Feeds:
Articoli
Commenti

Archive for 2 ottobre 2011

Tempesta solare

 

“TEMPESTA SOLARE”- Daniela Biganzoli (Dab)

Tecnica mista su tela – 40 x 40 – 2011

“La Tempesta solare “è un disturbo della magnetosfera terrestre, di carattere temporaneo, causato dall’ attività solare. Durante una tempesta solare il Sole produce forti emissioni di materia dalla sua corona che generano un forte vento solare, le cui particelle ad alta energia vanno ad impattare il campo magnetico terrestre dalle 24 alle 36 ore successive all’emissione di massa coronale”.(da Wikipedia)

Annunci

Read Full Post »

Mirror neurons

mirror-neurons

“MIRROR NEURONS” –  Daniela Biganzoli (Dab)

Tecnica mista su tela – 40 x 40 – 2011

I neuroni specchio saranno per la psicologia quello che il DNA è stato per la biologiaVilayanur S. Ramachandran

Quest’opera sviluppa il tema sui” Neuroni Specchio” già trattato in un’altra mia opera dal titolo “Empatia per il Mondo“, alla quale vi rimando per le dovute spiegazioni su questa scoperta che influenzerà con le sue implicazioni il futuro della conoscenza umana.

Nell’ opera lo specchio posto al centro dell’occhio come pupilla, vuole evidenziare che si tratta di neuroni specchio.

Read Full Post »

“INFORMED WATER” Daniela Biganzoli (Dab)

Tecnica mista su tela – 40 x 40 – 2011

 L‘Acqua dà origine alla vita, infatti il Dna, alla base dell’organismo umano, si organizza intorno all’acqua; viviamo per nove mesi nel liquido amniotico e ne siamo costituiti  per tre quarti.Per questo motivo al centro dell’opera ho posizionato il Dna che viene circondato dall’acqua, dalle molteplici proprietà.

Infatti non è solo un cristallo liquido composto da due parti di idrogeno e una parte di ossigeno(H2O), chimicamente sempre uguale, ma è in grado di modificare la sua struttura da liquido fino a vapore ed è soggetto a 64 mutamenti di proprietà, comportandosi molto diversamente a seconda della temperatura. E’ capace di caricarsi di energia, di memorizzarla, trattenerla e restituirla.

Dalle ricerche degli scienziati Luc Montagnier, premio Nobel, ed Emilio del Giudice, emerge” come alcune sequenze di Dna possono indurre segnali elettromagnetici di bassa frequenza in soluzioni acquose altamente diluite, le quali mantengono poi memoria delle caratteristiche del Dna stesso.

Grazie a questo studio sarà possibile, quindi, sviluppare sistemi diagnostici basati proprio sulla proprietà “informativa” dell’acqua biologica presente nel corpo umano.

Malattie croniche come Alzheimer, Parkinson, sclerosi multipla e artrite reumatoide, e malattie virali come Hiv, influenza A ed epatite C potrebbero “informare” l’acqua dell’organismo della loro presenza, emettendo particolari segnali elettromagnetici che possono essere poi “letti” e decifrati.

Nel momento in cui si interviene sulla memoria dell’acqua biologica, si apre anche la possibilità di realizzare rimedi con sostanze disciolte nell’acqua a bassissime concentrazioni e attivate mediante specifiche tecnologie chimico-fisiche“.(tratto da   http://rimedinaturali.blogosfere.it/2011/07/memoria-cellulare-dellacqua-lo-studio-di-montaigner-e-di-emilio-del-giudice-riapre-il-dibattito.html)

Montagnier sostiene che dai numerosi studi effettuati sui batteri, diluendo una sostanza fino a farne rimanere solo acqua, questa conserva comunque un suo background elettromagnetico in grado di trasferirsi da una molecola all’altra.

Già Benviste, negli anni ’80, aveva effettuato numerosi esperimenti sulla memoria dell’acqua, grazie alla quale, sosteneva, i rimedi omeopatici possono agire e curare.


Read Full Post »

Tempesta magnetica

  “TEMPESTA MAGNETICA”   –  Daniela Biganzoli (Dab)

Tecnica mista su tela   –  40×40 – 2011

La Tempesta magnetica o solare “è un disturbo della magnetosfera terrestre, di carattere temporaneo, causato dall’ attività solare. Durante una tempesta solare il Sole produce forti emissioni di materia dalla sua corona che generano un forte vento solare, le cui particelle ad alta energia vanno ad impattare il campo magnetico terrestre dalle 24 alle 36 ore successive all’emissione di massa coronale.

Ciò accade soltanto qualora le particelle del vento solare viaggino in direzione della Terra. La pressione del vento solare cambia in funzione dell’attività solare e tali cambiamenti modificano le correnti elettriche presenti nella ionosfera. Le tempeste magnetiche generalmente durano dalle 24 alle 48 ore, anche se alcune possono durare per diversi giorni”.(da Wikipedia)

“Le tempeste geomagnetiche causate delle eruzioni solari di solito producono delle bellissime aurore boreali e per fortuna la maggior parte degli effetti nocivi per l’uomo vengono intercettati dallo ‘scudo’ del campo magnetico terrestre” – spiega Settimio Grimaldi, dell’Istituto di Neurobiologia e Medicina Molecolare del CNR.

Read Full Post »