Feeds:
Articoli
Commenti

Archive for 5 gennaio 2019

By Sergio Stagnaro

download

Non lasciare che la prudenza del mondo mormori troppo vicino al tuo orecchio, perché questa è l’ora dell’inatteso.”  Sri Aurobindo

Viviamo nell’Era dell’Epigenetica. L’inquinamento ambientale è considerato la principale causa del cancro. I Medici  sono ormai convinti di aver tracciato la nuova via che ci porterà alla salvezza dal tumore maligno e da altre patologie degenerative,  dopo il fallimento  riposto nei possibili successi della conoscenza complete del DNA nucleare, nell’oblio del mit-DNA.

Premesso che struttura e funzione sono i due poli della stessa equazione, per cui è impossibile modificarne uno senza modificare anche l’altro, è difficile spiegare con la teoria dell’inquinamento ambientale perché, tra tutte le persone che vivono nell’identica “inquinata valle di lacrime”, solo alcune si ammalano di cancro mentre le altre felicemente resistono all’aggressione del tragico killer.

Nessun studioso e nessun oncologo, a mia conoscenza, durante gli ultimi quindici anni, ha riflettuto doverosamente sopra le differenze biologiche che separano chi è predisposto al cancro da chi ne è immune (1). Infatti, se una mutazione genetica è causa di significativo danno al fenotipo, deve essere in grado di alterare pericolosamente funzioni di  determinate sistemi biologici, che sono riconosciuti dalla nascita mediate la Semeiotica Biofisica Quantistica (1, 6, 7).

Il fatto desolante è l’indifferenza, persistente da 7 anni, della classe medica mondiale di fronte ad un evento eccezionale in Oncologia, che avrebbe dovuto consigliare alle competenti autorità sanitarie il cambiamento di paradigma nella lotta ai tumori maligni: la Manuel’s Story , LOGO dell’Epigenetica, http://www.sisbq.org/qbs-magazine.html

All’inizio del 2019, grazie alla Manovra di Traversaro (2), il cui valore diagnostico e diagnostico differenziale non è stato finora raccolto dalla Medicina Ufficiale, ho potuto dimostrare la ridotta dimensionalità congenita  delle dinamiche micro-  e macro-scopiche del surrene, espressione di alterato caos fisiologico, presente dalla nascita nel sistema ACTH-RH- Ipofisi-Surrene (5-7), che rappresentano l’Ordine Implicato del Riflesso Surrene-Gastrico Aspecifico o Segno di Traversaro .

La diagnosi di Terreno Oncologico, la diagnosi differeziale tra lesione maligna e benigna, il monitoraggio terapeutico,  grazie alla pratica applicazione della situazione attuale microcircolatoria, fondamento  della Manovra di Traversaro, si sono arricchiti di un nuovo, prezioso e affidabile strumento clinico.

In 45 soggetti positivi al Terreno Oncologico (M. = 25 e F. = 20) , età compresa tra 15 e  86 aa., ho osservato i seguenti interessanti dati sbq.

Nel sano, senza Terreno Oncologico, il Riflesso Surrene-Gastrico Aspecifico, Segno di Traversaro, mostra il normale Tempo di Latenza di 8 sec. e la durata normale (< 3 sec. – 4 sec.<), costantemente però vicina a 3 sec., espressione di una efficace Riserva Funzionale Microcircolatoria (6, 7, 18), correlata alla dimesionalità delle fluttuazioni micro- e macro-scopiche surrenaliche,  a sua volta in rapporto con le oscillazioni dell’intensità del riflesso.

Al contrario, nei soggetti della casistica, positivi al Terreno Oncologico, il Segno di Traversaro mostrava un fisiologico Tempo di Latenza, ma la durata era tipicamente più vicina ai 4 sec. ridotta l’oscillazione dell’intensità del riflesso, a dimostrazione di una maggiore omogeneità delle dinamiche surrenaliche.

Un esempio per chiarire l’astrattezza del concetto: una signora di 60 aa., negativa al Terreno Oncologico (sic!),  nel corso dell’ennesima mammografia di controllo, suggerita dalle Linee Guida a seguito della sua età, è stata trovata positiva ad un nodo nel quadrante esterno inferiore della mammella sinistra.

Su consiglio dei sanitari, dopo la consueta attesa, ha eseguito l’esame istologico in un  Reparto Universitario dell’Italia del Nord.

La dimensionalità delle dinamiche micro- e macro-scopiche surrenaliche  sono perfettamente normali, e quindi la Manovra di Moncada (3, 4) e la Manovra di Burigana  sono negative (8-10).

Inoltre, nel Corpo Calloso la  microcircolazione non risulta attivata (11), nemmeno dopo pressione digitale intensa, applicata sopra la lesione mammaria: diagnosi differenziale tra nodo benigno e maligno.

Interessante ai fini della diagnosi differenziale, il Segno dell’Infiammazione risulta praticamente negativo nella sede precisa del nodo (13), mentre, nella mammella  colpita, il tessuto adiposo non mostra i segni della tipica Low Grade Chronic Inflammation che caratterizza il cancro del seno a partire dalla nascita (14-18).

Alla Signora verrà consegnato il referto dell’esame istologico tra dieci giorni di terrorismo jatrogenetico.  La morte della Clinica coincide con la fine della Medicina.

caos deterministicoCaos Deterministico– Daniela Biganzoli(Dab)

Bibliografia.

http://www.sisbq.org/uploads/5/6/8/7/5687930/manovradimoncada.pdf

http://www.sisbq.org/uploads/5/6/8/7/5687930/microangiologiaclinicasbq2016.pdf

https://dabpensiero.wordpress.com/2018/12/29/ruolo-diagnostico-centrale-della-manovra-di-burigana-nella-connettomologia-clinica-sbq-neuromale-e-non-neuronale/

http://www.sisbq.org/uploads/5/6/8/7/5687930/compendio_mc.pdf

 

 

Annunci

Read Full Post »