Feeds:
Articoli
Commenti

Archive for Mag 2019

SEMINARIO DI STUDI E RICERCA del CLUSTER Egocreanet Ngo

Firenze 1-2 Giugno 2019 

 Per Iscriversi al Corso invia un e-mail a :<egocreanet2016@gmail.com

Cluster Egocreanet, Iscrizione: http://www.egocrea.net/2019/01/15/adesione-al-cluster-egocreanet/

L’iIlusione di vedere e significare la realtà è causata dal fatto che i nostri sensi possono percepire uno spettro di energia estremamente limitato a cui spesso applichiamo significati storicamente obsoleti volti a farci credere che ciò che vediamo è “oggettivo” producendo così una distorsione delle potenzialità di rappresentazione creativa capace di espandere i confini della mente quantica e di incentivare la creatività consapevole e cosciente.

Al seminario Egocreanet Cluster proporremo una attenta riflessione su come il “Cervello Costruisce il Mondo” che condurrà a superare pregiudizi e significati obsoleti sulla percezione, quelli che oggigiorno impediscono la progettazione di un futuro migliore per l’uomo e per l’ambiente nel quale viviamo .

Per comprendere come il cervello costruisca interiormente immagini olografiche tridimensionali è necessario superare la concezione newtoniana che immagina che nella retina degli  occhi si formi una descrizione  bidimensionale (2D) invertita di ciò che osserviamo, infatti con tale concezione con la quale si inizia storicamente a limitare il concetto alchemico precedentemente concepito da Ermete Trimegisto, il quale  disse “Comprendi dunque la luce e conoscila in quanto l’occhio ermetico la luce percepisce come forme di immagini geometriche “.

ScreenHunter_250 Dec. 09 22.13

La comprensione di come il riduzionismo meccanico induca una limitazione al significato della percezione geometrica creata dal cervello è di particolare interesse per gli artisti e sarà dedicata una  sezione del corso sulla formazione di immagini mentali creative e loro impatto empatico nell’arte .

 Neuroestetica del Neurologo Semir Zeki :

 https://www.stateofmind.it/2016/12/neuroestetica-correlati-neurali/

Connettoma cerebrale : https://openinnovationdays.nova100.ilsole24ore.com/2016/09/23/connettoma-umano-un-progetto-per-capire-il-cervello/?refresh_ce=1

La costruzione olografica in 3D  prodotta dal cervello, permetterà di comprendere le potenzialità di correlazione tra il “Connettoma Cerebrale” e la Mente Quantica al fine di ampliare l’immaginazione costruttiva della creatività percettiva e significativa  così da comprendere come la numerazione delle frequenze visibili(400-700 nm) nella rielaborazione nel talamo cerebrale si trasformano in “colori” attraverso la via del genicolato laterale, mentre la costruzione di immagini in 3D avviene nella area occipitale in quanto viene rappresentata combinazioni di archetipi geometrici simili a quelli percepiti e definiti nell’ambito della Geometria Sacra .

Nella evoluzione della percezione umana il pensiero geometrico viene tradotto in immagini visive e colori dal cervello creando quella realtà neuro-psicologica che è stata limitata dalla concezione meccanica della scienza, la quale ci ha fatto ritenere “oggettiva” a nostra percezione come fosse una foro o un filmato tecnologico anzichè essere la realizzazione di un  costrutto cerebrale evolutivo delle conoscenze .

Il seminario pertanto si propone di affermare una nuova consapevolezza sugli aspetti evolutivi della creatività contemporanea a partire da una riflessione sul 500* anniversario del genio di Leonardo da Vinci.

Una particolare attenzione verrà proposta sulla formazione del colore come sensazione cerebrale neuropsichica a dimostrazione che la visualizzazione dei colori “non” appartiene oggettivamente ad una realtà esterna al mondo, ma è il frutto di fenomeni di interferenza delle frequenze emesse dall’ambiente  ma significate con modalità quantitative deprivate da livelli più avanzati di consapevolezza.

Sappiamo, ad es., che l’arcobaleno è causato dall’interferenza con le gocce di acqua della pioggia generando come un prisma tutti i colori. Inoltre sappiamo che già dal 1981 il fotografo Gabriel Lipman scoprì come trasformare la fotografia in bianco e nero in fotografia a colori spiegando come l’interferenza di strati sottili delle diverse tonalità di grigio produceva, come l’arcobaleno, una sovrapposizione tra luce incidente e luce speculare riflessa dagli strati di gocce di mercurio depositati in vari strati di profondità nel gel, dalla reazione fotochimica sul Cloruro di Argento.

Infine lo studio delle variazioni tra “Colore e Calore” causate dall’intensità e dalle differenze dello spettro luminoso dal sole o da varie tipologie di luce artificiale ( Lampade a incandescenza, Led, Laser ecc..) hanno dato sviluppo al colore della “fotografia digitale”.

Di fatto  è possibile visualizzare il calore rilasciato da oggetti e persone con una macchina fotografica in bianco e nero e con alcuni  chip generare un software che mette in corrispondenza anche piccole differenze di illuminazione con le variazioni delle frequenze così che l’intensità di calore trova corrispondenza con la presunta variazione di colore.

https://www.focus.it/tecnologia/innovazione/il-colore-del-calore

Il colore è importante nella percezione visiva perchè stimola neurologicamente l’area talamica e genera profonde emozioni consce ed inconsce  attraverso i sistemi orto e parasimpatico. 

Pertanto lo studio evolutivo della Mente Quantica ci conduce a comprendere come la informazione che percepiamo dalle interferenze delle frequenze non sia il frutto di una realtà che crediamo “oggettiva”, ma venga a dipendere dal modello standard di tipo meccanico dell’interpretazione significate del cervello che altresì è possibile aprire  verso una creatività scientifica ed artistica innovativa nella quale l’arte contemporanea potrà divenire anticipativa di nuove soluzioni dell’intelligenza visiva favorendo un ampio impatto empatico della futura creatività sociale.

Infine il Seminario tratterà dell’evoluzione coerente tra Immaginario Scientifico e Geometria Sacra

https://dabpensiero.wordpress.com/2019/05/22/come-rinnovare-limmaginario-scientifico/  ; http://www.edscuola.eu/wordpress/?p=115425

Questo Tema di Discussione e di Ricerca metterà in luce la relazione tra : Mente quantica e Costruzione Cerebrale delle immagini olografiche come composizione di archetipi frattalici.

 Ricordando in proposito quanto dissero :

 <Platone>: il mondo fenomenico è poco più di un’illusione vaga che cattura solo di riflesso il mondo ontologicamente puro delle idee/forme/archetipi.” ed in seguito,

<Goethe>  introduce il concetto di archetipo nel regno delle scienze naturali: le forme percepite (fenomeni) sono mutazioni di un ordine più profondo.

<Schopenhauer> dichiara che il “noumeno” della scienza limita la coscienza della osservazione più completa del fenomeno .

Tali rimembranze introdurranno alla “Teoria degli Archetipi “ di C.G.Jung  che danno ordine al mondo della percezione coordinandone l’esperienza evolutiva delle specie viventi.

Sappiano infine che l’energia vitale della MENTE Quantica “non è visibile nè rappresentabile” in quanto appartiene al <IV stato dellEnergia del Vuoto> ( in 4Dimensioni ) impossibile da ridurre nel quadro di una visione olografica in 3D.

Pertanto quello che si percepisce come struttura ordinata del mondo naturale è interiormente dominato da un rapporto di informazione genetica ed epigenetica  che viene ordinato esteticamente in immagini in 3D dal Cervello. Pertanto quello che osserviamo visibilmente non è la “realtà oggettiva” ma  la costruzione  cerebrale di forme e colori che assumono una struttura ordinata facendo seguito all’organizzazione di archetipi di geometria frattalica, sia quelli derivanti da algoritmi che riproducono regolarmente figure geometricamente regolari ad es. girasole, foglie  (Mandelbrot) ecc.. ,ovvero da  flessibili che assumono la forma assimilabile ad irregolarità ripetitiva, es: vene, radici, ma che hanno comunque come origine un frattale  che si ripete secondo una regola di invarianza di scala.

Pertanto le immagini che osserviamo e riteniamo come oggettive quantità del mondo esterno sono in vero la traduzione in immagini  delle forme di energia a cui siamo sensibili tradotte  in “ immagini cerebrali “ per tramite la ripetitiva  di archetipi frattalici che si ripetono a differenti livelli di scala quantica.

In conclusione il seminario MENTE QUANTICA E GEOMETRIA SACRA  nel suo complesso di temi che riguardano “creatività e neuroscienze bio-quantiche” è  finalizzato  a favorire lo sviluppo di processi mentali creativi in modo che abbiamo come risultante  un ruolo cruciale nella vita culturale e della civiltà umana .

 ———————————————————-

Con queste brevi note principalmente indirizzate al mio contributo al Corso su “MENTE QUANTICA E GEOMETRIA SACRA“ del 01/02/Giugno 2019  vi invito ad iscrivervi. Paolo Manzelli 28/05/2019 (335/6760004) Firenze.

Annunci

Read Full Post »

Paolo Manzelli , Presidente di Egocreanet 

( egocreanet2016@gmail.com)

im26_ego-creanet

A – L’immaginario scientifico –

dalla percezione alla teoria attraverso le immagini materializzate della scienza.

ScreenHunter_282 May. 22 10.35.jpg

 

Con questo articolo affrontiamo una  riflessione sul cambiamento dell’osservazione scientifica in base alla necessità contemporanea di modificare i riferimenti scientifici riduzionisti della concezione tradizionale “meccanica e quanto –meccanica”, al fine di favorire  concetti innovativi e linguaggi adeguati a migliorare la qualità della scienza e del suo impatto sociale contemporaneo.

L’uomo ha preferito considerarsi simile al Creatore del mondo materiale conosciuto, piuttosto che sentirsi parte integrante della natura. Così che come la Divinità crea la realtà l’uomo ha ritenuto di materializzare quanto “non” era percettibile dai sensi, rendendo il suo immaginario fisicamente concepibile in termini di visibilità virtuale materializzata nell’immaginario. Democrito di Abdera (460 a.C) iniziò a delineare la prima visione meccanica del mondo materializzando l’idea degli atomi come fossero particelle immaginate dotate oggettivamente di forma e grandezza che si muovono nello spazio Vuoto.

La scienza moderna, pur comprendendo che l’essenziale non è osservabile, ha proseguito nella idea dell’atomismo per la quale l’immaginario scientifico che ci permette di andare oltre l’osservazione visibile, viene ridotto similmente all’idea di Democrito, in una visione materiale di atomi e molecole caratterizzate da una propria forma e dimensione. In tal guisa  si afferma l’idea che il microcosmo invisibile possa essere pensato in termini di elementi fisici materiali anzichè privilegiare una visione energetica della materia.

Tra il visibile e l'invisibileTRA IL VISIBILE E L’INVISIBILE”   –  Daniela Biganzoli(Dab)

Nel XIX secolo scorso l’osservazione scientifica  strumentale si è estesa ben oltre tutte le frequenze energetiche percepibili dall’uomo ma il modello di riferimento atomico-molecolare è rimasto intatto nella convinzione che la Materia non potesse essere riconducibile ad Energia, per quanto fosse evidente che il campo energetico era molto più ampio di quello della vibrazione della materia, la quale poteva essere intesa come energia altamente condensata.

Il mantenimento della “convenzione molecolare” è stato in seguito   applicato anche alla biologia-genetica della vita; infatti  alla fine del 1953 Watson e Crick, partendo da una informazione bidimensionale dello spettro a raggi X della doppia elica, proposero la struttura di DNA con modalità assai discutibili, ottenute costruendo nella propria stanza di lavoro un modello di organizzazione delle quattro basi a partire da modellini molecolari gestibili manualmente in quanto fatti artigianalmente da “palle e molle” . Ciò dimostra come il modello atomico molecolare permanesse tradizionalmente in uso dell’ immaginario scientifico anche dopo che la “Scienza Quantica” aveva dimostrato come l’ atomismo di tradizione Democritea era ormai superato proprio in quanto anche elettroni e molecole si comportavano come come Onde/Particelle di Energia ed inoltre anche dopo che Albert . Einstein nel 2005 aveva dimostrato la Equivalenza tra Massa ed Energia. (E=mC2) .

Successivamente gli studi sulla “Genetica Molecolare”, basati su interazioni locali di contatto tra DNA a doppia elica e RNA–lineare, hanno rappresentato la vita come un sistema di trasferimento dell’informazione, limitando la complessità dell’interazione energetica ad una visione “tipografica” basata sulla composizione e ri-aggiornamento di “lettere molecolari”  proprio come similmente avviene per organizzare la lettura di un giornale.

http://www.caosmanagement.it/n62/art62_04.html

La vita intesa in questo modo meccanico di intendere la scienza, diviene un sistema di materializzazione e smaterializzazione di concetti molecolari virtuali, limitati dal considerare l’informazione esclusivamente come “forma” anzichè di “Energia di IN-Formazione“ che è inclusa nella forma la quale si comunica a distanza (non-locale) come Biofotoni della Luce e Bio Fononi del Suono.

https://www.gsjournal.net/Science-Journals/Communications-Mind%20and%20Consciousness/Download/7217

 

B)- L’Osservazione creativa risiede nella Mente Quantica

http://www.caosmanagement.it/n67/art67_03.html

ScreenHunter_250 Dec. 09 22.13

Oggi è il concetto stesso di “Osservazione scientifica” che “non” è più sostenibile nelle modalità pensate dalle concezioni meccaniche della scienza.

http://www.caosmanagement.it/646-la-mente-quantica-ed-il-pensiero

Una semplice osservazione ci dice che “non c’è luce se non ci sono occhi a vederla”  che la trasformano in una sensazione cerebrale.

Infatti la Luce che vediamo è quella dei BIOFOTONI prodotti dalle Sinapsi bioelettriche del cervello le quali vengono eccitate dall’impulso neuronale indotto dalla reazione foto-chimica dei coni e bastoncelli nella fovea della retina. A dimostrazione che la luce è una sensazione cerebrale sappiamo che nel sogno possiamo vedere la luce anche se siamo addormentati nella  notte ed abbiamo gli occhi chiusi e le finestre sono chiuse. Infatti durante il sogno REM ( Rapid Eye Movement) alcuni fotoni intrappolati (entangled) durante il giorno nella retina si liberano e attivano lo stimolo neuronale così che possiamo sognare di essere in un ambiente luminoso prodotto come in un film dal cervello.

https://www.nove.firenze.it/a405292346-cervello-e-fantasia.htm

Pertanto la non oggettività della luce che vediamo ci conduce a dover rinunciare alla arbitraria separazione che isola il soggetto vedente dall’oggetto veduto, la quale conduce ad un livello di consapevolezza inadeguato e semplicistico della scienza contemporanea. Di conseguenza  è divenuto necessario interpretare la visione della realtà scientifica e culturale ed uno stato di coscienza quantica più elevato  come quello della MENTE Quantica.

ScreenHunter_283 May. 22 10.49

In prima istanza per migliorare la nostra comprensione della realtà fisica lo studio della MENTE QUANTICA inizia con la descrizione di come il cervello costruisce interiormente le immagini olografiche ridimensionali (in 3D) che vediamo come una proiezione  della Quarta dimensione dell’Energia del Vuoto (4D) quella che la nostra struttura cerebrale non riesce ad organizzare visivamente.

http://www.caosmanagement.it/218-quantum-space-time-matrix

https://www.edscuola.it/archivio/lre/mondi_simultanei.htm

Le Quattro dimensioni dell’Energia totale (del Vuoto) possono essere ridefinite da tre stati di differente qualità ( nell’immaginario simili ai tre stati “solido,liquido e gas”) che sono quelli 1)  dell’Energia Condensata come Materia ( EM), 2)  quello Relativo alla Energia Vibrazionale (EV) ed infine 3) quello dell’Energia di Informazione ( Entanglement tra Energia ed Informazione)- (EI), i quali  sono correlati dal Principio di Fertilità Evolutiva  ( +vEi = – vEM-vEV) formula dove “v” indica la variazione.

https://dabpensiero.wordpress.com/2018/10/11/mind-brain-bioquantum-science-of-reality/

  • Infine nell’intento di aprire una strategia di formazione innovativa sul tema della falsificazione della obsoleta concezione atomico-molecolare della Scienza Meccanica e quanto-meccanica, il Cluster Egocreanet  organizza per l’anno della commemorazione del 500* anniversario di Leonardo da Vinci, il Seminario di Studi su : <Mente Quantica e Geometria Sacra > che si svolgerà nei giorni 01/02 Giugno 2019 come indicato nella locandina del programma acclusa a  questa sintetica relazione . Paolo Manzelli (335/6760004)  21/05/2019 .

 

ScreenHunter_279 May. 22 10.18

ScreenHunter_278 May. 22 10.17

ScreenHunter_280 May. 22 10.24

ScreenHunter_281 May. 22 10.24

Read Full Post »

 

ScreenHunter_279 May. 22 10.18.jpg

ScreenHunter_278 May. 22 10.17.jpg

ScreenHunter_280 May. 22 10.24.jpg

ScreenHunter_281 May. 22 10.24.jpg

Read Full Post »

By Sergio Stagnaro

images

Per Connettoma si intende una mappa comprensiva delle connessioni neuronali nel cervello. La produzione e lo studio dei connettomi, conosciuto come connettomica – preferisco il termine connettomologia – passa da una descrizione in piccola scala di una mappa dettagliata dell’insieme dei neuroni e sinapsi di una parte o di tutto il sistema nervoso di un organismo a una descrizione in grande scala della connessione strutturale e funzionale tra tutte le aree corticali e le strutture subcorticali.

Il termine connettoma è usato prima di tutto per rappresentare lo sforzo scientifico di ottenere una mappa e comprendere l’organizzazione delle interazioni neurali dentro un cervello. Uno di questi sforzi è il progetto Connettoma Umano, patrocinato dall’Istituto Nazionale della Salute statunitense, il cui obiettivo è quello di costruire una mappa della rete del cervello umano in buona salute.

Recentemente ho scoperto il ruolo diagnostico del Corpo Calloso, che recita un ruolo centrale nel connettoma  neuronale cerebrale (2-9).

Successivamente, ho accettato come Ipotesi di Lavoro la presenza anche del connettoma non-neuronale, presente in tutti i sistemi biologici. I dati raccolti nella mia indagine clinica semeiotico-biofisico-quantistica, finalizzata alla falsificazione dell’ipotesi 0, risultati omogenei, non hanno potuto falsificare  la mia ipotesi di lavoro, rivelando l’esistenza di connettomi in tutti i sistemi biologici.

Per poter studiare con un fonendoscopio il connettoma sia neuronale che non-neuronale, utilizzandone i dati raffinati della diagnosi clinica e del monitoraggio terapeutico, il Medico deve conoscere la Semeiotica Biofisica Quantistica, la Microangiologia Clinica, la Valutazione del Glicocalice, la Teoria dell’Angiobiopatia e la Diagnostica Psicocinetica (4-16).

Se il Medico, all’inizio dell’iter diagnostico,  osserva l’attivazione  dei sensori biologici, Connettoma neuronale (2-7), Asse ACTH-RH – Pre-Ipofisi – Surreni (8) – Sistema limbico (1), deve prima di tutto localizzare la malattia sottostante e successivamente precisarne la natura.

La Manovra di Prete*

In un soggetto, sebbene apparentemente sano, la presenza di attivazione microcircolatoria dei sensori biologici dimostra la presenza di una, o più, patologie,  magari allo stadio potenziale, cioè di Reale Rischio Congenito, dipendente dalla relativa Costituzione SBQ (10).

Prima di tutto il Medico deve localizzare la sede precisa della malattia. La Manovra di Prete è affidabile a questo scopo.

Nel sano, la pressione intensa (1.000 dyne/cm.2), necessaria ad utilizzare la Realtà Non-Locale, presente nei sistemi biologici (11-14), esercitata anche virtualmente mediante il pensiero, secondo l’insegnamento della Diagnostica Psicocinetica (15-19), applicata sopra un sistema biologico, simultaneamente non fa aumentare ulteriormente l’attivazione microcircolatoria dei sensori.

Al contrario, in caso di patologia, potenziale o in atto, nelle stesse condizioni sperimentali si osserva simultaneamente il raddoppiamento dell’attivazione di base dei sensori biologici.

Per esempio nella donna con lieve attivazione dei sensori, la pressione intensa esercitata sopra una mammella in toto provoca il raddoppiamento dell’attivazione dei sensori se è presente il Reale Rischio Congenito di Cancro Mammario in un suo quadrante, subito localizzato (20-22).

Un altro esempio, nel soggetto apparentemente sano ma colpito da iniziale, asintomatica epatite virale, l’attivazione dei sensori  raddoppia se il Medico esercita la pressione digitale intensa sopra la proiezione cutanea del fegato, trigger-points epatici.

Infine, con l’aiuto dei numerosi segni specifici della Semeiotica Biofisica Quantistica, il Medico farà la corretta diagnosi differenziale.

 

*Dedico questa Manovra Semeiotico-Biofisico-Quantistica al mio carissimo collega-amico, dottor Francesco Prete di Sestri Levante, già Presidente della FIMMGG della Liguria, che ha esercitato per decenni la professione in modo esemplare.

Intelligenze a confrontoINTELLIGENZE A CONFRONTO”   –  Daniela Biganzoli(Dab)

Bibliografia

1)   Sergio Stagnaro and Simone Caramel (2012) New ways in physical Diagnostics: Brain Sensor Bedside Evaluation. The Gandolfo’s Sign. January, 2012. Journal of Quantum Biophysical Semeiotics. http://www.sisbq.org/uploads/5/6/8/7/5687930/bsbe.pdf

2)    Sergio Stagnaro (2018). Corpo Calloso, Questo Sconosciuto! In un commento nel Sito di Medscape, annunciata la nascita di una originale Diagnostica Clinica. https://sergiostagnaro.wordpress.com/2018/12/16/corpo-calloso-questo-sconosciuto-in-un-commento-nel-sito-di-medscape-annunciata-la-nascita-di-una-originale-diagnostica-clinica/

3)   Sergio Stagnaro (2018). Il Ruolo diagnostico del Corpo Calloso. Definito Dorftrottel chi l’ha scoperto. Appunti di uno studente di Medicina, Anno Accademico 2050/2051. https://sergiostagnaro.wordpress.com/2018/12/17/il-ruolo-diagnostico-del-corpo-calloso-definito-dorftrottel-chi-lha-scoperto-appunti-di-uno-studente-di-medicina-anno-accademico-2050-2051-universita-di-sunauli-nepal/

4)   Sergio Stagnaro (2019). Corpo Calloso, Questo Sconosciuto! In un commento nel Sito di Medscape, annunciata la nascita di una originale Diagnostica Clinica. https://sergiostagnaro.wordpress.com/2018/12/16/corpo-calloso-questo-sconosciuto-in-un-commento-nel-sito-di-medscape-annunciata-la-nascita-di-una-originale-diagnostica-clinica/

5)   Sergio Stagnaro (2019). Compendio di Microangiologia Clinica, Connettomologia Neuronale e Non-Neuronale, Reali Rischi Congeniti, base della Prevenzione Pre-Primaria e Primaria, secondo la Semeiotica Biofisica Quantistica. http://www.sisbq.org/uploads/5/6/8/7/5687930/compendio_mc.pdf

6)   Sergio Stagnaro (2019). Ordine Implicato  e  Ordine Esplicato nella Manovra di Burigana. La Natura delle Oscillazioni fisiologiche del Tempo d Latenza tra 3 e  5 sec. evidenziano la Coerenza interna ed esterna della Semeiotica Biofisica Quantistica. https://sergiostagnaro.wordpress.com/2019/01/02/ordine-implicato-e-ordine-esplicato-nella-manovra-di-burigana-la-natura-delle-oscillazioni-fisiologiche-del-tempo-d-latenza-tra-3-e-5-sec-evidenziano-la-coerenza-interna-ed-esterna-della-semeioti/?fbclid=IwAR10LJY3nU9nHAYbkDQaOlf9vviD0K-BIjc_GrbVsz0O_Gbn310j-RC4LDs

7)   Sergio Stagnaro (2018). Corpo Calloso, Questo Sconosciuto! In un commento nel Sito di Medscape, annunciata la nascita di una originale Diagnostica Clinica. https://sergiostagnaro.wordpress.com/2018/12/16/corpo-calloso-questo-sconosciuto-in-un-commento-nel-sito-di-medscape-annunciata-la-nascita-di-una-originale-diagnostica-clinica/

8)   Sergio Stagnaro (2019). Manovra e Segno di Traversaro: la Dimensionalità della Vasomozione nel Surrene è tipicamente ridotta nel Terreno Oncologico. https://sergiostagnaro.wordpress.com/2019/01/04/manovra-e-segno-di-traversaro-la-dimensionalita-della-vasomozione-nel-surrene-e-tipicamente-ridotta-nel-terreno-oncologico/; http://www.sisbq.org/uploads/5/6/8/7/5687930/manovrasegnotraversaro2019.pdf

https://dabpensiero.wordpress.com/2019/01/05/manovra-e-segno-di-traversaro-la-dimensionalita-della-vasomozione-nel-surrene-e-tipicamente-ridotta-nel-terreno-oncologico/

9)   Sergio Stagnaro (2019). Connettomologia e Microangiologia Clinica nella Diagnosi del Terreno Oncologico. http://www.sisbq.org/uploads/5/6/8/7/5687930/toconnettomologia.pdf

 

10) Stagnaro Sergio. Reale Rischio Semeiotico Biofisico. I Dispositivi Endoarteriolari di Blocco neoformati, patologici, tipo I, sottotipo a) oncologico, e b) aspecifico. Ediz. Travel Factory, www.travelfactory.it, Roma, 2009.

 

11)  Sergio Stagnaro.  Dall’Esperimento di Lory alla Diagnostica Psicocinetica. Ruolo fondamentale della Realtà Non Locale in Biologia. http://www.fcenews.it, gennaio 2010. http://www.fceonline.it/images/docs/lory.pdf

 

12) Stagnaro Sergio e Manzelli Paolo.   Semeiotica Biofisica Quantistica: Livello di Energia libera tessutale e Realtà non locale nei Sistemi biologici. www.fce.it , 29 maggio 2008,  http://www.fcenews.it/index.php?option=com_content&task=view&id=1421&Itemid=47

 

13) Sergio Stagnaro.  La Diagnostica Psicocinetica dimostra le due Dimensioni del Tempo, T1 e T2, nella Realtà non-locale dei Sistemi biologici. 6 luglio 2010, www.altrogiornale.orghttp://www.altrogiornale.org/news.php?extend.6275

 

14) Sergio Stagnaro. Realtà Locale e Non-Locale nella Medicina del Nuovo Rinascimento. https://dabpensiero.wordpress.com/2016/06/03/realta-locale-e-non-locale-nella-medicina-del-nuovo-rinascimento/ Sergio Stagnaro.   Semeiotica Biofisica Quantistica. Nuovi Orizzonti della Diagnostica Fisica. www.sisbq.org, 5 Dicembre 2011. http://www.sisbq.org/uploads/5/6/8/7/5687930/sbqnuoviorizzontidiagnosimedica.pdf

 

15) Stagnaro Sergio.      Diagnostica Psicocinetica, Evoluzione della  Semeiotica Biofisica Quantistica. 30 maggio 2009, URLs:  http://www.altrogiornale.org/news.php?extend.4823 ;  http://www.semeioticabiofisica.it/semeioticabiofisica/Biografia.htm ; http://xoomer.virgilio.it/piazzetta/professione/professione.htm; http://www.fcenews.it/index.php?option=com_content&task=view&id=11161&Itemid=47; http://fai.informazione.it/search.aspx?whclau=quantistica+; http://ilfattorec.forumfree.net/?t=40120464&view=getlastpost#lastpost

 

16) Stagnaro Sergio.   La Diagnostica Psicocinetica migliora l’Esame Obiettivo. http://www.fcenews.it, 15, giugno 2009. http://www.fcenews.it/docs/diagnostica2.pdf ; www.altrogiornale.org, http://www.altrogiornale.org/news.php?extend.4889; http://www.nonapritequelportale.com/?q=la-psicocinesi-esiste-funziona; http://unlocketor.altervista.org/forum/viewtopic.php?t=1192&start=0&postdays=0&postorder=asc&highlight=&sid=af35aa98b69d6f08d116f65d34b55827; http://www.spaziomente.com/articoli/La_semeiotica_biofisica_quantistica_corrobora_la_psicocinesi.pdf

 

17) Sergio Stagnaro.  Dall’Esperimento di Lory alla Diagnostica Psicocinetica. Ruolo fondamentale della Realtà Non Locale in Biologia. http://www.fcenews.it, gennaio 2010. http://www.fceonline.it/images/docs/lory.pdf

 

18) Sergio Stagnaro. La Semeiotica Biofisica Quantistica corrobora la Diagnostica Psicocinetica.  Giugno 2009. www.spaziomente.comhttp://www.spaziomente.com/articoli/La_semeiotica_biofisica_quantistica_corrobora_la_psicocinesi.pdf

 

19) Sergio Stagnaro.  Diagnostica Psicocinetica: l’Evidenza sperimentale dimostra che la Mente modifica sia la Materia sia la Energia Informazione. 28 Luglio 2010, www.liquidarea.com, http://www.liquidarea.com/2010/07/diagnostica-psicocinetica-l%E2%80%99evidenza-sperimentale-dimostra-che-la-mente-modifica-sia-la-materia-sia-la-energia-informazione/

 

20) Stagnaro-Neri M., Stagnaro S., Cancro della mammella: prevenzione primaria e diagnosi precoce con la percussione ascoltata. Gazz. Med. It. – Arch.  Sc.  Med. 152, 447, 1993.

 

21) Sergio Stagnaro.   Articoli su Tessuto Adiposo della Mammella.  Ruolo del Tessuto Adiposo della Mammella nell’Insorgenza del Cancro del Seno. 2016. http://www.sisbq.org/uploads/5/6/8/7/5687930/tessuto_adiposo_cancro_mammella_agg9.pdf

 

22) Sergio Stagnaro and Simone Caramel.BRCA-1 and BRCA-2 mutation bedside detection and breast cancer clinical primary prevention.  Front. Genet. | doi: 10.3389/fgene.2013.00039.  http://www.frontiersin.org/Cancer_Genetics/10.3389/fgene.2013.00039/full [MEDLINE]

 

 

 

 

 

 

Read Full Post »

IL CONNETTOMA

di Paolo Manzelli

2paulus

Il CONNETTOMA corrisponde alla costruzione con cui si codificano i nostri pensieri, emozioni e pulsioni dell’attività neurale connettendole strutturalmente come percorsi di memoria delle nostre esperienze mentali che variano modificando la struttura delle nostre percezioni mentali. Pertanto i pensieri e le esperienze emotive e pulsionali che comunicano la  nostra attività mentale, individuale, sociale ed ambientale non sono semplici astrazioni, proprio in quanto l’attività neurale viene cablata. Così, in una immagine che risale a Leonardo da Vinci,  il connettoma è paragonabile al letto dei corsi di acqua nella terra o le vene del flusso del sangue visto in relazione ai flussi di energia di informazione.  Pertanto il connettoma e’ decisivo nel condurre le nostre esperienze così come senza un letto del fiume l’acqua non avrebbe memoria della direzione verso cui scorrere. Inoltre come nella metafora del letto dei fiumi o delle vene l’attività neurale è in continuo mutamento e viene organizzata dalla memoria finchè la struttura dei percorsi non si modifica in decisi cambiamenti  delle esperienze, indotti  da fondamentali modifiche dell’ ambiente culturale e naturale.

Per  sostenere e collaborare con le iniziative di EGOCREANET-CLUSTER , vedi Modalità di Iscrizione: http://www.egocrea.net/2019/01/15/adesione-al-cluster-egocreanet/

NOTA 1) Paolo Manzelli <egocreant2016@gmail.com .Il 1/2 giugno 2019, si terrà il SEMINARIO di Studio e di Ricerca su : MENTE QUANTICA E GEOMETRIA SACRA -Presso Scuola ABC via dei Rustici 9 a FIRENZE. Il Corso si propone di mettere in evidenza come i codici epigenetici ( da EPI= Sopra la genetica ) permettono di selezionare la morfogenesi del “Connettoma Cerebrale” .

Il Connettoma consiste nelle relazioni tra i neuroni che si attua tra le sinapsi (chimiche ed elettriche), i dendriti e gli assoni che nel loro insieme controllano la comunicazione cerebrale ponendola in plastica coerenza con l’informazione epigenetica proveniente dalla struttura energetica/evolutiva dell’ambiente naturale e culturale.

Nel contesto di studio dell'”epigenetica cerebrale” il Corso Egocreanet Cluster 2019 metterà in evidenza come la Geometria Sacra, naturale e culturale, vada ad agire nella costruzione degli archetipi morfologici del Connettoma selezionandone la forma dell’ interattività, la quale può divenire “armonica o disarmonica” con il cambiamento dei codici epigenetici. L’armonia dell’interazione comporta maturazione neurobiologica e potenziamento della creatività, viceversa la poca flessibilità di indole conservatrice al cambiamento, delinea una decrescita selettiva che inibisce le funzionalità cerebrali dell’ apprendimento che da stabili divengono labili, fino a determinare comportamenti degenerativi che inducono disturbi mentali fino a produrre un forte condizionamento cognitivo che si traduce in patologie psicofisiche di ampio rilievo sociale .

Il corso Egocreanet cluster 2019 darà indicazioni sulle opportunità di favorire la ricerca sulla segnatura epigenetica più adatta alla crescita delle potenzialità cerebrali tali che possano favorire la creatività artistica e scientifica contemporanea facendo riferimento esemplare alle condizioni ambientali e culturali del Genio Rinascimentale di Leonardo Da Vinci. Paolo Manzelli 335/6760004 , egocreanet2016@gmail.com ( 04/05/2019)

——————————————————————————————————————————–

NOTA 2) L’1/2 giugno 2019, si terrà il SEMINARIO di Studio e di Ricerca su : MENTE QUANTICA E GEOMETRIA SACRA –Presso Scuola ABC via dei Rustici 9 a FIRENZE .

Uno dei motivi del corso sarà orientato a mettere in evidenza il Progetto sul CONNETTOMA -UMANO. L’impegno di Egocreanet Cluster è quello di  trovare adesioni delle persone che vorranno sperimentare una tesi sull’argomento di ricerca internazionale denomiato Open Connectome Project.

http://www.humanconnectomeproject.org/

II progetto Egocreanet-Cluster si propone di mettere in evidenza come le funzionalità superiori della mente sia cognitive che affettivo emotive e pulsionali vengano a dipendere preferenzialmente dallo sviluppo delle interazioni neuronali sia culturali che  ambientali le quali agiscono sulla formazione cerebrale con diversi caratteri epigenetici di tipo adattativo o creativo .

In tale contesto il Corso Egocreanet Cluster 2019 intende iniziare lo studio innovativo del “Connettoma Umano” nel suo fondamentale contributo creativo, nel rimodulare la costruzione epigenetica in sintonia con una più elevata coscienza  delle necessità  di cambiamento dell’ambiente culturale e naturale contemporaneo.

Per contribuire allo sviluppo di questo Progetto è necessario in primo luogo comprendere che il cervello umano è già predisposto  geneticamente all’atto della nascita ed ha una dimensione corrispondente al peso di circa 300 Grammi;…. poi fino alla pubertà ( circa 15 anni)  cresce prevalentemente come Connettoma Cerebrale fin al peso di circa 1.0 Kg ..  Questo dato ci dice come sia decisivo il Connettoma nel determinare l’apprendimento cognitivo ed inoltre agire sulle relazioni orto e parasimpatiche che definiscono l’atteggiamento mentale ed  il comportamento umano.

Il “Connettoma Cerebrale” si presenta con una rete che organizza gli impulsi neuronali in una tessitura in tre dimensioni omologabile a quella di un semi-cristallo di acqua che comunica come un oscillatore biologico i campi elettromagnetici quantici di luce (biofononi) e di suono (biofononi) . https://www.neuroscienze.net/il-cervello-quantico-e-la-comunicazione-di-biofotoni/

Uno degli aspetti principali dello sviluppo del “Connettoma Umano” è il fatto  che esso protrae la sua crescita  lungo termine dopo la nascita e che ha la plasticità di cambiare durante tutto l’ arco della vita. Pertanto tale sua caratteristica lo rende ampiamente indipendente dal carattere genetico inizialmente acquisito, mentre è principalmente soggetto alle interazioni epigenetiche sia della formazione del pensiero appreso come acquisizione del sapere  ed inoltre alle caratteristiche di informazione derivanti dal cambiamento ambientale.

Pertanto l’attività del cervello, tramite la plasticità della crescita del suo connettoma, non è quella di un organo statico e passivo di fronte a un non meno statico paradigma della «realtà oggettiva», ma altresì ha la possibilità di comportarsi come un sistema dinamico creativo, plasmato da un’incessante interazione con l’ambiente naturale culturale e sociale modificando il proprio pensiero nel quadro di una nuova dimensione creativa dei sogni, sensazioni, ed immaginazione finalizzata al superamento della rappresentazione meccanica ormai obsolescente del mondo esterno.

Certamente il riduzionismo del paradigma meccanico per  rendere arbitrariamente oggettiva la realtà percettiva esclude ogni influenza del  pensiero sulle funzionalità cerebrali superiori e di conseguenza tale interpretazione esclude a priori ogni  consapevolezza sulla responsabilità delle modalità di pensare sul riscaldamento globale determinato dal cambiamento ambientale contemporaneo. https://www.edscuola.eu/wordpress/?p=107673

Pertanto questa riflessione sull’importanza dello sviluppo del “connettoma cerebrale” implica una fondamentale acquisizione di coscienza sui limiti del sapere scientifico e culturale storicamente acquisito visto in relazione al cambiamento ambientale contemporaneo. Un tale risveglio della creatività della “Mente Quantica” ci permetterà di capire come le due tipologie di informazione epigenetiche debbano essere armonizzate onde evitate una sempre poi netta dissociazione della consapevolezza umana la quale progressivamente degenera nel divaricare ogni assetto neuro-psichico dell’espressione cerebrale dell’uomo e della donna fino a creare diffusi disturbi mentali e della salute –

————————————————————————————————————————————

NOTA 3) Paolo Manzelli <egocreant2016@gmail.com . L’1/2 giugno 2019 -si terrà il SEMINARIO di Studio e di Ricerca su : MENTE QUANTICA E GEOMETRIA SACRA -Presso Scuola ABC via dei Rustici 9 a FIRENZE .

IL GAP TRA CULTURA E NATURA DETERMINA ENTROPIA NELL’AMBIENTE E SPECULARMENTE INSTABILITA’ NELLA SALUTE MENTALE DELL’UOMO E DELLA DONNA. Questa asserzione è alla base del corso Egocreanet.Cluster del 01/02 giugno 2019 nel quale si metterà in evidenza come il riduzionismo meccanico della cultura industriale separando arbitrariamente l’uomo dall’essere parte integrante della natura abbia reso il ”pensiero” una entità astratta anziché essere una componente epigenetica concreta dell’evoluzione del Connettoma dei sistemi viventi. IL CORSO di formazione del cluster EGOCREANET intende dare una risposta al cambiamento radicale richiesto dai giovani del movimento contemporaneo FRIDAY for FUTURE , al fine di percepire la strategia per ottenere un futuro migliore. Infatti la divaricazione sempre più ampia TRA CULTURA E NATURA DETERMINA un cambiamento del disordine ambientale a cui corrisponde SPECULARMENTE l’INSTABILITA’ NELLA SALUTE MENTALE DELL’UOMO E DELLA DONNA causata dalla corrispondente scissione della connettività neuronale. L’ EPIGENETICA infatti mette in evidenza come si instauri un radicale cambiamento della funzionalità del “connettoma della comunicazione cerebrale” come conseguenza dell’ influenza delle disarmonie tra pensiero emozioni pulsioni e memoria sulla salute dell’ organismo umano. PERTANTO i recenti studi sull’influenza epigenetica sulla modificazione della comunicazione cerebrale, consentono di avere una nuova visione di evidenti patologie individuali e sociali contemporanee che vanno dal pesante condizionamento mentale alla diffusione di disturbi psichiatrici i quali modificano lo stato di salute psico-fisico in funzione di una segnatura epigenetica dettata da una cultura meccanica obsoleta non più consona all’evoluzione mentale dell’uomo e della donna. Ad es. l’aumento dell’autismo come di altre forme di malattia psicofisica è addebitabile ad una profonda alterazione delle connessioni tra aree cerebrali che si dissociano dalla loro comunicazione interiore.La causa prevista risiede in processi di neuro-infiammazione che inducono alterazioni delle connessioni dettate da condizioni di insicurezza e quindi di stress tra le relazioni emotive /pulsionali  e razionali e la rete dei processi mnemonici. Il cervello infatti  consuma una percentuale di Ossigeno che è 4 volte superiore a quella delle cellule del corpo e pertanto la dissociazione del connettoma può’ provocare neuro-infiammazione in quanto l’aumento dell’ossidazione in aree dissociate accresce la produzione delle specie super-reattive dell’ossigeno (radicali liberi) da parte degli organelli mitocondriali deputati alla produzione di Energia Biologica in forma di ATP .

Questo è solo un accenno su come le alterazioni del Connettoma provocando un deficit della architettura delle connessioni nervose renda di conseguenza imperfetta o limitata la realizzazione di funzioni mentali complesse generate dal gap tra la articolazione armonica delle connessioni tra pensiero e memoria le quali inducono stress psico-fisico nel quadro della evoluzione della natura umana. Pertanto a causa della permannza di elementi culturali e scientifici obsoleti molti giovani si trovano inconsapevolmente ad avere un cervello disconnesso dalla evidenza del cambiamento ambientale cosi che tale frattura ,interiore al proprio sistema mentale evolutivo, inizia progressivamente con il provocare funzioni psichiche e stati mentali specularmente alterati che acquisiscono la dimensione di una progressiva disabilita mentale. Altri giovani piu’ sensibili al cambiamento della natura vengono stimolati epigeneticamente in modo che, agendo a livello cosciente tendono spontanemente a favorire la esigenza di attuare i loro sogni , quali espressione della ricerca della felicita relativa ad un futuro migliore.

Queste sono le principali linee di Formazione del Corso EGOCREANET CLUSTER sommariamente qui riassunte, le quali presuppongono lo sviluppo di una ricerca di un cambiamento culturale e scientifico unitario di indole olistica volto al fine di promuovere pratiche di prevenzione epigenetica delle relazioni tra il Connettoma e la salute mentale .

Biblio on Line : http://www.simaiss.it/PDF/articoli/Cesalpino-epigenetica.pdf

SEE : I am My Connecton

https://www.ted.com/talks/sebastian_seung/transcript?source=googleplus&language=it

———————————————————————————————————————–

Paolo Manzelli . CORSO. EGOCREANET.CLUSTER del 01/02 giugno 2019 a FIRENZE . egocreanet2016@gmail.com. Firenze 06/05/2019 

Per  sostenere e collaborare con le iniziative di EGOCREANET-CLUSTER , vedi Modalità di Iscrizione: http://www.egocrea.net/2019/01/15/adesione-al-cluster-egocreanet/

Read Full Post »

di Paolo Manzelli – egocreanet2016@gmail.com

ScreenHunter_240 Nov. 27 11.40

Abstract : L’acqua è la base della vita di tutte le forme viventi, infatti  l’Acqua è stata da secoli il simbolo di purificazione,  benedizione, fertilità della donna e della salute dell’ uomo e dell’ambiente. Leonardo Da Vinci, di cui oggi ricorre il 500 anno dalla morte, ritenne che “La vita è creata dall’acqua e  vive con l’acqua” ed infatti osserviamo che  la linfa dei fiumi da vita alla terra ed il sangue irrora la vita dell’uomo.

L’Acqua (simbolo chimico H2O) è macroscopicamente nelle tre forme principali “Liquida, Solida ed Areiforme” ed il ciclo idrogeologico dell’acqua tra queste principali forme è garante degli equilibri della  vita sulla terra che oggi vengono alterati dal cambiamento climatico. Per quanto la molecola di acqua sia apparentemente semplice (H2O), le proprietà biologiche dell’acqua sono ancora da interpretare in quanto le molecole di acqua non sono isolabili ma formano una rete complessa (cluster) di interazioni  i cui misteri sono inclusi nella capacità di trasformazione delle combinazioni strutturali dei complessi Cluster di Acqua.  Tali trasformazioni geometriche  diventano visibili, ad es., quando si osserva al microscopio la variazione strutturale delle bellissime forme che assumano i fiocchi di neve.  Sappiano anche che  il ghiaccio può esistere in due principali forme a diversa densità:

1) “Cristallina”, quella che è situata in superficie dei ghiacciai .

2) “Amorfa”, più densa, che normalmente si trova nell’interno dei ghiacciai. Facendo attenzione scopriamo che  anche l’Acqua Liquida si trova in due Forme:

a) in una struttura semi-cristallina in superficie del liquido (meno densa, denominata Stato IV , essa forma una pellicola sottile ad alta tensione superficiale 

b) mentre quella più densa è quella liquida situata nella massa del contenitore dell’ acqua. Le due forme di acqua liquida mostrano  un interscambio dinamico  la cui trasformazione viene utilizzata nell’organizzazione dei sistemi viventi per realizzare un supporto alla comunicazione biologica .

 https://www.repubblica.it/scienze/2017/06/28/news/l_ultimo_segreto_dell_acqua_ne_esistono_due-169391449/

 I segreti dell’ acqua dipendono dalla natura della Rete di Hydrogen Bonds (HB) dei cluster di acqua

Al SEMINARIO EGOCREANET-CLUSTER SUL IV STATO DELL’ACQUA-CASCIANA TERME (PISA)-20/GIUGNO/2019, tratteremo in un approccio scientifico-culturale dell’importanza dell’Acqua nella Vita e di come essa sia  derivata dalla dinamica della rete di  ponti ad idrogeno ( Hydrogen Bonds –HB),  così come mise per primo in evidenza Linus Pauling (1939) nel libro su “The nature of chemical bond”.

E’ importante sottolineare che non esistono molecole singole di acqua che non siano aggregate in Cluster ( o Clatrati). Le principali forme geometriche dei cluster di H2O, ipotizzate da studi ai raggi X, sono la Tetraedrica (3Dimensioni) e la Esagonale (layers in 2D). Spesso esse coesistono: ad es 1) a 10 °C,  l’acqua  Esagonale è il 22% , mentre a 0°C la H2O esagonale è il 26 %; esiste inoltre la possibilità di avere anche una H2O “super Cooled” dai -30//40 °C, dove la Struttura H20 esagonale è prevalente ed assorbe molta energia capace di esercitare il lavoro di “auto-pulitura”  ( = espulsione dei soluti ) e quindi possiede una caratteristica inversa a quella dell’acqua normale le cui proprietà sono la solubilità e la corrosione elevata di sostanze polari.

Emilio del Giudice e G. Preparata, applicando l’Elettrodinamica Quantistica a forme di cluster di H2O a struttura diversa, intuirono che le diverse forme geometriche dei cluster di acqua potevamo  emettere  fotoni di luce di bassa frequenza, quali quelli che vengono utilizzati in biologia per creare una rete di comunicazioni in modo da sincronizzare le transizioni dei cluster di H2O entro i domini di coerenza di dimensioni nanometriche.

Il Quarto Stato dell’ Acqua : https://www.macrolibrarsi.it/libri/__la-quarta-fase-dell-acqua-libro.php

Da tali studi sappiamo che la struttura variabile dell’acqua, in special modo quella biologica cambia con l’assorbimento di frequenze elettromagnetiche e quindi anche con le variazioni del campo magnetico solare e terrestre, come dimostrò il Prof. Giorgio Piccardi, direttore dell’istituto di chimica -fisica della Università di Firenze. I segreti dall’ Acqua : https://www.ibs.it/segreti-dell-acqua-opera-scientifica-libro-vari/e/9788883232749

Per il fatto che il nostro corpo e composto da circa il 70 % di acqua  sappiamo che tutto il metabolismo biologico avviene per tramite la dinamica ultra veloce della ricomposizione dei legami a idrogeno dell’acqua, i quali  sono da supporto  alla costruzione dei legami a ponte con atomi fortemente elettronegativi del DNA ( con Ossigeno –(O) e l’ Azoto (N).

Infine riprendendo gli studi di G. Pollack sul IV STATO DELLA ACQUA, il Seminario Egocreanet metterà in evidenza come la vita biologica possa ricavare energia dalla transizione geometrica della forma tetraedrica a quella esagonale nella superficie di interfaccia tra diversi tessuti biologici. In particolare verrà evidenziato come agiscano gli effetti della ri-organizzazione geometrica degli H-bonds sulla variazione della tensione superficiale  nella ristrutturazione forme a geometria variabile da cui si genera un potenziale bio-elettrico che permette di organizzare il supporto biologico  dell’ acqua nel favorire le  possibilità di  trasmissione  di segnali intracellulari, la cui comprensione è decisiva per capire il valore della comunicazione bioquantica /non locale / nella vita biologica dell’uomo e più in generale della natura. dei sistemi viventi.

Vedi: Tesi sulla Acqua:

https://www.sanpellegrino-corporate.it/files/tesi/Tiziana%20Biunno.pdf

 

Read Full Post »