Feeds:
Articoli
Commenti

Archive for gennaio 2019

By Sergio Stagnaro

download

Il T2DM, epidemia in continuo aumento, è la forma più comune di diabete, rappresentando circa il 90% dei casi di questa sindrome. La causa è ancora completamente chiarita, anche se è certo che il corpo del pancreas, sede principale delle isole di Langherans, è in grado di produrre insulina, ma la insulino-resistenza delle cellule degli organi bersaglio di questo ormone e  numerosi fattori di rischio ambientale sono associati nel promuovere la sua insorgenza. Tra questi: la familiarità per diabete, lo scarso esercizio fisico, il sovrappeso e l’appartenenza ad alcune etnie.

Ciò che la Medicina Accademica non rivela è la scoperta fatta nell’autunno del 2001 del Reale Rischio Congenito del T2DM, dipendente dalla Costituzione Diabetica “e”  Dislipidemica, conosciuto in tutto il mondo, con l’unica eccezione l’Italia. Nessuno ha finora potuto falsificare la mia datata affermazione, secondo cui tutte (100%)  le madri di figli(e) colpite dal DM sono positive a questo Reale Rischio Congenito.  Il silenzio sospetto delle competenti autorità sanitarie italiane su questi fatti nega la possibilità di realizzare la Prevenzione Pre-Primaria e Primaria del DM su vasta scala, che si può eseguire anche nei Paesi sottosviluppati o in via di sviluppo, dal momento che la Terapia Quantistica Mitocondriale Ristrutturante costa ben poco.

Non esiste un diabetologo oggi capace di riconoscere i diabetici nei primi tre stadi della sindrome, a causa della assoluta inefficacia del Laboratorio, dal quale il diabetologo dipende. Questo spiega perché nel mondo esistano, per generale ammissione, altrettanti diabetici che ancora non hanno ricevuto la diagnosi e che pertanto sono esposti al pericolo delle cosiddette complicazioni micro- e macro-vascolari

Il diabete tipo 2 in genere non viene diagnosticato per molti anni – la nonna a 75 è diventata diabetica! – in quanto l’iperglicemia si sviluppa gradualmente e inizialmente non è di grado severo al punto da dare i classici sintomi del diabete, chiaramente secondo la Medicina ortodossa, tradizionale, accademica incapace quindi di porre fine alla vergognosa epidemia diabetica.

Solitamente la diagnosi di DM avviene casualmente o in concomitanza con una situazione di stress fisico, quale infezioni o interventi chirurgici, a sottolineare il fatto che l’Era della Pietra della Glicemologia avverrà soltanto  col diffondersi della Diabetologia Semeiotico-Biofisico-Quantistica..

Da Epicentro,  http://www.epicentro.iss.it/diabete, Il portale dell’epidemiologia per la sanità pubblica, a cura del Centro nazionale per la prevenzione delle malattie e la promozione della salute dell’Istituto Superiore di Sanità:

“Il rischio di sviluppare la malattia aumenta con l’età, con la presenza di obesità e con la mancanza di attività fisica: questa osservazione consente di prevedere strategie di prevenzione “primaria”, cioè interventi in grado di prevenire l’insorgenza della malattia e che hanno il loro cardine nell’applicazione di uno stile di vita adeguato, che comprenda gli aspetti nutrizionali e l’esercizio fisico”.

Una delirante affermazione di laureati in Medicina non aggiornati, come dimostra il fatto che oggi il T2DM è una epidemia in aumento ed un enorme business!

Di seguito descrivo uno tra i numerosi metodi clinici della Semeiotica Biofisica Quantistica per riconoscere dalla nascita i diabetici nei primi tre stadi in modo semplice e rapido.

Iter diagnostico per riconoscere, a partire dalla nascita, i primi tre stadi del T2DM.

  1. Il Segno di Stagnaro, classico e variante (39, 40), aspecifico, permette al medico di  accertare la presenza di una patologia localizzata nell’apparato digerente. Se il risultato è negativo, in un secondo è esclusa la presenza del T2DM.
  2. Il Segno di Siniscalchi (11) è aspecifico, ma diagnostico del DM 9 volte su 10.
  3. A questo punto, corrobora la diagnosi di DM la valutazione della vasomitily nel corpo pancreatico, dove nel DM è presente l’ Attivazione Microcircolatoria dissociata, tipo II (8, 9).
  4. Un ruolo diagnostico di primaria importanza è svolto dalla valutazione della sintesi dell’ormone Taileverina. La presenza di DM è caratterizzata notoriamente dalla aumentata secrezione di Taileverina: nella coda pancreatica si osserva attivazione microcircolatoria associata, tipo I (13, 24-26).
  5. Infine, il medico valuta la microcircolazione nel Corpo Calloso, che mostra significativa attivazione microcircolatoria di tipo I, associato (38, 41-47).

In conclusione, il medico esperto in Semeiotica Biofisica Quantistica sa riconoscere, in modo facile e rapido (circa 2 minuti), a partire dalla nascita e usando il comune fonendoscopio, i soggetti solo apparentemente sani, ma in realtà diabetici nei primi tre stadi, realizzando una efficace prevenzione pre-primaria e primaria del Diabete Mellito.

 

Bibliografia consigliata.

  1. Stagnaro S., West PJ., Hu FB., Manson JE., Willett WC. Diet and Risk of Type 2 Diabetes. N Engl J Med. 2002 Jan 24;346(4):297-298. [Medline]
  2. Sergio Stagnaro.   New Renaissance in Medicina. Prevenzione Primaria del Diabete Mellito tipo 2. Sito del Convegno, http://qbsemeiotics.weebly.com/atti-del-convegno.html, 16 novembre 2010; http://qbsemeiotics.weebly.com/uploads/5/6/8/7/5687930/newrenaissance_prevenzionet2dm.pdf; english version http://qbsemeiotics.weebly.com/uploads/5/6/8/7/5687930/report_stagnaro.pdf
  3. Sergio Stagnaro. Il Segno di Luigino: diagnosi clinica di patologie parotidee e pancreatiche in un secondo (9/10 T2DM). https://sergiostagnaro.wordpress.com/2016/04/11/il-segno-di-luigino-diagnosi-clinica-di-patologie-parotidee-e-pancreatiche-in-un-secondo-910-t2dm/
  4. Sergio Stagnaro. Manovra di Bardi, affidabile, semplice e di rapida applicazione, nel riconoscere in 10 secondi i Falsi Negativi in Semeiotica Biofisica Quantistica. http://www.sisbq.org/glossariosbq.html;    https://sergiostagnaro.wordpress.com/2013/10/07/manovra-di-bardi-affidabile-semplice-e-di-rapida-applicazione-nel-riconoscere-in-10-secondi-i-falsi-negativi-in-semeiotica-biofisica-quantistica/
  5. Sergio Stagnaro. Il Segno di Artemisia: Il Diabete Mellito diagnosticato in un secondo a partire dal suo Primo Stadio di Reale Rischio Congenito, Dipendente dalla Costituzione Diabetica. http://www.sisbq.org/uploads/5/6/8/7/5687930/segnodiartemisia.pdf
  6. Sergio Stagnaro, Simone Caramel. Bardi’s Manoeuvre:  GH-RH  on bedside Diagnosing Insulin-Secretion and Arterial Hypertension with the Aid of Quantum Biophysical Semeiotics. –  http://www.sisbq.org/uploads/5/6/8/7/5687930/bardimanouvre.pdf
  7. Sergio Stagnaro. Ruolo del Muscolo – Scheletrico nella Diagnosi Clinica. Il Riflesso della Low Grade Chronic Inflammation e la Manovra di Bardi.  http://www.sisbq.org/uploads/5/6/8/7/5687930/muscoloscheletricobardi2016.pdf
  8. Sergio Stagnaro.     Manovra di Ferrero-Marigo e Vasomotilita’ a Riposo e Dopo Il Test Di Secrezione Del Picco Acuto Insulinemico nella Valutazione Clinica della Insulino Resistenza 23 novembre 2010.http://qbsemeiotics.weebly.com/uploads/5/6/8/7/5687930/manovradiferrero.pdf
  9. Sergio Stagnaro. Valutazione semeiotico-biofisica clinica della funzione della cellula beta-pancreatica mediante il picco acuto di secrezione del GH-RH. http://www.sisbq.org/uploads/5/6/8/7/5687930/valutazioneghrh.pdf
  10. Sergio Stagnaro.   Manovra di Butturini: Diagnosi Clinica della Costituzione Diabetica, del suo Reale Rischio Congenito e del DM in atto, in 5 secondi. http://www.sisbq.org/glossariosbq.html8)
  11. Sergio Stagnaro.    Siniscalchi’s Sign. Bedside Recognizing, in one Second, Diabetic Constitution, its Inherited Real Risk, and Type 2 Diabetes Mellitus. 24 December, 2010, http://www.sci-vox.com,   http://www.sci-vox.com/stories/story/2010-12-25siniscalchi%27signi.bedside++diagnosing+type+2+dm.htmlsciphu.com; http://wwwshiphusemeioticscom-stagnaro.blogspot.com/  Italian version: http://www.sisbq.org/uploads/5/6/8/7/5687930/segnodisiniscalchi.pdf
  12. Sergio Stagnaro. Il Segno di Adezati-Giordano: I Cinque Stadi del Diabete Mellito tipo 2  riconosciuti in Dieci Secondi. http://www.sisbq.org/uploads/5/6/8/7/5687930/segnodiadezatigiordano.pdf
  13. Sergio Stagnaro.  La Taileverina, prodotta nella Coda del Pancreas, svolge un ruolo importante nella diagnosi clinica dei Cinque Stadi diabetici. https://sergiostagnaro.wordpress.com/2017/02/02/la-taileverina-prodotta-nella-coda-del-pancreas-svolge-un-ruolo-importante-nella-diagnosi-clinica-dei-cinque-stadi-diabetici/
  14. Sergio Stagnaro. Il Reale Rischio Congenito di Infarto Miocardico: Fisiopatologia, Diagnosi e Terapia. Il Ruolo centrale svolto dal Diabete Mellito Tipo 2 Stagnaro https://sergiostagnaro.wordpress.com/2017/08/12/il-reale-rischio-congenito-di-infarto-miocardico-fisiopatologia-diagnosi-e-terapia-il-ruolo-centrale-svolto-dal-diabete-mellito-tipo-2-stagnaro/ e http://www.sisbq.org/uploads/5/6/8/7/5687930/rrcima_t2dmstagnaro2017.pdf
  15. Sergio Stagnaro.    Manovra di Butturini: Diagnosi Clinica della Costituzione Diabetica, del suo Reale Rischio Congenito e del DM in atto, in 5 secondi. http://www.sisbq.org/glossariosbq.html
  16. Sergio Stagnaro.  Diabetologia Semeiotico-Biofisico-Quantistica in Progresso: il Segno di Gazzano. https://sergiostagnaro.wordpress.com/2013/11/17/diabetologia-semeiotico-biofisico-quantistica-in-progresso-il-segno-di-gazzano/
  17. Sergio Stagnaro. LA VALUTAZIONE SEMEIOTICO-BIOFISICA-QUANTISTICA  DELL’INTERSTIZIO.  L’AMILOIDE INSULARE NELLA DIAGNOSI DEL DIABETE MELLITO TIPO II. www.sisbq.org,   http://www.sisbq.org/uploads/5/6/8/7/5687930/amiloidesbq.pdf
  18. Sergio Stagnaro. Diabete Mellito tipo 2 Stagnaro. Libri e Articoli www.sisbq.org, http://www.sisbq.org/uploads/5/6/8/7/5687930/dmt2_stagnaro2017.pdf
  19. Sergio Stagnaro. Ruolo del Tessuto Adiposo Bianco nella Patogenesi del Diabete Mellito Tipo 2. Marzo 16, 2018.  https://dabpensiero.wordpress.com/2018/03/16/ruolo-del-tessuto-adiposo-bianco-nella-patogenesi-del-diabete-mellito-tipo-2/
  20. Sergio Stagnaro. Manovra di Sara, Metodo clinico di Valutazione delle Adipochine del Tessuto Adiposo Bianco di Tipo A e B nell’aumentare la Sensibilità dei Recettori Insulinici.  http://www.sisbq.org/uploads/5/6/8/7/5687930/tabmanovradisara.pdf
  21. Sergio Stagnaro. Storia Naturale del Diabete Mellito tipo 2 dal punto di Vista Semeiotico-Biofisico-Quantistico.Ruolo Fondamentale della Valutazione dei  PPARs nel Monitoraggio del Metabolismo Glico- Lipidico http://www.fcenews.it, Wikipedia, 25 gennaio, 2010.
  22. Sergio Stagnaro.  Diabete Mellito Tipo 2: Una Epidemia in Continuo Aumento. 8 Ottobre 2010. http://www.altrogiornale.org/news.php?extend.6419; www.mednat.org/cancro/terreno_oncologico.htm
  23. Sergio Stagnaro. RUOLO DEL DIAGRAMMA DELL’UNITA’ MICROVASCOLOTESSUTALE NELLA PREVENZIONE PRIMARIA DEL DIABETE MELLITO TIPO 2 http://www.fcenews.it 3 novembre 2010. http://www.fceonline.it/images/docs/prevenzione diabete mellito.pdf
  24. Sergio Stagnaro.  Scoperta col fonendoscopio la Taileverina, ormone della Coda del Pancreas. https://dabpensiero.wordpress.com/2017/02/04/scoperta-col-fonendoscopio-la-taileverina-ormone-della-coda-del-pancreas/
  25. Sergio Stagnaro.  La Taileverina, prodotta nella Coda del Pancreas, svolge un ruolo importante nella diagnosi clinica dei Cinque Stadi diabetici. https://sergiostagnaro.wordpress.com/2017/02/02/la-taileverina-prodotta-nella-coda-del-pancreas-svolge-un-ruolo-importante-nella-diagnosi-clinica-dei-cinque-stadi-diabetici/
  26. Sergio Stagnaro. Diabete ed epatopatia: nuovi approcci in diagnosi clinica secondo la Semeiotica Biofisica Quantistica. Taileverina. Scienza&Conoscenza
    1.  http://www.scienzaeconoscenza.it/blog/medicina-non_convenzionale/diabete-ed-epatopatia-nuovi-approcci-in-diagnosi-clinica
  27. Sergio Stagnaro.  Valutazione Semeiotico-Biofisico-Quantistica dell’Attività della Resistina con un Fonendoscopio. Ruolo Fondamentale della Costituzione Diabetica nella Relazione Resistina, Infiammazione del Tessuto Adiposo Bianco, Diabete Mellito e Obesità. www.sisbq.org,   http://www.sisbq.org/uploads/5/6/8/7/5687930/valutazionesbqresistina.pdf
  28. Sergio Stagnaro. Ruolo del Tessuto Adiposo Bianco nella Patogenesi del Diabete Mellito Tipo 2. Marzo 16, 2018.  https://dabpensiero.wordpress.com/2018/03/16/ruolo-del-tessuto-adiposo-bianco-nella-patogenesi-del-diabete-mellito-tipo-2/
  29. Sergio Stagnaro. Il Reale Rischio Congenito di Infarto Miocardico: Fisiopatologia, Diagnosi e Terapia. Il Ruolo centrale svolto dal Diabete Mellito Tipo 2 Stagnaro https://sergiostagnaro.wordpress.com/2017/08/12/il-reale-rischio-congenito-di-infarto-miocardico-fisiopatologia-diagnosi-e-terapia-il-ruolo-centrale-svolto-dal-diabete-mellito-tipo-2-stagnaro/ e http://www.sisbq.org/uploads/5/6/8/7/5687930/rrcima_t2dmstagnaro2017.pdf
  30. Sergio Stagnaro. La Medicina Clinica sacrificata sull’altare della Biologia Molecolare. CAD, Diabete Mellito tipo 2 e Cancro sono Epidemie in Aumento. Lettera Aperta agli Editori di Peer-Reviews. 18 luglio 2011. http://www.masterviaggi.it/news/categoria_news/41431-sotto_la_spinta_del_forte_potere_economico_la_medicina_clinica_negli_ultimi_cinquanta_anni_%C3%A8_andata_lentamente_scomparendo.php
  31. Sergio Stagnaro.     Siniscalchi’s Sign. Bedside Recognizing, in one Second, Diabetic Constitution, its Inherited Real Risk, and Type 2 Diabetes Mellitus. 24 December, 2010, http://www.sci-vox.com,   http://www.sci-vox.com/stories/story/2010-12-25siniscalchi%27signi.bedside++diagnosing+type+2+dm.htmlwww.sciphu.com; http://wwwshiphusemeioticscom-stagnaro.blogspot.com/  Italian version: http://www.sisbq.org/uploads/5/6/8/7/5687930/segnodisiniscalchi.pdf
  32. Sergio Stagnaro.  Il Test della Osteocalcina endogena nella Diagnosi di I e II Stadio del Diabete Mellito tipo 2. 23 novembre 2010. http://qbsemeiotics.weebly.com/uploads/5/6/8/7/5687930/osteocalcina_t2dm.pdf
  33. Simone Caramel, Marco Marchionni  and Sergio Stagnaro. The Glycocalyx Bedside Evaluation Plays A Central  Role in Diagnosing Type 2 Diabetes Mellitus and in its Primary Prevention. Treatment Strategies – Diagnosing Diabetes, Cambridge Research Centre, Volume 6 Issue 1, Pg 41-43. http://viewer.zmags.com/publication/0aafcae9#/0aafcae9/1
  34. Sergio Stagnaro and Simone Caramel.    Inherited Real Risk of Type 2 Diabetes Mellitus: bedside diagnosis, pathophysiology and primary prevention. Frontiers in Endocrinology  (Lausanne). 2013; 4: 17. http://www.frontiersin.org/Review/ReviewForum.aspx  [Medline].  
  35. Sergio Stagnaro.  Biophysical-Semeiotic Dyslipidaemic Constitution. Cyber Lecture, www.indmedica.com , 2006,    http://cyberlectures.indmedica.com/show/50/1/Biophysical-Semeiotic_Dyslipidaemic_Constitution
  36. Sergio Stagnaro.  Biophysical-Semeiotic Diabetic Constitution. Cyber Lecture,. www.indmedica.com, 2006,  http://cyberlectures.indmedica.com/show/60/1/Diabetic_Constitution
  37.   Sergio Stagnaro.  Diabetologia Semeiotico-Biofisico-Quantistica in Progresso: il Segno di Gazzano. https://sergiostagnaro.wordpress.com/2013/11/17/diabetologia-semeiotico-biofisico-quantistica-in-progresso-il-segno-di-gazzano/
  38. Sergio Stagnaro (2018) La Valutazione della Microcircolazione nel Corpo Calloso recita un Ruolo importante nella Diagnostica Clinica Semeiotico-Biofisico-Quantistica.http://www.sisbq.org/uploads/5/6/8/7/5687930/corpocalloso.pdf
  39. Sergio Stagnaro. Stagnaro’s *Sign in detecting every gastrointestinal Disorder, even initial or symptomless. http://www.sisbq.org/uploads/5/6/8/7/5687930/stagnarosign.pdf
  40. Sergio Stagnaro. I nodi elettro-magnetici cutanei SBQ: IL Segno di Stagnaro variante.  http://www.sisbq.org/uploads/5/6/8/7/5687930/nodiemcutaneisbq.pdf
  41. Sergio Stagnaro. Il Connettoma non-neuronale nella Diagnostica clinica e nel Monitoraggio terapeutico. La Connettomologia Semeiotico-biofisica-quantistica.http://www.sisbq.org/uploads/5/6/8/7/5687930/connettoma.pdf e https://dabpensiero.wordpress.com/2018/12/19/il-connettoma-non-neuronale-nella-diagnostica-clinica-e-nel-monitoraggio-terapeutico-la-connettomologia-semeiotico-biofisica-quantistica/
  42. Sergio Stagnaro. La Creatività misurata con un Fonendoscopio mediante la Valutazione clinica del Connettoma neuronale.
  43.  https://dabpensiero.wordpress.com/2018/12/21/la-creativita-misurata-con-un-fonendoscopio-mediante-la-valutazione-clinica-del-connettoma-neuronale/
  44. Sergio Stagnaro. Aneurisma Aortico Addominale: Microangiologia Clinica e Connettomologia SBQ nella Diagnosi e nel Monitoraggio Terapeutico. http://www.sisbq.org/uploads/5/6/8/7/5687930/aaaconnettomologia.pdf ; https://dabpensiero.wordpress.com/2018/12/29/aneurisma-aortico-addominale-microangiologia-clinica-e-connettomologia-sbq-nella-diagnosi-e-nel-monitoraggio-terapeutico/
  45. Sergio Stagnaro. Compendio di Microangiologia Clinica, Connettomologia Neuronale e Non-Neuronale, Reali Rischi Congentiti, base della Prevenzione Pre-Primaria e Primaria, secondo la Semeiotica Biofisica Quantistica. http://www.sisbq.org/uploads/5/6/8/7/5687930/compendio_mc.pdf
  46. Sergio Stagnaro. Ruolo diagnostico centrale della Manovra di Burigana nella Connettomologia Clinica SBQ, neuromale e non-neuronale. https://sergiostagnaro.wordpress.com/2018/12/28/ruolo-diagnostico-centrale-della-manovra-di-burigana-nella-connettomologia-clinica-sbq-neuromale-e-non-neuronale/; https://dabpensiero.wordpress.com/2018/12/29/ruolo-diagnostico-centrale-della-manovra-di-burigana-nella-connettomologia-clinica-sbq-neuromale-e-non-neuronale/
  47. Sergio Stagnaro. Ordine Implicato  e  Ordine Esplicato nella Manovra di Burigana. La Natura delle Oscillazioni fisiologiche del Tempo d Latenza tra 3 e  5 sec. evidenziano la Coerenza interna ed esterna della Semeiotica Biofisica Quantistica. https://sergiostagnaro.wordpress.com/2019/01/02/ordine-implicato-e-ordine-esplicato-nella-manovra-di-burigana-la-natura-delle-oscillazioni-fisiologiche-del-tempo-d-latenza-tra-3-e-5-sec-evidenziano-la-coerenza-interna-ed-esterna-della-semeioti/?fbclid=IwAR10LJY3nU9nHAYbkDQaOlf9vviD0K-BIjc_GrbVsz0O_Gbn310j-RC4LDs
Annunci

Read Full Post »

di Sergio Stagnaro

download

La Sindrome di Gilbert (SG) notoriamente è diagnosticata casualmente nel corso di esami di laboratorio richiesti per altri motivi. La sintomatologia clinica, sfumata ed aspecifica quando presente, è di assai difficile attribuzione. La SG è la conseguenza di un alterato metabolismo della bilirubina, caratterizzata da aumento della bilirubina indiretta a seguito di mutazioni nel gene UGT-1A1, evidenziati con esami di laboratorio (1-4).

Nel 2015 ho scoperto una originale via diagnostica semeiotico-biofisico-quantistica, fondata sulla osservazione al letto del malato della diversa gravità della Low Grade Chronic Inflammation, presente dalla nascita nella sede di tutti i Reali Rischi Congeniti ed ovviamente più intensa nella patologia in atto (5-7).

Più recentemente, nel dicembre del 2018, ho descritto le basi e la pratica applicazione di una disciplina, la Connettomologia Clinica SBQ, che permette al medico di riconoscere usando il fonendoscopio la patologia dei sistemi biologici, a iniziare dagli stadi asintomatici, rivelatasi affidabile nella diagnosi, diagnosi differenziale e nel monitoraggio terapeutico (8-15).

Per quanto riguarda l’Anemia Emolitica, ricordo brevemente che essa può essere classificata come

  1. A) Estrinseca: da una fonte esterna all’eritrocita; i disturbi estrinseci ai globuli rossi sono generalmente acquisiti.
  2. B) Intrinseca: a causa di un difetto interno al globulo rosso; le anomalie intrinseche dei globuli rossi sono di solito ereditarie.

Difetti estrinsechi ai GR

Le cause più frequenti di difetti estrinsechi dei GR comprendono:

1)       Iperattività reticolo-endoteliale.

2)       Anomalie immunologiche Lesioni meccaniche (anemia emolitica traumatica)

3)       Farmaci (chinino, chinidina, penicilline, metildopa, ticlopidina, clopidogrel)

4)       Tossine (piombo, rame)

5)       Infezioni

Gli agenti infettivi possono provocare anemia emolitica attraverso un’azione diretta delle tossine (p. es., di Clostridium perfringens, streptococchi α- o β-emolitici, meningococchi) oppure per invasione e distruzione dei GR da parte del microrganismo (p. es., Plasmodium sp, Bartonella sp) o tramite la produzione di Ac (virus Epstein-Barr, mycoplasma).

Anomalie intrinseche dei GR

Difetti intrinseci dei GR che possono provocare emolisi coinvolgono anomalie della membrana dei GR, del metabolismo cellulare o della struttura dell’emoglobina. Comprendono difetti sia genetici che acquisiti della membrana cellulare (p. es., sferocitosi), difetti del metabolismo del GR (p. es., deficit di G6PD) ed emoglobinopatie (p. es., drepanocitosi, talassemia). Alterazioni quantitative e funzionali di talune proteine di membrana del GR (α- e β-spectrina, proteina 4.1, F-actina, anchirina) causano anemia emolitica.

Diagnosi Clinica di Sindrome di Gilbert e di Anemia Emolitica, anche in fase iniziale. Monitoraggio Terapeutico

La Semeiotica Biofisica Quantistica ha permesso di scoprire i Reali Rischi Congeniti, dipendenti dalle relative Costituzioni, compresi quelli delle malattie del sangue (16-19).

Nel sano, la velocità dello stimolo di depolarizzazione, secondo la Connettomologia Clinica, prodotto dalla pressione digitale di media intensità (700 dyne/cm2) applicata sopra punto di qualsiasi sistema biologico, inclusi fegato, milza e midollo osseo, valutata con la Manovra di Burigana  (14), mostra una velocità di 3-5 sec. , valore oscillante a seguito della Disomogeneità Temporale, secondo Scmidt-Schoembein, alla base delle fluttuazioni fisiologiche locali dell’ATP (15).

Al contrario, nella SG la velocità sale a 7  sec., e resta fissa, mentre nell’Anemia Emolitica in atto, di qualsiasi origine sale al valore di 10 sec. ed oltre, in rapporto alla gravità della sottostante patologia.

Si sono rivelati altamente affidabili anche i valori parametrici del Segno della Infiammazione sia nella diagnosi e diagnosi differenziale sia nel monitoraggio terapeutico.

Nel sano, dove non esiste Low Grade Chronic Inflammation, il Tempo di Latenza del Riflesso Gastrico Aspecifico, provocato da stimolo ungueale applicato sopra una minima parte di tessuto, midollo, fegato e milza,  è 10 sec. e la durata del Riflesso Gastrico Aspecifico < 3 sec. – 4 sec. <

Al contrario nella SG e nell’Anemia emolitica, a partire dal relativo Reale Rischio Congenito, cioè dalla nascita, il Tempo di Latenza è ancora fisiologico (10 sec.), mentre la Durata del riflesso sale, rispettivamente a 4 sec.  e 6 sec. quando è valutato nei tessuti sopra ricordati al di fuori della crisi morbosa.

I raffinati ed affidabili dati della Microangiologia Clinica, oggi noti purtroppo a pochissimi Medici, valutati nella milza, midollo sternale e fegato, svolgono un ruolo centrale nella diagnosi, diagnosi differenziale e monitoraggio terapeutico (20-22).

Nella Sindrome di Gilbert si osserva nella milza e nel fegato una lieve attivazione microcircolatoria di tipo I, associata, (la durata della diastole del cuore periferico sale da 6 sec. a 7 sec. –  8 sec., in rapporto alla fase del dismetabolismo blirubinico).

Nell’Anemia emolitica invece, l’attivazione microcircolatoria  appare più intensa, a dimostrazione del maggior lavoro del locale parenchima: la durata della dilatazione nella vasomozione  aumenta a 10 sec.

La sempre presente Microangiopatia Cutanea nella sede del prurito, appartiene al tipo flogistico-iperreattivo (23), dove l’attivazione microcircolatoria di tipo I, associata, l’aumento della stasi nei capillari nutrizionale (ampio riflesso ureterale inferiore), la sofferenza endoteliale, valutata con un fonendoscopio (28), la flogosi capillare e istangica, la AVA beanti, rappresentano le alterazioni caratteristiche (20-22). Pertanto, in loco i valori parametrici del Segno della Infiammazione acquistano anche un significato essenziale nel monitoraggio terapeutico.

Ruolo diagnostico del Fegato nella Sindrome di Gilbert e nell’Anemia emolitica

Il Fegato recita un importante ruolo nell’alterato metabolismo bilirubinico della Sindrome di Gilbert e dell’Anemia emolitica.

In due precedenti articoli ho descritto la valutazione funzionale epatica on la Semeiotica Biofisica Quantistica (24-26).

Nel sano, il diagramma epatico presenta oscillazioni caotico-deterministiche di intensità superiore a 2 cm.  La Dimensione frattalica  è 3,81. La attuazione delle fluttuazioni epatiche è rapida e la durata  del Plateau Line (PL) delle fluttuazioni simultaneamente raddoppia, salendo da 6 sec. a 12 sec. nel Test dell’’Adiponectina (25).

Nella Sindrome di Gilbert le oscillazioni appaiono più lente, conservando praticamente  immutati i restanti valori parametrici.

Infine, nell’Anemia emolitica le oscillazioni del diagramma sono lente e di ridotta intensità: il margine inferiore del fegato si abbassa di 1 cm. circa  lentamente

Utili anche i dati offerti  nell’esecuzione della Manovra di Gallo (27), che risulta significativamente patologica nella Anemia emolitica, anche lontano dalle crisi.

Nella Sindrome di Gilbert, invece, la positività della manovra è lievemente positiva, inferiore a 1 cm. nel periodo non critico.

Raccomando, come sempre, di rivalutare la manovra con prove da sforzo (per esempio, con la Manovra di Restano, di Bardi, di Titti, eccetera) se appare normale cioè negativa, la prima valutazione di base, per evitare i falsi negativi (10%).

La conoscenza della Microangiologia Clinica permette di escludere i falsi negativi, senza ricorre alle prove da sforzo. L’attivazione microcircolatoria dissociata di tipo II, caratterizzata dalla sola maggiore durata della dilatazione del cuore periferico, sec. Claudio Allegra, cioè piccole arterie ed arteriole di Hammersen, magari di 1 secondo soltanto,  è espressione di una condizione patologica.

Bibliografia.

  1. G Monaghan, M Ryan, R Hume, B Burchell, R Seddon . Genetic variation in bilirubin UDP-glucuronosyltransferase gene promoter and Gilbert’s syndrome. The Lancet, 1996 – Elsevier
  2. PJ Bosma, JR Chowdhury, C Bakker, et al.The genetic basis of the reduced expression of bilirubin UDP-glucuronosyltransferase 1 in Gilbert’s syndrome. New England Journal oMedicine, 1995
  3. M Rotger, P Taffé, G Bleib, et al. Gilbert syndrome and the development of antiretroviral therapy–associated hyperbilirubinemia. The Journal of Infectious Diseases, Oxford, 2005 –
  4. BF Felsher, D Rickard, AG Redeker. The reciprocal relation between caloric intake and the degree of hyperbilirubinemia in Gilbert’s syndrome. New England Journal of Medicine, 1970.
  5. Sergio Stagnaro.  Originale Diagnostica Clinica basata sull’infiammazione cronica secondaria al Rimodellamento Microcircolatorio, tipico dei Reali Rischi Congeniti.   http://www.sisbq.org/uploads/5/6/8/7/5687930/diagnosticaclinica_2015.pdf
  6. Sergio Stagnaro. Segno di Montanari-Gatti “variante” basato sull’Infiammazione Cronica di Grado Lieve maggio 2, 2018.  https://dabpensiero.wordpress.com/2018/05/02/segno-di-montanari-gatti-variante-basato-sullinfiammazione-cronica-di-grado-lieve/
  7. Stagnaro Sergio.Reale Rischio Semeiotico Biofisico. I Dispositivi Endoarteriolari di Blocco neoformati, patologici, tipo I, sottotipo a) oncologico, e b) aspecifico. Ediz. Travel Factory, www.travelfactory.it, Roma, 2009.
  8. Sergio Stagnaro (2018). Corpo Calloso, Questo Sconosciuto! In un commento nel Sito di Medscape, annunciata la nascita di una originale Diagnostica Clinica. https://sergiostagnaro.wordpress.com/2018/12/16/corpo-calloso-questo-sconosciuto-in-un-commento-nel-sito-di-medscape-annunciata-la-nascita-di-una-originale-diagnostica-clinica/
  9. Sergio Stagnaro (2018). Il Ruolo diagnostico del Corpo Calloso. Definito Dorftrottel chi l’ha scoperto. Appunti di uno studente di Medicina, Anno Accademico 2050/2051. https://sergiostagnaro.wordpress.com/2018/12/17/il-ruolo-diagnostico-del-corpo-calloso-definito-dorftrottel-chi-lha-scoperto-appunti-di-uno-studente-di-medicina-anno-accademico-2050-2051-universita-di-sunauli-nepal/

10.Sergio Stagnaro (2018). Il Connettoma non-neuronale nella Diagnostica clinica e nel Monitoraggio terapeutico. La Connettomologia Semeiotico-biofisica-quantistica.http://www.sisbq.org/uploads/5/6/8/7/5687930/connettoma.pdf e https://dabpensiero.wordpress.com/2018/12/19/il-connettoma-non-neuronale-nella-diagnostica-clinica-e-nel-monitoraggio-terapeutico-la-connettomologia-semeiotico-biofisica-quantistica/

11.Sergio Stagnaro (2018). La Creatività misurata con un Fonendoscopio mediante la Valutazione clinica del Connettoma neuronale. https://dabpensiero.wordpress.com/2018/12/21/la-creativita-misurata-con-un-fonendoscopio-mediante-la-valutazione-clinica-del-connettoma-neuronale/

12.Sergio Stagnaro (2018). Aneurisma Aortico Addominale: Microangiologia Clinica e Connettomologia SBQ nella Diagnosi e nel Monitoraggio Terapeutico. http://www.sisbq.org/uploads/5/6/8/7/5687930/aaaconnettomologia.pdf ; https://dabpensiero.wordpress.com/2018/12/29/aneurisma-aortico-addominale-microangiologia-clinica-e-connettomologia-sbq-nella-diagnosi-e-nel-monitoraggio-terapeutico/

13.Sergio Stagnaro (2018). Compendio di Microangiologia Clinica, Connettomologia Neuronale e Non-Neuronale, Reali Rischi Congentiti, base della Prevenzione Pre-Primaria e Primaria, secondo la Semeiotica Biofisica Quantistica. scaricalo qui in pdfhttp://www.sisbq.org/uploads/5/6/8/7/5687930/compendio_mc.pdf

14.Sergio Stagnaro (2018). Ruolo diagnostico centrale della Manovra di Burigana nella Connettomologia Clinica SBQ, neuromale e non-neuronale. https://sergiostagnaro.wordpress.com/2018/12/28/ruolo-diagnostico-centrale-della-manovra-di-burigana-nella-connettomologia-clinica-sbq-neuromale-e-non-neuronale/;https://dabpensiero.wordpress.com/2018/12/29/ruolo-diagnostico-centrale-della-manovra-di-burigana-nella-connettomologia-clinica-sbq-neuromale-e-non-neuronale/

15.Sergio Stagnaro (2018). Ordine Implicato  e  Ordine Esplicato nella Manovra di Burigana. La Natura delle Oscillazioni fisiologiche del Tempo d Latenza tra 3 e  5 sec. evidenziano la Coerenza interna ed esterna della Semeiotica Biofisica Quantistica. https://sergiostagnaro.wordpress.com/2019/01/02/ordine-implicato-e-ordine-esplicato-nella-manovra-di-burigana-la-natura-delle-oscillazioni-fisiologiche-del-tempo-d-latenza-tra-3-e-5-sec-evidenziano-la-coerenza-interna-ed-esterna-della-semeioti/?fbclid=IwAR10LJY3nU9nHAYbkDQaOlf9vviD0K-BIjc_GrbVsz0O_Gbn310j-RC4LDs

16.Sergio Stagnaro. Il Reale Rischio Congenito di Leucemia: diagnosi e terapia quantistica. http://www.sisbq.org/uploads/5/6/8/7/5687930/rrcleucemia.pdf

17.Sergio Stagnaro. La Manovra di Alice nella Diagnosi clinica dei carcinomi da sede primitiva ignota. I reali Rischi Congeniti di Leucemia Mieloide e Linfatica. https://sergiostagnaro.wordpress.com/2017/08/06/la-manovra-di-alice-nella-diagnosi-clinica-dei-carcinomi-da-sede-primitiva-ignota-i-reali-rischi-congeniti-di-leucemia-mieloide-e-linfatica

  1. Sergio Stagnaro (2018).   Diagnosi Clinica, Rapida e Affidabile di Leucemia, a iniziare dal suo Reale Rischio Congenito,  e di Patologia Linfoghiandolare Circoscritta, Benigna o Maligna. http://www.sisbq.org/uploads/5/6/8/7/5687930/leucemia.pdf
  2. Sergio Stagnaro.  Bedside Recognizing Leukemia Oncological Inherited Real Risk. http://www.sci-vox.com, 18 August, 2010. http://www.sci-vox.com/stories/story/2010-08-18bedside+recognizing+leukemia+oncological+inherited+real+risk..html
  3. Sergio Stagnaro.  Introduzione alla Microangiologia Clinica 10 dicembre 2011. www.sisbq.org, http://www.sisbq.org/uploads/5/6/8/7/5687930/mc_intro.pdf
  4. Sergio Stagnaro (2012).  Valutazione Semeiotico-Biofisico-Quantisticadell’Attività Funzionale dei Sistemi Biologici. Il Ruolo dei Dispositivi Endoarteriolari di Blocco, fisiologici e neoformati-patologici tipo I, sottotipo a) e b). http://www.sisbq.org/libri-e-articoli.htmle-book, http://www.sisbq.org/uploads/5/6/8/7/5687930/valutazione_attivit__biolog_2012.pdf
  5. Sergio Stagnaro – Marina Neri Stagnaro (2016). Microangiologia Clinica. A cura di Simone Caramel. e-book, http://www.sisbq.org,

http://www.sisbq.org/uploads/5/6/8/7/5687930/microangiologiaclinicasbq2016.pdf

  1. Curri S. B. 1986. Le microangiopatie, a cura di Inverni della Beffa, Arte Grafica S.p.A. Verona
  2. Sergio Stagnaro.  Test da Carico Orale di Cloruro di Sodio nella Valutazione Funzionale dello Stomaco, Fegato, Cuore e Reni. 9 marzo 2011. altrogiornale.org. http://www.altrogiornale.org/news.php?extend.6779.11
  3. Sergio Stagnaro.  Ruolo del Glicocalice nella Valutazione Semeiotica Biofisica Quantistica della Sindrome del Fegato Iperfunzionante. 3 marzo 2011.  http://www.piazzettamedici.it/professione/professione.htm
  4. Sergio Stagnaro (2012). Valutazione Semeiotico-Biofisico-Quantisticadell’Attività Funzionale dei Sistemi Biologici. Il Ruolo dei Dispositivi Endoarteriolari di Blocco, fisiologici e neoformati-patologici tipo I, sottotipo a) e b). http://www.sisbq.org/libri-e-articoli.htmle-book, http://www.sisbq.org/uploads/5/6/8/7/5687930/valutazione_attivit__biolog_2012.pdf
  5. Sergio Stagnaro (2018). Manovra di Gallo: Diagnosi Clinica in Tre Secondi di Patologia delle Vie Biliari, anche silenti. https://sergiostagnaro.wordpress.com/2018/09/12/manovra-di-gallo-diagnosi-clinica-in-tre-secondi-di-patologia-delle-vie-biliari-anche-silenti/   ; http://www.sisbq.org/uploads/5/6/8/7/5687930/manovradigallo.pdf

https://dabpensiero.wordpress.com/2018/09/12/manovra-di-gallo-diagnosi-clinica-in-tre-secondi-di-patologia-delle-vie-biliari-anche-silenti/

  1. Stagnaro Sergio.   Il Ruolo della Valutazione Semeiotica Biofisica Quantistica dell’Endotelio nella Medicina del Futuro. 6 maggio2009, http://www.fcenews.ithttp://www.fcenews.it/docs/endotelio.pdf

 

 

 

 

Read Full Post »

By Sergio Stagnaro

download

Non lasciare che la prudenza del mondo mormori troppo vicino al tuo orecchio, perché questa è l’ora dell’inatteso.”  Sri Aurobindo

Viviamo nell’Era dell’Epigenetica. L’inquinamento ambientale è considerato la principale causa del cancro. I Medici  sono ormai convinti di aver tracciato la nuova via che ci porterà alla salvezza dal tumore maligno e da altre patologie degenerative,  dopo il fallimento  riposto nei possibili successi della conoscenza complete del DNA nucleare, nell’oblio del mit-DNA.

Premesso che struttura e funzione sono i due poli della stessa equazione, per cui è impossibile modificarne uno senza modificare anche l’altro, è difficile spiegare con la teoria dell’inquinamento ambientale perché, tra tutte le persone che vivono nell’identica “inquinata valle di lacrime”, solo alcune si ammalano di cancro mentre le altre felicemente resistono all’aggressione del tragico killer.

Nessun studioso e nessun oncologo, a mia conoscenza, durante gli ultimi quindici anni, ha riflettuto doverosamente sopra le differenze biologiche che separano chi è predisposto al cancro da chi ne è immune (1). Infatti, se una mutazione genetica è causa di significativo danno al fenotipo, deve essere in grado di alterare pericolosamente funzioni di  determinate sistemi biologici, che sono riconosciuti dalla nascita mediate la Semeiotica Biofisica Quantistica (1, 6, 7).

Il fatto desolante è l’indifferenza, persistente da 7 anni, della classe medica mondiale di fronte ad un evento eccezionale in Oncologia, che avrebbe dovuto consigliare alle competenti autorità sanitarie il cambiamento di paradigma nella lotta ai tumori maligni: la Manuel’s Story , LOGO dell’Epigenetica, http://www.sisbq.org/qbs-magazine.html

All’inizio del 2019, grazie alla Manovra di Traversaro (2), il cui valore diagnostico e diagnostico differenziale non è stato finora raccolto dalla Medicina Ufficiale, ho potuto dimostrare la ridotta dimensionalità congenita  delle dinamiche micro-  e macro-scopiche del surrene, espressione di alterato caos fisiologico, presente dalla nascita nel sistema ACTH-RH- Ipofisi-Surrene (5-7), che rappresentano l’Ordine Implicato del Riflesso Surrene-Gastrico Aspecifico o Segno di Traversaro .

La diagnosi di Terreno Oncologico, la diagnosi differeziale tra lesione maligna e benigna, il monitoraggio terapeutico,  grazie alla pratica applicazione della situazione attuale microcircolatoria, fondamento  della Manovra di Traversaro, si sono arricchiti di un nuovo, prezioso e affidabile strumento clinico.

In 45 soggetti positivi al Terreno Oncologico (M. = 25 e F. = 20) , età compresa tra 15 e  86 aa., ho osservato i seguenti interessanti dati sbq.

Nel sano, senza Terreno Oncologico, il Riflesso Surrene-Gastrico Aspecifico, Segno di Traversaro, mostra il normale Tempo di Latenza di 8 sec. e la durata normale (< 3 sec. – 4 sec.<), costantemente però vicina a 3 sec., espressione di una efficace Riserva Funzionale Microcircolatoria (6, 7, 18), correlata alla dimesionalità delle fluttuazioni micro- e macro-scopiche surrenaliche,  a sua volta in rapporto con le oscillazioni dell’intensità del riflesso.

Al contrario, nei soggetti della casistica, positivi al Terreno Oncologico, il Segno di Traversaro mostrava un fisiologico Tempo di Latenza, ma la durata era tipicamente più vicina ai 4 sec. ridotta l’oscillazione dell’intensità del riflesso, a dimostrazione di una maggiore omogeneità delle dinamiche surrenaliche.

Un esempio per chiarire l’astrattezza del concetto: una signora di 60 aa., negativa al Terreno Oncologico (sic!),  nel corso dell’ennesima mammografia di controllo, suggerita dalle Linee Guida a seguito della sua età, è stata trovata positiva ad un nodo nel quadrante esterno inferiore della mammella sinistra.

Su consiglio dei sanitari, dopo la consueta attesa, ha eseguito l’esame istologico in un  Reparto Universitario dell’Italia del Nord.

La dimensionalità delle dinamiche micro- e macro-scopiche surrenaliche  sono perfettamente normali, e quindi la Manovra di Moncada (3, 4) e la Manovra di Burigana  sono negative (8-10).

Inoltre, nel Corpo Calloso la  microcircolazione non risulta attivata (11), nemmeno dopo pressione digitale intensa, applicata sopra la lesione mammaria: diagnosi differenziale tra nodo benigno e maligno.

Interessante ai fini della diagnosi differenziale, il Segno dell’Infiammazione risulta praticamente negativo nella sede precisa del nodo (13), mentre, nella mammella  colpita, il tessuto adiposo non mostra i segni della tipica Low Grade Chronic Inflammation che caratterizza il cancro del seno a partire dalla nascita (14-18).

Alla Signora verrà consegnato il referto dell’esame istologico tra dieci giorni di terrorismo jatrogenetico.  La morte della Clinica coincide con la fine della Medicina.

caos deterministicoCaos Deterministico– Daniela Biganzoli(Dab)

Bibliografia.

http://www.sisbq.org/uploads/5/6/8/7/5687930/manovradimoncada.pdf

http://www.sisbq.org/uploads/5/6/8/7/5687930/microangiologiaclinicasbq2016.pdf

https://dabpensiero.wordpress.com/2018/12/29/ruolo-diagnostico-centrale-della-manovra-di-burigana-nella-connettomologia-clinica-sbq-neuromale-e-non-neuronale/

http://www.sisbq.org/uploads/5/6/8/7/5687930/compendio_mc.pdf

 

 

Read Full Post »

By Sergio Stagnaro

download

In precedenti articoli (1-6) ho descritto la Connettomologia Clinica Semeiotico-Biofisico-Quantistica (SBQ) e la Manovra di Burigana, che svolge un ruolo centrale in questa originale disciplina medica, che ha aperto una promettente via nella diagnostica e diagnostica differenziale clinica, nel monitoraggio terapeutico e nella ricerca.

E’ sufficiente pensare alla positività della Manovra di Burigana, applicata a qualsiasi sistema biologico, per esempio,  al rene. Essa permette di diagnosticare in pochi secondi una lesione tumorale renale, magari nello stadio iniziale di Reale Rischio Congenito, dipendente dal Terreno Oncologico, subito dopo corroborato e precisato con numerosi altri segni e manovre della SBQ (8, 9).

La Connettomologia Clinica SBQ è annunciata pure in autorevoli siti USA:  http://science.sciencemag.org/content/362/6420/eaat4311/tab-e-lettershttps://www.medscape.com/viewarticle/906735_4

Manovra di Burigana.

Nel sano, la pressione digitale di media intensità  (700  dyne/cm2), esercitata sopra un punto di un sistema biologico, provoca localmente depolarizzazione e attivazione parenchimale che, dopo un tempo di latenza oscillante tra 3 e 5 sec., raggiunge tutte le cellule del sistema attivandolo: il Medico osserva, infatti, attivazione micro circolatoria associata di tipo I, secondo la Teoria dell’Angiobiopatia (1-6).

Al contrario, nella malattia non-neoplastica, per es. nel nodo benigno,  il tempo di latenza sale a 6-10 sec.

Nel Tumore maligno manca la trasmissione dello stimolo: Manovra di Burigana positiva.

Interessante il fatto che, continuando a valutare nel sano i successivi Tempi di Latenza della manovra, per la durata di qualche minuto,  il valore parametrico relativo risulta oscillare tra un minimo di 3 sec. ed uno massimo di 5 sec.

Scopo principale del presente articolo è quello di studiare i meccanismi che stanno alla base del valore dei differenti tempi di latenza, sopra segnalati.

Dal punto di vista della pratica applicazione, ne consegue che, nella diagnosi, per esempio, di Leucemia Linfatica Cronica, a partire dal suo Reale Rischio Congenito, cioè dalla nascita, la Manovra di Burigana è positiva: il segnale insorto jatrogeneticamente nel polo splenico posteriore  a causa della pressione digitale di media intensità pari a 700 dyne/cm2,  non arriva al polo anteriore, dove pertanto non si osserva attivazione microcircolatoria associata, tipo I, che mostra la durata della diastole del cuore periferico raddoppiata, come nel Precondizionamento (10-12).

Di estremo interesse il fatto che l’eliminazione graduale del RRC di leucemia provoca la negativizzazione della Manovra di Burigana, che, se positiva, deve essere corroborata dagli altri segni semeiotico biofisico quantistici di malattia.

A questo punto acquista un grande significato  la domanda sul perché i valori parametrici fisiologici del tempo di latenza  della manovra oscillano tra i 3 e i 5 sec.

I diametri dei sistemi biologici, incluso quello renale, preso come esempio, oscillano 6 volte al minuto, mostrando un periodo medio di 10,5 sec., numero frattale, e una intensità compresa tra 0,5 e 1 cm., misura convenzionale, ben osservabili nei relativi diagrammi  SBQ, in cui si possono geometrizzare (8, 9) (Fig.1).

Infatti, il caos deterministico, presente fisiologicamente nelle dinamiche del cuore periferico, secondo Claudio  Allegra, rende ragione di questi comportamenti sia microscopici – Implicate Order, sec. D. Bohm – sia macroscopici – Explicate Order – dimostrazione delle condizioni strutturali e funzionali del sistema studiato. (10-11).

Tra il visibile e l'invisibileTra il Visibile e l’Invisibile“- Daniela Biganzoli(Dab)

Queste osservazioni cliniche corroborano le magistrali scoperte microangiologiche di Schmidt-Schoembein (citato in 10), che lo hanno portato a definire due essenziali concetti della Microcircolazione: la disomogeneità spaziale,patologica, e la disomogeneità temporale, fisologica.

In breve, nella patologia, il caos deterministico della dinamica vaso-parietal delle piccole arterie e arteriole, sec. Hammersen, e di conseguenza della flow-motion mostra una progressiva diminuzione della sua misura Detto altrimenti, la dimensionalità va diminuendo nei tessuti ammalati, evolvendo verso il valore di 1, misura topologica, che caratterizza l’attrattore a punto fisso: il pendolo, perduta l’energia, si ferma in un punto.

Da quanto appena scritto deriva la mia datata definizione della Vita Biologica come la Traiettoria dell’Attrattore Strano (Zona Bianca) che attraverso lo stadio dell’Attrattore a Ciclo Limite (Zona Grigia) esita nell’Attrattore a Punto Fisso (Zona Nera).

Nel sano, la pressione digitale media (700  dyne/cm2), sopra un punto di un sistema biologico, provoca uno stimolo che, dopo un tempo di latenza di 3-5 sec., raggiunge tutto il parenchima attivandone la microcircolazione.

Infatti, quando l’inizio dell’evidenza sperimentale coincide con la fase fisiologica di massimo apporto di energia-materia-informaziome al parenchima, corrispondente alle Highest Spikes dei diagrammi SBQ (Fig.1),  cioè quando massimo è il livello di Energia Libera Endocellulare (ATP), la velocità della stimolazione (propagazione della depolarizzazione) è massima e il tempo di latenza è di 3 sec.

La velocità di propagazione della  stimolazione risulta inferiore, in relazione al minor livello di ATP nelle cellule, come dimostra la seguente evidenza sperimentale.

ScreenHunter_259 Jan. 02 22.15

Il Medico osserva la microcircolazione di base a livello, per esempio, del polo inferiore del rene destro, eseguendo in loco una pressione  digitale di lieve intensità (300 dyne/cm2) in modo persistente.

A questo punto il Medico valuta a livello del rene destro il renogramma. Quindi,  stimola localmente con pressione intensa il polo superiore, esattamente quando la fluttuazione renale è massima, cioè quando il livello di ATP raggiunge il suo massimo valore.

Il tempo di latenza nella Manovra di Burigana, valutata al polo inferiore del rene contro laterale (sinistro) è minimo, 3 sec.. Il fatto è reso possibile dalla realtà non locale esistente nei sistemi biologici, da me scoperta in modo clinico (12-17).

A questo proposito, ricordo che il drenaggio linfatico mediante massaggio manuale, di una mammella, migliora la flow-motion anche nell’altra, per i motivi appena ricordati, dipendenti dalla Realtà Non-Locale nei sistemi biologici.

Come insegna la Microangiologia Clinica, l’interstizio di Comel fa parte della parete microvascolare dal punto di vista funzionale. Infatti, e il rapporto free water/bound  water interstiziale è nei limiti normali, consentendone la fisiologica visco-elasticità, l’interstizio (Materia fondamentale amorfa) si lascia agevolmente comprimare nella diastole micro vasale e pi coopera alla realizzazione della successiva contrazione. Appare pertanto evidente la positiva azine dell’intesìrstizio sano sulla dinamica  micro vasale.

Quanto precede sta alla base della simultaneità dell’attivazione microcircolatoria tipo I, associata, in qualsiasi punto di un  sistema  biologico sano quando la pressione  digitale è intensa, cioè tale da utilizzare la realtà non locale.

Per spiegare l’Implicate Order della Manovra di Burigana, è necessario ricordare interessanti eventi biologico-molecolari, riferiti brevemente di seguito, che avvengono notoriamente nel periodo successivo alla depolarizzazione cellulare.

In altre parole, la geometrizzazione delle fluttuazioni parietali delle piccole arterie ed arteriole di Hammersen rappresentano figure frattali , la cui dimensionalità è elevata nel sano (NN = 3,81) grazie, appunto, al sufficiente rifornimento di ATP, alla cui produzione provvedono notoriamente ben strutturati mitocondri, che utilizzano l’oscillante apporto protonico, fornito da due deidrogenasi mitocondriali, dipendenti dai Ca++, penetrati nel mitocondrio attraverso due canali non particolarmente attivi (MCU e MCU-1), stimolati però a funzionare dalla Calcium-spike, attuata nel citoplasma dall’incontro del calcio proveniente dall’esterno attraverso canali tubulari diidropiridinici, voltaggio-dipendenti, e da quello rilasciato dal Reticolo-Endoplasmatico, precedentemente legato a due proteine, reticolina e reticolo-sequestrina, attravero il canale SERCA disattivato per la mancata fosforilazione del suo co-fattore, il fosfolambano.

Grazie, quindi, all’elevato livello energetico endocellulare fluttuante, assicurato da efficienti mitocondri, è possibile creare l’entanglement sia all’interno sia all’esterno del corpo umano, fondamento della Diagnostica Psicocinetica   (10-17 ).

La Medicina Accademica, che considera tuttora erroneamente il corpo umano composto soltanto da Energia-Materia, è incapace di riconoscere le iniziali e congenite alterazioni delle funzioni dei sistemi biologici, tipiche delle Costituzioni SBQ e dei dipendenti Reali Rischi Congeniti, il cui Implicate Order è di natura essenzialmente energetico, funzionale (8-10).

Bibliografia

1)    Sergio Stagnaro (2018). Ruolo diagnostico centrale della Manovra di Burigana nella Connettomologia Clinica SBQ, neuromale e non neuronale. https://sergiostagnaro.wordpress.com/2018/12/28/ruolo-diagnostico-centrale-della-manovra-di-burigana-nella-connettomologia-clinica-sbq-neuromale-e-non-neuronale/;

https://dabpensiero.wordpress.com/2018/12/29/ruolo-diagnostico-centrale-della-manovra-di-burigana-nella-connettomologia-clinica-sbq-neuromale-e-non-neuronale/

2)    Sergio Stagnaro (2018). Corpo Calloso, Questo Sconosciuto! In un commento nel Sito di Medscape, annunciata la nascita di una originale Diagnostica Clinica. https://sergiostagnaro.wordpress.com/2018/12/16/corpo-calloso-questo-sconosciuto-in-un-commento-nel-sito-di-medscape-annunciata-la-nascita-di-una-originale-diagnostica-clinica/

3)    Sergio Stagnaro (2018). Il Ruolo diagnostico del Corpo Calloso. Definito Dorftrottel chi l’ha scoperto. Appunti di uno studente di Medicina, Anno Accademico 2050/2051. https://sergiostagnaro.wordpress.com/2018/12/17/il-ruolo-diagnostico-del-corpo-calloso-definito-dorftrottel-chi-lha-scoperto-appunti-di-uno-studente-di-medicina-anno-accademico-2050-2051-universita-di-sunauli-nepal/

4)    Sergio Stagnaro (2018). Il Connettoma non-neuronale nella Diagnostica clinica e nel Monitoraggio terapeutico. La Connettomologia Semeiotico-biofisica-quantistica.

http://www.sisbq.org/uploads/5/6/8/7/5687930/connettoma.pdf e https://dabpensiero.wordpress.com/2018/12/19/il-connettoma-non-neuronale-nella-diagnostica-clinica-e-nel-monitoraggio-terapeutico-la-connettomologia-semeiotico-biofisica-quantistica/

5)       Sergio Stagnaro (2018). La Creatività misurata con un Fonendoscopio mediante la Valutazione clinica del Connettoma neuronale.

https://dabpensiero.wordpress.com/2018/12/21/la-creativita-misurata-con-un-fonendoscopio-mediante-la-valutazione-clinica-del-connettoma-neuronale/

6)    Sergio Stagnaro (2018). Aneurisma Aortico Addominale: Microangiologia Clinica e Connettomologia SBQ nella Diagnosi e nel Monitoraggio Terapeutico. http://www.sisbq.org/uploads/5/6/8/7/5687930/aaaconnettomologia.pdf ;

https://dabpensiero.wordpress.com/2018/12/29/aneurisma-aortico-addominale-microangiologia-clinica-e-connettomologia-sbq-nella-diagnosi-e-nel-monitoraggio-terapeutico/

7)    Sergio Stagnaro (2018). Compendio di Microangiologia Clinica, Connettomologia Neuronale e Non-Neuronale, Reali Rischi Congentiti, base della Prevenzione Pre-Primaria e Primaria, secondo la Semeiotica Biofisica Quantistica. scaricalo qui in pdf

http://www.sisbq.org/uploads/5/6/8/7/5687930/compendio_mc.pdf

8)    Stagnaro-Neri M., Stagnaro S. Introduzione alla Semeiotica Biofisica. Il Terreno Oncologico. Travel Factory, Roma, 2004.   http://www.travelfactory.it/semeiotica_biofisica.htm

9)     Sergio Stagnaro (2012).  Valutazione Semeiotico-Biofisico-Quantisticadell’Attività Funzionale dei Sistemi Biologici. Il Ruolo dei Dispositivi Endoarteriolari di Blocco, fisiologici e neoformati-patologici tipo I, sottotipo a) e b). http://www.sisbq.org/libri-e-articoli.htmle-book, http://www.sisbq.org/uploads/5/6/8/7/5687930/valutazione_attivit__biolog_2012.pdf

10) Sergio Stagnaro – Marina Neri Stagnaro. Microangiologia Clinica. A cura di Simone Caramel. e-book, http://www.sisbq.org,

http://www.sisbq.org/uploads/5/6/8/7/5687930/microangiologiaclinicasbq2016.pdf

11) Sergio Stagnaro.  Introduzione alla Microangiologia Clinica 10 dicembre 2011. www.sisbq.org, http://www.sisbq.org/uploads/5/6/8/7/5687930/mc_intro.pdf

12)  Stagnaro Sergio e Paolo Manzelli. Semeiotica Biofisica Endocrinologica: Meccanica Quantistica e Meccanismi d’Azione Ormonali. Dicembre 2007, http://www.fce.it, http://www.fcenews.it/index.php?option=com_content&task=view&id=816&Itemid=45

13) Stagnaro Sergio e Manzelli Paolo. Semeiotica Biofisica Quantistica: Livello di Energia libera tessutale e Realtà non locale nei Sistemi biologici. http://www.fce.it , 29 maggio 2008, http://www.fcenews.it/index.php?option=com_content&task=view&id=1421&Itemid=47

14) Stagnaro Sergio e Paolo Manzelli. L’Esperimento di Lory. Scienza e Conoscenza, N° 23, 13 Marzo 2008. http://www.scienzaeconoscenza.it//articolo.php?id=17775

15) Sergio Stagnaro. Dall’Esperimento di Lory alla Diagnostica Psicocinetica. Ruolo fondamentale della Realtà Non Locale in Biologia. http://www.fcenews.it, gennaio 2010. http://www.fceonline.it/images/docs/lory.pdf

16) Sergio Stagnaro. La Diagnostica Psicocinetica dimostra le due Dimensioni del Tempo, T1 e T2, nella Realtà non-locale dei Sistemi biologici. 6 luglio 2010, http://www.altrogiornale.org, http://www.altrogiornale.org/news.php?extend.6275

17) Sergio Stagnaro. Semeiotica Biofisica Quantistica. Diagnostica Psicocinetica. E-book in rete nel sito http://www.sisbq.org; http://www.sisbq.org/uploads/5/6/8/7/5687930/dp_libro.pdf

 

 

 

Read Full Post »