Feeds:
Articoli
Commenti

Manovra di Cris

di Sergio Stagnaro

download

La Manovra di Cris*; Diagnosi Clinica e Rapida del Reale Rischio Congenito aspecifico, non oncologico.

I Reali Rischi Congeniti (RRC), dipendenti dalle relative Costituzioni Semeiotico-Biofisico-Quantistiche (SBQ), sono suddivisi nel tipo oncologico e in quello aspecifico (1-10), precisato dalla sua sede (5).

A partire dalla nascita, con l’aiuto di originali ed affidabili metodi clinici SBQ, tra cui la Manovra di Moncada (11), il Medico è in grado di riconoscere bedside in pochi secondi il tipo oncologico di un RRC, localizzandolo poi con esattezza, per esempio, nel corpo e nel collo uterino, Manovra di Filippeschi (12), oppure nelle strutture articolari, Segno di Favaro (13).

Di seguito è illustrata per la prima volta la Manovra di Cris, che permette al medico in pochi secondi di riconoscere la natura aspecifica, non oncologica, di un RRC.

Da anni ormai, il Medico può fare diagnosi differenziale tra RRC aspecifico e tumorale, usando la Manovra di Terziani (14). Tuttavia, solo Medici esperti in SBQ sono in capaci di fare una simile elegante diagnosi differenziale, fondata sulla differente intensità del Riflesso Gastrico Aspecifico (0,5 cm. nel RRC oncologico) che appare 3 sec. dopo l’inizio della Manovra di Terziani. Pertanto, la Manovra di Cris, corroborando la precedente, rende molto più facile riconoscere con un fonendoscopio, il tipo di un RRC a partire dalla nascita.

La coerenza interna ed esterna alla base delle teorie SBQ ancora una volta evidenziata, ne corrobora il valore scientifico. Certamente, la coerenza non è sinonimo di verità scientifica, ma dove non esiste la prima non è possibile trovare la seconda.

Manovra di Cris.

In precedenti articoli ho illustrato la relazione esistete tra GH-RH e i vari sistemi biologici, sottolineando il valoro patogenetico della up-regulation dei recettori per il GH nel tessuto neoplastico (15-18).

Dopo meno di quattro secondi dall’inizio della Manovra di Terziani, esclusivamente in presenza di un RRC aspecifico, da localizzare subito dopo con altri numerosi segni della SBQ, appare Attivazione Microcircolatoria associata, di tipo I (19), nel microcircolo del GH-RH (Fig. 1).

images

Fig.1

L’intensità dell’attivazione microcircolatoria  è correlata con la gravità del RRC. sottostante.

Assai più facile, affidabile ma meno raffinata, è la valutazione dei valori parametrici del Riflesso GH-RH -Gastrico Aspecifico, ricercati prima e subito dopo l’esecuzione della manovra di Terziani.  Nella seconda valutaziono. In caso di RRC aspecifico si osserva il precondizionamento del GH-RH: il tempo di latenza del Riflesso GH-RH -Gastrico Aspecifico è doppio del valore basale.

*Manovra dedicata alla mia cara amica Cris Caramel.

Bibliografia

1)      Stagnaro Sergio. Reale Rischio Semeiotico Biofisico. I Dispositivi Endoarteriolari di Blocco neoformati, patologici, tipo I, sottotipo a) oncologico, e b) aspecifico. Ediz. Travel Factory, www.travelfactory.it, Roma, 2009.

2)      Sergio Stagnaro (2012).  Valutazione Semeiotico-Biofisico-Quantistica dell’Attività Funzionale dei Sistemi Biologici. Il Ruolo dei Dispositivi Endoarteriolari di Blocco, fisiologici e neoformati-patologici tipo I, sottotipo a) e b). http://www.sisbq.org/libri-e-articoli.html,  e-book, http://www.sisbq.org/uploads/5/6/8/7/5687930/valutazione_attivit__biolog_2012.pdf

3)      Sergio Stagnaro and Simone Caramel.  BRCA-1 and BRCA-2 mutation bedside detection and breast cancer clinical primary prevention.  Front. Genet. | doi: 10.3389/fgene.2013.00039.  http://www.frontiersin.org/Cancer_Genetics/10.3389/fgene.2013.00039/full [MEDLINE]

4)      Sergio Stagnaro and Simone Caramel.  The Key Role of Vasa Vasorum Inherited Remodeling in QBS Microcirculatory Theory of Atherosclerosis. Frontiers in Epigenomics and Epigenetics. http://www.frontiersin.org/Epigenomics_and_Epigenetics/10.3389/fgene.2013.00055/full  [MEDLINE]

5)      Sergio Stagnaro and Simone Caramel.    Inherited Real Risk of Type 2 Diabetes Mellitus: bedside diagnosis, pathophysiology and primary prevention. Frontiers in Endocrinology  (Lausanne). 2013; 4: 17. http://www.frontiersin.org/Review/ReviewForum.aspx  [Medline].

6)      Marco MarchionniSimone Caramel, Sergio Stagnaro. The Role of ‘Modified Mediterranean Diet’ and Quantum Therapy In Alzheimer’s Disease  Primary Prevention. Letter to the Editor, The Journal of Nutrition, Health & Aging, Volume 18, Number 1, 2014, Springer Ed. http://link.springer.com/article/10.1007/s12603-013-0435-7  [Medline]

7)      Stagnaro-Neri M., Stagnaro S., Diagnosi Clinica Precoce dell’Osteoporosi con la  Percussione Ascoltata. Clin.Ter. 137, 21-27, 1991 [Medline]

8)      Sergio Stagnaro and Simone Caramel (2012). The Role of Mediterranean Diet, CoQ10 and Conjugated-Melatonin in Osteoporosis Primary Prevention and Therapy”     “Current Nutrition & Food Science” Vol. 8, No.1, 2012.

9)      Sergio Stagnaro and Simone Caramel (2012). Quantum Therapy: A New Way in Osteoporosis Primary Prevention and Treatment. Journal of Pharmacy and Nutrition Sciences, (27 June 2012) | doi:10.1038/ejcn.2012.76, http://www.nature.com/doifinder/10.1038/ejcn.2012.76. PMID:22739250  [MEDLINE]

10)   Sergio Stagnaro. A fundamental bias of the research: Overlooking Congenital Acidosic Enzyme-Metabolic Histangiopaty-Dependent Brain Inherited Real Risk. Journal of Neurology, Neurosurgery & Psychiatry with practical Neurology, 5 May, 2009.  http://jnnp.bmj.com/content/80/11/1206/reply

11)   Sergio Stagnaro (2018). Manovra di Moncada. Diagnosi Differenziale tra Lesione Benigna e Maligna in 15 secondi. http://www.sisbq.org/uploads/5/6/8/7/5687930/manovradimoncada.pdf

12)   Sergio Stagnaro (2018). Manovra di Filippeschi: Diagnosi Clinica di Cancro del Corpo e del Collo Uterino a partire dal loro Reale Rischio Congenito. http://www.sisbq.org/uploads/5/6/8/7/5687930/manovradifilippeschi.pdf   e  https://sergiostagnaro.wordpress.com/2018/10/10/manovra-di-filippeschi-diagnosi-clinica-di-cancro-del-corpo-e-del-collo-uterino-a-partire-dal-loro-reale-rischio-congenito/

13)   Sergio Stagnaro (2018). Il Segno di Favaro nella Diagnosi delle Reumopatie. http://www.sisbq.org/uploads/5/6/8/7/5687930/segnodifavaro.pdf e https://dabpensiero.wordpress.com/2018/10/11/il-segno-di-favaro-nella-diagnosi-delle-reumopatie/

14)   Sergio Stagnaro (2018). Semeiotica Biofisica Quantistica, Scienza delle Sorprese. Manovra di Terziani rivela il danno d’organo anche iniziale. in pdf

http://www.sisbq.org/uploads/5/6/8/7/5687930/dannoorgano.pdf   e  https://dabpensiero.wordpress.com/2018/05/25/semeiotica-biofisica-quantistica-scienza-delle-sorprese-manovra-di-terzia/

15)   Stagnaro Sergio. Quantum Biophysical Semeiotics Evaluation of pancreatic beta-Cell  Function by means of acute pick stimulation of GH-RH  secretion. 6 May 2009, http://sciphu.com/,http://sciphu.com/2009/05/quantum-biophysical-semeiotics.html

16)   Sergio Stagnaro, Simone Caramel.  Bardi’s Manoeuvre:  GH-RH  on bedside Diagnosing Insulin-Secretion and Arterial Hypertension with the Aid of Quantum Biophysical Semeiotics. – http://www.sisbq.org/uploads/5/6/8/7/5687930/bardimanouvre.pdf

17)   Sergio Stagnaro. Valutazione semeiotico-biofisica clinica della funzione della cellula beta-pancreatica mediante il picco acuto di secrezione del GH-RH . http://www.sisbq.org/uploads/5/6/8/7/5687930/valutazioneghrh.pdf

18)   Sergio Stagnaro. Il Segno di Di Perri. Diagnosi clinica SBQ endocrinologica di appendicite: attivazione microcircolatoria nel centro neuronale del GH-RH. www.sisbq.orghttp://www.sisbq.org/ultimissime.html

19)   Sergio Stagnaro – Marina Neri Stagnaro. Microangiologia Clinica. A cura di Simone Caramel. e-book, www.sisbq.orghttp://www.sisbq.org/uploads/5/6/8/7/5687930/microangiologiaclinicasbq2016.pdf

Annunci

IL LIBRO DELLA CONOSCENZA
Il Libro d’Oro dell’Età dell’Oro

ScreenHunter_236 Oct. 15 09.18

Sabato 20 ottobre ore 18,00
presso:
AIMSHA Via Marciano 9, Milano

INGRESSO LIBERO E GRATUITO

Il Libro Della Conoscenza è stato donato all’Umanità per i prossimi 19
Secoli allo scopo di facilitare la nostra attuale evoluzione.

Il Canale Alfa è il diretto Meccanismo di Riflessione dal quale furono
rivelati tutti i Libri Sacri. Sebbene Il Libro Della Conoscenza sia stato
dettato dallo stesso canale non è un libro da Adorare, né un libro di
Religione. E’ un Libro che svela tutti i Segreti e le Verità spiegando
all’Umanità la ragione dei cammini intrapresi fino ad oggi.

Oltre alla Frequenza di tutti i Libri Sacri, porta la Frequenza del Punto
Focale d’Energia Potente. Questo fa del Libro della Conoscenza un Libro
di Unificazione e Accettazione.

Verranno trattati i seguenti argomenti:

– Le Caratteristiche del Libro Della Conoscenza e la sua Missione.
– La Connessione al Kozmoz e l’Istituzione di un Campo Magnetico.
– Il Programma evolutivo dei secoli vissuti e il Progetto dei secoli futuri.
– Il Canale di Trasmissione del Piano Divino.
– Programmi di Studio e di Riflessione.

La conferenza verrà tenuta da Stefano Narduzzi, Maestro Solare

Per info:
Lorenzo Mandelli cell. 3332088216 – Milla Bianchi cell.3481009501

By Sergio Stagnaro

download

Al letto del malato non sempre la diagnosi differenziale tra artrosi e artrite è facile. Inoltre, tra le numerose Costituzioni Semeiotico-Biofisico-Quantistiche esiste anche quella reumatica (1, 2), da cui dipende il Reale Rischio Congenito Reumatico (3-7), eliminato con la Terapia Quantistica Mitocondriale Ristrutturante (8).

Il Segno di Favaro permette al letto del malato di diagnosticare correttamente e rapidamente la patologia articolare di natura reumatica, differenziandola da quella artrosica, e di riconoscere in modo quantitativo il Reale Rischio Congenito Reumatico, a partire dalla nascita.

In giovani con Costituzione Reumatica che lamentano dolori a più articolazioni è utile il pronto riconoscimento di un reumatismo secondario a tonsillite streptococcica, auspicabilmente prima dell’insorgenza delle noti complicazioni cardiache e renali (6, 7).

Segno di Favaro.

Nel sano, la pressione digitale, o manuale, di media intensità (700 dyne/cm2, pari a circa 700 gr.), applicata sopra una articolazione, provoca il Riflesso Gastrico Aspecifico dopo un Tempo di Latenza di 8 sec. con Durata < 3 sec. – 4 sec. <.

Al contrario, a partire dalla nascita, in presenza di Reale Rischio Congenito Reumatico, il Tempo di Latenza è ancora normale ma la Durata è patologica: 4-5 sec. Interessante il fatto che il riflesso è seguito da lieve Contrazione Gastrica Tonica.

Nella patologia reumatica in atto, il Tempo di Latenza del Riflesso Gastrico Aspecifico è tanto più ridotto quanto più grave è la sottostante malattia. Inoltre, la Durata del riflesso appare significativamente prolungata oltre i 7 sec.,  in relazione diretta con la gravità della reumopatia. L’intensità del riflesso è correlata con la severità della patologia. Al riflesso gastrico aspecifico segue la Contrazione Gastrica tonica intensa, sempre assente nell’artrosi: Segno di Favaro positivo.

Tutti i valori parametrici del riflesso, Tempo di Latenza, Intensità e Durata, come i dati relativi al Segno della Infiammazione (9), sono utili nel monitoraggio terapeutico.

Concludo affermando che il Segno di Favaro è positivo in tutte le malattie di natura autoimmune, a sede in altri sistemi biologici (6).

*Dedicato all’amico Dott. Giorgio Favaro.

Bibliografia.

  • Stagnaro-Neri M., Stagnaro S. Introduzione alla Semeiotica Biofisica. Il Terreno Oncologico. Travel Factory, Roma, 2004. http://www.travelfactory.it/semeiotica_biofisica.htm
  • Stagnaro S., Stagnaro-Neri M., Le Costituzioni Semeiotico-Biofisiche.Strumento clinico fondamentale per la prevenzione primaria e la definizione della Single Patient Based Medicine. Travel Factory, Roma, 2004. http://www.travelfactory.it/htm
  • Stagnaro S., Auscultatory Percussion of Rheumatic Diseases. X European Congress of Rheumatology. Moscow. 26 June-July, 1983,Proceedings, pg 175
  • Stagnaro S., Auscultatory Percussion Therapeutic Monitoring and Cerebral Dominance in Rheumatology. 2nd World Congress of Inflammation, Antirheumatics, analgesics, immunomodulators. Abstracts, A. Book 1, pg. 116, March 19-22, 1986, Montecarlo
  • Stagnaro S., Polimialgia Reumatica Acuta Benigna Variante. Clin. Ter. 118, 193, 1986 [Medline]
  • Stagnaro S., Sindrome percusso-ascoltatoria autoimmune. Med. It. 142, 555, 1983
  • Stagnaro S., Sindrome percusso-ascoltatoria di Iperfunzione del Sistema Reticolo-Istiocitario. Min. Med. 74, 479, 1983 [Medline]
  • Caramel S., Marchionni M., Stagnaro S. Morinda citrifolia Plays a Central Role in the Primary Prevention of Mitochondrial-dependent Degenerative Disorders. Asian Pac J Cancer Prev. 2015;16(4):1675. http://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/25743850 [MEDLINE]
  • Sergio Stagnaro.  Originale Diagnostica Clinica basata sull’infiammazione cronica secondaria al Rimodellamento Microcircolatorio, tipico dei Reali Rischi Congeniti.   http://www.sisbq.org/uploads/5/6/8/7/5687930/diagnosticaclinica_2015.pdf

 

 

im26_ego-creanet

Di Paolo Manzelli <egocreanet2016gmail.com

————————————–

PRINCIPIO DI FERTILITA’ EVOLUTIVA

e Dominio di COERENZA QUANTICA

(v.= Variazione ) < v.( energia totale )

= a Zero per definizione.

(EM+EV+Ei ) = 0 , pertanto:

1.Energia Vitale : + v.(Ei) = -v.(EM) – v.(EV)


ScreenHunter_224 Oct. 11 17.57

Similitudine con La Energia Vitale (Prana) della Medicina Ayurvedica.

La triade della Energia Quantica  e analoga ai tre DOSHA ( VATA ,PITTA,KAPHA) con cui si esprime la Energia Sottile in termini del 5 Elementi ( Etere,Aria,Acqua,Fuoco,Terra)

ScreenHunter_225 Oct. 11 18.01

Strategie per sviluppare la coerenza e aumentare la energia vitale .

 Bioquantica : Il suono il canto e la musica terapeutica.  

ScreenHunter_228 Oct. 11 18.05

( NB→ come l’orecchio emette suoni. )

http://shadesofusrummo.altervista.org/ludito-gli-organi-senso/anatomy_of_the_human_ear_it-svg/

ScreenHunter_229 Oct. 11 18.05

ScreenHunter_230 Oct. 11 18.05

In estrema sintesi possiamo dire che gli ossicini staffa incudine e martello si muovono nelle due direzioni di entrata e di emissione del suono  così che trasducono il suono meccanico esterno in “biofononi” emessi dalla piezoelettricità delle ossa. Le  stereo ciglia interne ed esterne verificano la risonanza coerente tra suono ricevuto ed emesso  dall’orecchio. L’ Organo del Corti traduce il suono in  impulsi neuronali di energia bioelettrica ed il nervo acustico e le sue ramificazioni indirizzano il  suono percepito nelle arie aree cerebrali che lo significano diversificandone la funzione.

Così che abbiamo : vedi : https://www.focus.it/scienza/salute/salute-possibile-leggere-il-pensiero-studio-fa-luce-su-mente-e-linguaggio

ScreenHunter_232 Oct. 11 18.21

Parole tradotte in  molecole che curano, gestiscono pensieri emozioni  e pulsioni consapevolmente per creare percorsi e sensibilità terapeutiche

1) il Suono del Pensiero: viene tradotto in molecole contenenti vibrazioni molecolari, neurotrasmettitori, (EM)  (che equivalgono a vibrazioni significanti a breve termine).  A ciò è deputata l’Area di Werkiche dell’ Emisfero Sinistro che produce  peptidi rispondenti alle vibrazioni (impronte acustiche) delle parole percepite. Inoltre,  per  tramite l’azione dell’area di Broca, le  parole ed il canto vengono espresse come linguaggio udibile. L’emisfero destro collabora nella organizzazione vibrazionale (EV)  del pensiero sonoro e del linguaggio interiore.  

2) Suono Emozionale : nel Talamo il suono percepito viene tradotto in tracce molecolari (dalle sinapsi biochimiche-EM) e  vibrazionali (EV) (dalle sinapsi elettriche) producendo  la neurotrasmissione emotiva ed empatica.

3) Suono Limbico: tramite l’insieme interconnessioni tra ipotalamo, ipofisi, amigdala ecc, il suono percepito viene funzionalmente trasdotto in trasmissione endocrina (ormonale) (EM)  per correlare  esplicitamente corpo e mente  per tramite i sistemi orto e para simpatico (EV) .

 —>Infine sappiamo che per tramite tali traduzioni in (EM +EV +Ei) il suono percepito può trovare una sua coerenza Bioquantica (Ei) , con il Movimento con il Respiro, i Battiti del cuore, e le Vibrazioni del sistema piezolettrico delle ossa, che sono necessarie per lo sviluppo del midollo osseo e quindi del sangue (globuli rossi e bianchi), piastrine, grow-factors e che infine agisce sulla risposta terapeutica  del sistema immunitario.

La sensazione del suono matura nel nascituro come sviluppo e appredimento

ScreenHunter_233 Oct. 11 18.59

http://docente.unife.it/enrico.granieri/materiale-didattico/linguaggio-musicale-e-cervello-fetale

 Il suono nel liquido amniotico (come nell’acqua ) ha una velocità longitudinale (lunghezza d’onda)  5 volte superiore, mentre quella trasversale 5 volte inferiore. La maggior parte delle frequenze  radio non passano dall’aria all’acqua. Infatti la densita dell’ H20 è 1000 volte maggiore dell’aria mentre la comprimibilità dell’ H20 è circa 1000 volte minore dell’aria. Ciò crea la distinzione tra la velocità delle onde longitudinali e trasversali nell’acqua rispetto all’aria.  Il nascituro che vive nel liquido amniotico inizia a percepire la trasmissione di  basse frequenze  ( 20-500 Hz) fino da 8 Settimane e matura l’udito ascoltando il battito del cuore e le emozioni della madre fino a( 1000-10.000 Hz  ).Quindi tra i 5/ 6 Mesi è capace di udire la voce umana e suoni di relativamente bassa intensità. In conclusione il suono interiormente percepito acquisisce un valore epigenetico nella modulazione della espressione del DNA con cui viene regolata la crescita del bambino.


Come si forma la percezione della realta visiva ?

ScreenHunter_234 Oct. 11 19.06

Come l’ orecchio riceve ma anche emette Suoni per regolare la risonanza tra essi ed indirizzare le informazioni acustiche percepite tradotte in impulsi neuronali nelle varie aree del cervello che ne significano le funzionalità  così anche la percezione visiva è interattiva , ciò significca che gli occhi non solo sono eccitati da fotoni ma che tramite un sofisticato programma di movimenti saccadici emettono “biofotoni”  onde creare relazioni di risonanza  che rendano possibile la costruzione visiva del modo generata dal Cervello.

In prima istanza bisogna distinguere tra percezione conscia( in quanto simulata come in un film) ed inconscia capace di creare dal caos un ordine dinamico). Infatti proprio in quanto gli occhi si muovono rapidamente per ricercare fotoni risonanti da tradurre in segnali neuronali di fatto noi vediamo un mondo esterno come un fotogramma che rimane sostanzialmente stabile dove si muovono solo gli oggetti localizzati. Ciò è reso possibile per il fatto che i Fotoni selezionati dalla risonanza interagiscono con i recettori fotosensibili (Coni e Bastoncelli della Fovea ) e causano il Crash (collasso) dell’onda separando l’energia delle particelle (EM) dall’Energia Vibrazionale (EV) dell’Onda quantica. La biofisica classica è stata pertanto fondata su concezioni riduzioniste meccaniche e ha considerato oggettiva la costruzione cerebrale della visione; inoltre la meccanica quantistica ha ricondotto al mondo classico il film prodotto dalla simulazione costruita dal cervello che corrisponde alle modalità descritte dalla seguente introspezione visiva.

 file:///C:/Users/User/Pictures/BRAIN%20VISION.2..pdf

INTROSPEZIONE DELLA COSTRUZIONE DI IMMAGINI VISIVE

images-2

http://www.caosmanagement.it/n67/art67_03.html

Questa introspezione è ottenuta sulla base delle conoscenze acquisite, nella quale si suppone che le immagini del mondo visibile siano il risultato di aree specifiche che si organizzano in parallelo e si integrano nella regione occipitale del cervello.

Semir Zeki : http://deficitnellavisione.blogspot.com/2007/04/deficit-nella-visione-semir-zeki-la.html

Questa decrizione  è utile per conoscere come si costruisca l’illusione della percezione, come asseriva il Filosofo Arthur Schopenhauer, così da capire che vediamo solo ciò che conosciamo per immaginare la realtà.

Purtroppo il  riduzionismo “meccanico e quanto-meccanico” si riconosce ancora in una immagine prodotta sulla base di quanto conosciamo.

Pertanto solo superando tali limitazioni cognitive Meccaniche e Quanto-Meccaniche che persistono nel significare la realtà come simulazione del mondo esterno,  potremo sviluppando la ricerca di Biologia Quantistica, ottenere una visione non riduzionista ad un più elevato stato di coscienza .

In conclusione, l’introduzione dell’energia vitale (Ei), la quale è basata sull’Entanglement (sovrapposizione tra “Onde e Particelle Quantiche”), permette oggi di dare un  effettivo valore interiore coerente della vita, mediante il quale potremo esplorare la più complessa visione della realtà generata  dalla relazione tra  MENTE e CERVELLO BIOQUANTICO.

ScreenHunter_235 Oct. 11 19.56

di Paolo Manzelli egocreanet2016@gmail.com

“EPI”  = OLTRE la GENETICA

ScreenHunter_219 Oct. 11 12.59

Epigenesi- Bioquantica , < Ricerche ed Indagini >

L’espressione del DNA viene modulata da segnali di regolazione ambientale che modificano il sistema di lettura del DNA sia per contatto “Locale” che per interazione quantica “non Locale”.

L’informazione epigenetica (Epigenoma) regola il processo di differenziamento e riproduzione cellulare, ma anche l’interazione cosciente tra geni e pensiero.  

La regolazione epigenetica ha origine nell’attività evolutiva di “risonanza non-locale “del DNA con le vibrazioni  dell’Acqua, Luce, Suono ed Alimentazione .

Le variazioni delle modifiche di regolazione epigenetica possono essere trasmesse ed anche ereditate dalle memorie morfogenetiche di differenziazione e riprogrammazione cellulari.

https://dabpensiero.wordpress.com/2017/10/15/morfogenesi-e-quantum-dna-laser-antenna/

DNA-Antenna Laser Rice Trasmittente.

ScreenHunter_220 Oct. 11 13.09 

http://gsjournal.net/Science-Journals/Research%20Papers-Biomechanics/Download/6894

Esperimento di Laser Terapia : Onde Cerebrali e conversione espressione genetica.

Il Pensiero  utilizzato per  regolazione a distanza della intensita’ e frequenza di emissione di Luce Laser (o Led) , su batteri che si moltiplicano in una capsula di petri. In tal modo le cellule batteriche modificano la produzione di proteine http://www.lastampa.it/2014/11/12/scienza/controllare-i-geni-con-il-pensiero-4Myo7FPYuBkN1jKxwNOG2O/pagina.html

ScreenHunter_221 Oct. 11 13.14

Tema di Indagine :Il ringiovanimento contemporaneo della teoria evolutiva di Lamark . = Ereditarietà inter-generazionale dei caratteri epigenetici acquisiti.

ScreenHunter_222 Oct. 11 13.14https://oggiscienza.it/2011/12/21/lamarck-rivisitato/

( “NO” alle RAZZE GENETICHE SI’” alle ETNIE CULTURALI ED AMBIENTALI.)

L’Emisssione di Biofotoni e Biofononi generati dal DNA –Antenna  produce  un “feedback cooperativo” di informazione non –Locale  tra DNA ( Nucleare e Mitocondriale) ed i  MIRNA che determina una memoria (cellulare-fenotipica)  dei processi morfogenetici di integrazione bidirezionale tra Epigenoma e Genoma.

 ScreenHunter_223 Oct. 11 13.14

Strategia di ricerca  sviluppo del Cluster-Egocreanet :

 Biodiversità e variabilità cooperativa dell’evoluzione olistica .  

Recentemente lo studio sulla Interferenza tra micro RNA  nei nematodi Caenorhabditis elegans (piccoli vermi del suolo) ha dimostrato che avevano sviluppato resistenza a un virus; sono riusciti a trasferire  alla loro  progenie l’immunità acquisita per diverse generazioni consecutive per tramite l’azione di adattamento cooperativo di piccoli agenti repressivi Vi-RNA, che funzionano indipendentemente dal genoma dell’organismo creando un’evoluzione funzionale della specie.

La scienza meccanica ha voluto intenzionalmente affermare il Darwinismo come sistema competitivo della selezione dell’individuo geneticamente  più forte così che quel modello acquisito nell’epoca del paradigma industriale meccanico  ha condotto a trascurare il fattore evolutivo della cooperazione interspecifica rispetto al cambiamento ambientale che proprio a causa di tale pensiero riduzionista determina un disastro ambientale che rischia di divenire irreversibilmente antitetico all’evoluzione della vita sul nostro Pianeta.

La Ricerca innovativa  del Cluster-Egocreanet sullo sviluppo di una nuova visione più complessa della co-evoluzione dell’ OLISMO BIOQUANTICO sulla evidenza della azione integrata tra i due fattori Genetico ed Epigenetico trova una adesione ed una sensibilizzazione culturale e sociale sempre più cosciente e motivata.

Di tale elevamento della coscienza ci faremo carico come Egocreanet-Cluster favorendo  un costante sviluppo e riproducibilità del “Modello di Formazione” che abbiamo realizzato nella più decisa intenzione di promuovere un successo virtuoso di diffusione virale di idee e concetti creativi capaci di lanciare una  prospettiva scientifica artistica e culturale di frontiera del cambiamento della vita.

ScreenHunter_112 Feb. 28 14.21 

Paolo Manzelli – cell:335/6760004

di Paolo Manzelli, Presidente Egocreanet

ScreenHunter_112 Feb. 28 14.21

Il Pensiero è l’attività più evoluta del cervello, ma nella concezione meccanica della scienza e del tutto indefinito, in quanto nel paradigma tradizionale le forme di pensiero ( Creativo, Razionale. Emotivo, ecc) sono considerate un’astrazione che non trova riferimento alle modalità di interconnessione sinaptica con cui si trasferiscono forme, energia ed informazione tra ambiente,  mente e corpo.  Il riduzionismo del paradigma meccanico conduce ad escludere le relazioni tra Pensiero e Materia a partire dalla concezione che ritiene che la nostra visione del modo sia oggettiva anzichè il risultato di una costruzione percettiva degenerata da un dominante atteggiamento del pensiero meccanico che ha regolato nel quadro di un limitato livello di coscienza lo sviluppo della società industriale .

“ La visione come rappresentazione illusoria della realtà”- “Arthur Schopenhauer”

Il riduzionismo meccanico infatti ha indotto a credere che la percezione visiva anzichè essere organizzata dalla mente, fosse oggettiva in quanto realizzata da un inesistente “soggetto isolato” capace di vedere  direttamente l’ambiente esterno. Così, ad es., nel quadro cognitivo della cultura meccanica ci siamo convinti della possibilità di vedere la luce, mentre  e’ facilmente dimostrare che un flash di luce intensa, bruciando rodopsine e iodopsine, nella gran parte dei fotoricettori  nella retina, impedisce la costruzione attiva della visione per alcuni minuti.  Pertanto dobbiamo ammettere che vediamo e percepiamo coscientemente solo ciò che viene filtrato da ciò che conosciamo cognitivamente.  Di conseguenza la luce che vediamo non è direttamente quella dei fotoni esterni, ma in vero è quella che viene stimolata da impulsi del nervo ottico e che pertanto viene prodotta dalle sinapsi elettriche  nel cervello le quali generando spark di biofotoni simultaneamente illuminano il cervello.  Ciò spiega anche come sia possibile vedere la luce anche in sogno  in fase REM ( Rapid Eye Movement ) quando alcuni fotoni intrappolati  nella retina vengono liberati così che in risposta al segnale dei fotoricettori si può sognare producendo una visione in cui la luce è viva e splendente anche di notte.

(1) – Vedi Modelli di Percezione della realtà : http://www.caosmanagement.it/n67/art67_03.html

“L’ Universo somiglia più ad un grande pensiero che ad una grande macchina”- “James Hopwood Jeans

Tali considerazioni pongono in evidenza i limiti concettuali dei modelli meccanici che interpretano l’evoluzione del cervello come un insieme di materia principalmente composto di acqua e neurotrasmettitori che controllano il metabolismo di ossigeno e glucosio  come base molecolare importante ( in quanto bastano pochi secondi di mancanza di ossigeno e/o glucosio per perdere coscienza),  ma certamente non esaustiva della principale attività funzionale del cervello che consiste nella generazione delle varie forme di pensiero consapevole e cosciente.

La MENTE QUANTICA  rappresenta pertanto il superamento delle relazioni tra pensiero e materia che emerge  dalla revisione Bioquantica del riduzionismo delle obsolete conoscenze meccaniche e quanto-meccaniche,  al fine di  sviluppare creativamente più consapevoli relazioni tra pensiero e realtà capaci di rispondere creativamente alla evoluzione della vita umana favorendo lo sviluppo di più elevate potenzialità dell’intelletto umano.

Con tale obiettivo la prima considerazione fatta nell’ ambito della ricerca di Egocreanet (NGO-Firenze) è stata quella di reintrodurre la forma di “energia vitale” ( che abbiamo indicato come – Ei)  nel novero delle forme di energia arbitrariamente escluse dal paradigma meccanico della scienza. Infatti nel paradigma meccanico lo spirito si contrappone alla materia inerte mentre già nella concezione quantistica, la “materia si compone di onde particelle” che rappresentando una composizione simultanea di materia ed energia così che  in tal guisa superano la netta dicotomia antitetica tra energia e materia che impedisce di attribuire sensibilità biologica /olistica di livello universale alla interazione tra cervello e pensiero.

.  (2) – Energia di Informazione: http://www.caosmanagement.it/n62/art62_04.html

Inoltre a partire da tali nuove cognizioni dell’influenza del pensiero sulle attività neurologiche ( orto e parasimpatiche) indotte dal  cervello diventa possibile individuare e sperimentare sulla base di stati di coscienza più evoluti alcune emergenti proprietà della “Mente Quantica” generate da processi epigenetici che inducono una “riorganizzazione sensoriale consapevole”, proprio  in quanto capace di interagire con le modifiche dell’ espressione del DNA , producendo una nuova classe di “eventi quantici non locali” quali l’empatia e la telepatia e l’auto-guarigione ecc..,  processi che oggi divengono  oggetto di studio ed innovazione Bioquantica.

Empatia per il Mondo

“EMPATIA PER IL MONDO”   –  Daniela Biganzoli (Dab)

Tali argomentazioni e tematiche qui accennate ,  faranno parte integrante del Seminario sulla MENTE QUANTICA promosso dal CLUSTER EGOCREANET nell’ambito delle manifestazioni per il 500° Anniversario dalla morte di Leonardo da Vinci. Il Seminario è previsto tenersi c/o il MONASTERO di San Leonardo a Prato, nei giorni 23/24 Aprile 2019 . Tutti coloro che si ritengano interessati potranno inviare richiesta di informazioni ovvero proporre una loro collaborazione indirizzando una e mail a:

Paolo Manzelliegocreanet2016@gmail.com

By Sergio Stagnaro

download

La Semeiotica Biofisica Quantistica permette al Medico di riconoscere facilmente e rapidamente la patologia delle vie biliari, magari in soggetti apparentemente sani (1-9).

Nel sano, la pressione digitale intense (1.000 dyne/cm. 2), applicata sopra la proiezione cutanea del fegato, è immediatamente seguita da dilatazione del dotto colecistico e della vescica biliare, mentre minimo è l’aumento del diametro coledocico.

Questi eventi permettono la corretta interpretazione della patogenesi del Segno di Ombretta e della Manovra di Gallo, descritta di seguito.

ScreenHunter_209 Jun. 22 22.47

Fig. 1

Riflesso Gastrico Aspecifico: nella stomaco il corpo e il fondo sono dilatati, mentre la regione antro-pilorica è contratta.

Nel sano, il Riflesso Gastrico Aspecifico, di minima intensità, appare dopo un Tempo di Latenza di tre secondi esatti, osservabile soltanto da Medici assai esperti nella Semeiotica Biofisica Quantistica.

Nel polipo della colecisti, Il Segno di Gallo è presente dopo tre secondi dall’inizio della manovra,  mostrando una intensità inferiore al centimetro.

Nella  litiasi colecistica , dopo il solito Tempo di Latenza di tre secondi, si osserva la massima dilatazione del Riflesso Gastrico Aspecifico, sempre superiore al centimetro.

Infine, nel  cancro colecistico, a partire dallo stadio iniziale di Reale Rischio Congenito, cioè dalla nascita, il riflesso è subito seguito dalla caratteristica Contrazione Gastrica Tonica, espressione di intensa acidosi istangica.

* In Memoria del mio carissimo amico dottor Marco Gallo di Casarza Ligure, Genova, indimenticabile Medico, Ginecologo e Sindaco.

Bibliografia.

  1. Stagnaro S., Aritmia splenica, segno attendibile di patologia bilio-duodenale. Min. Med. 76, 1426, 1985 [Medline]
  2. Stagnaro S., Stagnaro-Neri M., Diagnosi percusso-ascoltatoria dei calcoli biliari silenti. 6° Incontro Segusino di Medicina e Chirurgia. Susa 19 Maggio, 1990. Atti, pg. 79. 1990. Ed. Minerva Medica
  3. Sergio Stagnaro. Manovra di Bardi nella Diagnosi Clinica delle Colecistopatie,ancorché silenti. http://www.sisbq.org/glossariosbq.html;   http://sergiostagnaro.wordpress.com/2013/10/23/manovra-di-bardi-nella-diagnosi-clinica-delle-colecistopatie-ancorche-silenti/
  4. Stagnaro-Neri M., Stagnaro S.Introduzione alla Semeiotica Biofisica. Il Terreno Oncologico Travel Factory, Roma, 2004.  http://www.travelfactory.it/semeiotica_biofisica.htm
  5. Stagnaro S., Sindrome percusso-ascoltatoria di Iperfunzione del Sistema Reticolo-Istiocitario. Min. Med. 74, 479, 1983 [Medline]
  6. Stagnaro-Neri M., Stagnaro S., La “Costituzione Colelitiasica”: ICAEM-a, Sindrome di Reaven variante e Ipotonia-Ipocinesia delle vie biliari. Atti. XII Settim. It. Dietol. 20, 239, 1993.
  7. Stagnaro-Neri M., Stagnaro S., La sindrome dispeptica funzionale da discinesia delle vie biliari. Diagnosi percusso-ascoltatoria. Cin. Ter. 127, 363, 1988 [Medline]
  8. Sergio Stagnaro. Il Segno di Ombretta: patologia colecistica, magari asintomatica, diagnosticata in tre secondi. Giugno 30, 2018 di dabpensiero, https://dabpensiero.wordpress.com/2018/06/30/il-segno-di-ombretta-patologia-colecistica-magari-asintomatica-diagnosticata-in-tre-secondi-modifica/ ; https://sergiostagnaro.wordpress.com/2018/06/29/il-segno-di-ombretta-patologia-colecistica-magari-asintomatica-diagnosticata-in-tre-secondi/; http://www.sisbq.org/uploads/5/6/8/7/5687930/segnodiombretta.pdf
  9. Stagnaro-Neri M., Stagnaro S. Introduzione alla Semeiotica Biofisica. Il Terreno Oncologico. Travel Factory, Roma, 2004. http://www.travelfactory.it/semeiotica_biofisica.htm