Feeds:
Articoli
Commenti

Con molto piacere vorrei segnalare le due presentazioni dell’ultimo romanzo “FIGLIA DEL CUORE” di RITA CHARBONNIER, non solo scrittrice ma anche sceneggiatrice e attrice italiana. In passato avevo già parlato di questo bellissimo romanzo basato su una storia vera ((https://dabpensiero.wordpress.com/2020/10/15/figlia-del-cuore/ ).

Consiglio la lettura anche di altri suoi romanzi veramente interessanti che troverete in questa intervista di seguito.

(https://dabpensiero.wordpress.com/2020/10/15/figlia-del-cuore/ )

Tutte le informazioni riguardanti i due eventi sul libro” Figlia del cuore” a Floridia e a Fortino il 7 e 8 maggio potete trovarle qui:

Eἰκών.

Eikon. Il colore del sacro.

L’Istituto Culturale Mirabilis presenta l’ultima mostra personale di Serena Ingham: il 21 e 22 maggio presso la chiesa Regina Pacis saranno esposte dieci icone dipinte dall’artista seguendo fedelmente la tecnica e i materiali dell’arte iconografica antica.
Roma, 21 e 22 maggio – Serena Ingham, restauratrice, pittrice ed esperta in iconografia,

espone il 21 e 22 maggio con l’Istituto Culturale Mirabilis dieci icone in stile greco-
bizantino e veneto-cretese, tra cui alcune sue originali rielaborazioni, presso la chiesa Regina Pacis al Lido di Ostia. L’artista utilizza unicamente i materiali e i pigmenti pregiati
indicati dai maestri iconografi, segue filologicamente la simbologia del colore e della
composizione delle figure. Si occupa lei stessa della delicatissima operazione di doratura.
Serena Ingham inizia sei anni fa lo studio approfondito dell’arte iconografica esaminando testi
fondamentali come Didron e Florenskij. La sua attenzione si focalizza principalmente sullo stile
iconografico veneto-cretese, risultato del maggiore centro di arte cristiana orientale da dopo la caduta dell’Impero bizantino fino a tutto il Seicento sotto l’egida della Repubblica di Venezia. La scuola veneto-cretese diviene così il suo fondamentale riferimento, incarnato in maestri quali Angelos Akotantos o Michele Damasceno.
La continua ricerca della perfezione porta Serena Ingham a usare unicamente materiali e tecniche indicate dagli autori antichi, mai discostandosene e mai usando prodotti sintetici. Dalla scelta del legno per le tavole, alla gessatura, fino alla doratura, mestiere che richiede anni di pratica, tutto è guidato dalla tradizione iconografica antica. La preparazione e la scelta dei colori, che attraverso la simbologia parlano al lettore dell’icona, sono un ulteriore pregio. Il peccato è dunque nero, ottenuto dai tralci di vite o dagli ossi di pesca arsi, il manto degli apostoli è verde per l’uso della volsconite, così il rosso o il blu diversamente usati per il manto della Vergine. In questo modo i pigmenti pregiati vengono ridotti in polvere e mescolati all’uovo e all’aceto o, nel caso della tempera grassa, all’uovo e all’olio di lino, e
stratificati secondo la maniera antica in modo da raggiungere l’intensità voluta ed evitare l’eccessiva lucidità. La doratura, lucida od opaca, è ottenuta da fogli d’oro a 23.75 carati con la tecnica a bolo armeno o a missione.
Nella mostra saranno esposte tre stilemi della Vergine che tiene in braccio il Bambino Gesù: il primo, di scuola veneto-cretese, è la Madre di Dio della Passione, in cui lo sguardo del Bambino è rivolto verso il suo destino di Redemptor mundi. Gli altri due, di scuola greco-bizantina, sono la Madonna Hodigitria (che indica il giusto cammino nella fede, ossia indica il Figlio) e quella Glycophilousa ( che mostra il “dolce amore” reciproco tra figlio e madre).
Si aggiunge un quarto esempio, stavolta di disegno italiano, ripreso dalla Madonna dei tramonti del Lorenzetti, primo esempio nella storia dell’arte in cui le due figure della Vergine e di Gesù sono ritratte di profilo nell’atto di guardarsi. Questo atto inconvenzionale, uno dei primi che dà sfogo alla maggior libertà iconografica occidentale, viene trasferito nell’opera di Serena Ingham sull’impianto dell’icona di fattura orientale. Nella mostra si presentano, infatti, esempi di un nuovo filone di ricerca per l’artista, che guarda alla tradizione sacra due-trecentesca italiana. A questo ambito si riferiscono il Crocifisso di San Damiano e la Madonna in trono con Bambino e angeli.
La tradizione resta fondamentale nel percorso della Ingham ed è un mezzo sempre valido per muoversi verso nuove ricerche di stile.
La mostra si svolgerà presso la chiesa di Regina Pacis al Lido di Ostia nei giorni 21 e 22 maggio dalle 9 alle 12 e nel pomeriggio dalle 15:30 alle 19.
Le opere saranno le seguenti:
Cristo Pantocrator (immagine) 32 x 24 cm, tempera ad uovo e pigmenti, doratura a missione con foglia d’oro 23, 75 kr. Stile greco-bizantino.
Madre di Dio della passione Amolyntos, 35×45 cm circa, tempera ad uovo e pigmenti naturali, doratura a bolo (oro lucido) con foglia oro 23,75kr, assist con foglia oro 23,65kr, tutto su tavola gessata. Stile veneto-cretese.

San Matteo Apostolo, 20×26 cm, tempera ad uovo e pigmenti, doratura a missione su tavola. Stile greco-bizantino.

San Giovanni Evangelista, 20×26 cm,tempera ad uovo e pigmenti, doratura a missione su tavola. Stile greco-bizantino.

San Paolo Apostolo, 20×26 cm, tempera ad uovo e pigmenti, doratura a missione su tavola. Stile greco-bizantino.

San Pietro Apostolo, 20×26 cm, tempera ad uovo e pigmenti, doratura a missione su tavola. Stile greco-bizantino.

Madonna Hodigitria con bambino, 20×26 cm, doratura a bolo con foglia oro 23,75 kr. Stile greco-bizantino.
Madonna della Tenerezza (Glycophilousa) con bambino, 21×28 cm, doratura a bolo con foglia oro 23,75 kr. Stile greco-bizantino.
Madonna dei Tramonti, 35×45 cm, tempera ad uovo e pigmenti, doratura a missione con foglia oro 23,75kr, doratura a bolo con foglia oro 23,75 kr. Stile italiano.
Madonna in Trono con bambino e angeli, 35x45cm,tempera ad uovo e pigmenti naturali, doratura a missione con foglia oro 23,75 kr, doratura a bolo con foglia oro 23,75 kr. Stile italiano.
Crocifisso di San Damiano, 100 x70cm, tempera ad uovo e pigmenti naturali, doratura a missione con foglia oro 23,75 kr. Stile italiano.

Interessi simili mi portano a segnalare  l’Istituzione Culturale Mirabilis che si occupa soprattutto di Arte ma anche di eventi legati a filosofia, architettura, cinema e metaverso. Un’associazione che si trova a Roma, in viale della Marina 3, al Lido di Ostia.

Questo il link del blog dove potete trovare tutte le informazioni riguardanti le loro attività che ritengo veramente interessanti.

http://www.mirabilis-italia.it/

Convivium, il nuovo esclusivo evento dell’Istituzione Culturale Mirabilis

Nei mesi di aprile e maggio l’Istituzione Culturale Mirabilis presenta una serie di quattro convegni tenuti da importanti nomi nel campo dell’architettura, della filosofia e del cinema, ideati esclusivamente per i suoi soci.

Roma, 9 aprile / 12 e 21 maggio 2022

L’Istituzione Culturale Mirabilis ha ideato una serie di quattro appuntamenti con oratori d’eccezione organizzati presso l’Aula Michelangelo nella propria sede a Ostia Lido, in viale della Marina 3. Il ciclo di incontri si è aperto il 2 aprile con il dottor Fabrizio Funtò e continuerà nei mesi di aprile e maggio per tre diversi sabati pomeriggio. I convegni sono prima di tutto un’occasione di piacevole incontro tra i partecipanti. Convivium nasce per toccare temi che vanno oltre il mondo della pittura e soprattutto vuole essere un un momento di confronto e socializzazione tra le persone che vogliono unirsi all’esperienza Mirabilis.

Convivium significa prima di tutto trovarsi in buona compagnia, in un ambiente di scambio e di contatto tra i partecipanti. Nell’aula Michelangelo ospiti avranno la possibilità di accomodarsi e assaggiare una buona tazza di tè a scelta tra diversi tipi e socializzare in serenità tra loro, ottima occasione per scambiarsi impressioni e idee e, in un certo senso, di trovarsi tutti insieme per conoscersi. Questo è un aspetto fondamentale in un periodo in cui le relazioni umane sono state così fortemente colipte. Sarà anche benvenuta l’interazione con la relatrice o il relatore dell’incontro, si potranno proporre curiosità, confronti, nuove tematiche con la libertà di un incontro tra amici riuniti per il piacere di conversare.

Gli argomenti dei nostri appuntamenti spaziano dalla filosofia fino all’architettura e al cinema. Convivium è stato ideato proprio come ingrandimento del punto di vista sull’arte verso argomenti che vanno oltre la pittura. Su quest’onda il 2 aprile il dott. Fabrizio Funtò, innovation designer, filosofo e scrittore, ha dato inizio a Convivium con il primo appuntamento “Colore e sentimento” e ha affrontato il tema dell’associazione tra colore e sentimento, con uno sguardo particolare all’odierna era digitale della color correction. Le date che seguiranno hanno lo stesso obiettivo: il 9 aprile la professoressa di architettura e progettazione urbana dott.ssa Rejana Lucci ci farà scoprire le meraviglie architettoniche di Ostia con “Passeggiate per Ostia”.

Segue il terzo appuntamento il 14 maggio con la giornalista cinematografica dott.ssa Flavia Schiavi e “Non è tutto oro quello che luccica” che ci farà scoprire le curiosità dietro la produzione dei film più famosi portandoci dietro le quinte e nei camerini degli attori e dei registi più celebri.

Convivium si concluderà il 21 maggio con il dott. Fabrizio Funtò, il quale ci farà attraversare e comprendere i misteri del metaverso. “Dalla realtà virtuale al metaverso” ci guiderà tra le nuove tecnologie che stanno cambiando la nostra vita.

Gli incontri sono del tutto gratuiti e riservati ai soci di Mirabilis. Dopo l’incontro di apertura del dott. Fabrizio Funtò COLORE E SENTIMENTO avvenuto il 2 aprile, l’appuntamento è sempre alle 15:30 presso la sede in Viale della Marina 3, Ostia Lido.

Sabato 9 aprile ore 15:30 – 17:30 PASSEGGIATE PER OSTIA con la dott.ssa Rejana Lucci;

Sabato 14 maggio ore 15:30 – 17:30 NON È TUTTO ORO QUELLO CHE LUCCICA con la dott.ssa Flavia Schiavi;

Sabato 21 maggio ore 15:30 – 17:30 DALLA REALTÀ VIRTUALE AL METAVERSO con il dott. Fabrizio Funtò.

Un libro di poesie incantevole! Questi versi tratteggiati dall’autore con eleganti parole ci permettono di sognare, di elevarci spiritualmente. In questo libro, di cui consiglio la lettura, lo sguardo viene indirizzato sull’Illusione del TEMPO, argomento che trovo anch’io decisamente affascinante tanto da aver dedicato una mia opera a questo e che Cantara ha utilizzato come copertina del suo affascinante libro. L’autore in diverse sue poesie, denominate “Poesie quantiche” viene attratto anche da un argomento particolare, quello della Fisica Quantistica, che apre ad un mondo nuovo che spero possa essere maggiormente compreso. L’autore denota una grande sensibilità interiore che viene percepita attraverso i versi delle sue poesie.

Vorrei consigliare la lettura di questo libro veramente interessante scritto dalla ricercatrice LOREDANA FILIPPI, già autrice di Al di là del velo”. Già nutrivo una profonda stima per questa scrittrice che cerca di sposare l’antico sapere con quello delle nuove frontiere scientifiche.

Sono inoltre felice che nella copertina sia stata inserita una mia opera dal titolo “Unione degli opposti

Questo è un libro che ci porta a riflettere, a cercare di comprendere il perchè di molte cose, a partire dall’enorme cambiamento epocale che stiamo vivendo, cercando di imprimere la forma che vogliamo. Molti pensieri erano già in me, come lasciati lì in attesa che qualcosa, qualcuno li risvegliasse, li portasse ad esprimersi. Spesso abbiamo bisogno di un sostegno e questo libro mi ha dato la carica necessaria per affrontare tutto questo. Gli argomenti trattati sono numerosi, dalla rottura epocale con il passato al guardare verso una medicina il più possibile naturale che sappia comprendere la dimensione interiore. Da segnalare anche l’attenzione verso la Fisica Quantistica che ci porta verso un mutamento importante, verso una consapevolezza. Un concetto che viene trattato è l’unione degli opposti da cui scaturisce prosperità, la dualità che si fa uno. Un libro che può anche aiutarci ad attraversare questo triste periodo che stiamo vivendo.

Dicono del libro:

Chi finirà di leggere queste pagine non sarà lo stesso di quando ha iniziato la lettura. Questo libro è promessa di molte scoperte. Non fermatevi sulla soglia, ma attraversate impavidi il portale della Conoscenza. Dall’altra parte c’è la vostra anima.”  Mirella Santamato, scrittrice

Un’opera scritta con un linguaggio di grande livello ma allo stesso tempo chiaro e facilmente comprensibile a tutti”  Emanuele Properzi, imprenditore 

In pochi incontri con Loredana Filippi ho sentito la forza di un lavoro che fa emergere la propria narrazione interiore e va a modificarla con garbo e delicatezza”  Paola Corazza, Assistente Sanitaria

Biografia LOREDANA FILIPPI

Ricercatrice e studiosa, esperta di psicosomatica e linguaggio del corpo, è promotrice del progetto MEDICINA DEI SIGNIFICATI (“L’anima guarisce quando ritrova il significato delle cose”). Coniugando la formazione classica ed umanistica alla ricerca, frutto delle nuove frontiere scientifiche, si dedica da quasi trent’anni allo studio del rapporto tra coscienza e salute

Chi desidera ricevere il libro con DEDICA e SCONTO SPECIALE (da 16,90 a 15,00 euro) e SLIDE di accompagnamento, contatti direttamente l’autrice a questo indirizzo:loredana@medicinadeisignificati.com

Il libro si può trovare anche su Amazon .

Consiglio la lettura del libro “Vita con Gatto“, scritto dal Dott. Domenico De Felice, medico, opinionista di sanità sociale. E’ una raccolta di idee per una buona sanità esposte al suo micio. Riporto di seguito le sue parole tratte dal suo blog sul “Fatto Quotidiano” che ci raccontano il suo pensiero e le sue lotte.

(https://www.ilfattoquotidiano.it/2021/12/06/vita-con-gatto-una-raccolta-di-idee-per-una-buona-sanita-esposte-al-mio-micio/6414957/)

Un libro che ho scritto io con il sigillo proprio di Francesco Zambon, che ha scritto la postfazione, mentre la prefazione è dell’autore storico di Piero Chiambretti, Tiberio Fusco.

Il titolo, che sembra adatto a un libro da regalare a Natale, è Vita con Gatto (Linea edizioni, dicembre 2021). È una raccolta infinita di colloqui giornalieri con il mio Gatto rosso Regù, che in tibetano vuol dire speranza (con la s minuscola!), che ascolta le mie idee su una buona sanità per salvare il nostro Sistema Sanitario Nazionale, a differenza di tutte quelle persone, soprattutto politici e amministrativi, che hanno avuto le orecchie chiuse in questi anni. Dei fogli di appunti da “strappare” virtualmente per condividerli.

Una strenna natalizia di buon augurio di salute. Credo vada letto, regalato e diffuso per far avere il grosso merito a Regù, come dice Francesco Zambon, che ringrazio pubblicamente di poter trovare tutte le mie idee in un unico posto.”

1)- La  MASCHERINA è solo una sensazione di difesa dalla probabilità di  Contatto Virale-

Il Virus Pandemico ha una dimensione di 80 Nanometri e mediamente in una gocciolina di saliva emessa respirando ne può contenere un Milione . All’aria aperta a seconda della ventilazione le goccioline possono viaggiare sospese tra 8 e 15 minuti e una persona può emetterne all’incirca tra 1000 e 2000 goccioline al secondo se solo respira ovvero se parla.

In un minuto di conversazione una persona fa aleggiare tra 60000 e 120.000 goccioline che prima o poi evaporano invece di depositarsi al suolo rilasciando il virus nanometrico muoversi in miscelazione nell’ aria in forma di “ Aereosol”.

In ambienti chiusi ed affollati la durata temporale delle goccioline in aria si dimezza, e le goccioline evaporano più rapidamente a causa della più elevata temperatura così che si forma una alta densità di nano-particelle virali in forma di “Aereosol” le quali, a causa delle loro dimensioni nanometriche, sono del tutto trasparenti alla presunta protezione della Mascherina che resta solo una falsa sensazione di tutela dal contatto del Virus .

Il problema della infettività da COVID 19 , non è però limitato al CONTATTO  con il Virus Pandemico ma dalla Carica Virale che genera il CONTAGIO Virale,  che dipende dalla complessa interazione tra la capacità di attivare la riproducibilità del Virus ed la protezione esercitata dal  Nostro Sistema Immunitario.

Troppo spesso si ritiene che la statistica del “Tracciamento del numero Contatti”  sia da considerare un presupposto proporzionale all’effettiva azione di CONTAGIO virale così che si basano i dati statistici del tracciamento dei CONTATTI, per effettuale gravi  limitazioni dei  diritti  delle persone  per motivi di emergenza della tutela della sanità pubblica.

EGOCREANET Cluster  / www-egocrea.net / fin dall’inizio della Pandemia Virale ha posto in evidenza la “Irrazionalità della Percezione Macroscopica”  del Virus Sars.Cov.2. in quanto il Virus risponde a caratteristiche chimico-fisiche peculiari della “NANO-SCIENZA” –

Biblio on Line :  Paolo Manzelli in : https://www.edscuola.it/lre.html

 La Nano-Scienza : https://www.edscuola.eu/wordpress/?p=150365

Vecchio E Nuovo Paradigma della Scienza : https://www.edscuola.eu/wordpress/?p=149954

La Scienza Meccanica :

; https://www.edscuola.eu/wordpress/?p=139282

  • ENTANGLEMENT  QUANTICO e DIFFUSIONE dell’ONDA PANDEMICA VIRALE .

————————————————————————————————————–

L’entanglement quantistico si manifesta tra le particelle Nanometriche del Virus Sars Cov 2 ,  le quali per tramite l’emissione di Elettroni interagiscono con i fotoni della luce creando una rete di SPIN tra gli Spykes della corona proteica delle particelle virali , così che l’Aereosol risultante (soluzione tra Aria e Virus ) si comporta come un insieme di particelle nanometriche le quali sono intrinsecamente collegate che si muovono unitamente  come una onda che viene trasportata dalle nubi e dalle piogge pandemicamente nel mondo .

àSPIN& SPYKE : https://www.edscuola.eu/wordpress/?p=139185

Biblio on line “NANO – SCIENZA” :

Entanglement dai Sensi alle Sensazioni in .Facebook

https://www.facebook.com/groups/ENTANGLEMENT/posts/4536676943057833/

Virus si comporta come BIOSENSORE : https://www.edscuola.eu/wordpress/?p=143330

LA VARIANTE OMICRON (Nota)  

Ancora si cerca il paziente zero di ciascuna variante pensando erroneamente che la diffusione del virus pandemico avvenga attraverso una catena lineare di contatti mentre diversamente le varianti vengono diffuse pandemicamente come “Aereosol” della miscela Aria e Virus-nanometrico dalle nuvole e le piogge che ruotano attorno alla terra .

Datosi che la variante OMICRON è stata scoperta per la prima volta in Africa Australe si afferma che le Varianti ALFA,DELTA ED OMICRON sono causate soltanto da una più elevata circolazione virale, la dove ci sono molti Non-Vaccinati

In realtà quello che varia è l’interazione di informazione tra gli Spykes ed i Recettori (ACE.2.). così che nelle Varianti è necessario prendere in considerazione sia la mutazione degli Spykes in relazione e quella dei Recettori , proprio in quanto la capacità di Ricezione viene sistematicamente inibita dalla frequente somministrazione del siero virale genetico .

NB: Sollecitiamo  tutti coloro che vorranno partecipare e sostenere l’ impegno culturale e scientifico dello sviluppo dell’INNOVAZIONE DELLA NANO-SCIENZA VIRALE, di  aderire al Cluster Egocreanet , seguendo le modalità di iscrizione per l’anno 2022, reperibili in (  www,ego crea,net  ) ;

Paolo Manzelli , <egocreanet2016@gmail,com> cell 331.3638024 –  28/11/2021; Firenze

Breve Sintesi dell’innovazione scientifica delle dimensioni e forme nano-metriche

di Paolo ManzelliChimico Fisico UniFi , Presidente di Egocreanet : www.egocrea.net 

L’ Oro  così come l’Argento o il Rame ed altri metalli in forma di sospensione colloidale sono noti fin dall’ antichità come rimedi terapeutici (Elisir di Lunga vita) in quanto energizzanti e anti infiammatori ed analgesici,  realmente utili per rallentare i processi di degenerazione superficiale delle cellule con conseguente effetto terapeutico ringiovanente della  pelle.

L’Oro, l’Argento il Platino ed altri  metalli colloidali sono  ancora oggi in commercio medicamenti topici con specifiche qualità terapeutiche di  analgesici in grado di lenire i dolori articolari che si manifestano come artriti, artrosi e reumatismi. Tali colloidi sono miscele costituiti da ultra-micro particelle solide, con diametro sub-micrometrico compreso tra 01 e 200 nm, disperse in un gel ( es Gelatina di Pesce) ed anche in acqua. 

Inoltre è ascrivibile come precursore della moderna “Nano-Scienza”  la Fotografia in “ Bianco e Nero”  che durante il 1800 ha avuto il suo sviluppo sulla base di prodotti colloidali ottenuti dalla reazione fotochimica ottenuta nella precipitazione di  particelle nano-metriche ( tra 100 e 1000 nm) del metallo Argento prodotto da una  miscela omogenea di  Gel-fotografico e Sali di Argento ( il Foto-gel è ottenuto da Collagene delle  cartilagini animali)

Piu’ di recente a partire dalla Scoperta del Grafene del 22 Ott./2004 , due giovani ricercatori  russi , emigrati a Manchester, Andrej Gejm e lo studente Konstantin Novosëlov, ottennero l’esfoliazione di strutture nano-metriche sfaccettando, con il semplice metodo di stappo con il nastro adesivo (Scotch) , strati ultra sottili “Grafene” ottenuti da un lapis di grafite. In seguito allo loro scoperta essi furono sorpresi dal netto cambiamento delle proprietà chimico fisiche del grafene costituito da uno strato quasi bidimensionale di una rete di  esagoni  di atomi di carbonio,  che presenta una alta resilienza come miscela tra la durezza teorica del diamante e la flessibilità versatile della plastica, la quale ne determina la importante proprietà di conduttore di Ond//Particelle Quantiche. Queste possono assumere  comportamenti di natura elettromagnetica-quantica,  tra loro opposti come  : impedire il flusso di elettroni, agendo da isolante, oppure invece far fluire la corrente elettrica senza opporre resistenza, agendo  da superconduttore.

Per questa scoperta della transizione tra Grafite i Giovani Ricercatori Russi ricevettero il Nobel per la Fisica nell’anno 2010.

Oggigiorno  la NANO-SCIENZA è in grande evoluzione sia teorica, dove la tendenza alla diminuzione della scala nano-metrica conduce alla scoperta di nuove Proprietà Scientifiche Quantiche, che sono insolite perchè agiscono nel settore dalla comunicazione della luce e del suono m viste  in relazione alla modificazione delle tradizionali  caratteristiche della “Scienza Macrosopica Classica” precedentemente affermatasi come “Scienza “ comunemente intesa e diffusa.

In particolare, Nano-Particelle (NP) inorganiche, di dimensioni variabili di pochi (nm), attraggono un interesse sempre crescente a causa della possibilita’ di modulare la Nano-scalabilita’ di  nuove  originali proprietà chimico-fisiche a riguardo dell’interazione con la conduzione della luce e del suono, migliorando in tal guisa le proprietà , optoelettroniche e chimico-catalitiche degli NP inorganici, in dipendenza  alla loro forma geometrica e della significativa decrescita delle dimensioni .

In particolare le proprietà di colloidi metallici di particelle nano-metriche di Oro, Argento e Rame ecc.. assumono proprietà innovative fondamentalmente differenti a quelle dei loro materiali massivi di dimensione microscopica.

Le NP di particelle metalliche colloidali agiscono infatti da semiconduttori nano-metrici, in quanto aumentano progressivamente il gap tra l’energia della banda di valenza e quella della banda di conduzione con il diminuire progressivo delle dimensioni. La Nano-scalabilità verso dimensioni inferiori ai 100 nm comporta un significativo spostamento a più alta energia delle transizioni elettroniche, sia in assorbimento che in emissione, in quanto, ad es. sali di sistemi Nano-colloidali presentano originali assorbimenti come plasmi, capaci di esercitare vibrazioni  risonanti che sono ascrivibili all’oscillazione degli elettroni di conduzione in spazi “confinati” da intorni costrittivi che divengono correlabili alle  caratteristiche della variazione  forma delle NP-inorganiche, considerati in relazione alle mutue interazioni e agli specifici contorni fisico-chimici sperimentati.

Tra le proprietà di costrizione esterna collegate a questi fenomeni si possono associare alla variazione della  temperatura di fusione, che diminuisce significativamente nelle NP metalliche come proprietà innovativa così come quella della semiconduzione elettrica e magnetica, le quali variano in maniera drastica in questi regimi di confinamento della NP metalliche , in dipendenza della loro variazione della forma e della dimensione .

Le moderne  strategie di tipo colloidale offrono pertanto la possibilità di fabbricare NP di materiali inorganici dispersi in solventi organici in un ampio intervallo di composizioni, quali ossidi, metalli e metalloidi, mediante un accurato controllo delle loro dimensioni, e della variazione della forma geometrica, sia in fase cristallina che di superficie . Questi  sistemi di costruzione colloidale di materiali colloidali sono ottenuti agendo su tutti i suddetti parametri critici esterni di costrizione della  dimensione forma nano-metrica ed  indirizzati al fine di modulare  le proprietà finali di tali nano materiali colloidali.

Il controllo delle dimensioni è ottenibile grazie a modi di verifica della fase di nucleazione e successiva crescita della cristallizzazione delle NP inorganiche, durante la precipitazione di cristalli la quale viene realizzata attraverso la modulazione della temperatura e pressione e/o della modalità di introduzione e catalisi della stimolazione della nucleazione. Per il controllo della geometria possono essere applicate diverse metodologie in funzione della composizione delle NP inorganiche che si intendono ottenere.

L’evoluzione della forma delle NP è guidata da un accurato controllo dell’ambiente chimico come ad es. un ruolo significativo può essere svolto dall’interazione preferenziale dei tensioattivi irrorati su specifiche facce ultra micro-dimensionali della crescita dei  nano-cristalli in modo da limitare la crescita cristallina in quella direzione voluta della forma delineando così le caratteristiche delle architetture delle NP inorganiche risultanti.

Altri metodi di controllo di forma e dimensione dei Cristalli Inorganici NP possono essere ottenute mediante  procedure di organizzazione dei nano-oggetti da miscele in acqua o altri solventi, tramite un processo di evaporazione lenta della soluzione; lo strato superficiale risultante è determinato dalle complesse  interazioni idro-fobiche//Idrofile tra NP-inorganico  ed il solvente , che nel loro complesso incentivano  una spontanea organizzazione in super-reticoli di cristallizzazione che  posseggono alte qualità di conduzione della luce e del suono.

L’organizzazione di queste super reti colloidali consente l’ulteriore manipolazione del loro coordinamento con l’incorporazione con altri nano-materiali polimerici la quale crea nuove funzionalità tecnologiche ormai in grande espansione, che vanno a colmare  il gap tra nano-e macro-scala, in modo da utilizzarne l’innovazione delle  originali proprietà in sistemi e dispositivi per applicazioni in diversi ambiti transdisciplinari, tra cui la conversione dell’energia, l’ambiente e la biomedicina.

NANO –PARTICELLE COLLOIDALI : http://chim.it/sites/default/files/chimind/pdf/2018_4_50_ca.pdf

————————————————-

Infine è importante sapere che l’Europa ha lanciato il Progetto “Graphene Flagship” in vista delle possibili applicazioni biologiche dei nano tubi di carbonio.

I nanotubi sono nano-particelle in cui un tubo è costituito da Grafene ( che possono essere realizzati anche da strati arrotolati di reti di anelli esagonali di Carbonio) e che inoltre possono essere e chiusi alle estremità da due calotte dette di  “emi-fullerene”.  I nano tubi possono comportarsi da nano filamenti cavi di dimensioni di (01.05- nm) che a seconda della loro organizzazione possono presentare  alternativamente caratteristiche  isolanti o di super conduttori capaci di trasportare nano correnti elettromagnetiche di luce e di suono ad elevata resa e velocità di trasferimento rispetto ai cavi ultra microscopici di rame, i quali possono deteriorarsi e fondere. I nano tubi infatti sono meccanicamente molto più resistenti dell’acciaio, mentre contemporaneamente sono più leggeri di fogli di nano-alluminio poichè sono  eccezionalmente flessibili ed inoltre quando assoggettati a distorsioni ed infine presentano la memoria di forma ritornando più volte nella geometria precedente alla distorsione. Nelle applicazioni biologiche i nanotubi possono contenere e proteggere assieme gas di Argon o Idrogeno alcune sezioni genetiche di DNA e di RNA per molte successive applicazioni delle moderne terapie genetiche

EU. Graphene Flagship : https://fisiciaroundtheworld.wordpress.com/2013/03/12/graphene-flagship-ed-altri-superprogetti-europei/GRAPHENE

In conclusione di questa “Sintesi sulla  NANO – SCIENZA  “ abbiamo messo in chiara evidenza come la moderna innovazione tecnologica conduca alla necessità impellente  di modificare  le ormai obsolete concezioni della Scienza Classica Macroscopica rivedendole teoricamente e tecnologicamente nella nuova   dimensione transdisciplinare della “Moderna Scienza Quantica”.

 Nano-Bio.Chimica Proteica : https://www.edscuola.eu/wordpress/?p=150196

 ————————————————————————————–

NB: Sollecitiamo  tutti coloro che vorranno partecipare e sostenere l’impegno culturale e scientifico dello sviluppo del NUOVO PARADIGMA DELLA SCIENZA, di  aderire al Cluster Egocreanet , seguendo le modalità di iscrizione per l’anno 2022 , reperibili in (  www,ego crea,net  ) ; Paolo Manzelli , <egocreanet2016@gmail,com> cell 331.3638024 –  26/11/2021; Firenze

Nano-biochimica Proteica

di Paolo Manzelli Chimico-Fisico UniFi , www.egocrea.net

Esplorando la struttura del Virus Sars.Cov.2 ci accorgiamo che ha una morfologia rotondeggiante che sembra possibile costruire utilizzando una nano struttura di grafite, il Fullerene ( nano-tubi a forma di pallone del calcio), ed aggiungendo alcune componenti proteiche come le proteine (M) della membrana di rivestimento che costituiscono la “Capside” al cui interno è contenuto il RNA –Virale a singola elica e con polarità positiva di 1.5 nm.

Più esternamente sono legate tutta una serie di trimeri Glicoproteine S (Spyke= a forma di Spina Elettrica, di circa 20 nm ciascuna) che nell’insieme somigliano ad una Corona di Spine che circonda il Virus che nell’ insieme è di circa 80 nm.

Il trimero proteico ha una polarizzazione negativa e possiede la specificità di indagine bio.elettrica per reperire le Cellule ACE.2//1.  (Angiotensina che agisce come Ormone-Recettore della vaso costrizione della pressione arteriosa tessuti polmonari e cardiaci e di molti altri organi vitali)

La Complessa interazione tra SARS-CoV-2 e l’ormone ACE.2//1 non è dei tipo tradizionale del tipo descritto in termini di “Chiave-Serratura” in quanto ha come fondamento l’inter-scambio di informazione tra Virus e Sistema Immunitario mediato dall’azione anti-infiammatoria della vaso costrizione la quale può aprire o chiudere l’ ingresso dell’ RNA-Virale.

Infatti il Virus Pandemico ha una struttura indicata a comportarsi come un Nano bio sensore chimico in grado di rilevare informazione ed inviarle al proprio RNA che opta per la decisione di disfarsi della struttura della Capside, solo quando l’ormone ACE.2//1 non presenta la reazione adeguata a bloccare l’ ingresso del RNA.

Il Virus Sars Cov 2 è quindi  costruito come un biosensore altamente sensibile per individuare le condizioni nelle quali trasformare il semplice “Contatto” superficiale in effettivo “Contagio” provocato dall’infezione cellulare del RNA virale che inizia a riprodursi nel nostro organismo –

——————–

Questa visione dell’attività Nano-Biochimica del Virus Sars.Cov.2 è stata sviluppata da EGOCREANET NGO -Firenze  ed è  orientata verso il netto superamento “Epigenetico delle Scienze della Vita” in quanto viene sistematicamente finalizzata a mettere in evidenza i limiti della Scienza Meccanica che consideriamo scientificamente obsoleta e del tutto fuorviante di ogni possibilità di Futuro Sviluppo  Ecologico, Sociale ed Economico.

NB: Si ricercano nuove adesioni al CLUSTER EGOCREANET 2022 vedi modalità di iscrizione in:

EPIGENESYS

L’ EPIGENESYS tratta della codificazione degli elementi derivati dall’ambiente

(Aria, Acqua, Cibo, Luce e Suono) che sono essenziali per la Vita.

Cio' significa che da una cellula Madre di ogni organo vitale si duplicano due cellule Figlie, inizialmente Identiche, di cui una delle due deve Morire o per Necrosi ovvero per Apoptosi ( = Morte programmata dal particolare ciclo di vita di ogni organo vitale).
I sistemi viventi (eucarioti-Uomo Piante ed Animali), per vivere estraggono l'energia dal respiro, dal bere, dall' alimentazione, illuminazione e dal suono, che sono necessari per rinnovare le cellule di ogni organismo nei loro cicli di vita.
Gli antichi saggi dicevano " SI NASCE UNA VOLTA e SI MUORE CENTO VOLTE ",infatti durante il ciclo di vita le cellule muoiono così che si rigenerano per molte volte per “MITOSI” ovvero "Duplicazione Cellulare".
Quindi anche se manteniamo la nostra Individualità (del DNA) e della Memoria, nell'arco di una vita innoviamo completamente tutte le cellule del corpo e del cervello così come quelle del Sistema Immunitario, attraverso molteplici cicli di duplicazione.
Durante la Differenziazione delle Cellule Figlie, la Morte Programmata (Apoptosi) è una caratteristica che trova nella Duplicazione del DNA un preciso controllo dell'integrità della doppia elica del  DNA nei “Telomeri“(le sezioni terminali del DNA), le quali si riducono progressivamente accorciandosi e tenendo il calcolo del numero delle duplicazioni effettuate senza errori di replicazione.
Le cellule tumorali sono cellule che si oppongono al programma di “Apoptosi” alterando la regolarità della Meiosi  e creando neoplasie delle varie forme di cancro .
Infine la Necrosi può essere Traumatica o Patologica, ed in entrambi i casi conducono alla Morte e alla sostituzione delle cellule alterate nelle loro funzioni vitali.
In conclusione crescere e vivere trovano nella ereditarietà del DNA soltanto  un controllo Genetico interiore della codificazione Epigenetica dell'“Energia Vitale” estratta dall'Aria,Acqua,Cibo,Luce e Suono dell'ambiente esterno ivi compreso quello ecologico, sociale e culturale.
Per evidenziare il ruolo  dell'“Energia Vitale ovvero Sottile” ,EGOCREANET-CLUSTER ha realizzato e dato sviluppo a partire dal 2017 ad una revisione e rilancio dell'<ENERGIA SOTTILE>  come elemento fondativo dell'antica Medicina Ayurveda e successivamente dell'Alchimia in Medicina.
L'“Energia Sottile”, denominata anche <Prana>, è l’energia vitale che governa l'energia mentale e corporea proprio per tramite respirazione, l’ossigenazione, in quanto  fornisce  un “Flusso d'Informazione” a tutte le attività cerebrali e fisiologiche attivando  tutte le funzioni biologiche, motorie e sensoriali sia del pensiero che delle emozioni.
Il “Prana Quantico” è oggi ridefinito in termini di “Flusso Biofotonico” dalla ricerca e sviluppo di EGOCREANET-Cluster, il quale agisce nella Coerenza della Salute ed il Benessere fisiologico e mentale  del corpo umano ed in particolare del Cuore regolando le attività cerebrali più elevate e controllando le funzioni biologiche della memoria, del pensiero e delle emozioni.

Biblio on line :

Moderna Scienza delle Energie Sottili : https://www.edscuola.eu/wordpress/?p=146122
Biologia della Vita: https://www.edscuola.eu/wordpress/?p=144816----------------------
Manifesto Epigenetica : https://www.edscuola.eu/wordpress/?p=149208

————————————————————————————————————————————————

Incontro EGOCREANET 2021 su “CREATIVITA’ EPIGENETICA” c/o l’ Accademia della Fiorentina in via del Ginori 16 . Firenze-Centro .Verrà rilanciata la concezione del <PRANA-QUANTICO> nel quadro di una innovativa comprensione alternativa della Pandemia Virale contemporanea.

Paolo Manzelli -331.3638024 –à https://www.facebook.com/Creativita-epigenetica-112716657858740————————————————————————————————————————————–





In data 23 ottobre 2021 a Firenze nell’Incontro EGOCREANET 2021 è avviata la startup della Conferenza di Epigenetica la cui Mission è di creare ed organizzare una rete permanente solidale Europea transnazionale sulla Epigenetica tra liberi pensatori interessati a promuovere una cultura emergente, un paradigma scientifico innovativo e una riforma tecnologica e clinica.

La Conferenza Europea di Epigenetica viene fondata dai sottoscritti con l’obiettivo di promuovere un nuovo umanesimo ecologico per tutelare la salute valorizzando il ruolo dell’Ambiente e dell’Alimentazione e aggregare, interpretare e sviluppare le molteplici espressioni dell’Informazione Biologica e andare oltre la tradizionale rigidità della sequenza genetica ereditaria.

1) –Mirco Bindi nato a Firenze (FI), il 05/01/1950, residente a Montalcino (SI) in via Podere il Cocco n.54, C.F. BNDMRC50A05612P; Medico Oncologo, Presidente del “Club Prevenzione e Salute” C.F. 92060000527 registrato a Siena il 07/11/2017.   https://www.oncologia.cloud

2) –Paolo Manzelli nato a Terni (TR), il 25/06/1937 residente a San Vincenzo (Li) in via Di Vittorio,10, C.F. MNZPLA37H25L117S, Chimico-fisico, Presidente della Associazione “Egocreanet” C.F. registrata a Firenze il 15 dicembre 2008.   https://www.egocrea.net

MISSION:

la Conferenza intende sviluppare un Paradigma innovativo centrato sulla “Epigenetica come Informazione Biologica”, attraverso le seguenti finalità etico-morali:

  • Superare la Visione materialistica della scienza. L’Epigenetica è la rivoluzionaria “Scienza dell’informazione biologica”, in quanto supera la Genetica molecolare alla scoperta delle innumerevoli espressioni dell’ “Informazione Biologica” che agiscono nell’evoluzione della biodiversità della vita.
  • Tutelare la Proprietà intellettuale condivisa. La condivisione etica della creatività individuale accelera lo sviluppo, il benessere e il progresso sociale.
  • Realizzare una Blockchain di microimprese. Una rete di Innovazione Epigenetica è creata tra gli attori aderenti per realizzare un archivio di Informazione Biologica condiviso e tutelato nella privacy.
  • Puntare ad un approccio decentralizzato della protezione dell’Innovazione Epigenetica senza limitazioni dei rapporti personali e sociali. Trasparenza, sicurezza, immutabilità e tracciabilità sono i pilastri della blockchain.
  • Sviluppare Progetti ad elevato valore aggiunto. I settori di interesse sono infiniti in quanto comprendono tutte le interazioni sia esteriori, interne e mentali con l’ambiente in cui abitano gli organismi viventi.

3) La Conferenza ha sede legale presso il Segretario Coordinatore. In prima costituzione la sede è in Siena presso l’associazione Club Prevenzione e Salute in via Cocco 54 Montalcino (SI) (Il cambio di sede non modifica lo statuto). Sito web www.epigenetica.cloud . e su Facebook alla pagina : https://www.facebook.com/events/564984351228481

Le attività si sviluppano in presenza e/o con piattaforme digitali.

4) Gli Aderenti alla Conferenza sono divisi in categorie funzionali: 1) Attori Fondatori e 2) Attori Nominati sia Aggregati che Onorari e Sostenitori previa motivata domanda di Adesione.

5) Gli incarichi della gestione della Conferenza di Epigenetica sono affidati ai Fondatori con la funzione di :

a) Segretario Coordinatore e b) Direttore Scientifico.

6) La funzione di gestione e promozione sociale è retta da: c) l’Assemblea, d) il Consiglio direttivo.

7) La Conferenza inizialmente è una Istituzione “non-profit” senza patrimonio. Le attività svolte sono sostenute con fondi propri dai singoli Attori.

8) Il Logo è una nuvola bio-energetica di Acqua, Luce e Suono che avvolge ed integra il DNA.

9) Come Fondatori Mirco Bindi ha l’incarico di Segretario e Paolo Manzelli di Direttore Scientifico.

10) Le specifiche su ordinamento, amministrazione, diritti e obblighi degli Aderenti, norme di ammissione nonché patrimonio intellettuale, sono descritte nel successivo statuto presentato per la prima discussione nell’Incontro EGOCREANET 2021 del 23 Ott. c/o La Accademia della Fiorentina in via De Ginori 16.

Paolo Manzelliwww.edscuola.it/lre.html : www.egocrea.net

La Mitosi  è un processo di riproduzione “asessuata” degli organismi eucarioti  in seguito alla quale da una singola cellula si formano per scissione 2 cellule figlie geneticamente identiche alla progenitrice.

Le cellule umane hanno una durata media di vita che va da 7 a 10 anni e successivamente, a seconda dell’età  e della differenza di funzione nei vari organi, iniziano a riprodursi nel ciclo di rinnovo cellulare  che è di una durata media che va dalle 15 alle 25 ore .

Il ciclo di riproduzione cellulare della Mitosi  nell’uomo e nella donna è un processo controllato dalla informazione biologica sia Genetica che Epigenetica , in quanto  risponde ad un complesso coordinamento della successione di eventi  temporali, la cui durata varia  con il tipo di  maturazione cellulare propria delle diverse età dell’individuo che è di riferimento per una  corretta proliferazione delle cellule.

La Proliferazione cellulare per Meiosi  è caratterizzata da cinque fasi: 1 )fase G1, 2) fase S, 3)fase G2, 4) Mitosi e 5) Citodieresi  o separazione citoplasmatica ( dove “G” sta per “Gap” (Intervallo); ed “S” sta per “Synthesis” (Sintesi).

https://www.google.it/url?sa=i&url=https%3A%2F%2Fwww.chimica-online.it%2Fbiologia%2Fciclo-cellulare.htm

Affinché l’informazione genetica venga correttamente trasmessa dalla cellula madre alle cellule figlie, il Genoma deve essere prima duplicato nel nucleo della cellula durante il periodo di tempo denominato fase “S” nella quale avviene la trascrizione dei Geni ; in seguito le due copie del DNA  vengono separate  e completate dalla crescita del citoplasma durante la fase “ M “.

( vedi : Mitosi : https://it.wikipedia.org/wiki/Mitosi

Infine la “Citodieresi“ è l’operazione di  netta suddivisione del citoplasma che conduce alla formazione di due cellule figlie sostanzialmente uguali delle quali una dovrà essere eliminata ovvero morire per inclusione nel processo di Apoptosi

L’insieme delle fasi G1, S e G2 è globalmente identificato come interfase.

Le fasi G1 ( di intensa attività biochimica che conduce al raddoppio del citoplasma) e G2 ( dedita alla ripartizione dei due corredi cromosomici completi di organuli ) sono le due fasi che possono subire la maggior variabilità di accelerazione o inibizione della  durata temporale ; in rari casi  le cellule  smettono  di dividersi, in modo temporaneo o irreversibile, e quindi sono in uno stato di quiescenza (fase “G0”). E’ stato appurato che alcune  cellule nervose e anche quelle striate dei muscoli scheletrici, possono permanere  in questo stadio “G0” per molto tempo, durante  la vita dell’organismo. Inoltre alcune  cellule non vanno più incontro alla  divisione del rinnovo cellulare in  seguito a senescenza o per  danneggiamento del DNA..

Pertanto le fasi S e M che sono essenziali in quanto  rappresentano i due eventi chiave del ciclo cellulare di proliferazione cellulare che rinnova le cellule per scissione ottenendo due figlie da una cellula madre.

La durata delle  fasi del ciclo cellulare G1 e G2 e la Citodieresi risultano  essere finemente regolate dalla necessità di rispondere a una elevata  quantità di stimoli Genetici  interni ed Epigenetici esterni in quanto provenienti dall’ambiente ( alimentazione, Ossigenazione, Luce, Suono …)  che vanno ad agire sulla produzione e le funzionalità specifiche delle subunità regolatorie proteiche denominate  “Cicline” e delle  subunità catalitiche (CDK Inhibitors //Activators) ; queste infatti  agiscono come interruttori di attivazione o inibizione del processo di controllo della riproduzione cellulare della  Mitosi-Umana.

di Paolo Manzelli +39/331l3638024

Il Connettoma Umano  è la connessione dinamica che articola la struttura dell’interconnessione della informazione tra “Mente e Corpo” la quale permette l’evoluzione dell’intelligenza al fine di poter comprendere nuovi contenuti elaborando la propria capacità artistica e scientifica tesa ad elaborare nuove sensazioni e rinnovati contenuti estratti da tutto ciò che l’ambiente offre ai nostri sensi.

  • Connettoma /EGOCREANET ;

https://www.edscuola.eu/wordpress/?p=114883 ; https://www.edscuola.eu/wordpress/?p=135452 .

Il progetto “Human Connectome Project” (“Progetto Connettoma Umano ”) fu lanciato dal MIT /USA  nel 2009, allo scopo di sviluppare  ricerca neurologica sul complesso della connessione dinamica dell’ informazione che si sviluppa tra la “Mente ed il  Corpo”, creando una interazione strutturata che controlla la nostra vita, a) sia mediante le modalità “coscienti” dell’espressione di pensieri, emozioni, sentimenti e comportamenti e b) sia di quelle  “inconscie”  che guidano il funzionamento  biologico della nostra vita.

Sebastiian Seung, Prof. di Informatica computazionale e Neuroscienze, afferma che questa caratterizzazione individuale del “Connettoma Umano” dipende solo in parte dal patrimonio genetico individuale inizialmente acquisito, mentre è particolarmente sensibile alle interazioni Epigenetiche, all’ambiente ed alle informazioni che riceve attraverso i sensi e che trasforma in sensazioni .

In conclusione il “Connettoma Umano” è un’architettura che ci differenzia e caratterizza come individui proprio in quanto i Connettomi sono strutture personalizzate in quanto  si modificano individualmente nel corso della vita a seconda delle esperienze e degli accadimenti che per ognuno vengono diversamente interpretati ed appresi.

Il “Connettoma Umano” non è quindi un organo statico ma un sistema di strutturazione biologica della informazione altamente dinamico, proprio in quanto è in costante interazione con l’informazione Epigenetica proveniente l’ambiente naturale, culturale e sociale del mondo esterno, che va ad agire sulla plasticità cerebrale, la quale  permette all’intelligenza umana la possibilità di  cambiare ri-modulando il “Connettoma Umano” durante tutto l’arco della vita .

—————-

L’ obiettivo del CLUSTER EGOCREANET 2021  è quello di collaborare allo sviluppo e alla diffusione del progetto multidisciplinare  sul “Connettoma Umano”  al fine di creare un modello dell’architettura neuronale e nervosa, che renda possibile indagare sull’impatto dell’informazione Epigenetica sul prendere coscienza della nostra vita andando oltre la tradizione biologica geneticamente deterministica caratterizzata essenzialmente dall’informazione ereditaria del DNA.

Comprendere come funziona e si trasforma l’architettura di informazione del “Connettoma Umano”, ci aiuterà infatti a conoscere meglio le basi biologiche che correlano conoscenza e coscienza, al comportamento, memoria, attenzione e carattere, individuale anche allo scopo di individuare più adeguatamente le cause delle malattie mentali e psicofisiche e probabilmente di prevenirle e curarle con modalità altamente personalizzate.

“SINESTESIA”   –  Daniela Biganzoli (Dab)

 —————————————————————————-

Il Tema dell’ Evoluzione del CONNETTOMA UMANO e L’EPIGENETICA verrà trattato e discusso al prossimo incontro-formativo di EGOCREANET sul tema : Trasduzione Bioquantica della LUCE, SUONO e COLORE, incontro che attualmente è previsto tenersi a  il Sabato 23-10.2021 dalle ore 10—16 – c/o la Accademia della Fiorentina in via dei Ginori 16 – in Firenze-Centro.

———————————————————————————-

NB_: Per prenotare motivate iscrizioni e partecipazioni si chiede di inviare entro e non oltre il 15 -10.2021  una e.Mail a : egocreanet2016@gmail.com   Paolo Manzelli (331-3638024)

Immagine Connettoma(https://www.verascienza.com/nuovi-progressi-nella-difficile-sfida-della-mappatura-del-cervello-umano-grazie-anche-allitalia/)

DAI SENSI alle SENSAZIONI

Paolo Manzelli – www,ego crea.net

La capacità di un organismo animale di relazionarsi con il mondo esterno dipende dalla sua capacità di captare con i Sensi e intepretare i sensi in Sensazioni ottenute rimodulando  in modo coerente l’informazione Epigenetica dell’Ambiente con  la propria informazione Genetica.

Le risposte che l’organismo sviluppa in stimoli di informazione provenienti dall’ambiente esterno  divengono significative come campi di sensitivi (sensazioni) quando i dati riguardanti gli stimoli ambientali vengono sia codificati come impulsi dai vari recettori sensoriali in modo tale che i neuroni del sistema nervoso  possono ricevere ed anche  rielaborare gli impulsi neuronali sensoriali trasformando le loro diverse frequenze ed intensità  nei  campi quantici delle Sensazioni che vengono percepite come insiemi rimodulati geneticamente dalla bio-informazione quantica  espressa dal DNA doppia elica.

Gli elettro-recettori del corpo umano sono :

1) gli Elettro-Meccanici del suono che è il primo senso a svilupparsi nel nascituro

2) i chemio-recettori del Gusto e dell’Olfatto

3) gli Elettro trasduttori della Luce dei tre tipi di coni (RGV) e bastoncelli  ad alta acuità visiva della retina degli occhi.

4)   i meccano recettori della pelle che rispondono alle variazioni di pressione i quali  collaborano coi i due tipi di termo recettori, quelli  del Ruffini che danno informazioni sul caldo sopra i 37 *C e quelli di Kraval che rispondono al Freddo.

Tutte queste tipologie di Recezione sensoriale trasformano sistematicamente i sensi in inversione del potenziale di azione che genera impulsi neuronali di diversa frequenza e intensità del potenziale ionico il quale fluisce negli assoni e nervi i quali correlano mente e cervello.

L’ operare della mente sulla trasmissione dell’informazione sensoriale non si arresta a questo stadio di trasduzione in impulsi neuronali che è stato interpretato tradizionalmente dalla scienza meccanica. Infatti il cervello umano agisce in due tempi :

1) utilizza i vari recettori;  traduce in impulsi neuronali con i vari recettori l’ informazione sensoriale

2) rimodula Epigeneticamente il flusso ionico che correla mente e cervello .

———————————————————

Egocreanet –Cluster (www.egocrea.net) dal 2006 ad oggi, ha condotto uno studio sull’Informazione Epigenetica finalizzato al superamento della  tradizione del precedente  sistema di interpretazione sensoriale visto esclusivamente in termini flusso neuronale ionico tra mente e corpo.

Questo studio modifica il precedente Paradigma della Scienza proprio in quanto pone  in evidenza la contemporanea trasduzione della <Informazione Sensoriale in Campi Quantici delle Sensazioni> le quali vengono geneticamente rimodulate dalla attività bio-quantica del DNA- il quale  agisce come una Antenna ricetrasmittente tra l’informazione Genetica e quella Epigenetica.

Il tema della Trasformazione dei <SENSI in SENSAZIONI> di biologia quantica, aprirà la mente verso molteplici   condizioni culturali ed innovativi scenari di sviluppo che verranno trattati e discussi al prossimo incontro-formativo di EGOCREANET sul tema : Trasduzione Bioquantica della “LUCE, SUONO e COLORE”.

Opera Convegno 2
“ACQUA,LUCE E SUONO INFLUENZANO IL DNA”   –  Daniela Biganzoli(Dab)

L’incontro  attualmente è previsto tenersi Sabato 23-10-2021 dalle ore 10 -16 c/o l’ Accademia della Fiorentina in via dei Ginori 16 in Firenze-Centro .

NB: Per prenotare motivate iscrizioni inviare entro e non oltre il 15 -10 – 2021 inviare una Mail a : egocreanet2016@gmail.com   Paolo Manzelli (331-3638024)