Feeds:
Articoli
Commenti

FIRMATE IL MANIFESTO PER LA FELICITA’ FUTURA SU.CHANGE .ORG

Paolo Manzelli (335/6760004) Grazie!

https://www.change.org/p/paolo-manzelli-manifesto-per-la-felicita-futura/share_for_starters?just_created=true

  • PRIMA BOZZA a cui si chiede di collaborare e sottoscrivere :

  • 18/03/2019-Firenze Paolo Manzelli , Presidente di EGOCREANET.

Il Manifesto verrà presentato e condiviso in occasione del Seminario di Studi sul Tema Anticipazione di un Futuro Migliore 30 Marzo 2019 c/o Info Point Sala Multimediale Piazza Stazione di SMN n°4 in Firenze.

Vedi Programma in www.egocrea.net

NB. la Partecipazione al Seminario è Gratuita. E’ richiesta la Prenotazione inviando una email a: egocreanet2016@gmail.com Paolo Manzelli (335/676004)

———————————————————————————————————————

Richiesta di sottoscrizioni motivate dalla ricerca della Felicità Contemporanea.

———————————————————————————————————————

L’essere umano è biologicamente strutturato per essere felice afferma il neurologo Shimon Edelman, infatti miliardi di neuroni, producono modelli del mondo e prevedono le possibili conseguenze: ed “ogni previsione corretta è compensata con la felicità”. Per il raggiungimento della FELICITA’, scrive Alessandro Lo Presti nel  libro “Destinazione Felicita’”, è necessario dare senso e motivazione alla vita che si evolve e cambia modificando continuamente la  percezione interiore di benessere così che  non è possibile stabilizzare uno stato di felicita’ assoluto e permanente che  corrisponda ad essere individualmente felici per sempre. E’ necessario quindi capire come raggiungere effettivamente la  felicità perseguendo la realizzazione gratificante di  nuovi e rinnovati obiettivi della vita. La ricerca della felicità può essere immaginata come un viaggio nel quale si evitano ostacoli accettando le nuove sfide per trasformarle in nuove opportunità da sviluppare nel procedere dinamico della vita. Di conseguenza non bisogna mai credere che la felicità sia il Nirvana (Condizione estatica, corrispondente al puro godimento dello spirito o all’annullamento di ogni concreta realtà) perchè tale illusione di una suprema felicità individuale rischia di trasformarsi in ansia a depressione gravemente condizionante la neurologia funzionale alla naturale evoluzione cerebrale.

 La Ricerca della Felicità e le ragioni del  Fallimento del Sogno Americano.

Il Presidente degli Stati Uniti di America Benjamin Franklin  ed i Padri Fondatori inserirono (il 04 Luglio 1776) nella Dichiarazione d’Indipendenza degli USA un paragrafo sull’eguaglianza tra gli uomini sulla base del diritto che garantisce :     “La vita, la libertà e la ricerca della felicità”, di ciascun cittadino .

Quanto sopra  fu redatto facendo  riferimento esplicito alle idee del Padre del’ Illuminismo il  filosofo Napoletano Gaetano Filangieri. 

Purtroppo nella  realtà l’ideale del raggiungimento della Felicità resta ancora assai lontano dall’evidenza della vita della società americana dove oggigiorno si registra il più elevato tasso di uso di anti depressivi ed anche un alto consumo di droghe che in tutto il mondo dimostrano come cresca l’esatto contrario della ricerca della Felicità.

—>Al seminario di Studi e Ricerca su ANTICIPAZIONE DI UN FUTURO MIGLiORE, ci proporremo di indagare la ragione profonda di tale insuccesso e cosa si può fare per invertire sviluppando una strategia che agisca come antidoto di questo fenomeno di sistematica decrescita della Felicità Mentale che malauguratamente deprime il comportamento di troppi giovani e giovanissimi.      

 La Strategia di Ricerca della : <FELICITA’ COMPIUTA > come     scienza del benessere comune equo e sostenibile .

D’ora in poi dovremo parlare di  “Felicità Compiuta” non più  come assenza generica di infelicità ma di una conquista creativa intelligentemente predisposta a modificare le vecchie strategie di comportamento lineare dello sviluppo per  rilanciare nuove soluzioni crescita eco-ecologica circolari che inducano l’espressione della energia vitale coerenti alle dinamiche della Felicità e del Ben-essere Pubblico. Il compimento della Felicità contemporanea è pertanto il frutto di  un complesso processo di rinascita culturale, ambientale e sociale, indirizzato a superare le  perturbazioni  e  le alterazioni nel cervello  umano che sono la causa di molteplici disturbi neurologici e psichiatrici”.

Le ricerche di Egocreanet Cluster indicano che il  superamento delle patologie neuro-psichiatriche quali ansia, depressione, schizofrenia e autismo risiedono principalmente  nella azione di cambiamento culturale  finalizzata ad evitare condizionamenti derivanti da il mantenimento conservativo di significati  obsoleti che ci impediscono di perseguire scelte innovative e di liberarci da superate e limitate concezioni le quali  riducono la nostra intelligenza e sensibilita’ a rimanere nel dubbio del “vero o del falso” come nel caso del paradosso  dell’ Asino di Buridano .

D’ora in poi è divenuto importante uscire  dalla contrapposizione duale di significati opposti come individuale//collettivo,bene//male,favorevole//contrario,destra//sinistra  ecc…  che razionalmente, ovvero ideologicamente, bloccano il flusso della ricerca di una “Felicita’ Compiuta” peggiorando il nostro ben-essere psichico invaso nel dubbio e da emozioni e pulsioni cerebrali negative.

Infine proprio per superare la trappola epistemologica del “tertium non datur” derivante “Principio Aristotelico di non Contraddizione” ci viene incontro la Scienza Quantistica con la quale si opera un cambiamento radicale di prospettiva e di atteggiamento della costruzione contemporanea del sapere probabilistico, fondata sulla base della simultaneità di esistenza “corpuscolare ed ondulatoria” dei quanti di energia//materia.

Infatti la quantistica con il “Principio di Indeterminazione (1927)”  supera ogni  precedente atteggiamento dogmatico volto a  far credere a sistemi di causa//effetto lineari e quantitativi, descritti come leggi predeterminate della scienza meccanica-riduzionista , le quali  di fatto tendono a limitare la libertà del pensiero nel verificare la variazione semantica dei significati direttamente dall’evidenza del cambiamento ciclico della qualità della vita .

 

Ed è proprio la sensazione di Decrescita della Felicita’ quella che apre la mente ed induce l’“evoluzione della coscienza”  a riflettere e ripensare ad una profonda ed estesa  revisione e rigenerazione delle scelte probabili che inducono a potenziare il percorso della ricerca di un Mondo Migliore.

Concludendo  è  proprio lo sviluppo spontaneo e consapevole della esigenza di  una nuova cultura della coscienza quella che ha condotto recentemente in tutto il Pianeta i giovani e giovanissimi del movimento “Friday for Future” a  vivere e vedere la realtà contemporanea  oltre gli schemi riduzionisti delle logiche lineari della meccanica ricercando nuove risposte e soluzioni creative –circolari  dei problemi strategici di sopravvivenza del pianeta.

D’ora in poi  come sottoscrittori del <<Manifesto della Felicità>> ci impegniamo  a favorire la crescita di una coscienza collettiva di  rinnovamento circolare per una tutela dell’ambiente sostenibile, capace di contenimento dei costi e dei consumi dei beni materiali e simultaneamente investiremo le nostre potenzialità creative individuali e relazionali, nel favorire lo sviluppo consapevole di una scienza condivisa della politica ad elevato valore culturale e di coscienza sociale idonea a favorire l’aspirazione umana della costruzione futura della Felicità Compiuta.

 

N:B-Questa Prima Bozza potrà essere rivista e corretta dai Sottoscrittori della Petizione su Change ORG postata il 18 /03/20 che verrà discussa al Seminario di Studi e Ricerca organizzato dal Cluster EGOCREANET il 30 -Marzo 2019 a Firenze.

 

 

 

 

Annunci

di Paolo Manzelli

egocreanet2016@gmail.com

ScreenHunter_261 Mar. 08 22.05

“L’ Isola Che Non C’è” .  L’impatto della Quarta Rivoluzione Industriale 4.0 sul lavoro basata sulla robotizzazione e la  dematerializzazione digitale dello sviluppo renderà il lavoro tradizionale un qualcosa che, come l’ isola che non c’e , si cerca ma non si trova; questo accadrà se non modificheremo alle radici il modello di sviluppo contemporaneo per dar vita a molte opportunità di lavoro socialmente innovativo e creativo.

Il Lavoro tradizionale, con la nuova concezione di sviluppo dell’industria 4.0, cambierà rapidamente,  pertanto il lavoro socialmente creativo sarà consapevolmente da innovare.

In ogni momento storico di cambiamento si aprono alternative  che sbloccano le possibilità di rinnovare  obsolete modalità di concepire la realtà evolutiva dello sviluppo sociale ed economico.

(1)-http://nuovadidattica.lascuolaconvoi.it/agire-educativo/2-la-mediazione-plurale-nel-lavoro-educativo/thomas-samuel-khun/

Purtroppo l’uomo contemporaneo si comporta come colui che cerca il suo cappello ovunque e non lo trova perchè lo tiene sulla sua testa  così che similmente non pensa che le radici della regressione progressiva della crescita economica e sociale  risiedono nelle modalità riduzioniste  incluse nella concezione meccanica della scienza e della cultura del progresso  industriale, la quale è  stata fondata sul paradigma utile per la costruzione di macchine anzichè sulla comprensione dell’evoluzione della vita biologica e relazionale.

Pertanto al fine di evitare motivi irreversibili di crisi permanente diventa oggi necessario superare obsolete concezioni meccaniche che  primariamente determinano insanabili contraddizioni logiche.

La prima tra esse è il “Dualismo Kantiano tra Fenomeno e Noumeno” che rende trascendente il pensiero così da affermare un “Realismo Ingenuo” della concettualità meccanica per la quale si ritiene oggettivo ciò che è solo una nostra rappresentazione del mondo esterno  costruita dal cervello.

(2)- http://www.caosmanagement.it/n67/art67_03.html

Infatti dalla neuro-chimica  sappiamo che “non” ci sono occhi nell’idea di un “soggetto isolato ed astratto” che al posto nostro percepisce oggettivamente la realtà.  Diversamente sappiamo che quando gli occhi di una persona reale vengono temporaneamente accecati da un forte flash di luce i recettori fotochimici non emettono il segnale neuronale e pertanto rimaniamo temporaneamente come fossimo al buio malgrado l’intensità luminosa esterna sia elevata.

Ciò significa che quando normalmente apriamo gli occhi non vediamo oggettivamente la luce esterna,  ciò in quanto  la sensazione di luce che percepiamo “non” è oggettivamente quella dei fotoni della luce interagenti nell’ambiente esterno ma altresì proviene dalla sensazione cerebrale interiore che crea una immagine di luce diffusa che in realtà è quella  prodotta dal cervello.

Infatti sappiamo che  l’impulso neuronale, generato dalla reazione fotochimica dei coni e bastoncelli della fovea, va a stimolare le sinapsi cerebrali, in particolare quelle bioelettriche che avvicinando il “gap” tra le cariche positive e negative emettono “sparks” di luce ( “biofotoni” ) ;  quindi è la produzione cerebrale di luce all’interno del nostro cervello quella che genera l’effettiva sensazione della  luminosità che vediamo. (3)-   http://www.caosmanagement.it/n67/art67_03.html

Dallo sviluppo della storia delle conoscenze sappiamo come la “realtà percepita ” non sia  mai stata la stessa nel quadro del cambiamento dei paradigmi di sviluppo storico dei sapere sociale.

(4)- https://noemalab.eu/ideas/essay/tempo--bidimensionale-nell’arte

In seguito agli sviluppi dell’ “Intelligenza Artificiale “ che  permettono la visione di una   “Realtà Virtuale” oggi sappiamo che gli ologrammi   che osserviamo in tre dimensioni (  3D) sono fisicamente costituiti da immagini piatte che assumono la visione tri-dimensionale solo nel cervello che le osserva .

Si tratta, senza ombra di dubbio, che la terza dimensione in cui si esplica un ologramma nella visione cerebrale non è oggettiva , ciò proprio  in quanto la nostra percezione del mondo esterno è stata biologicamente programmata per elaborare immagini visive tridimensionali poichè esse fanno seguito a costruzioni cognitive che si limitano a descrivere il mondo materiale  come reale oggettivazione della realtà della  vita,  che in verità sappiamo essere  molto più complessa per essere coerente con tutte le altre forme di energia che non vediamo.

(5)- https://dabpensiero.wordpress.com/2015/04/07/linterpretazione-quantistica-della-percezione-e-il-cambiamento-di-conoscenze-nella-scienza-e-nell-arte-contemporanea/

L’organizzazione del lavoro sociale del futuro, sulla base del riduzionismo meccanico della scienza, somiglia quindi all’“Isola che non c’è” in quanto in assenza di un netto cambiamento del paradigma dell’oggettività della percezione materiale del mondo, la mancanza di lavoro  diverrà una carenza effettiva  che provocherà un regresso irreversibile della società e dell’ambiente. Di conseguenza  diviene un’esigenza prioritaria rimodulare le nostre concezioni della creatività dello sviluppo in modo che esse non siano più limitate da concezioni di oggettività percettiva che come nel “Mito della Caverna di Platone” ci costringono ad essere prigionieri di una illusione materialistica di ombre olografiche come condizione di apparenza cerebrale ed inganno mentale che progressivamente ci condurrà verso una irreversibile  catastrofe biologica e ambientale dei sistema vivente sul nostro Pianeta.

Simili considerazioni hanno dato origine al “Principio Olografico” sviluppato dall’istituto Astronomico del FERMI-LAB – in USA , dove si studia l’Astrofisica Quantica, partendo dal fatto noto che suddividendo un ologramma piatto in due parti, ogni metà è in grado di far vedere tutta la figura in 3D. Allora gli scienziati del FERMI LAB hanno ritenuto che fosse possibile suddividere il Quadrivettore della Energia dell’Universo, definito come “HOLOMETER” in (4D) nelle varie dimensioni della  “matrix del cronotopo”  così da suddividerla in ( 4-1 )  dimensioni, che sono quelle del mondo materiale che percepiamo in 3D, per poi proiettarla in ( 4-2 ) cioè in due Dimensioni Olografiche, ma successivamente fosse possibile trasformarla anche in ( 4-3 ) dimensioni (2D) riducendo l’Universo  in un campo  di onde/particelle i cui PIXEL QUANTICI fluttuano nella dimensione del “Quanto di azione di Plank” generando la fondamentale dimensione di uno spazio “non” continuo  perchè quantistico, che è molto  diverso da quanto abbiamo ritenuto fino ad oggi assumendo come  oggettiva l’illusione della nostra percezione visiva.

(6)-https://www.scienzainrete.it/contenuto/articolo/filippo-bonaventura/siamo-solo-ologrammi-2d/settembre-2014

–> Di queste affascinanti probabilità fondanti il cambiamento futuro delle nostre conoscenze, discuteremo  al Seminario Anticipazione di un Futuro Migliore”- 30 .03. 2019 , c/o –Info-Point, Sala Multimediale Visitor Centre in Piazza della Stazione di Santa Maria Novella a Firenze.

L’obiettivo del Seminario di Studi e Ricerca, Organizzato dal Cluster Egocreanet (NGO-Firenze) è quello di promuovere una rinnovata consapevolezza per osservare lo sviluppo culturale e sociale  da un punto di vista più ampio e creativo di quello ereditato dal riduzionismo meccanico in modo da riconoscere l’effettiva opportunità del cambiamento di una nuova dimensione della vita finalizzata a reinterpretare la realtà  dello sviluppo economico e sociale contemporaneo in modo da  rimodulare creativamente  il modello formativo tradizionale.

Vedi il Programma  sul : Portale Giovani del Comune Firenze in :

https://portalegiovani.comune.fi.it/pogio/news_publish/rubrica_pace_dettaglio.php?ID_REC=16714

RICERCA DI PARTNERS del Progetto:

“SFIDA CONTEMPORANEA PER LA  FORMAZIONE CREATIVA E COSCIENTE”

Come Egocreanet Cluster (ONG no for profit) richiediamo  ai potenziali partners  la partecipazione al seminario nell’intenzione di proseguire nella collaborazione del  Progetto di Formazione trans-disciplinare da condividere con giovani Talenti allo scopo di realizzare successivamente una progettazione formativa  del tipo “Job Coaching” tendente a creare nuovi profili professionali emergenti e percorsi di inclusione nell’ impresa sociale innovativa. In estrema sintesi riteniamo che per tale obiettivo si debbano superare le ormai obsolete concezioni del paradigma meccanico che con ogni evidenza non sono più complementari allo sviluppo al tempo della  industria 4.0 .

Attendiamo pertanto proposte  di collaborazione e partecipazione .

Paolo Manzelli 08/03/2019 Firenze (335/6760004) .<egocreanet2016@gmail.com>

ScreenHunter_262 Mar. 08 22.07

di Paolo Manzelli 

ScreenHunter_240 Nov. 27 11.40

Gli studi sul timore del futuro dei giovani  sottolineano che esso si associa a una mancanza  di sentimenti positivi, che determinano più elevati  livelli di smarrimento, di depressione, e di ansia, che inducono comportamenti disadattivi che sempre più spesso si risolvono in un aumento dell’abuso di sostanze che permettano lo sballo per dissociarsi da una situazione inconscia di frustrazione per incapacità di vedere soluzioni di felicità e soddisfazione nel futuro della propria vita sociale.
Per tale motivo Egocreanet-Cluster ritiene  fondamentale, dar origine ad una strategia di
rinnovamento culturale e scientifico della vita biologica e relazionale capace di ottenere un impatto positivo nel rimodellarsi dell’arco evolutivo dell’adolescenza, educando  i giovani alle prospettive di cambiamento, fondate su una nuova visione delle potenzialità umane di intelligenza, atte a rimodellare lo sviluppo sociale ed economico con  responsabilità  mediante una ricerca innovativa di sviluppo cosciente orientata a  dare un rinnovato senso alla vita.
Recenti ricerche  sulla percezione dei giovani rispetto al futuro e alla progettualità,(1) mostrano come nuovi costrutti di autoefficacia, resilienza e ottimismo in eta’ evolutiva possano fornire delle risposte adattivo/creative a questa fase complessa di cambiamento.L’attenzione su questi temi  è indirizzata a tutti coloro che, a vario titolo, si occupano di promuovere un rinnovamento della  cultura educativa in quanto vogliono interagire in maniera propositiva con i giovani per approfondire e far conoscere e valorizzare le risorse dei giovani nell’attuale contesto socio-culturale.
(1)-Giovani tra speranza, fiducia e progettualità. Risultati di una ricerca. http://isfoloa.isfol.it/xmlui/bitstream/handle/123456789/709/Aprile_Di%20Giuseppe_Paoletti_Pavoncello_Giovani_speranza_fiducia.pdf?sequence=1

L’ articolo «Giovani tra speranza, fiducia e progettualità» trova il suo fondamento in un momento di grande trasformazione sociale, politica ed economica che richiede una profonda riflessione sulle pratiche educative e pedagogiche necessarie per sostenere le nuove generazioni ad affrontare con determinatezza il proprio futuro per sentirsi  realmente cittadini attivi fin da giovani e giovanissimi .

Egocreanet Cluster condivide a pieno la necessità di proporre ai giovani di valorizzare  e credere nelle proprie capacità con ottimismo potenziando il  valore dell’intelligenza e della flessibilità come costrutti da cui partire per rilanciare il sistema economico, sociale e politico  nella sfida del reinventarsi.  (2)
(2)- https://www.facebook.com/groups/758332701226366/

Resta infine il compito di indicare ai giovani la strategia di rinnovamento della visione culturale che permetta di sopravanzare la condizione d’insicurezza e indeterminatezza nei confronti del futuro che  oggi caratterizza le nuove generazioni .

Per le ricerche del Cluster Egocreanet la nuova visione strategica culturale ed economica si fonda sul superamento delle obsolete concezioni meccaniche della scienza  che sono ancora  la radice cognitiva acquisita nel quadro storico della società industriale (3)
(3)- https://www.scienzaeconoscenza.it/blog/scienza_e_fisica_quantistica/il-crollo-del-
vecchio-paradigma-meccanico-della-scienza

Purtroppo la visione meccanica della realtà permane ancora durante questa epoca di
cambiamento e tale modalità di pensiero paradigmatico è capace di inibire sistematicamente  le potenziali risorse creative dei giovani così da inibire la fiducia dei giovani nelle proprie risorse con le quali  potranno  rendere effettivo e sostenibile un punto di svolta creativo del cambiamento dell’attuale momento storico.

Pertanto come metteremo in esplicita evidenza al Seminario di Studi e Ricerca  su: “Anticipazione di un  Futuro Migliore” ( Firenze 30.03/2019) diviene estremamente necessario comprendere profondamente la sfida scientifica e culturale capace di proporre un  diverso mondo di conoscere la vita biologica e relazionale bioquantica  (3) associata  a  differenti criteri e modalità di organizzazione e di management economico e politico tali da permettere  l’espressione di rinnovata  forza generativa  dei giovani strategicamente volta al fine di promuovere la trasformazione globale in senso costruttivo, sostenuta da atteggiamento propositivo di speranza ed ottimismo nel futuro correlata all’obiettivo di  dare sviluppo coscientemente ad elevate abilità progettuali di risoluzione innovativa dei problemi fondate su maggiori livelli di creatività.

(2) Bioquanica:
http://gsjournal.net/Science-Journals/Communications-
Mind%20and%20Consciousness/Download/7217

Paolo Manzelli – Presidente Egocreanet

2paulus

<egocreanet2016@gmail.com>

  • “Se apriamo gli occhi e ci liberiamo dai pregiudizi senza restare a guardare passivamente , riusciamo a vedere anche l’invisibile per non scoprire in punto di morte di non aver mai vissuto!”Tratto dal  pensiero di Henry David Thoreau, padre del Rinascimento in America.
  • Se i giovani impareranno a vedere e a non limitarsi a guardare certamenteVivremo in un Mondo Migliore”:  questa è a tesi del Seminario di Studi e Ricerca Egocreanet Cluster del 2019 . https://www.facebook.com/groups/758332701226366/

   Spesso le parole sono fonte di malintesi concettuali.

La concezione Meccanica della scienza  isolando arbitrariamente il soggetto della percezione dall’oggetto rende sinonimi ed intercambiabili i significati di “Vedere e Guardare” che in vero sono profondamente diversi sia etimologicamente che di rappresentazione mentale.

Tra il visibile e l'invisibile

TRA IL VISIBILE E L’INVISIBILE”   –  Daniela Biganzoli(Dab)

Vedere indica andare oltre la percezione della superficie osservabile della realtà ed esercitare una azione consapevole sui limiti tra ciò che ci è reso visibile dai sensi e la realtà invisibile ma fondamentale per capire la nostra vita. Il guardare significa  atteggiarsi  a guardia di ciò che accade nel mondo esterno con  una impostazione  analitica di osservazione  deprivata da una chiave di accesso per la comprensione più profonda della realtà’. Questa distinzione tra “vedere e guardare” è importante oggi dal momento che il riduzionismo della scienza meccanica ha concepito l’ osservazione come oggettiva escludendo il vedere come capacità interiore creativa capace di superare la visione di un mondo speculare, proiettata come ombra nella retina oculare. L’estetica e lo spettacolo come finzione hanno pertanto preso il sopravvento come sembianze della reale conoscenza interiore del vedere con la mente, fino a rendere virale  la moda nei giovani di guardarsi facendosi dei autoritratti (Selfies) amando il guardarsi il viso ed il proprio corpo senza vedersi oltre l’apparenza di se stessi. Oggettivizzare la percezione separata dalla partecipazione consapevole del soggetto oggi nell’epoca contemporanea della “Realtà  Virtuale” e dell’“Intelligenza Artificiale” è ormai divenuto  un assurdo palese. Infatti è esemplare capire che la luce che osserviamo non può essere’ causata dall’osservazione oggettiva di fotoni visibili in quanto essi provenienti da una fonte luminosa producono una reazione fotochimica dei coni e bastoncelli della retina, che induce un segnale neuronale il quale eccita le sinapsi elettriche del cervello nel produrre “sparks” di luce ( biofotoni) ; pertanto la sensazione di luce che percepiamo può essere quella esterna ma altresì corrisponde alla visione interiore e soggettiva della luce. E’ stato recentemente dimostrato che il sistema “occhio/cervello” è altamente  sensibile alla luce in quanto è sufficiente un solo fotone per creare un segnale neuronale, mentre il successivo invio sulla retina di 4 / 5 fotoni  diviene sufficiente a stimolare la visione cerebrale della luce. Quanto sopra permette di comprendere come possiamo vedere la luce quando sogniamo nel mentre gli Occhi Roteano Rapidamente ( REM) espellendo alcuni fotoni rimasti intrappolati (entangled) nella retina durante il giorno , così che nel sogno iniziamo a vedere immagini e colori  in piena luce che vengono costruite virtualmente dal cervello mentre abbiamo gli occhi chiusi e siamo al buio.

In conclusione questa effettiva “de –oggettivazione” dell’osservazione nella situazione onirica mette in evidenza come il modello percettivo della scienza meccanica sia ormai obsoleto e di conseguenza una più cosciente riflessione ci propone  di intuire come i sogni più vividi ed emozionanti siano quelli che si verificano nell’immaginazione scientifica e nella fantasia artistica che per esprimersi compiutamente nella nostra epoca necessitano di modernizzare le vecchie modalità di dare forma figurativa dell’essere e del pensare alla vita.

Egocreanet -Cluster si propone di sviluppare una cultura della creatività che vada oltre l’ orizzonte  degli schemi riduzionisti della “meccanica”, in memoria del 500° anniversario del genio di Leonardo da Vinci. NB: Le modalità di Iscrizione, partecipazione e collaborazione e sostegno al Cluster Egocreanet 2019, sono descritte in: http://www.egocrea.net/2019/01/15/adesione-al-cluster-egocreanet/

By Sergio Stagnaro

images

The topic of this fascinating article is really interesting  paricularly for the general practitioners, so that I like to underline the following original, clinical information.

I have discovered and described in previous papers how our brain sensor, i.e. PNEI system and Limbic area, including Hippocampus, react to every, even minimal, insult, aiming to damage or to destroy body health, independent of its nature, as both clinical and experimental evidences demonstrate.

In a few words, at Christmas 2011, from womb of Quantum Biophysical Semeiotics (http://www.sisbq.org) has born a new clinical diagnostic method, I have termed Brain Sensor Bedside Evaluation (BSBE), which opened a new road in the field of physical Semeiotics (1). Physycians have to utilise in daily practice the present knowledge on cerebral cortex functions, as it has recently happened, regarding PNEI system and Limbic region, i.e. Brain Sensor Bedside Evaluation.

In following I briefly illustrate the Rossana’s Manoeuvre, reliable in bedside recognizing from the birth, i.e., from Oncological Terrain-Dependent, Inherited Real Risk, lesion oncological in nature. Interestingly, such a clinical method allows physicians to bedside diagnose, easily and quickly, the presence of the heritable, through maternal mitochondria, predisposition to cancer, locating it precisely with a stethoscope, staging it and fortunately removing it by inexpensive Reconstructing Mitochondrial Quantum Therapy (2-4).

In health, at rest, Hippocampus microcirculatory flow-motion shows wall physiological movements: the diastole of Peripheral Heart, according to Allegra (5), namely, small arteries and arterioles, according to Hammersen, lasts 6 sec. (= vasomotility), paralleling the duration of vasomotion of the local nutritional capillaries: type I, physiological, Associated Microcirculation.

As a consequence, the Latency Time of  Brain Sensor-Aspecific Gastric Reflex is 8 sec., Duration is physiological: < 3 sec. – 4 sec. <

On the contrary, in individual involved by any oncological disorder, starting from birth, i.e., from the Oncological Terrain-Dependent, Inherited Real Risk, Hippocampus microcirculation appears activated, of Type 2, dissociated, characterized by prolonged Duration of the only vasomotility, aimed at maintaining innormal range  the vasomotion (= 6 sec.). The intensity of these parameter values parallels the seriousness of underlying disorder.

Thus, under pathological disorders, oncological in nature, Latency Time of Brain Sensor-Aspecific Gastric Reflex is normal, i.e., 8 sec. in the Oncological Terrain-Dependent, Inherited Real Risk of cancer, but Duration is 4 sec. or more.

In presence of overt malignancy, Latency Time of the referred Reflex lowers, in inverse correlation with the seriousnss odf cancer.

Interestingly, in the overt tumour, intense digital pressure (1,000 dyne/cm2), applied directly either on lesion or on its trigger-pint, brings about simultaneously further Microcirculatory Activation in the Hippocampus, doubling the basal  duration of the Latency Time of Hippocampus-Gastric Aspecific Reflex, a value more easy to be evaluated by physicians.

On the contrary, in the first stages of cancer, the above reflex pathological events show a less intensity and a delay in the onset after the stimulation, above referred. Latency Time ranging from 2 to 10 sec., in inverse relation to the stage of the disease.

The above results are corroborated by Moncada’s Manoeuvre , Cris Manoeuvre, and Burigana Manoeuvre (6-10).

At this point, I would like to emphasise that the multiple functions of the cerebellum, can now be carefully evaluated at the bedside with a common stethoscope, according to Clinical Microangiology (5).

Some years ago, I have suggested the possible existence of a close relationship between the cerebellum and future cerebral atherosclerosis, demonstrating it in clinical research, performed with the essential psychokinetic diagnostics (1-3). Such a intuition proved to be correct, since the cerebellum is  a sensor  of future cerebral degenerative vascular disease, as Senile Dementia, Parkinson Disease, Alzheimer Disease, a.s.o.

Briefly said, I started a clinical research aimed to recognize the possible Inherited Real Risk of all Brain Degenerative Diseases. It is impossible to summerize this complex method. However, the following experimental evidence highlight what I mean.

In health, the simple thinking   of rotating the head is accompanied by microcirculatory activation, type I, associated, physiological, in the cerebellum middle anterior area.

In contrast, in patients involved by overt  brain atherosclerosis, between the “thinking” of rotate the head and the cerebellar  microcirculatory activation  there is a latency  time of  3 – 4 seconds, because of the local microcirculatory remodeling, typical of the Inherited Real Risk, removed by inexpensive therapy (4).

 

References

1) Sergio Stagnaro and Simone Caramel (2012) New ways in physical Diagnostics: Brain Sensor Bedside Evaluation. The Gandolfo’s Sign. January, 2012. Journal of Quantum Biophysical Semeiotics. http://www.sisbq.org/uploads/5/6/8/7/5687930/bsbe.pdf

2) Sergio Stagnaro. Il Cervelletto è un Sensore della Predisposizione all’Aterosclerosi Cerebrale. La Manovra di De Lisi.  http://www.sisbq.org, http://www.sisbq.org/uploads/5/6/8/7/5687930/lisi_cervelletto_atscerebrale.pdf

3) Sergio Stagnaro and Simone Caramel. BRCA-1 and BRCA-2 mutation bedside detection and breast cancer clinical primary prevention. Front. Genet. | doi: 10.3389/fgene.2013.00039. http://www.frontiersin.org/Cancer_Genetics/10.3389/fgene.2013.00039/full [MEDLINE]

4) Caramel S., Marchionni M., Stagnaro S. Morinda citrifolia Plays a Central Role in the Primary Prevention of Mitochondrial-dependent Degenerative Disorders. Asian Pac J Cancer Prev. 2015;16(4):1675. http://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/25743850%5BMEDLINE%5D

5) Sergio Stagnaro – Marina Neri Stagnaro. Microangiologia Clinica. A cura di Simone Caramel. e-book, http://www.sisbq.org, 1) http://www.sisbq.org/uploads/5/6/8/7/5687930/microangiologiaclinicasbq2016.pdf

6) Sergio Stagnaro. Manovra di Moncada*: Diagnosi Differenziale tra Lesione Benigna e Maligna in 15 secondi. http://www.sisbq.org/uploads/5/6/8/7/5687930/manovradimoncada.pdf

7) Sergio Stagnaro. Manovra di Moncada. Ruolo Fisiopatologico Centrale dell’Acidosi Istangica. https://sergiostagnaro.wordpress.com/2018/11/05/manovra-di-moncada-ruolo-fisiopatologico-centrale-dellacidosi-istangica/; http://www.sisbq.org/uploads/5/6/8/7/5687930/moncada_fisiopatologia.pdfhttps://dabpensiero.wordpress.com/2018/11/05/manovra-di-moncada-ruolo-fisiopatologico-centrale-dellacidosi-istangica/

8) Sergio Stagnaro. Manovra di Cris. ottobre 18, 2018 di dabpensiero.  https://dabpensiero.wordpress.com/2018/10/18/manovra-di-cris/http://www.sisbq.org/uploads/5/6/8/7/5687930/manovradicris.pdf

9) Sergio Stagnaro (2019. Ruolo diagnostico centrale della Manovra di Burigana nella Connettomologia Clinica SBQ, neuromale e non-neuronale. https://sergiostagnaro.wordpress.com/2018/12/28/ruolo-diagnostico-centrale-della-manovra-di-burigana-nella-connettomologia-clinica-sbq-neuromale-e-non-neuronale/; https://dabpensiero.wordpress.com/2018/12/29/ruolo-diagnostico-centrale-della-manovra-di-burigana-nella-connettomologia-clinica-sbq-neuromale-e-non-neuronale/

10) Sergio Stagnaro (2019). Ordine Implicato  e  Ordine Esplicato nella Manovra di Burigana. La Natura delle Oscillazioni fisiologiche del Tempo d Latenza tra 3 e  5 sec. evidenziano la Coerenza interna ed esterna della Semeiotica Biofisica Quantistica. https://sergiostagnaro.wordpress.com/2019/01/02/ordine-implicato-e-ordine-esplicato-nella-manovra-di-burigana-la-natura-delle-oscillazioni-fisiologiche-del-tempo-d-latenza-tra-3-e-5-sec-evidenziano-la-coerenza-interna-ed-esterna-della-semeioti/?fbclid=IwAR10LJY3nU9nHAYbkDQaOlf9vviD0K-BIjc_GrbVsz0O_Gbn310j-RC4LDs

 

 

By Sergio Stagnaro

download

“THE GREATEST ENEMY OF KNOWLEDGE IS NOT IGNORANCE, IT IS THE ILLUSION OF KNOWLEDGE”.                                                                                    STEPHEN HAWKING

Dedico questo esperimento al mio caro amico Prof. Piergiorgio Spaggiari, massimo conoscitore delle applicazioni diagnostico-terapeutiche della Biorisonanza.

L’Esperimento di Spaggiari è l’esemplare dimostrazione della desolante incompletezza schizofrenica della Medicina Accademica, che ignora l’apporto prezioso della Fisica Quantistica alla Medicina, salvo utilizzarla nella RNM!

tra-il-visibile-e-linvisibileTRA IL VISIBILE E L’INVISIBILE   –  Daniela Biganzoli(Dab)

Nel soggetto sano, secondo la Semeiotica Biofisica Quantistica (https://www.medscape.com/viewarticle/908913), il Medico valuta di base il livello di Energia Libera Endocellulare (1-5) sia nel midollo osseo sternale sia in quello delle ossa iliache, mediante i valori parametrici del Riflesso Osseo-Gastrico Aspecifico (6): NN = Tempo di Latenza 10 sec.; Durata < 3 sec. – 4 <

A questo punto, mediante opportuno strumento (Ritka Spinor, AK-Tom, Scheda del Neolitico Big-Mother,  Smart Card Cell Wellbeing, etc. ), applicato  sopra la parte centrale dello sterno per circa dieci minuti, invia Energia-Informazione biocompatibile al  midollo sternale. Alla fine dell’applicazione, il livello di Energia Libera endocellulare risulta aumentato significativamente, triplicando in genere.

Fatto interessante, simultaneamente anche il midollo delle ossa iliache reagisce in identica maniera, rivelando lo stesso aumento statisticamente significativo  del livello di ATP nelle locali cellule.

La corretta interpretazione dell’Esperimento di Spaggiari è preclusa a chi, custode di una scienza meccanicistica, deterministica, newtoniana, fatta di certezze, continua a voler ignorare che il corpo umano è fatto di Energia-Materia per una parte e di Energia-Informazione per il rimanente miliardo.

Questa deleteria Weltanschauung della Medicina,  superata e insostenibile, come dimostra la Semeiotica Biofisica Quantistica, ha come conseguenza la tragica esclusione della Prevenzione Pre-Primaria e Primaria dalla Medicina tradizionale, ortodossa, accademica, che fa ricorso al solo screening, politicamente ed economicamente corretto,  rivelatosi un costoso fallimento: CVD/CAD, Osteoporosi, T2DM, Cancro sono epidemie in continuo aumento.

La medaglia diagnostico/terapeutica della Medicina ha due facce, ovviamente. Purtroppo,  la Medicina tradizionale ne conosce solo una, quella della diagnosi e terapia della patologia in atto. Con lo screening, impiegato in modo riduttivo e molto spesso irrazionale, perchè attuato in individui che non sono colpiti dal Reale Rischio Congenito, dipendente dalla relativa Costituzione SBQ, conditio sine qua non della patologia, spesso inguaribile, che si vorrebbe prevenire, il fallimento era facilmente prevedibile, a partire dal 1948 quando a Framinghan, Massachusset USA, la Medicina diventò serva dell’economia (7-10).

L’Esperimento di Spaggiari, di facile esecuzione, perché richiede il corretto uso del comune fonendoscopio, agevolmente sottoposto a tentativi di falsificazione, sottolinea, sul piano clinico, il valore scientifico e la pratica utilità della Biorisonanza in Medicina.

Bibliografia.

1) Stagnaro-Neri M., Stagnaro S. Introduzione alla Semeiotica Biofisica. Il Terreno Oncologico. Travel Factory, Roma, 2004.   http://www.travelfactory.it/semeiotica_biofisica.htm

2) Stagnaro S., Stagnaro-Neri M., Le Costituzioni Semeiotico-Biofisiche.Strumento clinico fondamentale per la prevenzione primaria e la definizione della Single Patient Based Medicine. Travel Factory, Roma, 2004. http://www.travelfactory.it/libro_costituzionisemeiotiche.htm

3) Stagnaro S., Stagnaro-Neri M., Single Patient Based Medicine.La Medicina Basata sul Singolo Paziente: Nuove Indicazioni della Melatonina. Travel Factory, Roma, 2005. http://www.travelfactory.it/libro_singlepatientbased.htm

4) Sergio Stagnaro and Simone Caramel.  BRCA-1 and BRCA-2 mutation bedside detection and breast cancer clinical primary prevention.  Front. Genet. | doi: 10.3389/fgene.2013.00039.  http://www.frontiersin.org/Cancer_Genetics/10.3389/fgene.2013.00039/full[MEDLINE]

5) . Sergio Stagnaro and Simone Caramel. The Inherited Real Risk of Coronary Artery Disease, Nature PG., European Journal of Clinical Nutritionvolume 67, page 683 (2013),  http://www.nature.com/ejcn/journal/v67/n6/full/ejcn201337a.html [MEDLINE]

6) Simone Caramel. Percussione Ascoltata dello Stomaco, secondo Sergio Stagnaro. Riflesso Gastrico Aspecifico. Manuale Tecnico-Pratico. e-book,   http://www.sisbq.org/uploads/5/6/8/7/5687930/cardiogarap_manuale_it.pdf

7) Stagnaro Sergio. Reale Rischio Semeiotico Biofisico. I Dispositivi Endoarteriolari di Blocco neoformati, patologici, tipo I, sottotipo a) oncologico, e b) aspecifico. Ediz. Travel Factory, www.travelfactory.it, Roma, 2009.

8) Sergio Stagnaro.    Ingrossamento della Prostata: Adenoma o Cancro? Ruolo diagnostico dei Dispositivi Endoarteriolari di Blocco.   http://www.piazzettamedici.it/ ;  http://xoomer.virgilio.it/piazzetta/professione/prostata.htm

9) Sergio Stagnaro (2012).  Valutazione Semeiotico-Biofisico-Quantisticadell’Attività Funzionale dei Sistemi Biologici. Il Ruolo dei Dispositivi Endoarteriolari di Blocco, fisiologici e neoformati-patologici tipo I, sottotipo a) e b). http://www.sisbq.org/libri-e-articoli.html,  e-book, http://www.sisbq.org/uploads/5/6/8/7/5687930/valutazione_attivit__biolog_2012.pdf

10) Marco MarchionniSimone Caramel, Sergio Stagnaro. The Role of ‘Modified Mediterranean Diet’ and Quantum Therapy In Alzheimer’s Disease  Primary Prevention. Letter to the Editor, The Journal of Nutrition, Health & Aging, Volume 18, Number 1, 2014, Springer Ed. http://link.springer.com/article/10.1007/s12603-013-0435-7  [MEDLINE]

By Sergio Stagnaro

download

Il T2DM, epidemia in continuo aumento, è la forma più comune di diabete, rappresentando circa il 90% dei casi di questa sindrome. La causa è ancora completamente chiarita, anche se è certo che il corpo del pancreas, sede principale delle isole di Langherans, è in grado di produrre insulina, ma la insulino-resistenza delle cellule degli organi bersaglio di questo ormone e  numerosi fattori di rischio ambientale sono associati nel promuovere la sua insorgenza. Tra questi: la familiarità per diabete, lo scarso esercizio fisico, il sovrappeso e l’appartenenza ad alcune etnie.

Ciò che la Medicina Accademica non rivela è la scoperta fatta nell’autunno del 2001 del Reale Rischio Congenito del T2DM, dipendente dalla Costituzione Diabetica “e”  Dislipidemica, conosciuto in tutto il mondo, con l’unica eccezione l’Italia. Nessuno ha finora potuto falsificare la mia datata affermazione, secondo cui tutte (100%)  le madri di figli(e) colpite dal DM sono positive a questo Reale Rischio Congenito.  Il silenzio sospetto delle competenti autorità sanitarie italiane su questi fatti nega la possibilità di realizzare la Prevenzione Pre-Primaria e Primaria del DM su vasta scala, che si può eseguire anche nei Paesi sottosviluppati o in via di sviluppo, dal momento che la Terapia Quantistica Mitocondriale Ristrutturante costa ben poco.

Non esiste un diabetologo oggi capace di riconoscere i diabetici nei primi tre stadi della sindrome, a causa della assoluta inefficacia del Laboratorio, dal quale il diabetologo dipende. Questo spiega perché nel mondo esistano, per generale ammissione, altrettanti diabetici che ancora non hanno ricevuto la diagnosi e che pertanto sono esposti al pericolo delle cosiddette complicazioni micro- e macro-vascolari

Il diabete tipo 2 in genere non viene diagnosticato per molti anni – la nonna a 75 è diventata diabetica! – in quanto l’iperglicemia si sviluppa gradualmente e inizialmente non è di grado severo al punto da dare i classici sintomi del diabete, chiaramente secondo la Medicina ortodossa, tradizionale, accademica incapace quindi di porre fine alla vergognosa epidemia diabetica.

Solitamente la diagnosi di DM avviene casualmente o in concomitanza con una situazione di stress fisico, quale infezioni o interventi chirurgici, a sottolineare il fatto che l’Era della Pietra della Glicemologia avverrà soltanto  col diffondersi della Diabetologia Semeiotico-Biofisico-Quantistica..

Da Epicentro,  http://www.epicentro.iss.it/diabete, Il portale dell’epidemiologia per la sanità pubblica, a cura del Centro nazionale per la prevenzione delle malattie e la promozione della salute dell’Istituto Superiore di Sanità:

“Il rischio di sviluppare la malattia aumenta con l’età, con la presenza di obesità e con la mancanza di attività fisica: questa osservazione consente di prevedere strategie di prevenzione “primaria”, cioè interventi in grado di prevenire l’insorgenza della malattia e che hanno il loro cardine nell’applicazione di uno stile di vita adeguato, che comprenda gli aspetti nutrizionali e l’esercizio fisico”.

Una delirante affermazione di laureati in Medicina non aggiornati, come dimostra il fatto che oggi il T2DM è una epidemia in aumento ed un enorme business!

Di seguito descrivo uno tra i numerosi metodi clinici della Semeiotica Biofisica Quantistica per riconoscere dalla nascita i diabetici nei primi tre stadi in modo semplice e rapido.

Iter diagnostico per riconoscere, a partire dalla nascita, i primi tre stadi del T2DM.

  1. Il Segno di Stagnaro, classico e variante (39, 40), aspecifico, permette al medico di  accertare la presenza di una patologia localizzata nell’apparato digerente. Se il risultato è negativo, in un secondo è esclusa la presenza del T2DM.
  2. Il Segno di Siniscalchi (11) è aspecifico, ma diagnostico del DM 9 volte su 10.
  3. A questo punto, corrobora la diagnosi di DM la valutazione della vasomitily nel corpo pancreatico, dove nel DM è presente l’ Attivazione Microcircolatoria dissociata, tipo II (8, 9).
  4. Un ruolo diagnostico di primaria importanza è svolto dalla valutazione della sintesi dell’ormone Taileverina. La presenza di DM è caratterizzata notoriamente dalla aumentata secrezione di Taileverina: nella coda pancreatica si osserva attivazione microcircolatoria associata, tipo I (13, 24-26).
  5. Infine, il medico valuta la microcircolazione nel Corpo Calloso, che mostra significativa attivazione microcircolatoria di tipo I, associato (38, 41-47).

In conclusione, il medico esperto in Semeiotica Biofisica Quantistica sa riconoscere, in modo facile e rapido (circa 2 minuti), a partire dalla nascita e usando il comune fonendoscopio, i soggetti solo apparentemente sani, ma in realtà diabetici nei primi tre stadi, realizzando una efficace prevenzione pre-primaria e primaria del Diabete Mellito.

 

Bibliografia consigliata.

  1. Stagnaro S., West PJ., Hu FB., Manson JE., Willett WC. Diet and Risk of Type 2 Diabetes. N Engl J Med. 2002 Jan 24;346(4):297-298. [Medline]
  2. Sergio Stagnaro.   New Renaissance in Medicina. Prevenzione Primaria del Diabete Mellito tipo 2. Sito del Convegno, http://qbsemeiotics.weebly.com/atti-del-convegno.html, 16 novembre 2010; http://qbsemeiotics.weebly.com/uploads/5/6/8/7/5687930/newrenaissance_prevenzionet2dm.pdf; english version http://qbsemeiotics.weebly.com/uploads/5/6/8/7/5687930/report_stagnaro.pdf
  3. Sergio Stagnaro. Il Segno di Luigino: diagnosi clinica di patologie parotidee e pancreatiche in un secondo (9/10 T2DM). https://sergiostagnaro.wordpress.com/2016/04/11/il-segno-di-luigino-diagnosi-clinica-di-patologie-parotidee-e-pancreatiche-in-un-secondo-910-t2dm/
  4. Sergio Stagnaro. Manovra di Bardi, affidabile, semplice e di rapida applicazione, nel riconoscere in 10 secondi i Falsi Negativi in Semeiotica Biofisica Quantistica. http://www.sisbq.org/glossariosbq.html;    https://sergiostagnaro.wordpress.com/2013/10/07/manovra-di-bardi-affidabile-semplice-e-di-rapida-applicazione-nel-riconoscere-in-10-secondi-i-falsi-negativi-in-semeiotica-biofisica-quantistica/
  5. Sergio Stagnaro. Il Segno di Artemisia: Il Diabete Mellito diagnosticato in un secondo a partire dal suo Primo Stadio di Reale Rischio Congenito, Dipendente dalla Costituzione Diabetica. http://www.sisbq.org/uploads/5/6/8/7/5687930/segnodiartemisia.pdf
  6. Sergio Stagnaro, Simone Caramel. Bardi’s Manoeuvre:  GH-RH  on bedside Diagnosing Insulin-Secretion and Arterial Hypertension with the Aid of Quantum Biophysical Semeiotics. –  http://www.sisbq.org/uploads/5/6/8/7/5687930/bardimanouvre.pdf
  7. Sergio Stagnaro. Ruolo del Muscolo – Scheletrico nella Diagnosi Clinica. Il Riflesso della Low Grade Chronic Inflammation e la Manovra di Bardi.  http://www.sisbq.org/uploads/5/6/8/7/5687930/muscoloscheletricobardi2016.pdf
  8. Sergio Stagnaro.     Manovra di Ferrero-Marigo e Vasomotilita’ a Riposo e Dopo Il Test Di Secrezione Del Picco Acuto Insulinemico nella Valutazione Clinica della Insulino Resistenza 23 novembre 2010.http://qbsemeiotics.weebly.com/uploads/5/6/8/7/5687930/manovradiferrero.pdf
  9. Sergio Stagnaro. Valutazione semeiotico-biofisica clinica della funzione della cellula beta-pancreatica mediante il picco acuto di secrezione del GH-RH. http://www.sisbq.org/uploads/5/6/8/7/5687930/valutazioneghrh.pdf
  10. Sergio Stagnaro.   Manovra di Butturini: Diagnosi Clinica della Costituzione Diabetica, del suo Reale Rischio Congenito e del DM in atto, in 5 secondi. http://www.sisbq.org/glossariosbq.html8)
  11. Sergio Stagnaro.    Siniscalchi’s Sign. Bedside Recognizing, in one Second, Diabetic Constitution, its Inherited Real Risk, and Type 2 Diabetes Mellitus. 24 December, 2010, http://www.sci-vox.com,   http://www.sci-vox.com/stories/story/2010-12-25siniscalchi%27signi.bedside++diagnosing+type+2+dm.htmlsciphu.com; http://wwwshiphusemeioticscom-stagnaro.blogspot.com/  Italian version: http://www.sisbq.org/uploads/5/6/8/7/5687930/segnodisiniscalchi.pdf
  12. Sergio Stagnaro. Il Segno di Adezati-Giordano: I Cinque Stadi del Diabete Mellito tipo 2  riconosciuti in Dieci Secondi. http://www.sisbq.org/uploads/5/6/8/7/5687930/segnodiadezatigiordano.pdf
  13. Sergio Stagnaro.  La Taileverina, prodotta nella Coda del Pancreas, svolge un ruolo importante nella diagnosi clinica dei Cinque Stadi diabetici. https://sergiostagnaro.wordpress.com/2017/02/02/la-taileverina-prodotta-nella-coda-del-pancreas-svolge-un-ruolo-importante-nella-diagnosi-clinica-dei-cinque-stadi-diabetici/
  14. Sergio Stagnaro. Il Reale Rischio Congenito di Infarto Miocardico: Fisiopatologia, Diagnosi e Terapia. Il Ruolo centrale svolto dal Diabete Mellito Tipo 2 Stagnaro https://sergiostagnaro.wordpress.com/2017/08/12/il-reale-rischio-congenito-di-infarto-miocardico-fisiopatologia-diagnosi-e-terapia-il-ruolo-centrale-svolto-dal-diabete-mellito-tipo-2-stagnaro/ e http://www.sisbq.org/uploads/5/6/8/7/5687930/rrcima_t2dmstagnaro2017.pdf
  15. Sergio Stagnaro.    Manovra di Butturini: Diagnosi Clinica della Costituzione Diabetica, del suo Reale Rischio Congenito e del DM in atto, in 5 secondi. http://www.sisbq.org/glossariosbq.html
  16. Sergio Stagnaro.  Diabetologia Semeiotico-Biofisico-Quantistica in Progresso: il Segno di Gazzano. https://sergiostagnaro.wordpress.com/2013/11/17/diabetologia-semeiotico-biofisico-quantistica-in-progresso-il-segno-di-gazzano/
  17. Sergio Stagnaro. LA VALUTAZIONE SEMEIOTICO-BIOFISICA-QUANTISTICA  DELL’INTERSTIZIO.  L’AMILOIDE INSULARE NELLA DIAGNOSI DEL DIABETE MELLITO TIPO II. www.sisbq.org,   http://www.sisbq.org/uploads/5/6/8/7/5687930/amiloidesbq.pdf
  18. Sergio Stagnaro. Diabete Mellito tipo 2 Stagnaro. Libri e Articoli www.sisbq.org, http://www.sisbq.org/uploads/5/6/8/7/5687930/dmt2_stagnaro2017.pdf
  19. Sergio Stagnaro. Ruolo del Tessuto Adiposo Bianco nella Patogenesi del Diabete Mellito Tipo 2. Marzo 16, 2018.  https://dabpensiero.wordpress.com/2018/03/16/ruolo-del-tessuto-adiposo-bianco-nella-patogenesi-del-diabete-mellito-tipo-2/
  20. Sergio Stagnaro. Manovra di Sara, Metodo clinico di Valutazione delle Adipochine del Tessuto Adiposo Bianco di Tipo A e B nell’aumentare la Sensibilità dei Recettori Insulinici.  http://www.sisbq.org/uploads/5/6/8/7/5687930/tabmanovradisara.pdf
  21. Sergio Stagnaro. Storia Naturale del Diabete Mellito tipo 2 dal punto di Vista Semeiotico-Biofisico-Quantistico.Ruolo Fondamentale della Valutazione dei  PPARs nel Monitoraggio del Metabolismo Glico- Lipidico http://www.fcenews.it, Wikipedia, 25 gennaio, 2010.
  22. Sergio Stagnaro.  Diabete Mellito Tipo 2: Una Epidemia in Continuo Aumento. 8 Ottobre 2010. http://www.altrogiornale.org/news.php?extend.6419; www.mednat.org/cancro/terreno_oncologico.htm
  23. Sergio Stagnaro. RUOLO DEL DIAGRAMMA DELL’UNITA’ MICROVASCOLOTESSUTALE NELLA PREVENZIONE PRIMARIA DEL DIABETE MELLITO TIPO 2 http://www.fcenews.it 3 novembre 2010. http://www.fceonline.it/images/docs/prevenzione diabete mellito.pdf
  24. Sergio Stagnaro.  Scoperta col fonendoscopio la Taileverina, ormone della Coda del Pancreas. https://dabpensiero.wordpress.com/2017/02/04/scoperta-col-fonendoscopio-la-taileverina-ormone-della-coda-del-pancreas/
  25. Sergio Stagnaro.  La Taileverina, prodotta nella Coda del Pancreas, svolge un ruolo importante nella diagnosi clinica dei Cinque Stadi diabetici. https://sergiostagnaro.wordpress.com/2017/02/02/la-taileverina-prodotta-nella-coda-del-pancreas-svolge-un-ruolo-importante-nella-diagnosi-clinica-dei-cinque-stadi-diabetici/
  26. Sergio Stagnaro. Diabete ed epatopatia: nuovi approcci in diagnosi clinica secondo la Semeiotica Biofisica Quantistica. Taileverina. Scienza&Conoscenza
    1.  http://www.scienzaeconoscenza.it/blog/medicina-non_convenzionale/diabete-ed-epatopatia-nuovi-approcci-in-diagnosi-clinica
  27. Sergio Stagnaro.  Valutazione Semeiotico-Biofisico-Quantistica dell’Attività della Resistina con un Fonendoscopio. Ruolo Fondamentale della Costituzione Diabetica nella Relazione Resistina, Infiammazione del Tessuto Adiposo Bianco, Diabete Mellito e Obesità. www.sisbq.org,   http://www.sisbq.org/uploads/5/6/8/7/5687930/valutazionesbqresistina.pdf
  28. Sergio Stagnaro. Ruolo del Tessuto Adiposo Bianco nella Patogenesi del Diabete Mellito Tipo 2. Marzo 16, 2018.  https://dabpensiero.wordpress.com/2018/03/16/ruolo-del-tessuto-adiposo-bianco-nella-patogenesi-del-diabete-mellito-tipo-2/
  29. Sergio Stagnaro. Il Reale Rischio Congenito di Infarto Miocardico: Fisiopatologia, Diagnosi e Terapia. Il Ruolo centrale svolto dal Diabete Mellito Tipo 2 Stagnaro https://sergiostagnaro.wordpress.com/2017/08/12/il-reale-rischio-congenito-di-infarto-miocardico-fisiopatologia-diagnosi-e-terapia-il-ruolo-centrale-svolto-dal-diabete-mellito-tipo-2-stagnaro/ e http://www.sisbq.org/uploads/5/6/8/7/5687930/rrcima_t2dmstagnaro2017.pdf
  30. Sergio Stagnaro. La Medicina Clinica sacrificata sull’altare della Biologia Molecolare. CAD, Diabete Mellito tipo 2 e Cancro sono Epidemie in Aumento. Lettera Aperta agli Editori di Peer-Reviews. 18 luglio 2011. http://www.masterviaggi.it/news/categoria_news/41431-sotto_la_spinta_del_forte_potere_economico_la_medicina_clinica_negli_ultimi_cinquanta_anni_%C3%A8_andata_lentamente_scomparendo.php
  31. Sergio Stagnaro.     Siniscalchi’s Sign. Bedside Recognizing, in one Second, Diabetic Constitution, its Inherited Real Risk, and Type 2 Diabetes Mellitus. 24 December, 2010, http://www.sci-vox.com,   http://www.sci-vox.com/stories/story/2010-12-25siniscalchi%27signi.bedside++diagnosing+type+2+dm.htmlwww.sciphu.com; http://wwwshiphusemeioticscom-stagnaro.blogspot.com/  Italian version: http://www.sisbq.org/uploads/5/6/8/7/5687930/segnodisiniscalchi.pdf
  32. Sergio Stagnaro.  Il Test della Osteocalcina endogena nella Diagnosi di I e II Stadio del Diabete Mellito tipo 2. 23 novembre 2010. http://qbsemeiotics.weebly.com/uploads/5/6/8/7/5687930/osteocalcina_t2dm.pdf
  33. Simone Caramel, Marco Marchionni  and Sergio Stagnaro. The Glycocalyx Bedside Evaluation Plays A Central  Role in Diagnosing Type 2 Diabetes Mellitus and in its Primary Prevention. Treatment Strategies – Diagnosing Diabetes, Cambridge Research Centre, Volume 6 Issue 1, Pg 41-43. http://viewer.zmags.com/publication/0aafcae9#/0aafcae9/1
  34. Sergio Stagnaro and Simone Caramel.    Inherited Real Risk of Type 2 Diabetes Mellitus: bedside diagnosis, pathophysiology and primary prevention. Frontiers in Endocrinology  (Lausanne). 2013; 4: 17. http://www.frontiersin.org/Review/ReviewForum.aspx  [Medline].  
  35. Sergio Stagnaro.  Biophysical-Semeiotic Dyslipidaemic Constitution. Cyber Lecture, www.indmedica.com , 2006,    http://cyberlectures.indmedica.com/show/50/1/Biophysical-Semeiotic_Dyslipidaemic_Constitution
  36. Sergio Stagnaro.  Biophysical-Semeiotic Diabetic Constitution. Cyber Lecture,. www.indmedica.com, 2006,  http://cyberlectures.indmedica.com/show/60/1/Diabetic_Constitution
  37.   Sergio Stagnaro.  Diabetologia Semeiotico-Biofisico-Quantistica in Progresso: il Segno di Gazzano. https://sergiostagnaro.wordpress.com/2013/11/17/diabetologia-semeiotico-biofisico-quantistica-in-progresso-il-segno-di-gazzano/
  38. Sergio Stagnaro (2018) La Valutazione della Microcircolazione nel Corpo Calloso recita un Ruolo importante nella Diagnostica Clinica Semeiotico-Biofisico-Quantistica.http://www.sisbq.org/uploads/5/6/8/7/5687930/corpocalloso.pdf
  39. Sergio Stagnaro. Stagnaro’s *Sign in detecting every gastrointestinal Disorder, even initial or symptomless. http://www.sisbq.org/uploads/5/6/8/7/5687930/stagnarosign.pdf
  40. Sergio Stagnaro. I nodi elettro-magnetici cutanei SBQ: IL Segno di Stagnaro variante.  http://www.sisbq.org/uploads/5/6/8/7/5687930/nodiemcutaneisbq.pdf
  41. Sergio Stagnaro. Il Connettoma non-neuronale nella Diagnostica clinica e nel Monitoraggio terapeutico. La Connettomologia Semeiotico-biofisica-quantistica.http://www.sisbq.org/uploads/5/6/8/7/5687930/connettoma.pdf e https://dabpensiero.wordpress.com/2018/12/19/il-connettoma-non-neuronale-nella-diagnostica-clinica-e-nel-monitoraggio-terapeutico-la-connettomologia-semeiotico-biofisica-quantistica/
  42. Sergio Stagnaro. La Creatività misurata con un Fonendoscopio mediante la Valutazione clinica del Connettoma neuronale.
  43.  https://dabpensiero.wordpress.com/2018/12/21/la-creativita-misurata-con-un-fonendoscopio-mediante-la-valutazione-clinica-del-connettoma-neuronale/
  44. Sergio Stagnaro. Aneurisma Aortico Addominale: Microangiologia Clinica e Connettomologia SBQ nella Diagnosi e nel Monitoraggio Terapeutico. http://www.sisbq.org/uploads/5/6/8/7/5687930/aaaconnettomologia.pdf ; https://dabpensiero.wordpress.com/2018/12/29/aneurisma-aortico-addominale-microangiologia-clinica-e-connettomologia-sbq-nella-diagnosi-e-nel-monitoraggio-terapeutico/
  45. Sergio Stagnaro. Compendio di Microangiologia Clinica, Connettomologia Neuronale e Non-Neuronale, Reali Rischi Congentiti, base della Prevenzione Pre-Primaria e Primaria, secondo la Semeiotica Biofisica Quantistica. http://www.sisbq.org/uploads/5/6/8/7/5687930/compendio_mc.pdf
  46. Sergio Stagnaro. Ruolo diagnostico centrale della Manovra di Burigana nella Connettomologia Clinica SBQ, neuromale e non-neuronale. https://sergiostagnaro.wordpress.com/2018/12/28/ruolo-diagnostico-centrale-della-manovra-di-burigana-nella-connettomologia-clinica-sbq-neuromale-e-non-neuronale/; https://dabpensiero.wordpress.com/2018/12/29/ruolo-diagnostico-centrale-della-manovra-di-burigana-nella-connettomologia-clinica-sbq-neuromale-e-non-neuronale/
  47. Sergio Stagnaro. Ordine Implicato  e  Ordine Esplicato nella Manovra di Burigana. La Natura delle Oscillazioni fisiologiche del Tempo d Latenza tra 3 e  5 sec. evidenziano la Coerenza interna ed esterna della Semeiotica Biofisica Quantistica. https://sergiostagnaro.wordpress.com/2019/01/02/ordine-implicato-e-ordine-esplicato-nella-manovra-di-burigana-la-natura-delle-oscillazioni-fisiologiche-del-tempo-d-latenza-tra-3-e-5-sec-evidenziano-la-coerenza-interna-ed-esterna-della-semeioti/?fbclid=IwAR10LJY3nU9nHAYbkDQaOlf9vviD0K-BIjc_GrbVsz0O_Gbn310j-RC4LDs