Feeds:
Articoli
Commenti

Archive for 11 ottobre 2018

By Sergio Stagnaro

download

Al letto del malato non sempre la diagnosi differenziale tra artrosi e artrite è facile. Inoltre, tra le numerose Costituzioni Semeiotico-Biofisico-Quantistiche esiste anche quella reumatica (1, 2), da cui dipende il Reale Rischio Congenito Reumatico (3-7), eliminato con la Terapia Quantistica Mitocondriale Ristrutturante (8).

Il Segno di Favaro permette al letto del malato di diagnosticare correttamente e rapidamente la patologia articolare di natura reumatica, differenziandola da quella artrosica, e di riconoscere in modo quantitativo il Reale Rischio Congenito Reumatico, a partire dalla nascita.

In giovani con Costituzione Reumatica che lamentano dolori a più articolazioni è utile il pronto riconoscimento di un reumatismo secondario a tonsillite streptococcica, auspicabilmente prima dell’insorgenza delle noti complicazioni cardiache e renali (6, 7).

Segno di Favaro.

Nel sano, la pressione digitale, o manuale, di media intensità (700 dyne/cm2, pari a circa 700 gr.), applicata sopra una articolazione, provoca il Riflesso Gastrico Aspecifico dopo un Tempo di Latenza di 8 sec. con Durata < 3 sec. – 4 sec. <.

Al contrario, a partire dalla nascita, in presenza di Reale Rischio Congenito Reumatico, il Tempo di Latenza è ancora normale ma la Durata è patologica: 4-5 sec. Interessante il fatto che il riflesso è seguito da lieve Contrazione Gastrica Tonica.

Nella patologia reumatica in atto, il Tempo di Latenza del Riflesso Gastrico Aspecifico è tanto più ridotto quanto più grave è la sottostante malattia. Inoltre, la Durata del riflesso appare significativamente prolungata oltre i 7 sec.,  in relazione diretta con la gravità della reumopatia. L’intensità del riflesso è correlata con la severità della patologia. Al riflesso gastrico aspecifico segue la Contrazione Gastrica tonica intensa, sempre assente nell’artrosi: Segno di Favaro positivo.

Tutti i valori parametrici del riflesso, Tempo di Latenza, Intensità e Durata, come i dati relativi al Segno della Infiammazione (9), sono utili nel monitoraggio terapeutico.

Concludo affermando che il Segno di Favaro è positivo in tutte le malattie di natura autoimmune, a sede in altri sistemi biologici (6).

*Dedicato all’amico Dott. Giorgio Favaro.

Bibliografia.

  • Stagnaro-Neri M., Stagnaro S. Introduzione alla Semeiotica Biofisica. Il Terreno Oncologico. Travel Factory, Roma, 2004. http://www.travelfactory.it/semeiotica_biofisica.htm
  • Stagnaro S., Stagnaro-Neri M., Le Costituzioni Semeiotico-Biofisiche.Strumento clinico fondamentale per la prevenzione primaria e la definizione della Single Patient Based Medicine. Travel Factory, Roma, 2004. http://www.travelfactory.it/htm
  • Stagnaro S., Auscultatory Percussion of Rheumatic Diseases. X European Congress of Rheumatology. Moscow. 26 June-July, 1983,Proceedings, pg 175
  • Stagnaro S., Auscultatory Percussion Therapeutic Monitoring and Cerebral Dominance in Rheumatology. 2nd World Congress of Inflammation, Antirheumatics, analgesics, immunomodulators. Abstracts, A. Book 1, pg. 116, March 19-22, 1986, Montecarlo
  • Stagnaro S., Polimialgia Reumatica Acuta Benigna Variante. Clin. Ter. 118, 193, 1986 [Medline]
  • Stagnaro S., Sindrome percusso-ascoltatoria autoimmune. Med. It. 142, 555, 1983
  • Stagnaro S., Sindrome percusso-ascoltatoria di Iperfunzione del Sistema Reticolo-Istiocitario. Min. Med. 74, 479, 1983 [Medline]
  • Caramel S., Marchionni M., Stagnaro S. Morinda citrifolia Plays a Central Role in the Primary Prevention of Mitochondrial-dependent Degenerative Disorders. Asian Pac J Cancer Prev. 2015;16(4):1675. http://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/25743850 [MEDLINE]
  • Sergio Stagnaro.  Originale Diagnostica Clinica basata sull’infiammazione cronica secondaria al Rimodellamento Microcircolatorio, tipico dei Reali Rischi Congeniti.   http://www.sisbq.org/uploads/5/6/8/7/5687930/diagnosticaclinica_2015.pdf

 

 

Annunci

Read Full Post »

im26_ego-creanet

Di Paolo Manzelli <egocreanet2016gmail.com

————————————–

PRINCIPIO DI FERTILITA’ EVOLUTIVA

e Dominio di COERENZA QUANTICA

(v.= Variazione ) < v.( energia totale )

= a Zero per definizione.

(EM+EV+Ei ) = 0 , pertanto:

1.Energia Vitale : + v.(Ei) = -v.(EM) – v.(EV)


ScreenHunter_224 Oct. 11 17.57

Similitudine con La Energia Vitale (Prana) della Medicina Ayurvedica.

La triade della Energia Quantica  e analoga ai tre DOSHA ( VATA ,PITTA,KAPHA) con cui si esprime la Energia Sottile in termini del 5 Elementi ( Etere,Aria,Acqua,Fuoco,Terra)

ScreenHunter_225 Oct. 11 18.01

Strategie per sviluppare la coerenza e aumentare la energia vitale .

 Bioquantica : Il suono il canto e la musica terapeutica.  

ScreenHunter_228 Oct. 11 18.05

( NB→ come l’orecchio emette suoni. )

http://shadesofusrummo.altervista.org/ludito-gli-organi-senso/anatomy_of_the_human_ear_it-svg/

ScreenHunter_229 Oct. 11 18.05

ScreenHunter_230 Oct. 11 18.05

In estrema sintesi possiamo dire che gli ossicini staffa incudine e martello si muovono nelle due direzioni di entrata e di emissione del suono  così che trasducono il suono meccanico esterno in “biofononi” emessi dalla piezoelettricità delle ossa. Le  stereo ciglia interne ed esterne verificano la risonanza coerente tra suono ricevuto ed emesso  dall’orecchio. L’ Organo del Corti traduce il suono in  impulsi neuronali di energia bioelettrica ed il nervo acustico e le sue ramificazioni indirizzano il  suono percepito nelle arie aree cerebrali che lo significano diversificandone la funzione.

Così che abbiamo : vedi : https://www.focus.it/scienza/salute/salute-possibile-leggere-il-pensiero-studio-fa-luce-su-mente-e-linguaggio

ScreenHunter_232 Oct. 11 18.21

Parole tradotte in  molecole che curano, gestiscono pensieri emozioni  e pulsioni consapevolmente per creare percorsi e sensibilità terapeutiche

1) il Suono del Pensiero: viene tradotto in molecole contenenti vibrazioni molecolari, neurotrasmettitori, (EM)  (che equivalgono a vibrazioni significanti a breve termine).  A ciò è deputata l’Area di Werkiche dell’ Emisfero Sinistro che produce  peptidi rispondenti alle vibrazioni (impronte acustiche) delle parole percepite. Inoltre,  per  tramite l’azione dell’area di Broca, le  parole ed il canto vengono espresse come linguaggio udibile. L’emisfero destro collabora nella organizzazione vibrazionale (EV)  del pensiero sonoro e del linguaggio interiore.  

2) Suono Emozionale : nel Talamo il suono percepito viene tradotto in tracce molecolari (dalle sinapsi biochimiche-EM) e  vibrazionali (EV) (dalle sinapsi elettriche) producendo  la neurotrasmissione emotiva ed empatica.

3) Suono Limbico: tramite l’insieme interconnessioni tra ipotalamo, ipofisi, amigdala ecc, il suono percepito viene funzionalmente trasdotto in trasmissione endocrina (ormonale) (EM)  per correlare  esplicitamente corpo e mente  per tramite i sistemi orto e para simpatico (EV) .

 —>Infine sappiamo che per tramite tali traduzioni in (EM +EV +Ei) il suono percepito può trovare una sua coerenza Bioquantica (Ei) , con il Movimento con il Respiro, i Battiti del cuore, e le Vibrazioni del sistema piezolettrico delle ossa, che sono necessarie per lo sviluppo del midollo osseo e quindi del sangue (globuli rossi e bianchi), piastrine, grow-factors e che infine agisce sulla risposta terapeutica  del sistema immunitario.

La sensazione del suono matura nel nascituro come sviluppo e appredimento

ScreenHunter_233 Oct. 11 18.59

http://docente.unife.it/enrico.granieri/materiale-didattico/linguaggio-musicale-e-cervello-fetale

 Il suono nel liquido amniotico (come nell’acqua ) ha una velocità longitudinale (lunghezza d’onda)  5 volte superiore, mentre quella trasversale 5 volte inferiore. La maggior parte delle frequenze  radio non passano dall’aria all’acqua. Infatti la densita dell’ H20 è 1000 volte maggiore dell’aria mentre la comprimibilità dell’ H20 è circa 1000 volte minore dell’aria. Ciò crea la distinzione tra la velocità delle onde longitudinali e trasversali nell’acqua rispetto all’aria.  Il nascituro che vive nel liquido amniotico inizia a percepire la trasmissione di  basse frequenze  ( 20-500 Hz) fino da 8 Settimane e matura l’udito ascoltando il battito del cuore e le emozioni della madre fino a( 1000-10.000 Hz  ).Quindi tra i 5/ 6 Mesi è capace di udire la voce umana e suoni di relativamente bassa intensità. In conclusione il suono interiormente percepito acquisisce un valore epigenetico nella modulazione della espressione del DNA con cui viene regolata la crescita del bambino.


Come si forma la percezione della realta visiva ?

ScreenHunter_234 Oct. 11 19.06

Come l’ orecchio riceve ma anche emette Suoni per regolare la risonanza tra essi ed indirizzare le informazioni acustiche percepite tradotte in impulsi neuronali nelle varie aree del cervello che ne significano le funzionalità  così anche la percezione visiva è interattiva , ciò significca che gli occhi non solo sono eccitati da fotoni ma che tramite un sofisticato programma di movimenti saccadici emettono “biofotoni”  onde creare relazioni di risonanza  che rendano possibile la costruzione visiva del modo generata dal Cervello.

In prima istanza bisogna distinguere tra percezione conscia( in quanto simulata come in un film) ed inconscia capace di creare dal caos un ordine dinamico). Infatti proprio in quanto gli occhi si muovono rapidamente per ricercare fotoni risonanti da tradurre in segnali neuronali di fatto noi vediamo un mondo esterno come un fotogramma che rimane sostanzialmente stabile dove si muovono solo gli oggetti localizzati. Ciò è reso possibile per il fatto che i Fotoni selezionati dalla risonanza interagiscono con i recettori fotosensibili (Coni e Bastoncelli della Fovea ) e causano il Crash (collasso) dell’onda separando l’energia delle particelle (EM) dall’Energia Vibrazionale (EV) dell’Onda quantica. La biofisica classica è stata pertanto fondata su concezioni riduzioniste meccaniche e ha considerato oggettiva la costruzione cerebrale della visione; inoltre la meccanica quantistica ha ricondotto al mondo classico il film prodotto dalla simulazione costruita dal cervello che corrisponde alle modalità descritte dalla seguente introspezione visiva.

 file:///C:/Users/User/Pictures/BRAIN%20VISION.2..pdf

INTROSPEZIONE DELLA COSTRUZIONE DI IMMAGINI VISIVE

images-2

http://www.caosmanagement.it/n67/art67_03.html

Questa introspezione è ottenuta sulla base delle conoscenze acquisite, nella quale si suppone che le immagini del mondo visibile siano il risultato di aree specifiche che si organizzano in parallelo e si integrano nella regione occipitale del cervello.

Semir Zeki : http://deficitnellavisione.blogspot.com/2007/04/deficit-nella-visione-semir-zeki-la.html

Questa decrizione  è utile per conoscere come si costruisca l’illusione della percezione, come asseriva il Filosofo Arthur Schopenhauer, così da capire che vediamo solo ciò che conosciamo per immaginare la realtà.

Purtroppo il  riduzionismo “meccanico e quanto-meccanico” si riconosce ancora in una immagine prodotta sulla base di quanto conosciamo.

Pertanto solo superando tali limitazioni cognitive Meccaniche e Quanto-Meccaniche che persistono nel significare la realtà come simulazione del mondo esterno,  potremo sviluppando la ricerca di Biologia Quantistica, ottenere una visione non riduzionista ad un più elevato stato di coscienza .

In conclusione, l’introduzione dell’energia vitale (Ei), la quale è basata sull’Entanglement (sovrapposizione tra “Onde e Particelle Quantiche”), permette oggi di dare un  effettivo valore interiore coerente della vita, mediante il quale potremo esplorare la più complessa visione della realtà generata  dalla relazione tra  MENTE e CERVELLO BIOQUANTICO.

ScreenHunter_235 Oct. 11 19.56

Read Full Post »

di Paolo Manzelli egocreanet2016@gmail.com

“EPI”  = OLTRE la GENETICA

ScreenHunter_219 Oct. 11 12.59

Epigenesi- Bioquantica , < Ricerche ed Indagini >

L’espressione del DNA viene modulata da segnali di regolazione ambientale che modificano il sistema di lettura del DNA sia per contatto “Locale” che per interazione quantica “non Locale”.

L’informazione epigenetica (Epigenoma) regola il processo di differenziamento e riproduzione cellulare, ma anche l’interazione cosciente tra geni e pensiero.  

La regolazione epigenetica ha origine nell’attività evolutiva di “risonanza non-locale “del DNA con le vibrazioni  dell’Acqua, Luce, Suono ed Alimentazione .

Le variazioni delle modifiche di regolazione epigenetica possono essere trasmesse ed anche ereditate dalle memorie morfogenetiche di differenziazione e riprogrammazione cellulari.

https://dabpensiero.wordpress.com/2017/10/15/morfogenesi-e-quantum-dna-laser-antenna/

DNA-Antenna Laser Rice Trasmittente.

ScreenHunter_220 Oct. 11 13.09 

http://gsjournal.net/Science-Journals/Research%20Papers-Biomechanics/Download/6894

Esperimento di Laser Terapia : Onde Cerebrali e conversione espressione genetica.

Il Pensiero  utilizzato per  regolazione a distanza della intensita’ e frequenza di emissione di Luce Laser (o Led) , su batteri che si moltiplicano in una capsula di petri. In tal modo le cellule batteriche modificano la produzione di proteine http://www.lastampa.it/2014/11/12/scienza/controllare-i-geni-con-il-pensiero-4Myo7FPYuBkN1jKxwNOG2O/pagina.html

ScreenHunter_221 Oct. 11 13.14

Tema di Indagine :Il ringiovanimento contemporaneo della teoria evolutiva di Lamark . = Ereditarietà inter-generazionale dei caratteri epigenetici acquisiti.

ScreenHunter_222 Oct. 11 13.14https://oggiscienza.it/2011/12/21/lamarck-rivisitato/

( “NO” alle RAZZE GENETICHE SI’” alle ETNIE CULTURALI ED AMBIENTALI.)

L’Emisssione di Biofotoni e Biofononi generati dal DNA –Antenna  produce  un “feedback cooperativo” di informazione non –Locale  tra DNA ( Nucleare e Mitocondriale) ed i  MIRNA che determina una memoria (cellulare-fenotipica)  dei processi morfogenetici di integrazione bidirezionale tra Epigenoma e Genoma.

 ScreenHunter_223 Oct. 11 13.14

Strategia di ricerca  sviluppo del Cluster-Egocreanet :

 Biodiversità e variabilità cooperativa dell’evoluzione olistica .  

Recentemente lo studio sulla Interferenza tra micro RNA  nei nematodi Caenorhabditis elegans (piccoli vermi del suolo) ha dimostrato che avevano sviluppato resistenza a un virus; sono riusciti a trasferire  alla loro  progenie l’immunità acquisita per diverse generazioni consecutive per tramite l’azione di adattamento cooperativo di piccoli agenti repressivi Vi-RNA, che funzionano indipendentemente dal genoma dell’organismo creando un’evoluzione funzionale della specie.

La scienza meccanica ha voluto intenzionalmente affermare il Darwinismo come sistema competitivo della selezione dell’individuo geneticamente  più forte così che quel modello acquisito nell’epoca del paradigma industriale meccanico  ha condotto a trascurare il fattore evolutivo della cooperazione interspecifica rispetto al cambiamento ambientale che proprio a causa di tale pensiero riduzionista determina un disastro ambientale che rischia di divenire irreversibilmente antitetico all’evoluzione della vita sul nostro Pianeta.

La Ricerca innovativa  del Cluster-Egocreanet sullo sviluppo di una nuova visione più complessa della co-evoluzione dell’ OLISMO BIOQUANTICO sulla evidenza della azione integrata tra i due fattori Genetico ed Epigenetico trova una adesione ed una sensibilizzazione culturale e sociale sempre più cosciente e motivata.

Di tale elevamento della coscienza ci faremo carico come Egocreanet-Cluster favorendo  un costante sviluppo e riproducibilità del “Modello di Formazione” che abbiamo realizzato nella più decisa intenzione di promuovere un successo virtuoso di diffusione virale di idee e concetti creativi capaci di lanciare una  prospettiva scientifica artistica e culturale di frontiera del cambiamento della vita.

ScreenHunter_112 Feb. 28 14.21 

Paolo Manzelli – cell:335/6760004

Read Full Post »