Feeds:
Articoli
Commenti

Archive for marzo 2021

Paolo Manzelli – Chimico Fisico, Università di Firenze

Presidente EGOCREANET , www.egocrea.net

In questo secondo anno della Pandemia da Virus Sars,Cov.2, purtroppo le attività divulgative scientifiche, basate sull’innovazione “Bio-Quantica” delle scienze della vita è rimasta bloccata a partire dall’ultimo convegno a Firenze del 27-Marzo-2020. Rf.1. https://www.egocrea.net/category/innovazione/

La Virologia, la Genetica e più in generale la Medicina, ad oggi  permangono purtroppo non aggiornate sugli sviluppi della moderna  Biologia-Quantica,  che il Cluster Egocreanet promuove a partire dal 2017.

Rf.2) Paolo Manzelli : Biofotoni ed Energia per la vita: Paolo Manzelli

http://www.edscuola.eu/wordpress/wp-content/uploads/2017/05/Biophotons.Prom_.pdf ; https://www.edscuola.eu/wordpress/?p=100607

Rf.3.) An impressive revolution is occurring in new-biology :  

W. B. Miller Jr., Biological information systems: Evolution as cognition-based information management, Progress in Biophysics and Molecular Biology, 134, 1e26 (2018).

L’emissione Quantica di Biofotoni è  spontanea e di bassa intensità di luce visibile ( tra i 400 e 700 nm) .Non solo l’uomo ma anche tutti i sistemi viventi la utilizzano per comunicare informazioni bio-genetiche la cui “Coerenza” si identifica con lo stato di salute dell’ organismo vivente.

Di conseguenza la “Coerenza del Flusso Biofotonico” fornisce informazioni bio-genetiche sulla  propagazione di segnali bio-fotonici che danno informazioni in relazione alla salute e alla malattia dell’uomo e della donna.

Rf.4.) Fritz Albert.Popp : https://www.dionidream.com/popp-biofotoni-coerenti-salute/

L’emissione dei Biofotoni è un flusso di energia di informazione  il quale proviene in altissima percentuale dal DNA e come è stato evidenziato da molti recenti studi sulla Biofotonica, scienza che  gioca un importante ruolo nella eccitazione delle funzioni neuronali e degli stati mentali del cervello.

Rf.5) P. Manzelli : https://www.neuroscienze.net/biofotoni-ed-armonizzazione-della-vita-biologica/

L’emissione di Biofotoni si attua nel cervello per la comunicazione, per attivare LE due principali vie di comunicazione mente-corpo : A)  quella neuronale trasmessa come flusso ionico ( Top-Down), prodotta dal metabolismo dei neurotrasmettitori nelle “sinapsi bio-chimiche” che   viene  veicolata da Assoni e Nervi e B) quella Bio-fotonica che ha origine  dagli  spark di luce emessi dAlle “sinapsi”  elettriche la quale  utilizza come canale di trasmissione “reversibile” la multipla strutturazione in   nano strati della Mielinia , che scherma gli assoni e nervi da campi elettrici esterni, per tramite la  sequenza lE cellule di Swan,  intervallate dai ripetitori di informazione quantica detti nodi di Ranvier –

RF.6.) SINAPSI . https://www.corrierenazionale.net/2019/11/11/new-trendes-in-neuro-scienze/

La Bioquantica è pertanto una scienza emergente che è importantissima proprio per comprendere La “de-coerenza” del Flusso Bio-fotonico , che in particolare si manifesta anche nella  sintomatologia della Patologia  Virale da COVID.19.  Il sintomo di febbre con la Biofotonica viene pertanto interpretato come risposta dell’organismo malato alla carenza di “regolarità coerente” del flusso di biofotoni che transitano nell’Ipotalamo cerebrale, la quale  fa saltare la regolazione termica la quale agisce sulla vasocostrizione del flusso sanguigno che risponde ad un aumento della temperatura del corpo oltre i 37° C.

Infine come Cluster EGOCREANET attendiamo di ricominciare appena possibile a realizzare un nuovo Convegno sull’innovazione culturale e scientifica sul tema della <Bio.Quantica Virale> e nel frattempo vi inviamo CARI AUGURI di BUONA PASQUA 2021. 

Paolo Manzelli  27.Marzo.2021

Read Full Post »

Da METODO a MODELLO

Flavio Burgarella(https://burgarellaquantumhealing.org/)

30 iscritti ai Corsi Base partecipano alla Ricerca svolta con l’Istituto di Scienze Noetiche della California nella validazione scientifica del Modello BQH.

BURGARELLA QUANTUM HEALING (BQH)® può infatti essere definito un “MODELLO VIBRAZIONALE NOETICO BIOQUANTICO COGNITIVO” della Vita con il proposito della Guarigione, dove il termine “noetico” è inteso come “saggezza interiore, conoscenza diretta, intuizione”. 

Tesla sosteneva che se vogliamo comprendere l’Universo dobbiamo ragionare in termine di energia, frequenza e vibrazione. 

Il Modello non è percepibile con i 5 sensi ma si ispira al modello vibrazionale proprio della vita attraverso la Percezione BQH dell’Energia Informata Consapevole con i suoi postulati riferiti al movimento degli spin degli elettroni degli atomi che compongono la materia, in senso orario e antiorario.

Pur non conoscendo quale sia la vibrazione della vita nella sua espressione bioquantica, la interpreta attraverso la propria esperienza percettiva. Con questa interpretazione nello stato di coscienza della Consapevolezza della Non Consapevolezza genera in base a parametri quantistici una possibile trasformazione verso lo stato di salute, non secondo la legge di “causa – effetto”, ma come evento probabilistico seguendo le leggi della risonanza e della coerenza. 

Questa trasformazione è generata dal flusso di informazioni basate sull’intenzione, come schema di interferenza costruttiva di onde, più facile a verificarsi tra i due modelli, BQH e la vita, nella loro dimensione energetica e informazionale. 

Questo scambio di informazioni, qualora sia andato a buon fine, avrà una ricaduta a livello dei 5 sensi che l’uomo utilizza nella percezione della realtà.

Si è inoltre  instaurato un clima di collaborazione che favorisce la pratica del modello BQH tra i singoli partecipanti.

Di questo vi volevo informare, in attesa della ripresa degli incontri della BQH Community Online del giovedì sera, prevista all’inizio del mese di maggio.

Read Full Post »

Paolo Manzelli , www.egocrea.net

Tutti i Linfociti  (tipo A, B, e NK ), si originano da cellule staminali presenti nel midollo osseo come “globuli bianchi”, stadio in cui cellule B e T immature sono praticamente uguali . In seguito i Linfociti –B  maturano nel midollo osseo e nei nodi linfatici, mentre i Linfociti-T , maturano nel Timo. Le due tipologie di Linfociti hanno funzioni differenziate e prediligono  una risposta loro protettiva propria delle  due linee di difesa, la risposta immunitaria detta “umorale”, mediata da molecole circolanti (anticorpi) che riguarda l’attivazione dei linfociti-B , mentre  quella denominata “cellulare”  è generalmente  associata alla maturazione dei linfociti-T .

Rf.1.) L’ altra faccia dell’Immunologia :

https://www.osservatorioterapieavanzate.it/news/covid-19-cellule-t-l-altra-faccia-dell-immunita

I linfociti-T sono specializzati nel riconoscimento delle cellule infettate da virus:  a volte pazienti con Covid-19 grave, pur essendo infettate dal virus, non hanno sviluppato i linfociti-B, mentre hanno sviluppato una forte risposta cellulare dei linfociti T .  La risposta immunitaria come difesa  anti-corpale dei linfociti-B contro il Virus. Sars. Cov.2, viene attuata da immuno-globuline ( tipo IgM .. IgG ..) ed ha un carattere individuale così che diviene anche un carattere di distinzione tra individui Sintomatici ed Asintomatici.

Una efficiente risposta immunitaria all’infezione del coronavirus corona Virus. Sars. Cov.2 , necessita di una risposta protettiva globale, che coinvolga tutto l’insieme complesso del sistema immunitario, includente  entrambe le sue linee di difesa.

Pertanto è un errore ridurre l’interazione tra il virus e il nostro sistema immunitario alla mera produzione di anticorpi ( detti “neutralizzanti” ), indotti da un Vaccino che hanno la limitata funzione di riconoscimento della Proteina Spyke , così che solo possono attenuare, ma non “sterilizzare” completamente il virus, dal momento che, dopo l’inoculazione del vaccino è sempre possibile ammalarsi di COVID-19  di evitare una seconda infezione,

In tal senso gli “anticorpi monoclonali” – divengono oggi un’innovativa componente curativa utile per trattare i pazienti infetti e sintomatici, subito dopo aver contratto il Virus Sars.COV.2, proprio  al fine di  ridurre ulteriormente e stabilizzarne la condizione globale di prevenzione immunitaria, intervenendo sulla malattia Covid.19 con una mirata risposta protettiva.

Come si Producono gli Anticorpi Monoclonali

Le cellule che producono gli anticorpi monoclonali si chiamano < ibridomi > e sono frutto della fusione in vitro di due cellule: una che conferisce la specificità per l’antigene; l’altra (si tratta di una cellula tumorale) conferente la capacità di crescere illimitatamente.


Gli “anticorpi monoclonali “ per la terapia in sperimentazione del Covid.19 , vengono realizzati facendo moltiplicare in laboratorio (con tecniche del DNA ricombinante della ingegneria genetica), iniziando con la fusione dell’ibridoma associato ad un unico tipo di cellula immunitaria ( un linfocita-B), al fine di produrre un gran numero di Cellule Clonate , le quali producono anticorpi (dall’inglese Monoclonal Antibodies = MAB).

Questi anticorpi-MAB sono tra loro tutti uguali e, se sono opportunamente selezionati ,possono divenire utili per riconoscere il Virus Sars.Cov,2 , attraverso la sua specifica Proteina Spyke ed operare per bloccarla con legami che la rendono individuabile sia per fini diagnostici che terapeutici.

Gli anticorpi monoclonali-(MAB) sono pertanto proteine del tipo le Immunoglobuline (IgM…IgG–) clonate in laboratorio (che possiedono simili caratteristiche di quelle prodotte dal nostro organismo), le quali vengono sperimentate per riconoscere il solo Antigene Spyke .

Dato che gli anticorpi (MAB) agiscono direttamente sull’agente patogeno Spyke, non sono in grado di stimolare il nostro sistema immunitario, pertanto la temporanea “Neutralizzazione dell’antigene” , ha una azione terapeutica immediata alla loro somministrazione che viene detta “passiva”.

Nell’attuale contesto di emergenza sanitaria (fin dall’ Ottobre 2020), la ricerca sulle terapie derivate da Anticorpi Monoclonali-MAB, a scopo anti Covid.19, si sta sviluppando specie guidata dalla Fondazione Toscana Life Sciences (TLS) in collaborazione con l’Ospedale Spallanzani e il Policlinico Le Scotte di Siena proprio al fine di validare modalità innovative contro la sindrome respiratoria dal Coronavirus Sars.Cov.2. e delle sue varianti.

Per quanto questa, possa sembrare ai ricercatori di ingegneria Genetica, una tecnica promettente e potenzialmente molto efficace, come Egocreanet, non dobbiamo tacere che la terapia con anticorpi monoclonali (MAB), abbia comunque seri limiti e svantaggi collaterali dei quali i metodi di Ingegneria Genetica applicati alla Medicina non sono certamente  esenti.

Infatti le terapie con Anticorpi Monoclonali-MAB, possono creare effetti indesiderati, provocati dalla reazione immunitaria individuale, che al limite può reagire negativamente all’assunzione dei MAB, riconoscendo tali prodotti come “estranei” e quindi producendo anticorpi proprio allo scopo di eliminare quelli monoclonali introdotti con la terapia Genetica.

Comunque  ciò che preoccupa maggiormente è proprio  a riguardo dell’alterazione sistematica e permanente del nostro sistema immunitario-innato  che le terapie fondate sulla “ingegneria genetica” vanno a rimodulare nel mentre ancora l’immunizzazione non è ben compresa nella sua funzionalità vitale che  sicurezza evolutiva della salute .

Infine la Medicina Genetica generalmente non prende in debita considerazione i Linfociti  Natural Killers (NK) i quali  costituiscono il 10-15% dei linfociti circolanti, in quanto essi hanno un ruolo cruciale nell’immunità – innata , per tramite  la complessa programmazione della “APOPTOSI” (= Morte  Cellulare Programmata ) la quale  implica distruzione e la fagocitosi da parte dei Macrofagi ( cellule che sorvegliano linea di difesa primaria dell’organismo, detta immunità “innata”),regolandone il ciclo di vita di tutte le cellule viventi.

Rf.2.) Biofotoni e Medicina . https://www.edscuola.eu/wordpress/?p=92666

L’ APOPTOSI cellulare  innestata dalla cititossicità delle Cellule NK, viene guidata da un sistema di recettori di “Biofotoni “ che attivano  il rilascio di molecole immunoregolatorie, ( Interferoni e Citochine )  senza che ci sia il riconoscimento di un antigene specifico o una pregressa sensibilizzazione vaccinale o da anticorpi monoclonali  .

In proposito dell’attivita’ dei Linfociti NK  e del loro ruolo nella APOPTOSI cellulare , dobbiamo asserire che purtroppo ancora non riusciamo a capire come  molti pazienti Covid.19 muoiano traditi dall’alterazione del loro “sistema immunitario-innato”, poichè a causa di una  improvvisa  “Tempesta di Citochine”, fortemente infiammatorie, si innesca rapidamente tutta una serie di reazioni citotossiche attivate dalle Cellule NK  che conducono a rapida morte l’ammalato in special modo se anziano.

Il Cluster Egocreanet intende perseguire anche nel 2021 , una corretta e responsabile azione culturale e scientifica a carattere innovativo, su questi importanti argomenti di ricerca e sviluppo.

.

Per aiutarci a sviluppare questo impegno coscienzioso e consapevole vi chiediamo di aderire al CLUSTER–EGOCREANET : https://www.egocrea.net/2020/12/13/adesione-al-cluster-

Read Full Post »

RIBOSOMA

Lezione Divulgativa- I Ribosomi e la traduzione del codice genetico

Paolo Manzelli . www.egocrea.net —-

Il RIBOSOMA nella concezione Meccanica  Bio-Genetica è considerato una “Macchina Molecolare” che si comporta come una tipografia in quanto riceve i codici genetici dal m.RNA messaggero-lineare per eseguire la sintesi proteica.

Nel modello standard della Bio-genetica la traduzione dei codici genetici, che converte in Proteine l’ informazione del m.RNA, viene vista attuarsi per tramite un contatto molecolare, del tipo “Chiave – Serratura” così, per ottenere le molteplici proteine che svolgono differenti funzioni nelle cellule, si ritiene che il Ribosoma sia composto da più “sub-unità”  coadiuvate da un insieme di proteine che nell’insieme rendono flessibile la configurazione della sintesi proteica, per tramite il ripiegarsi in varie disposizioni tridimensionali necessarie al fine di trovare il profilo adatto della serratura che rende funzionale ogni specifico assemblaggio proteico similare alla vecchia proteina da sostituire per aver esaurito il proprio ciclo di vita. Questo modello meccanico della Sintesi Proteica è molto simile ai sistemi di STAMPA 3D (tridimensionale), tecnologia con la quale diventa probabile realizzare più prototipi di un componente anche di forme molto complesse.

Va osservato che un tale  modello “meccanico” non spiega in che modo il m.RNA distrugga l’ informazione “segreta” dei codici genetici,  dopo averla trasferita  al Ribosoma ed infatti la Genetica Tradizionale suppone che l’m.RNA venga “auto-distrutto” immediatamente, dopo aver eseguito la traduzione della codificazione genetica al Ribosoma. Non si sa quindi quale informazione imponga questo supposto auto-matismo ????

Diversamente la moderna “Bio-quantica” sostituisce questo modello meccanico in un sistema di traduzione della comunicazione Bio-fotonica che permette di ottenere  una più coerente visione della traduzione dell’informazione Genetica, non più limitata al modello tipografico 3D della ormai obsoleta concezione derivante dal paradigma Meccanico della Genetica Tradizionale.

Il Modello BIOQUANTICO innovativo della Bio-Genetica prevede un’azione piezoelettrica del DNA come  “Antenna Rice-Trasmittente di Biofotoni della Luce e di Biofononi del suono”.

Nel modello Bioquantico compito dell’m-RNA, rimane di trasferire  i codici di istruzione per la produzione delle Proteine e  per questo scopo  si chiama ancora “messaggero”, ma il trasferimento “non” è  uno stampo, eseguito come copia meccanica, di una delle due catene anti-simmetriche del DNA , in quanto è maggiormente assimilabile ad un “film morfogenetico” ( dei codici della forma) contenente la traccia sonora proveniente dalla sequenza della “ rottura e ricostruzione” del diversi ponti a Idrogeno che tengono  unita la  doppia elica del DNA , i quali  vengono dissociati durante la costruzione del m.RNA .

Si può pertanto ipotizzare che l’ m.RNA trasferisca immagini Bio-fotoniche come “codici morfogenetici”, associati ad una traccia di Bio-fononi che il RIBOSOMA  può scannerizzare”  agendo come lettore digitale di immagini ottiche e sonore della pellicola del filmato morfogenetico.

Questa ipotesi di EGOCREANET sull’innovazione <Bioquatica delle Scienze della Vita > che è vista in relazione alla traduzione del codice genetico è indubbiamente più evoluta del modello tradizionale “meccanico-deterministico”, in quanto elimina la necessità di ricorrere al sistema di Riconoscimento antiquato del tipo “Chiave Serratura”, il quale “non” prende in benchè minima considerazione la necessità di elaborazione dinamica di codici “quanto-morfogenetici”, in modo che essi divengano capaci di adeguare  l’informazione codificata  e trasmessa dal m.RNA-messaggero  ad una ricostruzione cellulare che inizia a partire dai processi di “Morfogenesi delle Cellule Staminali “.

Certamente la permanenza dei modelli Meccanici –Deterministici, pone gravi rischi di incomprensioni ed errori, specialmente a riguardo delle tecnologie di preparazione di Vaccini Genetici prodotti, e per la vaccinazione di massa  i quali utilizzano la tecnologia Bio-genetica a m.RNA messaggero.

Biblio.On Line :

Rf:1.) https://www.edscuola.eu/wordpress/?p=140026 

Rf:2.)https://www.gsjournal.net/Science-Journals/Communications-Mind%20and%20Consciousness/Download/7217

Rf.3.) https://www.edscuola.it/archivio/lre/era_post_genomica.htm

Rf.4.) https://www.edscuola.eu/wordpress/?p=139498

ADESIONE AL CLUSTER EGOCREANET 2021

https://www.egocrea.net/…/adesione-al-cluster-egocreanet/

Paolo Manzelli , 19/03/2021 Firenze . www.egocrea.net .

Read Full Post »

Flavio Burgarella(https://burgarellaquantumhealing.org/)

Il Dr. Flavio Burgarella è un cardiologo e fisiatra, ideatore del Metodo Burgarella Quantum Healing (BQH), iscritto all’ordine nazionale dei giornalisti.

Fondatore di Heart Friends Around The Word, (www.hfatw.org ) un’associazione internazionale il cui scopo è la promozione della prevenzione e della riabilitazione delle malattie cardiovascolari nelle nazioni in via di sviluppo.

E’ membro onorario della Federazione Russa di Cardiologia e della Società Cubana dell’ Aterosclerosi. Ha ottenuto per le sua attività la Sodalem Honoris Causa dalla Società dei Medici della Repubblica Slovacca.

Ha pubblicato diversi libri per l’educazione alla salute e cinque libri di poesia, tre in italiano e due in dialetto bergamasco (www.burgarella.it ).

Di seguito potete trovare le slides relative alla Guarigione in BQH.

Read Full Post »

di Flavio Burgarella

Con piacere riporto lo scritto con il quale Helané Wahbeh, responsabile della ricerca, Dean Radin, scienziato principale e Monica Summers dell’Istituto di Scienze Noetiche di Petaluma in California (USA) https://noetic.org/ mi informano riguardo la collaborazione con Burgarella Quantum Healing (BQH)® che inizierà con i Corsi Base questo mese proposti:
“Flavio Burgarella e l’Istituto di Scienze Noetiche https://noetic.org/, collaborano in una ricerca finalizzata allo studio di come le pratiche curative e trasformative influenzino l’interconnessione, il benessere e l’intuizione. I partecipanti registrati al Corso Base del metodo Burgarella Quantum Healing (BQH) sono qualificati per aiutare l’Istituto di Scienze Noetiche a cambiare il modo in cui possiamo comprendere il potenziale umano, la natura della realtà e chi siamo come esseri umani in questa realtà interconnessa”.

Nella foto il mio incontro con Dean Radin, a suggello della nuova collaborazione scientifica con il prestigioso istituto americano di ricerca, ispirati dal potere della scienza di spiegare fenomeni non compresi in precedenza, sfruttando il meglio della mente razionale per fare progressi che migliorano la nostra conoscenza e la nostra esperienza umana.

Read Full Post »

di Paolo Manzelli http://www.egocrea.net

Facciamo il punto sulla copertura vaccinale di Gregge.

Rf.1-https://it.wikipedia.org/wiki/Immunit%C3%A0_di_gregge

Essa non è lineare come si crede ( più Vaccini meno pericolo d’Infezione ) ma diviene tecnicamente possibile solo a due condizioni:

a ) che il Rischio di Contagio (RT ) sia minore di 1.0, ciò significa che la catena di contagio è lineare e non ramificata poichè una persona infetta contagia solo un’altra e non più di una contemporaneamente.

b) solo quando la quantità di immunizzati supera la soglia critica dell’ 80% così che rispettate le due condizioni diventa statisticamente probabile l’interrompere la catena di successione dell’infezione all’interno del “muro di protezione”  dei soggetti vaccinati. Il raggiungimento dell’ 80% dei vaccinati e l’RT minore di 1.0 sono condizioni necessarie per ottenere la Copertura Vaccinale di Gregge, che altresì diviene irraggiungibile quando l’individuo vaccinato è ancora soggetto ad essere infettato.

Infatti i “Vaccini Genetici” di nuova generazione, attualmente in attività, non sono realizzati per riconoscere il Virus a m.RNA , ma solo la proteina Spyke ,che agisce da aggancio dell’infezione virale. Pertanto sappiamo che, i “Vaccini Genetici”, non sono stati concepiti per diminuire la gravità dell’infezione virale, ma proprio per arrestare la diffusione del Virus sulla base di una rapida vaccinazione di massa. Inoltre il raggiungimento della soglia critica dell’80% può essere impedito da mutazioni che coinvolgano lo Spyke e che pertanto diminuiscono ampiamente il numero degli immunizati dal “Vaccino Genetico” ampliando l’RT a valori maggiori di 1.0 .

Rf.2:  https://www.edscuola.eu/wordpress/?p=138821

Infine contribuisce al non raggiungimento della “Soglia Critica di Gregge” un notevole deterrente prodotto da coloro che non accettano di Vaccinarsi, ritenendo alto il pericolo di conseguenze negative, non immediatamente visibili in seguito alla Vaccinazione di massa.

Pertanto gli Stati che scommettono sulla Vaccinazione di Massa come “panacea” risolutiva della Pandemia Virale, sono propensi a realizzare una documentazione vaccinale (tipo Patente Vaccinale), pur non sapendo quale possa essere la durata dell’immunizzazione esercitata dagli anticorpi che viene indotta sul “Sistema Naturale Immunitario”, il quale è diverso per ciascun individuo ed è differenziato per le diverse età di maturazione della risposta immunitaria così che rende difficile stabilire inizio e durata della eventuale “Patente Vaccinale”.

In conclusione c’è da domandarsi, in tutta sincerità, se il rischio economico e sociale di questa tipologia di campagna di “Vaccinazione-Nazionale” ottiene un valore positivo, ragionevolmente calcolabile tra Costi e Benefici individuali e sociali.

Paolo Manzelli 03/03/2021- Firenze . www,egocrea.net .

Adesioni al Cluster Egocreanet 2021—

———————————————————————————————-

Read Full Post »