Feeds:
Articoli
Commenti

Archive for settembre 2009

1_SuspendedCorridor_GaleriaPepeCobo

30 Settembre 2009 – 7 Settembre 2010
Fondazione Arnaldo Pomodoro – Via Solari  35 – Milano

La prima personale della scultrice Cristina Iglesias viene ospitata negli spettacolari spazi espositivi della Fondazione Arnaldo Pomodoro, nati dal recupero industriale progettato da Cerri & Colombo; luogo in cui la scultura si mostra in tutte le sue manifestazioni, servendosi di un nuovo linguaggio ambientale, dilatato nello spazio. Qui lo spettatore viene coinvolto nel linguaggio di un testo che non è fatto per essere letto ma per essere attraversato dal corpo.

L’esposizione presenta 19 opere di grandi dimensioni, provenienti dalla collezione personale di Cristina e da collezioni  pubbliche e private  e opere prodotte appositamente per questa mostra, come la Fontana, particolarmente d’effetto, e un tetto di fibra naturale che rimarrà a far parte della collezione permanente della Fondazione.
Angela Vettese, direttore della Fondazione, descrive con queste parole l’opera della scultrice :”I temi toccati dall’artista sono molteplici e sovrapposti. Tra questi il ruolo della natura nella nostra vita; la capacità
della natura di essere ancora spunto di riflessione per gli artisti; l’uso di tecniche e materiali che mescolano l’antica tradizione del calco e della fusione con l’uso di materiali quali resina, il cavo d’acciaio intrecciato, il cemento a vista, il vetro e l’alabastro. Centrale è l’idea di Arcadia come incontro mitico, mai raggiungibile del tutto, tra uomo e natura e quindi tra naturale e artificiale.I luoghi concepiti da Cristina Iglesias sono tutti all’interno di questi due poli: la natura vi è rievocata attraverso disegni di vecchie tappezzerie o, più spesso, attraverso la ricostruzione di pattern vegetali, mescolanze di varie essenze, il cui calco diventa la matrice per un intero corridoio”.

L’autrice ci spinge a viaggiare attraverso luoghi che da esteriori divengono interiori, ci pone di fronte a inattese fragilità del muro  come del tutto.”…le sue fontane ci parlano di una natura forzata e i suoi tetti di protezioni domestiche, di case ora protette ora sbrecciate, sempre comunque di luoghi di passione…C’è pensiero e c’è storia dell’arte e c’è antropologia, nel suo modus operandi”.

Mostra curata da Gloria Moure.

Mercoledì-Domenica ore 11-19 (ultimo ingresso ore 17)
Giovedì ore 11-22 (ultimo ingresso ore 21)
Biglietti 8/5 euro

Annunci

Read Full Post »

INTELLIGENZE A CONFRONTO”   –  Daniela Biganzoli(Dab)

Olio su tela 40×50 – 2009

L’intelligenza umana viene qui rappresentata dai neuroni che fanno da sfondo all’opera, mentre il Sistema Binario simboleggia l’Intelligenza Artificiale e allo stesso tempo cerca di trasmetterne, in modo criptico, il titolo.

L’opera ha partecipato alla mostra La fine del mondo tra Apocalisse e Apocatàstasi, gli artisti? I nuovi profeti” a cura di Alberto D’Atanasio semiologo e storico dell’arte  che si è tenuta a Venezia il 17 Febbraio 2012. Riporto di seguito la  nota storico artistica del Prof. Alberto D’Atanasio inerente l’opera e la mia arte (pubblicata sul catalogo della mostra):

Daniela Biganzoli  rappresenta quel genere del fare arte che a mio parere appartiene all’ineffabile. Daniela Biganzoli fa un’operazione simile agli artisti simbolisti che operarono a cavallo del diciannovesimo e ventesimo secolo, ma va a cercare negli antri fisici dove la cellula diviene pulsione organica di un moto che chiamiamo emozione, sensazione, sentimento. E’ un ‘artista con una grande capacità tecnica e un evidente  talento nel far divenire le figure protagoniste e allo stesso tempo armoniche nello spazio illusorio del quadro. Le sue immagini rivelano una modernità che invece di essere fredda e avulsa dalla passionalità propria di chi usa colori e forme per esprimersi diviene leggibile, facile ed evidente nell’armonia che Daniela riesce a creare in una tridimensionalità che è sintesi tecnica e poetica insieme. Poche artiste danno nel vivere reale la stessa essenza che poi creano con la pittura, lei ci riesce e in questa rarità la scienza, il numero, la formula matematica, divengono racconto, immagine, poesia”.

 

 

Read Full Post »

Reale Rischio IV Libro Stagnaro

Sergio Stagnaro REALE RISCHIO SEMEIOTICO BIOFISICOTravel factory

” Nella Monografia è illustrato il nuovo concetto medico di reale rischio semeiotico-biofisico, l’anello mancante e conditio sine qua non della lenta e graduale evoluzione dalle costituzioni semeiotico-biofisiche agli stadi veramente iniziali delle più frequenti e gravi patologie umane, oggi vere epidemie, insorgenti esclusivamente sulla base delle congenite alterazioni istangiche funzionali, geneticamente trasmesse per via materna (ICAEM- α): diabete mellito, ipertensione arteriosa, dislipidemie, tumori maligni, solidi e liquidi, etc.
All’inizio del terzo millennio, si sente urgente il bisogno di dare forma concettuale e operativa ad una nuova, non costosa, efficace prevenzione primaria delle più comuni e gravi malattie, applicabile all’intera popolazione, che possa offrire speranze reali, concrete a tutti coloro che sono a “reale rischio genetico”,  magari in forma latente, indipendentemente dalla presenza, importanza ed intensità dei 300 fattori di rischio ambientali.
In realtà, mediante l’utilizzazione dei nuovi paradigmi semeiotico-biofisici, oggi possiamo intraprendere su vasta scala originali ed effficaci misure di prevenzione contro le più gravi patologie umane, con l’intervento indispensabile dei medici di Medicina Generale, il cui ruolo è di primaria importanza”.(Sergio Stagnaro)

Read Full Post »

 

n.5_Hermes andros

26 Settembre 2009 – 31 Gennaio 2010

Museo di Antichità – Via xx Settembre 88 – Torino


Una mostra per imparare dagli antichi romani l’arte del vivere.Un percorso in città alla scoperta del bello: dall’archeologia alla passione per la letteratura, la musica, l’arte, dal cibo, ai gioielli e ai profumi.

Inaugura venerdì 25 settembre al Museo di Antichità di Torino la mostra Luxus. Il piacere della vita nella Roma Imperiale, un percorso nel piacere e nella gioia di vivere dell’antica Roma. “Piacere di vivere, gusto del bello, lusso e arte sono espressioni umane in grado di travalicare il tempo permeandosi di preziosità, eternità, unicità.” – afferma Elena Fontanella, curatrice della mostra – “È la scansione del tempo a trasformare e degenerare la bellezza rendendola effimera, asservita, discutibile e volgare. Il piacere del vivere, inteso come capacità dell’uomo di circondarsi del bello anche nella vita materiale, riesce ad essere in ogni civiltà il vero segno della bellezza senza tempo. L’antico senso del luxuriose vivere è riuscire a catturare parte del tempo che scorre per se stessi, è il vero e prezioso lusso della mente che riesce a prescindere ogni manifestazione di ricchezza per poter essere accessibile a chiunque intenda coltivarlo. È la particolare capacità di apprezzare la realtà attraverso gli strumenti sensoriali e cognitivi che sono in grado di generare l’educazione al bello, al sapere, al progresso, al dialogo“.

La mostra è dedicata quindi a questo particolare gusto del vivere. Un omaggio agli uomini, al loro amore per la vita, ai loro eccessi ed alle loro debolezze, alle caratteristiche più effimere, ma profonde, che rendono l’umanità, ieri come oggi, così contraddittoriamente uguale a se stessa. Un percorso artistico e sensoriale che offre ai visitatori l’occasione di accostarsi a diversi aspetti del vivere antico illustrati dalle splendide opere d’arte o dai più diffusi oggetti della vita quotidiana.
La mostra è articolata in due nuclei:
> Il lusso della mente, che racconta la passione per la letteratura, il teatro, la danza e la musica, il gioco e il collezionismo;
> Il lusso del vivere, che guida il visitatore attraverso i piaceri effimeri della vita quotidiana antica dalla cura del corpo alle acconciature, dalla gioielleria ai profumi, dal gusto della tavola alla cura dei giardini e del verde.
Un percorso sensoriale sonoro e olfattivo accompagnerà inoltre l’intera visita alla mostra per permettere di avventurarsi negli antichi sensi. Un viaggio tra profumi di incenso, mirra, nardo, tra gli antichi colori naturali della cocciniglia e dello zafferano, tra i flebili suoni di sistrie cetre, nel lontano fruscio delle preziose stoffe di lino, seta e bisso.
Questo studio, condotto dalla Fondazione DNArt insieme con studiosi del mondo classico,- dichiara Liliana Pittarello, Direttore per i Beni Culturali del Piemonte – tratta un tema solo apparentemente frivolo, che si rivela in realtà di grande interesse per la conoscenza della vita e della cultura dell’antica Roma. L’ampia selezione di sculture, mosaici, affreschi, gioielli ed altri reperti esposti in mostra, provenienti da vari musei italiani, costituisce uno spunto importante per rivedere sotto questa specifica luce, le opere del Museo di Antichità di Torino, sede della mostra”.

Siamo molto contenti di ospitare la mostra Luxus nei suggestivi spazi espositivi del Museo di Antichità che cittadini e visitatori hanno imparato a conoscere e apprezzare negli ultimi anni.” – afferma Fiorenzo Alfieri, Assessore alla Cultura e al 150° dell’Unità d’Italia della Città di Torino – “L’autunno torinese, con i suoi festival, le sue rassegne, l’importante offerta museale ed espositiva, si arricchisce così di un focus sull’antichità, in particolare su una sua dimensione di fascino e stupore che sono sicuro colpirà i visitatori”.

Luxus è un progetto che stimola a riflettere su come si siano costruite tutte le reti che caratterizzano il nostro vivere quotidiano, come l’enogastronomia, i profumi, il modo di vestire, gli arredi, gli ori e i gioielli nel corso dei secoli” – dichiara Riccardo Bertollini, Presidente Fondazione DNArt -”La nostra Fondazione, con il Ministero per i Beni e delle Attività culturali, ha rafforzato questo connubio che Torino e Milano hanno attivato già da
diversi anni nella musica e nell’arte contemporanea. Con questa iniziativa la collaborazione tra le due Città si estende al settore della progettazione culturale”.

In occasione della mostra sarà inoltre possibile effettuare un tour nella città di Torino alla scoperta dei piaceri della vita, assaporando i gusti della tradizione reinterpretati con lo stile di oggi. Un percorso tra le antiche arti romane riproposte dai maestri torinesi, come, ad esempio, la lavorazione delle pietre preziose e dell’oro nei gioielli di Mattioli, l’uso delle essenze nei profumi di Laura Tonatto, il sapiente connubio tra spezie e cioccolato di Guido Gobino.
La mostra si avvale anche di un inedito percorso didattico e pedagogico svolto in collaborazione con l’Istituto Torinese per un’Educazione Responsabile, che offrirà alle scuole di ogni ordine e grado una grande opportunità di riflessione e di conoscenza.

Luxus. Il piacere della Vita nella Roma Imperiale, a cura di Elena Fontanella è realizzata dalla Fondazione DNArt in collaborazione con il Ministero per i Beni e le Attività Culturali, con il patrocinio del Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca, Provincia di Torino, Camera di Commercio di Torino. Il progetto è condiviso da Regione Piemonte, Città di Torino, Turismo Torino e Provincia, ITER. Alla mostra collaborano la Soprintendenza Speciale per i Beni Archeologici di Napoli e Pompei, la Soprintendenza Speciale per i Beni Archeologici di Roma, la Direzione Regionale per i Beni Culturali e Paesaggistici del Piemonte, e la Soprintendenza per i Beni Archeologici del Piemonte.(Comunicato Stampa)

Orari:   Mar-Dom 9.30- 19-30            Lunedì chiuso

Per informazioni: num. verde 800 329 329

Per prenotazioni di gruppi e scuole :num. verde 800 553 130

Read Full Post »

leonardo_vigevano_exhibit

Leonardo 3” è un  centro di ricerca e media company, impegnato nella valorizzazione del patrimonio artistico-culturale, grazie a tecnologie all’avanguardia. Servendosi di innovativi strumenti di comunicazione mette in atto una divulgazione storico-scientifica, in una sola parola, “Edutainment“, che fonde il mondo dell’Educational  con quello dell’ Entertainment.
Il progetto prende il nome da Leonardo da Vinci, il grande genio, che viene preso proprio come principale figura di riferimento. L3 intreccia modelli fisici, riproduzioni tridimensionali e software interattivo per stimolare interesse anche nei ragazzi, che divengono i più appassionati fruitori delle mostre.

Leonardo3, nasce dalla collaborazione di Massimiliano Lisa, Mario Taddei e Edoardo Zanon, che stanno pensando alla realizzazione del più grande e completo Museo al mondo dedicato all’opera omnia di Leonardo da Vinci, il Museo/ Cultural-Edutainment Center Leonardo3, che sorgerà a Milano entro il 2015.

Molte sono le Mostre , anche all’estero, realizzate da L3; l”ultima  è quella, appena inaugurata, al Castello di Vigevano:Il Laboratorio di Leonardo-I Codici, le Macchine e i Disegni. L’esposizione, grazie all’alta tecnologia di cui si avvale e alla splendida cornice che la ospita diviene assolutamente coinvolgente. La ricerca e lo studio rigoroso per il lavoro Leonardesco si evincono dall ‘osservazione della mostra, che finalmente chiarisce diverse inesattezze sulle opere del grande genio.

 

Read Full Post »

 Venerdi’ 16 ottobre 2009 ore 10./12.

Firenze – Fortezza da Basso 
www.festivaldellacreatività.it

Il tuo browser potrebbe non supportare la visualizzazione di questa immagine. Iniziative sul tema:

NUTRIGENOMICA e NUTRACEUTICA:qualità dell’alimentazione, vini e cibi funzionali”  

L’ obiettivo di questo evento, al Festival della Creatività 2009 , consiste nel  condividere con la gente i piu’ recenti sviluppi della ricerca scientifica sulle relazioni tra genetica e  alimentazione di qualita’ , cosi’ da favorire  la consapevolezza  dell’ importanza  della scienza Nutrigenetica e della produzione Nutraceutica  per migliorare  il proprio benessere e bellessere.  

Il tuo browser potrebbe non supportare la visualizzazione di questa immagine. Il tuo browser potrebbe non supportare la visualizzazione di questa immagine.

VENERDI’ 16 ott. 2009  I * – SEZIONE  mattina (tempo: 1 ora)  

Tavola Rotonda: Introduce Paolo Manzelli

Regola il dibattito: Massimo Lucidi, Giornalista esperto nel settore Nutrigenomica

Dibattito: tra Ricercatori di alcune Università  
 

VENERDI 16 ott. 2009 II* – SEZIONE mattina  (tempo: 1 ora )  

Tema:  NUTRACEUTICAL -SUMMIT

NUTRACEUTICA e sviluppo delle relazioni tra  impresa e ricerca su la produzione di cibi funzionali  al benessere ( Integratori alimentari, supplementi dietetici) ed al bellessere (Cosmetici farmaceutici)

Presiedono:  Paolo Manzelli EGOCREANET e Marcello Tracersi (TINNOVA)

Regola il dibattito: Massimo Lucidi, Giornalista esperto nel settore Nutrigenomica 
 

Segue: Dibattito con interventi programmati.  
 

Gli organizzatori dell’iniziativa sono partner toscani della rete europea Enterprise Europe Network ed EGOCREANET/LRE // Laboratorio Ricerca Educativa / Dip.Chimica/ Universita’ Firenze.

                                           ———————————————-

        DOMENICA  18 OTTOBRE 2009         Stand “TINNOVA”(www.tinnova.it)

FP7-KBBE-2010-4 : CALL FOR AFRICA

Soluzioni Nutrigenomiche per  evitare la “malnutrizione“ 

 Incontro di Partenariato al Festival della Creativita’

Presentazione del progetto : “Food For Brain & Brain For Food

 

  • Introduce la discussione :
  • Dr. Paolo Manzelli EGOCREANET // Universita’ di Firenze
  • Partecipano al Dibattito :
  • Roger  sessoukuassi – Presidente FAT -Diaspora in Toscana

–    Abdulcadir Omar – Ginecologo Careggi – Hospital.

Segue –

Dibattito aperto : contributi ed osservazioni dei partecipanti e dei potenziali partners –

Conclude : Marcello Traversi – Dirigente di TINNOVA.  

Premessa Progettuale : Vedi in : http://www.edscuola.it/archivio/lre/FtoB_BtoF.pdf

Read Full Post »

13  Settembre  2009 – 5  Aprile 2010

Castello Visconteo di Vigevano

IL LABORATORIO DI LEONARDO – I CODICI, LE MACCHINE E I DISEGNI, prodotto da Leonardo3 (www.leonardo3.net), proporrà un’esperienza “totale” su Leonardo da Vinci. Grazie a tecnologie innovative il pubblico conoscerà i codici più importanti del grande Genio e inedite ricostruzioni fisiche e digitali di strumenti straordinari come la Macchina Volante, il Leone Meccanico, oltre a entrare in contatto con i disegni e i dipinti presentati con la tecnologia HyperView. Per la prima volta i visitatori potranno sfogliare virtualmente, grazie alla tecnologia Virtual Codex, il Codice Atlantico, il Codice del Volo e il Manoscritto B di Leonardo da Vinci. In particolare, l’intervento effettuato sul Manoscritto B risulta di grande importanza storica, in quanto tutte le pagine sono state restaurate digitalmente e si presentano quindi come appena scritte da Leonardo.

L’iniziativa, che rappresenta la più ampia e affascinante collezione di scritti e disegni di Leonardo da Vinci mai presentata in Italia, farà da prologo all’esposizione Splendori di corte. Gli Sforza, il Rinascimento, la città, ospitata nelle sale del Castello, dal 3 ottobre 2009 al 31 gennaio 2010, che analizzerà i legami tra la città di Vigevano, la signoria sforzesca, la figura di Leonardo da Vinci e le testimonianze artistiche presenti su tutto il territorio lomellino “.(Comunicato stampa)

La stupenda cornice che ospita la Mostra ci riporta indietro nel tempo, nel mondo di Leonardo, fra le sue incredibili invenzioni, le sue macchine, che ancora oggi,a distanza di secoli riescono a stupirci. Grazie alla tecnologia ora possiamo avvicinarci al pensiero del grande genio, comprendere i suoi disegni, i suoi scritti come mai si era fatto nel passato.Persino i bambini, grazie alla facilità con cui utilizzano la tecnologia, potranno entrare in questo mondo fantastico e comprendere concetti altrimenti noiosi e difficili.
Quale ragazzo non rimarrebbe affascinato, come del resto lo sono stata io, nell’ammirare il magnifico Leone Meccanico, costruito da Leonardo per camminare al cospetto del re di Francia e offrirgli dei gigli? Tutto questo risulta ancora più incredibile dal momento che fino ad oggi i disegni di questa macchina si credevano perduti. Oggi invece possiamo, dal foglio in 3D “dare vita” al Leone, ingrandire un suo particolare, farlo ruotare completamente, smontarlo e ricomporlo, vivere  l’ invenzione, come se nascesse in quel momento nelle tue mani.
Questa nuova concezione di museo “virtuale ” è affascinante, trasforma il ruolo dello spettatore e rende fruibile l’opera d’arte anche in una sede diversa da quella in cui è fisicamente conservata.

Ingresso:
intero, 7 Euro; ridotto, 6 Euro, ridotto scuole 3 Euro
(il biglietto della mostra consente la visita gratuita a Splendori di corte. Gli Sforza, il Rinascimento, la città)

Catalogo:
Edizioni Leonardo 3

Sito internet:
www.leonardoevigevano.it

Info e visite guidate:
tel. 02 43353522
servizi@civita.it

Castello Visconteo (Piazza Ducale)
Vigevano

Read Full Post »

Older Posts »