Feeds:
Articoli
Commenti

Archive for 25 giugno 2007

“Soluzione Mozart “

mozart2.jpg

Ho già parlato in un altro post del famoso “EFFETTO MOZART” , quindi rimando alla sua lettura coloro che non lo conoscono. Vorrei invece segnalare qui, l’esistenza di un CD che ho trovato casualmente in commercio che si chiama  “SOLUZIONE MOZART”; è molto bello e si rifà a questo effetto.
Questo CD è dedicato ai bambini che ascoltandolo possono migliorare la propria intelligenza. Sono state selezionate particolari musiche fra cui la sonata K 448 . Sembra che l’ascolto di Mozart aiuti l’organizzazione della corteccia cerebrale.
“Questo avverrebbe sia con un aumento di neuroni, sia con un’associazione privilegiata dell’emisfero cerebrale destro ( fortemente dedito alla creatività) con il sinistro ( che privilegia il ragionamento spazio/temporale). L’ascolto quotidiano funziona quindi come ginnastica per sviluppare le funzioni cerebrali superiori e per migliorarle.”
“Un esperimento di “nutrimento” musicale quotidiano, prima delle lezioni, compiuto da un gruppo di insegnanti elementari in Lombardia, ha dato come risultato un aumento di interesse per lo studio di tutte le materie (fino al 50%), una disponibilità maggiore al lavoro di gruppo, una accentuata resa nelle prove di aritmetica, nella scrittura e nella verbalizzazione.”
“L’influsso straordinario che la musica di Mozart ha sui bambini ( ma anche sugli adulti) è probabilmente anche legata alle vicende della sua storia personale. A livello embrionale, il piccolo Mozart si sviluppò nel ventre materno, ascoltando il suono del violino del padre, le suonate per piano e poi le ninna- nanne della madre. Amadeus si sviluppò saturo di suoni, per fare poi esplodere, precocissimo, (circa 4 anni) il suo talento, geniale e infantile insieme. L’aura di “eterno bambino” che permea tutta la sua musica, è in grado di travasarsi, per ascolto, nelle menti e nei corpi degli altri bambini.”

Annunci

Read Full Post »