Feeds:
Articoli
Commenti

Archive for 5 settembre 2018

di Paolo Manzelli

egocreanet2016@gmail.com

download

 

La coclea dei mammiferi raggiunge la sua notevole sensibilità, e selettività di frequenza nell’intervallo di udibilità appropriato a ciascuna specie attraverso un sistema di amplificazione selettiva del suono chiamato “amplificatore cocleare“, (AC) il quale utilizza energia per amplificare l’azione inversa della membrana basilare (BM) ad emettere vibrazioni emesse attivamente dalla cloclea. Si ritiene che il confronto tra l’emissione interna ed esterna del suono serva a selezionare per risonanza le vibrazioni che si trasformano in impulsi neuronali in modo estremamente preciso non solo nelle frequenze ed intensità ma anche nel timbro e tonalità elaborabili e memorizzabili dal cervello.

Vibrazioni musicali“VIBRAZIONI MUSICALI ”  –  Daniela Biganzoli(Dab)
Trittico –Tecnica mista su tela

La risonanza tra le vibrazioni esterne ed interne viene attuata per tramite l’azione delle cellule ciliate sia esterne che interne le quali registrano l’amplificazione cocleare. Nel caso che tali ciglia cocleari subiscano difetti o rotture, si verificano disturbi uditivi nell’uomo detti acufeni (in latino :tinnitus) ed altre distorsioni della attività di propagazione delle emissioni oto-visuo-acustiche. (1)

I recenti esperimenti condotti da Tianying Ren, del centro di ricerche audiologiche dell’Università dell’Oregon, registrano con precisione l’emissione attiva di suoni da parte della coclea.

Nei suoi esperimenti Ren ha adoperato un’interferometro a scansione laser, che gli ha consentito di rilevare che le onde di propagazione emesse dalla coclea risultavano essere immediatamente “anticipative” (anterograde) al suono proveniente dall’esterno e non retrograde (come se fossero un eco) nella modalità in cui ancora si pensa nel quadro di un obsoleto modello “meccanico” della Scienza. Infatti Ren ha registrato come le onde sonore sono emesse attivamente dalla cloclea subito dopo il segnale che riconnette il suono con la visione oculare, così che ha rilevato che l’emissione del suono della cloclea si propaga anticipatamente attraverso i fluidi cocleari così che la Staffa vibra ancor prima della membrana basale, mostrando inequivocabilmente l’origine ed il ruolo di risonanza selettiva delle onde generate dall’orecchio.

Questo dato sulla interattività della selezione acustica scientificamente provato e noto da molti anni cozza evidentemente con la concezione “meccanica” della scienza che considera passiva ogni ricezione sensoriale. Diversamente oggi sappiamo che il riconoscimento e l’apprendimento dei suoni, dei rumori ed anche dei linguaggi, della musica e del canto, si basa su un processo di sviluppo cerebrale bioquantico, probabilmente attuato per “tentativo ed errore”, il quale sfruttando le memorie genetiche della specie, costruisce per apprendimento cerebrale il repertorio evolutivo di sensibilità e conoscenze che infine consente di ampliare livelli di coscienza non ordinari in modo da rendere più evolute le normali prestazioni cognitivo-uditive propri di ciascuna specie vivente.

Questa nota su come <l’ orecchio emetta suoni> , fa parte integrante del Dialogo in sviluppo nel Cluster Egocreanet sul “Tema delle connessioni evolutive tra Mente e Cervello “.

Nel prossimo Brainstorming sulla Mente Quantica, che si terrà presso il “ Burgarella Quantum Healing Org”. il 15/16 sett/2018 , metterò l’accento sul fatto che la recente conferma sull’emissione attiva di suoni della cloclea costituisce un’ulteriore riprova -anche se indiretta- della validità di teorie della mente quantica basate sull’auto-selezione cerebrale dell’informazione epigenetica (derivante dal cambiamento ambientale) e delle sue relazioni interattive con la modulazione genica dell’ DNA. (3)

Infine accentuerò l’attenzione sulle potenzialità della modulazione della percezione uditiva che nell’assumere un carattere terapeutico capace di implementare la prevenzione e la cura della salute e infine di migliorare l’ invecchiamento attivo dell’ uomo e della donna.  (4)

Biblio on line:

(1) – Relazione Occhio Orecchio : https://www.amplifon.com/web/it/-/nistagmo-vestibolare-quando-occhio-ed-orecchio-sono-in-relazione

(2)-Tianying Ren, Reverse propagation of sound in the gerbil cochlea.

Nature Neuroscience, Vol 7, No 4, 333-334, 2004.).e mail: <rent@ohsu.edu>

(l’Oregon Hearing Research Center :

https://www.ohsu.edu/xd/health/services/ent/research/oregon-hearing-research-center/faculty-research/tianying-ren.cfm

(3) – https://burgarellaquantumhealing.org/

(4)- https://dabpensiero.wordpress.com/2017/10/15/morfogenesi-e-quantum-dna-laser-antenna/

(5) – https://www.facebook.com/eventiolisticiegocreanet/?ref=br_rs

 

 

Annunci

Read Full Post »