7/5687930/wefbif_2014.pdf, dal punto di vista semeiotico-biofisico-quantistico, dimostra l’importanza dei biofotoni nell’attivare la catena respiratoria  mitocondrale e la funzione rice-trasmittente del mit-DNA. La distanza tra due persone, da 0 a 4 metri, è inversamente correlata con la loro l’Energia Libera Endocellulare, ATP.

ScreenHunter_19 Mar. 23 09.15

Bibliografia consigliata.

Popp, F. A., Li, K., Gu. Q. (1992) Recent advances in biophoton research and its application, World scientific, 1-18.

Popp, F. A., Quao, G., Ke-Hsuen, L. (1994) Biophoton emission: experimental background and theoretical approaches, Modern Physics Letters B, 8 (21-22).

Popp, F. A., Chang J.J., Herzog, A., Yan, Z., Yan, Y. (2002) Evidence of non-classical (squeezed) light in biological systems. Physics Letters A, 293(1-2): 98-102.

Cohen, S., Popp, F.A. (1997) Biophoton emission of the human body. Journal of Photochemistry and Photobiology B: Biology 40(2): 187-189.

M.W.Ho, F.A.Popp, and U.Warnke . The History of  Bioelectromagnetics“, in Bioelectrodynamics and Biocommunication,  eds., World Scientific, Singapore 1994.

C.L.Zhang, F.A.Popp and M.Bischof.  Some Remarks on the History of Biophysics and its Future“, in Current Development of Biophysics, eds. (Proceedings of the 1st Hombroich Symposium of Biophysics, Oct.3-6, 1995, Neuss, Germany). Hangzhou University Press, Hangzhou, China, 1996.

Introduction to Integrative Biophysics”. In: Popp, Fritz-Albert / Beloussov, Lev V. (eds.): Intregrative Biophysics – Biophotonics. Kluwer Academic Publishers, Dordrecht 2003, pp.1-115.

                                        by Sergio Stagnaro                                        

                      

images

“Prima ti ignorano, poi ti deridono, poi ti combattono. Poi vinci.

 Mahatma Gandhi

Fino ad oggi, per la salute psico-fisica dei neonati prima e dopo il loro concepimento, nessuno si è interessato, inclusi i rispettivi genitori, che, per mancata informazione da parte delle competenti Autorità Sanitarie sul valore scientifico e sulla efficacia della Prevenzione Pre-Primaria e Primaria, non hanno potuto prendere in considerazione le notevoli misure terapeutiche-preventive, messe a disposizione dei Medici dalla Semeiotica Biofisica Quantistica (1-3).

Oggi il SSN utilizza esclusivamente la prevenzione secondaria, apparentemente finalizzata a conservare un buon stato di salute, in verità messo a rischio da pericolosi Reali Rischi Congeniti, Dipendenti dalle Relative Costituzioni Semeiotico-Biofisico-Qiantistiche (4-8), ignorati  dalla Medicina tradizionale, come dimostrano le epidemie in aumento di CVD, DMT2, Osteoporosi e Cancro.

La costituzione psico-fisica dei singoli individui è stata affidata al cieco destino, per mancato aggiornamento. Infatti,  la presente Medicina ignora le Costituzioni SBQ e i Dipendenti Reali Rischi Congeniti (9-15), riconosciuti dalla nascita con un fonendoscopio ed eliminati con la non-costosa Terapia Quantistica Mitocondriale Ristrutturante (24), www.sisbq.org

Nell’interesse di tutti, sarebbe opportuno che le Autorità competenti sottoponessero, senza ulteriore indugio, ad un controllo severo ed onesto quanto afferma la Semeiotica Biofisica Quantistica ai fine della sua falsificazione o corroborazione.

Un solo esempio: la Prevenzione Pre-Primaria, secondo l’insegnamento della Manuel’s Story, http://www.sisbq.org/qbs-magazine.html potrebbe far nascere bambini privi di predisposizione al cancro, altamente improbabile in chi è privo di Terreno Oncologico (14). A mia conoscenza, oltre a Manuel, esistono Lorenzo a Roma e Charity-Anisha ad Hannover,  concepiti dopo che le loro madri hanno eliminato il Terreno Oncologico.

La povera Lucy, tre giorni di vita, la cui nonna materna è morta di cancro al seno, non può sapere di essere positiva al Terreno Oncologico e  al Reale Rischio Congenito di cancro al seno, con sede nel quadrante laterale superiore della mammella sinistra. Il suo pediatra non ha mai sentito parlare di questi progressi dell’oncologia e pertanto non è capace di riconoscere queste patologie al I Stadio:  non esiste oggi una sola rivista divulgativa indirizzata ai Medici mediante le loro organizzazioni, che li informi di originali ricerche cliniche, i cui dati sono pubblicati anche su peer-reviews (1-23)

Quando Lucy sarà una signorina, la sottoporranno alla Vaccinazione Anti-HPV ed eseguirà, secondo le Linee Guida, il periodico Screening fondato sulla Ecografia della Mammella e sulla Mammografia.

Marco, un bel bambino di 5 giorni, è altrettanto sfortunato: nella sua linea materna, infatti, non esistono casi di DMT2, ma solo soggetti con Costituzione Diabetica o T2DM nei primi tre stadi, ovviamente non diagnosticati (4, 15-17).

Anche se un giorno venisse  portato per un qualsiasi motivo al PS, dove notoriamente la glicemia è fatta a tutti,  anche a chi non ha la Costituzione Diabetica, nessun Medico saprà riconoscere  la positività del Segno di Siniscalchi (17-19).

Connie, sette giorni di vita, nata nel reparto di ostetricia  del più celebre ospedale del suo Paese. Purtroppo, nessuno ha saputo riconoscere nel lobo temporale destro il  focus epilettogeno da dove origineranno le crisi convulsive che la tormenteranno a partire dagli anni giovanili.  Nessuna terapia si rivelerà efficace. I famosi epilettologi che l’avranno in cura, ossequiosi del metodo scientifico-ipotetico-deduttivo, considereranno “anedottici” i casi di guarigione dell’epilessia  ottenuti con la Terapia Quantistica Mitocondriale Ristrutturante  (20-24).

Un triste futuro attende il calciatore William, colpito dal Reale Rischio Congenito di CAD alla parte iniziale  della coronaria discendente posteriore, come capitò a chi scrive, prima della scoperta della predisposizione all’IMA (5, 6, 9).  Quando sarà acquistato da una celebre Società di Calcio, nessun Cardiologo riconoscerà la sua personale spada di Damocle, iniziando così un percorso che potrebbe terminare tragicamente sul campo di gioco a causa di un IMA “imprevedibile ed improvviso”, secondo la presente Medicina. Mass-media ed Assessori della Sanità solleveranno clamorosamente il problema della necessità di un Defibrillatore dove si  raggruppamento una ventina di persone:

Più fortunata Martha, sei giorni di vita, sempre sorridente, positiva al Segno di Raggi perché portatrice della Costituzione Osteoporotica (23)A cinquant’anni, nel corso della Giornata Mondiale per la lotta all’Osteoporosi, l’esecuzione di una MOC consentirà ai Medici di diagnosticare una malattia che altrimenti sarebbe sfuggita al dominio della semeiotica fisica tradizionale fino al momento di una frattura ossea.    . 

Spero che i NEONATI di oggi, diventati giovani, leggeranno  questo articolo  e divulgheranno le teorie della SISBQ, www.sisbq.org , che nel frattempo avranno superato i necessari controlli severi ed onesti.  Ben motivati e spinti da un ineffabile entusiasmo, lotteranno fiduciosi per il Nuovo Rinascimento della Medicina, basata sul Singolo Paziente, finalizzata in primis alla conservazione della salute delle persone.

Bibliografia

  1. Stagnaro S., Stagnaro-Neri M., Le Costituzioni Semeiotico-Biofisiche.Strumento clinico fondamentale per la prevenzione primaria e la definizione della Single Patient Based Medicine. Travel Factory, Roma, 2004. http://www.travelfactory.it/htm
  1. Stagnaro  Sergio. Single Patient Based Medicine: its paramount role in Future Medicine. Public Library of Science. http://medicine.plosjournals.org/perlserv/?request=read-response
  1. Stagnaro S., Stagnaro-Neri M., Single Patient Based Medicine.La Medicina Basata sul Singolo Paziente: Nuove Indicazioni della Melatonina. Travel Factory, Roma, 2005. http://www.travelfactory.it/htm
  1. Sergio Stagnaro and Simone Caramel (2013). Inherited Real Risk of Type 2 Diabetes Mellitus: bedside diagnosis, pathophysiology and primary prevention. Frontiers in Endocrinology. http://www.frontiersin.org/Diabetes/10.3389/fendo.2013.00017/full [MEDLINE]
  1. Sergio Stagnaro and Simone Caramel (2013). The Inherited Real Risk of Coronary Artery Disease, Nature PG., EJCN, European Journal Clinical Nutrition, Nature PG., [MEDLINE];
  1. Stagnaro Sergio.   CAD Inherited Real Risk, Based on Newborn-Pathological, Type I, Subtype B, Aspecific, Coronary Endoarteriolar Blocking Devices. Diagnostic Role of Myocardial Oxygenation and Biophysical-Semeiotic Preconditioning. International Atherosclerosis Society. athero.org, 29 April, 2009  http://www.athero.org/commentaries/comm907.asp
  1. Sergio Stagnaro and Simone Caramel.Quantum Therapy: A New Way in Osteoporosis Primary Prevention and Treatment. Journal of Pharmacy and Nutrition Sciences, February 2012.
  1. Sergio Stagnaro and Simone Caramel.  The Role of Mediterranean Diet, CoQ10 and Conjugated-Melatonin in Osteoporosis Primary Prevention and Therapy. Current Nutrition & Food Bentham Science Volume 8, Number 1, February 2012 Pp.55-62
  1. E’ ben triste il caso di Oscar, quattro giorni di vita, colpito dalla Costituzione Arteriosclerotica associata alla Costituzione litiasica, che nessuno dei Colleghi di suo padre, un famoso chirurgo del torace, saprà riconoscere fino alla manifestazione clinica caratteristica. Infatti soffrirà di ripetute ed ingravescenti coliche renali fino a quando insorgeranno i primi segni della compromissione della funzione renale e dell’AOPA! 
  1. Simone Carameland Sergio Stagnaro. Vascular calcification and Inherited Real Risk of lithiasis.  In Encocrin.  3:119. doi:

10.3389/fendo.2012.00119 http://www.frontiersin.org/Bone_Research/10.3389/fendo.2012.00119/full [Medline].

  1. Sergio Stagnaro.  Two Clinical Evidences corroborating Microcirculatory QBS Theory of Atherosclerosis. Lectio Magistralis, IV Meeting of Quantum Biophysical Semeiotics International Society, May 4-5, 2013, Porretta Terme, Bologna, Auditorium, Hotel Santoli. Journal of QBS, http://www.sisbq.org/uploads/5/6/8/7/5687930/atherotheory_evidences.pdf.
  1. Sergio Stagnaro. A fundamental bias of the research: Overlooking Congenital Acidosic Enzyme-Metabolic Histangiopaty-Dependent Brain Inherited Real Risk. Journal of Neurology, Neurosurgery & Psychiatry with practical Neurology, 5 May, 2009.  http://jnnp.bmj.com/content/80/11/1206/reply
  1. Sergio Stagnaro and Simone Caramel. BRCA-1 and BRCA-2 mutation bedside detection and breast cancer clinical primary prevention.  Genet. | doi: 10.3389/fgene.2013.00039.  http://www.frontiersin.org/Cancer_Genetics/10.3389/fgene.2013.00039/full [MEDLINE].
  2. Stagnaro-Neri M., Stagnaro S. Introduzione alla Semeiotica Biofisica. Il Terreno Oncologico. Travel Factory, Roma, 2004. http://www.travelfactory.it/semeiotica_biofisica.htm
  3. Stagnaro S., West PJ., Hu FB., Manson JE., Willett WC. Diet and Risk of Type 2 Diabetes. N Engl J Med. 2002 Jan 24;346(4):297-298. [Medline]
  4. Simone Caramel, Marco Marchionni  and Sergio Stagnaro. The Glycocalyx Bedside Evaluation Plays A Central  Role in Diagnosing Type 2 Diabetes Mellitus and in its Primary Prevention. Treatment Strategies Diagnosing Diabetes, Cambridge Research Centre, Volume 6 Issue 1, Pg 41-43. http://viewer.zmags.com/publication/0aafcae9#/0aafcae9/1
  5. Sergio Stagnaro.    Siniscalchi’s Sign. Bedside Recognizing, in one Second, Diabetic Constitution, its Inherited Real Risk, and Type 2 Diabetes Mellitus. 24 December, 2010, http://www.sci-vox.com,   http://www.sci-vox.com/stories/story/2010-12-25siniscalchi%27signi.bedside++diagnosing+type+2+dm.htmlsciphu.com; http://wwwshiphusemeioticscom-stagnaro.blogspot.com/  Italian version: http://www.sisbq.org/uploads/5/6/8/7/5687930/segnodisiniscalchi.pdf
  6. Sergio Stagnaro. Il Segno di Adezati-Giordano: I Cinque Stadi del Diabete Mellito tipo 2  riconosciuti in Dieci Secondi. http://www.sisbq.org/uploads/5/6/8/7/5687930/segnodiadezatigiordano.pdf
  7. Sergio Stagnaro.  La Taileverina, prodotta nella Coda del Pancreas, svolge un ruolo importante nella diagnosi clinica dei Cinque Stadi diabetici. https://sergiostagnaro.wordpress.com/2017/02/02/la-taileverina-prodotta-nella-coda-del-pancreas-svolge-un-ruolo-importante-nella-diagnosi-clinica-dei-cinque-stadi-diabetici/
  8. Sergio Stagnaro. Epilessia essenziale eliminata con la Terapia Quantistica. Reale Rischio  Congenito Epilettico. Diagnosi e Terapia. http://www.sisbq.org/uploads/5/6/8/7/5687930/rrc_epilessia.pdf
  9. Marco Marchionni, Simone Caramel, Sergio Stagnaro. Integrated Quantum Therapy in an Epileptic Child after 13 Years of Inherited Real Risk of Epilepsy in Evolution: A Case Study. NeuroQuantology | June 2016 | Volume 14 | Issue 2 | Page 338-347 | doi: 10.14704/nq.2016.14.2.947.
  10. Marco Marchionni, Simone Caramel, Sergio Stagnaro. The Auscultatory Percussion of the Stomach Plays a Central Role in Bedside Diagnosis and Primary Prevention of Neurodegenerative Diseases and their Inherited Real Risks. 5th Annual World Congress Neotalk, Nijang, China, http://www.bitlifesciences.com/neurotalk2014/program_path1.asp#p1-2
  11. Sergio Stagnaro and Simone Caramel (2012). Quantum Therapy: A New Way in Osteoporosis Primary Prevention and Treatment. Journal of Pharmacy and Nutrition Sciences, (27 June 2012) | doi:10.1038/ejcn.2012.76, http://www.nature.com/doifinder/10.1038/ejcn.2012.76. PMID:22739250  [MEDLINE]
  12. Caramel S., Marchionni M., Stagnaro S. Morinda citrifolia Plays a Central Role in the Primary Prevention of Mitochondrial-dependent Degenerative Disorders. Asian Pac J Cancer Prev. 2015;16(4):1675. http://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/25743850[MEDLINE]

 

 

di Paolo Manzelli, Chimico-Fisico, Presidente di EGOCREANET  

LOGO_egocreanet_original

” Siamo ancora sulla soglia di comprendere appieno il complesso rapporto tra la luce e la vita, ma ora possiamo dire con forza, che la funzione di tutto il nostro metabolismo dipende dai Bio-fotoni ”                                                                            Fritz Albert Popp, (1976)

I mitocondri sono gli organuli di dimensioni che variano da 1 a 10 Micron di lunghezza, i quali hanno un proprio DNA ( di derivazione esclusivamente femminile mt-DNA ) e si riproducono come i batteri per semplice scissione ( Mitocondrio-genesi) . (1)

I mitocondri sono entità dinamiche: e possono cambiare in numero, forma e nella loro struttura funzionale interna. I mitocondri intervengono nel metabolismo catabolico (respirazione cellulare) ed hanno l’importante funzione di  ri-caricare di energia biologica le cellule, in quantità necessaria alla vita  per crescere e riprodursi.  (ADP+P + energia = ATP )

Le varie cellule di un organismo contengono  un numero molto variabile di mitocondri ( mitocondrio-genesi)  che dipende dalle necessità metaboliche e dai livelli di ossigenazione  del sangue.

In sostanza i mitocondri, inversamente dal “Cloroplasto”, responsabile nelle piante della fotosintesi clorofilliana, utilizzano l’ ossigeno per degradare, attraverso molteplici vie cataboliche il glucosio ma anche proteine e grassi, trasformandoli per ossidazione dei legami  C-H e C=C , in CO2 ed H2O  ed emettendo contemporaneamente un flusso di bio-fotoni.

I mitocondri sono di importanza vitale per la ricostruzione degli organi in quanto  ciò richiede molta energia biologica in forma di ATP; ad es. ogni cellula del fegato che necessita di rapida ricostruzione  contiene più di 2000 mitocondri per ciascuna cellula, inoltre moltissimi mitocondri  si attivano nelle cellule neuronali e nel cuore e nei muscoli.

I mitocondri sono molto ricchi in proteine e quindi riciclano la maggior parte delle proteine vecchie, prodotte su informazione del genoma nucleare (n.DNA), per degradarle in amminoacidi con cui costruiscono le proprie membrane interne. Tra le quali  avvengono i processi enzimatici del catabolismo indotto dalla respirazione mitocondriale. (2)

Il flusso di bio-fotoni viene utilizzato dai mitocondri per regolare ed organizzare la produzione di ATP inserendosi attivamente nelle  varie vie metaboliche con le quali è in simbiosi.

I bio-fotoni prodotti sono  “quanti  di luce”, portatori di informazioni; essi sono stati studiati recentemente dal biofisico Prof. Fritz Albert Popp, in quanto regolano un circuito di comunicazione che organizza  la crescita e la rigenerazione delle cellule mediante il  controllo delle sequenze dei  processi biochimici e genetici. (3)

Il primo a teorizzare la presenza di bio-fotoni che venivano prodotti in gran misura dal mitocondri fu,  nel 1922, il biologo russo Alexander Gurwitsch, il quale concluse che dovevano appartenere alla banda di lunghezza d’onda dei raggi ultravioletti. (4)

La struttura interna del mitocondrio è costituita da sinuose membrane tra le quali lo spazio inter-membrana è di dimensioni medie nanometriche di circa 6 nm .  In tali spazi  ristretti , sottoposti a vibrazioni e movimenti,  i biofotoni  possono sovrapporsi (entanglement) e trasformarsi in campi fotonici di comunicazione e distanza pertanto tale entanglement quantistico potrebbe confermare  gli esperimenti di A. Gurwitsch.  (5)

La mitocondrio-genesi è considerata fondamentale per migliorare i processi che caratterizzano la senescenza, pertanto la diminuzione del flusso di comunicazione bio- fotonica associato alla mancata risposta di genesi  mitocondriale, sembra avere conseguenze di particolare rilievo nel causare l’aumento dei danni ossidativi ( es: causati da radicali liberi) nei tessuti cellulari che non si rinnovano.

Ancora oggi la moderna fisica quantistica è poco studiata in modo inter-disciplinare con la fisica e la biologia e quindi le specifiche sequenze dei segnali bio-fotonici e la loro ricezione nell’ organizzazione ottimale della vita è in vero  poco conosciuta.

Egocreanet NGO (c/o Incubatore della Universita’ di Firenze) si prodiga da tempo a promuovere e divulgare  le più avanzate  conoscenze quantistiche per dare sviluppo transdisciplinare  all’innovazione foto-chimica della quantum-bio-medicina. (6)

Biblio on line :

(1)- : Eva -DNA :  http://www.scienzaeconoscenza.it/blog/nuova_biologia/alimentazione-genetica

(2)- : https://it.wikipedia.org/wiki/Importazione_delle_proteine_nel_mitocondrio

(3) -: https://it.wikipedia.org/wiki/Mitogenesia

(4)- : https://en.wikipedia.org/wiki/Fritz-Albert_Popp

(5)-:http://testdimedicina.altervista.org/blog/struttura-dei-mitocondri/?doing_wp_cron=1489587472.0274770259857177734375

(6)-:http://vglobale.it/la-societa-della-conoscenza/18637-il-cervello-quantico-e-la-comunicazione-di-biofotoni.html

Paolo  Manzelli  : https://www.facebook.com/groups/195771803846822/,

 17/03/2017 Firenze. < egocreanet2016@gmail.com >

di Paolo Manzelli <pmanzelli2016@gmail.com

images

Premessa: I biofotoni sono quanti di luce a bassa energia prodotti in tutto il sistema biologico vivente dalla separazione di cariche elettriche (spark). I biofotoni facilmente si sovrappongono (entanglement) creando campi di trasmissione di informazione a distanza che il cervello può modulare agendo come un computer quantistico per realizzare la nostra capacità di simulare immagini e di pensare. (1) ,(2),(3).

Intelligenze a confronto“Intelligenze a confronto”- Daniela Biganzoli(Dab)

Le limitate logiche del paradigma meccanico della scienza hanno permesso di accettare l’ arbitraria separazione Cartesiana tra “Pensiero (Res Cogitans) e Materia (Res Extensa )”,   dualismo che ancora oggi appartiene ad una modalità di ragionare antiquata. (4)

Infatti nel cervello, oltre a segnali elettrici e chimici, si propagano nei neuroni del cervello, i “biofotoni“, i quali guidano attraverso le tubuline (microtuboli-proteici) le attività metaboliche dei mitocontri di ogni neurone. In particolare l’interazione di” bio-fotoni – mitocondriali” con microtubuli, genera situazioni di “entanglement quantistico”, con il quale si trasformano i bio-fotoni in campi di energia d’informazione capaci di sincronizzare a distanza, (mediante una azione Non Locale), le attività cerebrali più complesse come il pensiero. A tal proposito molteplici studi recenti hanno dimostrato che bio-fotoni possono svolgere un ruolo chiave nelle attività neurali di elaborazione delle informazioni ed in particolare che i bio-fotoni neuronali possono essere coinvolti nelle attività quantistiche del cervello nella formazione di campi di informazione non locali. (5)

Pertanto è di rilevante importanza l’ emissione di bio-fotoni nel cervello vista in relazione alle capacità  relative di sviluppo dell’intelligenza negli esseri viventi . (6)

Un interessante  studio, correla l’emissione di bio fotoni  nel cervello degli animali (rana toro, topo, pollo, maiale e scimmia) che è indicativa della strategia evolutiva della natura che ha permesso agli  esseri umani di sviluppare una intelligenza creativa superiore a quella di altri esseri viventi sulla Terra.

Questa importante ed interessante ricerca sulla emissione di bio-fotoni, che è stata eseguita analizzando la frequenza dei biofotoni emessi da sezioni di cervello  di vari animali, denota come sia possibile evidenziare le differenze di comunicazione di segnale neurale dei bio-fotoni, in quanto esso presenta uno spostamento graduale (“redshift spettrale”), tra le sezioni di cervello degli animali posti in osservazione (in ordine di toro, topo, pollo, maiale, e scimmia), che aumenta di frequenza fino a una lunghezza d’onda nel vicino infrarosso (~865 nm). La stessa sperimentazione su fettine sottilissime di cervello umano è proibita da motivi etici, ma evidentemente è possibile estrapolare che, la più evoluta intelligenza degli esseri umani abbia una componente non trascurabile nell’emissione di uno spettro  bio-fotoni che si colloca nelle frequenze del visibile.

Purtroppo ancora la  comunicazione dei segnali bio-fotonici neuronali e la capacità di sviluppo dell’intelligenza creativa in relazione di elaborazione delle informazioni quantistiche nel cervello umano è in gran parte disconosciuta, ciò malgrado il progressivo impegno di Egocreanet nel diffondere l’innovazione concettuale e culturale di questo importante settore delle relazioni evolutive tra cervello e creatività. ln particolare la relazione tra biofotoni-entangled e lo sviluppo del pensiero e quindi dell’intelligenza creativa dell’uomo, non trova ancora particolare attenzione scientifica e culturale di coloro (artisti, scienziati, imprenditori e politici) che ancora si prodigano nel mantenere inalterate le cognizioni meccaniche-lineari, in vero ormai obsolete, mentre professano la necessità di dare sviluppo alla creatività e all’innovazione per realizzare un futuro migliore.(7)

Paolo Antonio Manzelli 10/Mar/2017                                      ScreenHunter_22 Apr. 11 19.46

BIBLIO ON LINE

(1) :Quantum Brain : http://www.edscuola.eu/wordpress/?p=59450 ;

(2) :  Cervello e percezione : https://dabpensiero.wordpress.com/2017/01/30/il-cervello-e-la-costruzione-della-percezione-del-mondo/

(3) : Entanglemenr /Disentanglemnt : https://dabpensiero.wordpress.com/2017/03/04/entanglement-disentanglement-di-biofotoni/

(4) : Dualismo Cervello/Mente : http://www.edscuola.it/archivio/lre/breve_storia.htm

(5) : Biofotoni e mitocondri: https://arxiv.org/abs/1012.3371

(6) : Biofotoni cerebrali ed intelligenza : https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pmc/articles/PMC4978290/

(7) : Scienza, Arte: http://venezian.altervista.org/Scienzarte/54._Economia_circolare.pdf

.

di Paolo Antonio Manzelli

2paulus

http://www.psicolab.net/public/pdfart/8510.pdf

Entanglementhttps://dabpensiero.wordpress.com/2013/11/12/entanglement-ho-chiuso-gli-occhi-alla-verita/

La possibilità di utilizzare informazioni quantistiche come una forma di energia comunicabile a distanza include l’inter-convertibilità della sovrapposizione ( entanglement) che viene ad agire dando forma a composizioni tra ombra e luce quantistica.

Nel Rinascimento, grandi pittori come Caravaggio utilizzarono magistralmente le composizioni di ombra/luce ( chiaro-scuro compositivo) per creare immagini come risoluzione della sovrapposizione percettiva tra luminescente ed opaco.
Oggi si utilizza la sovrapposizione di strati Bidimansionali (2D) nella costruzione di forme con le stampanti 3D .
Questa dualità 2D//3D a livello quantistico sussiste tra Biofotoni entangled (= ombra) ed Biofotoni-Non entangled ( = Luce ) che viene utilizzata nella comunicazione che indirizza la costruzione di forme nella vita biologica. Ciò in quanto tale feedback diventa utile per superare l’indeterminazione dei processi di organizzazione di strutture cooperative specialistiche come le membrane biologiche ovvero degli organi dei sistemi viventi a partire da cellule toto-potenti.
La sovrapposizione di biofotoni entangled crea un campo di comunicazione di informazione “non locale” che si configura in uno spazio/tempo bidimensionale che agisce come un ombra in quanto permette una visione di insieme che favorisce la risoluzione di ambiguità nella auto-organizzazione multicellulare necessaria alla condivisione di informazioni genetiche ed epigenetiche di un sistema complesso, mentre il retro-feedback di fotoni non entangled permette di realizzare un sistema di trasferimento di energia non casuale in quanto indirizzato dal campo di informazione entangled.
In questo modo l’ alternanza luce-ombra permette di delineare, ad un artista del ” chiaro-scuro” le forme emergenti dalla pittura. Similmente a livello quantistico la composizione entanglement-disentanglement di bio-fotoni permette di orientare l’adattamento delle cellule staminali, verso la auto-organizzazione della propria specializzazione funzionale, necessaria alla creazione multicellulare di sistemi biologici complessi.
Paolo Antonio Manzelli 03/03/2017 Firenze

screenhunter_227-feb-25-23-05

Conferenza con performance live di musica elettronica

( a cura di Sandro Salerno e Francesco Franci )

 Sabato 11 Marzo 2017 ore 18

Teatro di Villa Torlonia, via Spallanzani 1a Roma

“Dopo il Caos, Crono, figlio del Cielo e della Terra, stabilì il suo regno dal quale fu deposto per opera del figlio Dios, che aprì le porte del mondo degli Dei “ da allora, gli uomini, e non gli Dei ormai troppo umanizzati, per fuggire da se stessi, si sono consegnati ad un dio unico, perso nell’immensità dello spazio. Il passaggio dal Caos al dio unico, attraverso Cronos e gli Dei, testimonia che l’uomo avverte periodicamente e in particolari occasioni l’esigenza di cambiare, di vestire abiti nuovi, che hanno più spesso riferimento alle necessità contingenti che alla semplice realtà; testimonia altresì che il passaggio non intacca la realtà stessa ma si aggiunge, componendo l’individuo: così l’uomo sarebbe fatto di Caos, subirebbe l’ossessione del Tempo famelico mentre agirebbe in base alle leggi degli Dei, in un disordine non voluto, che egli cerca disperatamente e invano di governare sottomettendosi a dogmi e regole moraleggianti vecchie e ammuffite. (tratto da “Esiodo”)

Come non ricordare Vico e i suoi passaggi storici circolari? Come non ricordare Bruno e la realtà del possibile? Il grande merito di Jung ed Hillman è stato quello di ricollocare gli Dei nel loro sito naturale :nell’uomo, nella sua psiche, togliendoli dalla storia delle religioni, dall’antropologia, forse anche dalla poesia, ma soprattutto da quella materia con la quale non hanno mai avuto nulla da spartire, la teologia. A metà tra conferenza e concerto, Francesco Franci darà una lettura di brani tratti dall’opera di Friedrich Nietzsche “Così parlò Zarathustra”; rielaborazione elettronica live dell’ essai, del laboratorio di teatro Vrtti Opera per Zaratustra Cabaret. Seguirà un intervento live di musica elettronica di Fabio A. Scanzani dal suo recente lavoro “Alchimie sonore: l’armonia dell’universo è scritta nel nostro DNA”.

L’immaginazione del Passaggio: Hermes Mercurio. Il passaggio tra quì e lì, tra sopra e sotto, è anche il Viandante di Zarathustra, stabiliva I confini, ma anche li superava, compiendo incursioni tra vicino e lontano, tra familiare ed estraneo, è quindi il dio dei messaggi, della comunicazione, del linguaggio, con il suo fascino, ma anche con I suoi inganni: il suo arrivo è istantaneo, il flash dell’intuizione e dell’innovazione, intuitivo e scaltro. Comunque, per immaginare bisogna passare di là, e per passare dall’altra parte bisogna immaginare, (tratto da : Lopez Pedraza “Hermes e I suoi figli”)

E’ una visione politeistica del mondo; questa visione sostiene che I poteri fondamentali dell’immaginazione sono i miti (o moti?) invisibili che dispongono I nostri pensieri e le nostre azioni in linea con I modelli universali. Nella nostra cultura questi poteri dominanti hanno nomi greci o romani, ma se ne possono trovare di analoghi in altre culture (da : James Hillman Il Potere)

RELATORI

• dr. Sandro Salerno, , presidente dell’Associazione culturale Roma

• prof. Eldo Stellucci, saggista • prof. Alessandro Orlandi, saggista,

• prof. Giovanni Paletta – filosofo

• prof. Federico Gizzi – ARSI Accademia Romana di Studi Italici

• prof. Francesco Franci , socio logico matematico, coordinatore de La Rivista dei Dioscuri

Per informazioni: http://www.teatrodivillatorlonia.it

Teatro di Villa Torlonia – Tel. 060608 e 06.4404768 – info@teatrodivillatorlonia.it

la prenotazione è obbligatoria allo 060608 (effettuabile da 7 giorni prima dello spettacolo).

di Paolo Manzelli

presidente Egocreanet, NGO / Incubatore Università di Firenze

im26_ego-creanet

L’ Accademia della Fiorentina (1) si propone di promuovere un piano di comunicazione in collaborazione con Egocreanet, ( NGO esperta in Economia della Conoscenza) ed eventuali altri partners, sul corretto stile di vita, visto in rapporto all’innovazione sociale e culturale che pone al centro la sostenibilità ambientale del sistema produttivo che indica nell’“economia circolare” la capacità di  rigenerazione dell’impatto ambientale della produzione alimentare, ottenibile tramite la riduzione degli sprechi, riutilizzazione e ottimizzazione delle risorse naturali ed il riciclaggio delle risorse naturali nonchè la riduzione dei consumi energetici. L’ “economia circolare”, oltre ad essere la strategia di innovazione contemporanea, rappresenta  una  cultura tradizionale della civiltà contadina di origine rinascimentale, per cui si ricorda il detto “ del maiale non si spreca mai nulla” .

Oggi la produzione agricola di carni, perseguendo tale tradizione, è notevolmente impegnata nell’avanzamento dell’“economia circolare” allo scopo di dare un netto contributo ad “innescare percorsi di conoscenza più impegnativi “ (2), che sono alla base della capacità di competitività di un sistema produttivo moderno, dove cultura e tradizione sono l’ essenziale fattore di sviluppo e di crescita locale sostenibile. In particolare la produzione di carne e di latte in Italia da bovini di razza, utilizza metodi di pascolo e di alimentazione altamente sicuri e tracciabili, capaci di realizzare alimenti di origine animale di alta qualità nutrizionale da integrare in diete utili  a mangiare il “giusto variato e sano” della più antica tradizione contadina.

Purtroppo si assiste ad  una campagna denigratoria sul consumo di carne, che sembra non voler ascoltare ragioni sulle caratteristiche di genuinità e sicurezza della produzione di carne in Italia. Alcune di queste numerose mode dietetiche sono guidate da importazioni nutrizionali preconcette ed ingiustificate e di difesa senza limiti degli animali, ormai sono in aumento tra i consumatori, rischiando di mettere in crisi, ma anche di generare criticità positive, nell’importante settore agroalimentare della produzione di carni, che fa parte della tradizione culinaria Italiana per quale la ristorazione italiana è famosa in tutto il mondo. (3)

Egocreanet  (NGO c/o Incubatore Università ed Impresa)  pertanto si propone, in collaborazione con l’ Accademia della Fiorentina, di armonizzare la relazione tra nutrizione e benessere ed invecchiamento attivo, aggregando un gruppo di competenze finalizzato a superare le incongruenze e sbilanciamenti, dei numerosi modelli nutritivi della dietetica contemporanea, dove spesso si dimentica che la nutrizione deve armonizzare le capacità metaboliche di costruzione di una vita sana e longeva, a volte prendendo spunto da singoli elementi di nutraceutica, per utilizzarli allo scopo di lotta commerciale e favorire questo o quello specifico settore agro-alimentare della economia globale.

Come abbiamo condiviso più volte con l’ Accademia della Fiorentina e altri partners, la nutrizione è un fenomeno assai complesso che non può essere trattato escludendo, come ad es. fanno “vegetariani e vegani”, singole specie alimentari ovvero eliminando singole classi di componenti molecolari. Infatti il sistema digerente trasforma le macromolecole provenienti dal cibo in “monomeri” (i mattoni della vita) proprio per permettere di sintetizzare tramite l’ espressione dei DNAs le proprie individuali molecole di ricostruzione della vita, che evidentemente sono ben diverse dalle macromolecole acquisite dagli alimenti nel piatto. La conversione da macromolecole a monomeri funzionali, viene eseguita dai batteri intestinali e poi dal fegato per permettere al sangue di far circolare i monomeri capaci di ricombinarsi  e quindi ai DNA.s di ricostruire giornalmente la nostra vita. Pertanto la qualità del risultato nutrizionale viene a dipendere dall’armonizzazione, differenziazione ed ottimizzazione dei processi metabolici e dalla qualità’ ed organizzazione differenziata e dietetica del cibo ingerito.

Questa piena comprensione del metabolismo alimentare è la ragione  principale proposta da Egocreanet, per riflettere sull’effettiva importanza di comprendere come una corretta alimentazione serva per ottenere un articolato rapporto cosciente tra nutrizione e benessere,  tale che possa  contribuire  a superare quello stato di insicurezza alimentare che tende a generare conflitti economici e sociali. Una campagna di comunicazione  sul tema : “Nutrizione e Benessere nella Economia Circolare” sarà quindi essenziale per riequilibrare la situazione attuale dove la gente ha sempre maggior difficoltà di sapere cosa mettere nel piatto, essendo bombardata da ricette di cucina in TV prodotte da chef stellati, condizionata da diete miracolose, ed indottrinata con false notizie e da informazioni e mode alimentari fuorvianti e spesso pericolose per la salute.

Chi volesse partecipare a questa prospettiva di potenziamento della comunicazione e sviluppo, da condividere, per la salvaguardia del settore di lavoro e innovazione della produzione distribuzione e consumo della carne  è pregato di farci sapere della vs disponibilità e competenza e sostegno, per collaborare al successo di questa coerente ed importante strategia di attiva campagna promozionale della moderna e completa cultura sulla salute alimentare.

–> Paolo Manzelli 16 -02-2017 ( cell:335/6760004)

Bibliografia

(1) Accademia della Fiorentina: http://www.toscana-notizie.it/documents/735693/0/Accademia+della+fiorentina+-+doc-+convegno++23-09-2015.pdf/c070b658-afbf-4504-a17c-1f7594297883 ;

(2) Articolo di : Vasco Tacconi in Supp Unioneinforma n°11,2016 .pp.4/7.

(3) P. Manzelli “La nuova Nutriceutica “: http://venezian.altervista.org/Scienzarte/56_La_nuova_nutriceutica.pdf ;